Carnevale di Melissano, domenica 11 premi e bis di risate per tutti

Melissano – Archiviata la prima domenica di sfilata, il Carnevale di Melissano si appresta a vivere la seconda giornata di maschere e divertimento. E lo farà mirando a sensibilizzare all’inclusione e contro la violenza sulle donne. Domenica 11 febbraio, inoltre, verranno premiati i partecipanti. Tra i gruppi, figurano: le classi elementari I e II C con il tema “Insieme siamo un capolavoro” e le V A e V B con “A spasso nel tempo”; l’Azione Cattolica con “Il Piccolo Principe: l’essenziale è invisibile agli occhi”; gli Spiriti Liberi con “Tirolesi…dipende da chi paga meglio”; la Fidas con “Noi vampiri solidali”. Nella sezione “Rioni”: la Stazione, insieme all’associazione “Casa per la vita le foglie”, con “La Stazione di Rio”; la Ora, insieme al coro di “Mani Bianche” della Junior Band Melissano e alla Comunità educativa per minori “Crisalide” di Felline, con “Il mondo che vorrei”; il Campo dei Fiori con i “Cowboy”.
I gruppi sono stati valutati una prima volta dalla giuria del 4 febbraio, composta da Luigi Stella (presidente di giuria), dal maestro cartapestaio Giorgio Bentivoglio, da Daniele Scarpina, figlio dello storico maestro cartapestaio gallipolino Uccio Scarpina – che ha omaggiato il presidente del Piper, Francesco Troisi, di un dono particolare per aver fatto menzione della professionalità del padre – dall’assessore di Alliste Marilù Rega, dall’assessore di Taviano Barbara D’Argento e dalla rappresentante dei Giovani di AC di Felline Valeria Manfreda. Domenica 11, invece, saranno valutati da un nuovo corpo giurato formato da: Luigi Stella (presidente), Filomena Giannelli (dirigente scolastico del Comprensivo di Melissano), Cosimo Fonseca, Irene Corciulo (soprano) e Francesca Russo (maestra di ballo). La valutazione finale scaturirà dalla somma complessiva della doppia votazione delle giurie, coadiuvate dai notai Maria Rosaria Siciliano ed Eleonora Coletta.
Domenica sarà tempo anche di sorprese: come da consuetudine, Bruno Manni del Piper allieterà il pubblico con uno dei suoi stravaganti travestimenti e Antonio De Vitis detto “Spillo” riceverà il trofeo “Malelingue”. Gli organizzatori, per il buon esito della manifestazione, ringraziano “l’amministrazione comunale, lo sponsor ufficiale Cides, l’ing. Marco Pisanello, Daniele e Alberto Stefani per il piano sicurezza, la Stazione dei Carabinieri, il Corpo di Polizia municipale, la Protezione Civile, i volontari addetti agli incroci, la comunità, gli sponsor e le associazioni per la collaborazione e la partecipazione”. Sarà ancora Elena Micaletto ad affiancare Francesco Troisi nella presentazione dell’evento, contraddistinto dallo slogan che “Chi ride vive di più” e animato dal desiderio di innovare lo spettacolo predisponendo, per gli anni a venire, un capannone comunale dove far confluire lavorazione e custodia dei carri in cartapesta dei partecipanti.

Commenta la notizia!