Le Note d’Estate pronte a suonare

by -
0 741

IL CONCORSO CANORO NAZIONALE Al lato: Marco Cataldo, di 23 anni, originario di Parabita, sarà uno dei protagonisti del concorso. Aveva partecipato nell’edizione precedente, arrivando secondo, con l’inedito “Demodè”.

Matino. Manca davvero poco alla serata finale del festival nazionale “Note d’Estate”, organizzato dal circolo oratorio Anspi “B. Madre Teresa di Calcutta”.

Intanto nei giorni scorsi sono stati selezionati i 18 cantanti che si sfideranno sul palco di Matino in piazza Giorgio Primiceri il prossimo 7 agosto.
Erano in tutto 58 i cantanti iscritti al concorso, ma la giuria, dopo un’accurata selezione ha scelto i dieci concorrenti per la categoria dei brani editi e otto per i brani inediti.

In sole tre edizioni il festival è riuscito a raggiungere un successo tale da farlo diventare concorso nazionale. La collaborazione di nomi importanti come il maestro Diego Calvetti, produttore italiano (con lui hanno lavorato alcuni nomi importanti della musica italiana, da Patty Pravo e le emergenti Noemi e Alessandra Amoroso), i giovani ospiti, protagonisti di alcuni programmi televisivi di punta, Davide Mogavero e Giada Indino e i media partner della serata, odssia, radio Skylab e Tele Norba, (l’emittente televisiva riprenderà per intero la serata conclusiva), rendono questa edizione del festival una vetrina importante non solo per Matino, ma soprattutto per gli artisti.

Un’opportunità da sfruttare, sicuramente, ma anche un’occasione per entrare in contatto con il pubblico che poi è il vero giudice di ogni artista, la pensa così, uno dei ragazzi scelti tra i 58 candidati. Marco ha 23 anni vive a Parabita ed è reduce dalla scorsa edizione del concorso in cui si è classificato secondo nella categoria inediti, con il brano “Demodè”, scritto insieme ad un amico Armando Valletta.

Marco studia regia teatrale a Roma, perché oltre alla musica la sua aspirazione più grande è il musical.
«Secondo me la completezza che si ha nel teatro – dice Marco – è la più alta delle arti, e spero di riuscire presto ad entrare in una compagnia di professionisti».

E come i migliori professionisti è già a lavoro per farsi le ossa, per fare la gavetta che sempre serve, anche se oggi le tante vie preferenziali e i reality di turno, fanno credere di no. Attualmente è in scena con ben due spettacoli: “Fumo negli occhi”, una commedia esilarante in due atti e “Pinocchio – il musical”, del quale cura anche la regia entrambi realizzati dalla compagnia teatrale Ghenira di Parabita.

Maria Antonietta Quintana

Commenta la notizia!