La vita difficile di un sindaco

di -
0 550

Melissano, il Municipio

Melissano. Municipio e plessi scolastici senza telefono, pignoramenti sui conti e decreti ingiuntivi: tra questo e altro (i pesanti tagli ai trasferimenti finanziari dallo Stato ai Comuni): in trincea tra mille problemi, deve sopravvivere un sindaco. Come a Melissano dove il primo cittadino Roberto Falconieri ha dovuto confrontarsi nelle ultime settimane con una serie di incombenze spesso non previste.

A cominciare dal distacco del telefono imposto da Telecom negli uffici del Municipio e presso le scuole per un debito che pare si aggiri sui 316mila euro. Telefoni muti e comprensibili disagi ma anche difficoltà a gestire le emergenze. Il 22 febbraio il giudice Carlo Errico della sezione distaccata di Casarano del Tribunale di Lecce ha accolto il ricorso presentato dal legale dell’ente Arianna Stefano, per il ripristino del servizio per il “periculum in mora” derivante anche dall’interruzione del pubblico servizio da parte di Telecom Italia.

Ordine dunque di immediata riattivazione delle linee e fissazione di una udienza per la comparizione delle parti. Ma a quanto è dato sapere, i telefoni sono rimasti ancora muti. Anche se, per quanto riguarda il Municipio, tutta la situazione sarebbe ferma al 22 dicembre scorso quando i tecnici prelevarono il centralino guasto per la riparazione, mai più però tornato nella sua sede originaria.

Guai anche sui conti correnti del Comune, rimasti congelati per diversi giorni  La questione riguardava un pignoramento (circa 400mila euro relativo alla vecchia vicenda Cosmo e discarica Mediterranea Castelnuovo nel capitolo rifiuti) che ha impedito  anche di dare seguito ad una delibera in cui la Giunta comunale stanziava la somma di 7mila euro  quale anticipazione sugli stipendi proprio ai dipendenti della Geotec, società che gestisce il servizio di Igiene urbana o ad avere difficoltà comprensibili anche per il pagamento degli stipendi ai dipendenti comunali. Per parlare solo degli ultimi contraccolpi a cui un sindaco deve tenere testa.                                

AP

Commenta la notizia!