Caremme in gara fino al rogo finale

La “Caremma ‘ncatinata” realizzata a Tuglie davanti ad un esercizio commerciale, per protestare contro le tasse del governo di Mario Monti. L’appuntamento pugliese ha attirato l’attenzione anche di qualche media nazionale

Tuglie. Con la Quaresima entra nel vivo, anche a Tuglie, il concorso delle Caremme. L’associazione culturale “Ekagra”, per l’ottavo anno consecutivo, ripropone il  concorso che, la sera di Pasqua, decreterà la vincitrice nelle sei categorie in gara con premi al fantoccio ritenuto più bello, simpatico, spaventoso,  originale, ecologico con la novità della caremma Facebook. Per la serata conclusiva della festa gli organizzatori hanno allestito un  programma fitto di appuntamenti.

La galleria fotografica

Nel pomeriggio del giorno di Pasqua un corteo folcloristico porterà le varie caremme a piazzale Matteotti dove, intorno alle 20, avverrà la premiazione ed il falò. Quest’anno all’evento collabora  anche l’associazione “SS. Annunziata onlus”, presieduta da Giuseppe De Santis, che insieme ad Ekagra, subito dopo le premiazioni, daranno vita sul palco, grazie alla disponibilità di cantori e musicisti locali, ad un concerto dedicato alle “Serenate e Matinate”, le antiche nenie pasquali che svegliano Tuglie nelle prime ore del giorno di Pasqua. Per l’“Annunziata” si tratta di riprendere una tradizione, entrando nel vivo dei propri obiettivi statutari, dopo che già nel 2010 e nel 2011 era stata l’organizzatrice, insieme al Comitato festa patronale, di quattro feste memorabili.

Nata nel 2010, per volere del Comitato della festa patronale di quell’anno, presieduto dallo stesso De Santis, l’organizzazione non lucrativa di utilità sociale, si è radicata nel territorio con gli obiettivi di beneficenza, promozione della cultura e dell’arte, ripristino e diffusione delle tradizioni popolari.

L’appuntamento tugliese ha già catturato l’attenzione dei media nazionali incuriositi da una tradizione che unisce riti pagani ai fondamenti della fede cristiana. Infatti, se la Caremma rappresenta la mamma del Carnevale morto il Martedì grasso, per i cristiani, in passato, il fantoccio era uno strumento molto importante per vivere la Quaresima con la dovuta mestizia.

Commenta la notizia!