Casarano, ospedale sempre in bilico

ospedale esterno  casarano  (2)CASARANO.La Asl sblocca i cantieri, mettendo sul tavolo anche i 15milioni di euro necessari per la realizzazione del quarto blocco del “Francesco Ferrari”. Con una recente delibera, il direttore generale della Asl di Lecce, Valdo Mellone, ha stabilito di abbassare il tetto dello “Stato avanzamento lavori”, consentendo alle aziende di disporre della liquidità necessaria per terminare i lavori. Se, però, al “Vito Fazzi” di Lecce lo “sblocca-cantieri” è in linea con il potenziamento della struttura, a Casarano, invece, sembra stridere con il progressivo smantellamento del nosocomio. Proprio per questo, nei giorni scorsi, il comitato civico “Pro Ferrari” ha chiamato a raccolta Sindaci e consiglieri regionali del territorio.

Secondo il presidente del comitato, Emanuele Legittimo, la proposta di organizzazione dipartimentale formulata dalla Asl risulta “penalizzante” per Casarano e il suo hinterland, come dimostrano il declassamento ad unità semplice dei reparti di Urologia ed Endocrinologia e la soppressione di Ostetricia e Ginecologia. «Non si capisce perché, nel caso di Urologia, dovrebbe togliersi – dice Legittimo – una struttura operativa complessa a Casarano-Gallipoli, per lasciarne due nel territorio tra Lecce e Copertino-Galatina, punto di riferimento della stessa popolazione. Inoltre, continuiamo a contestare, per le argomentazioni ampiamente sviscerate, le scelte relative a Ginecologia e Ostetricia». Lo stesso consigliere comunale Gabriele Caputo (Pd) ha inviato una lettera a Mellone chiedendo di non lasciare sguarnito l’arco jonico-salentino di importanti branchie specialistiche.

Commenta la notizia!