«Centro storico di Nardò da far rivivere: ecco come si può»

by -
0 952
Uno scorcio del suggestivo centro storico cittadino

Uno scorcio del suggestivo centro storico cittadino

NARDÒ. “La situazione che viviamo quotidianamente nel nostro centro storico è drammatica”: comincia così la lettera consegnata al Sindaco Marcello Risi da un gruppo di residenti e operatori turistici (in particolare b&b ricavati in antichi palazzi nobiliari) nei giorni scorsi. È lo stesso gruppo che da qualche tempo cerca di mettere in rilievo il problema con le possibili e auspicate soluzioni, tutte tendenti a rivitalizzare e rilanciare la parte antica della città in chiave della sua vivibilità ed anche in chiave di ritorni economici.

Hanno firmato quest’ultima istanza Elisabetta Coppola, Diletta De Paola, Roberto De Trane, Serena De Trane, Emilia Fracella, Giannone Gianmarco,Andrea Manieri, Realino Miceli, Raffaele Onorato, Pantaleone Pagliula, Serena Pagliula, Stefano Pagliula, Norberto Pellegrino, Antonio Rizzello, Giulio Spano. «Noi sottoscritti – vi si legge in un passaggio – viviamo nel centro storico e ci unisce il futuro della nostra città e la volontà di poter contribuire concretamente ad uscire dall’impasse».
Dopo aver richiamato una serie di norme regionali in fatto di urbanistica, il gruppo accentra l’attenzione ancora una volta su di un piano di gestione del cuore antico “che dovrebbe esprimere in un sapiente equilibrio tra tutela e valorizzazione, le modalità per gestire le risorse storiche, culturali e ambientali e quindi orientare le scelte da inserire nel Pug, il piano urbanistico regionale”. Oltre a ciò, si segnala la necessità di una diffusa campagna di educazione  e di strumenti di vigilanza e controllo del territorio.

Commenta la notizia!