Ciminiera “pericolante” a Matino: ancora fuori casa 14 famiglie

by -
0 1593

MATINO. Mentre resta ancora “off-limits”, a Matino, la zona intorno alla ciminiera De Luca, colpita nella notte tra martedì e mercoledì scorsi da un fulmine, i tecnici sono al lavoro per valutare il da farsi e cercare di limitare i disagi alle famiglie evacuate. Il rischio da scongiurare è che dalla torre possano venir giù alcuni pezzi mettendo a repentaglio la sicurezza nella zona sottostante: per questo l’ordinanza del sindaco Tiziano Cataldi ha disposto, sulla scorta delle indicazioni giunte dalla Prefettura, “lo sgombero delle abitazioni prospicienti la ciminiera e la chiusura delle strade limitrofe per un raggio di 42 metri”. Le abitazioni fatte sgomberare sono state 21, anche se le notifiche effettuate sono state solo 14 perché sette case sono risultate non abitate. Una famiglia alloggia presso la struttura “Mirabilia Dei” di via Bolzano mentre dieci famiglie (per un totale di 19 persone) hanno trascorso la prima notte (quella di mercoledì 21) presso il Silver Hotel dove, però, nella seconda notte (quella del 22) le famiglie ospitate si sono ridotte a cinque in seguito al trasferimento presso parenti o amici. Resta sempre chiuso il tratto di via Roma più vicino alla ciminiera.
L’ipotesi di intervento al momento più probabile appare quella della demolizione degli ultimi sette metri del manufatto (ovvero della parte colpita dal fulmine) che dovrebbe essere poi ricostruita “magari con lo stesso materiale”, come auspicato dall’ingegner Ettore De Luca, proprietario dell’ex distilleria appartenuta al nonno Nicola.

Commenta la notizia!