Casarano, infiltrazioni criminali e attacchi all’informazione: audizione del Sindaco in commissione regionale

by -
0 1045

Gianni Stefàno

Casarano – Si è tenuta oggi in Commissione consiliare di studio e di inchiesta sul fenomeno della criminalità organizzata in Puglia l’audizione del Sindaco di Casarano Gianni Stefano. I gravi fatti dell’autunno scorso con un uomo  ammazzato ed un altro rimasto paralizzato dopo una scarica di kalashnikov nell’ambito di un rigurgito di lotta in ambito criminale, ha fatto purtroppo balzare Casarano all’attenzione di forze dell’ordine e non solo, già allertate da denunce e segnalazioni su presunti affari illeciti. Con polemiche ed attacchi anche ad esponenti dell’informazione. Alla fine dell’audizione, la presidente della Commissione, Rosa Barone, in una nota ha dichiarato: “Trasmetteremo il resoconto dei lavori della Commissione – spiega Barone – e la documentazione che ci ha portato il sindaco di Casarano alla Commissione Nazionale Antimafia, così come abbiamo fatto in seguito all’audizione della giornalista Marilù Mastrogiovanni (sempre di Casarano, ndr), che aveva parlato del suo lavoro d’inchiesta sulle attività illecite connesse alla gestione dei rifiuti nell’Aro 9, in particolare a Casarano”. La giornalista era stata convocata in seguito alle pesanti minacce ricevute sui social network lo scorso marzo dall’allora consigliere comunale Loris Stefano, eletto nella lista personale del Sindaco, in seguito alla pubblicazione dell’inchiesta sul “Tacco d’Italia” dal titolo “Casarano, rischio infiltrazione mafiosa nel comune del Sud Salento”. “Riteniamo importante che allora come oggi – aggiunge la presidente Barone – il Sindaco Stefano e tutta l’Amministrazione comunale abbiano stigmatizzato quelle frasi e che il primo cittadino non abbia ricandidato Stefano nella sua lista alle ultime elezioni. Episodi del genere non possono essere tollerati”.

Commenta la notizia!