Ora sono diventati sei i candidati sindaco per Casarano

by -
0 701

SEI CANDIDATI SINDACI Da sinistra: Attilio De Marco, candidato del Pd, Udc, Idv e Api; Paolo Zompì appoggiato da “Casarano sempre” e dai damesiani; Franco De Matteis candidato da Sel e Pdci. Gli altri sono Fernando Rizzello, Francesca Fersino e Gianni Stefano

Casarano. Ora è ufficiale l’accordo tra Partito democratico, Udc, Italia dei valori e Api a sostegno della candidatura a sindaco di Attilio De Marco, assessore uscente in quota Udc.

Annunciata anche la candidatura di Paolo Zompì appoggiato dal suo movimento “Casarano Sempre” e da alcuni movimenti politici che costituivano il cosiddetto “blocco demasiano”, ossia le forze politiche rimaste fedeli all’ex sindaco Ivan De Masi. Sono gli ultimi candidati alla carica di sindaco che sarà eletto, insieme al Consiglio comunale, il 6 e 7 maggio prossimi o nell’eventuale turno di ballottaggio.

La svolta della candidatura di De Marco (43 anni, avvocato) si è avuta il 9 marzo quando il Pd ha presentato le sue linee programmatiche, proponendole ai potenziali alleati come base per arrivare all’individuazione del candidato sindaco. Un percorso inverso rispetto agli standard normali che faceva intendere che l’annuncio di De Marco era solo questione di ore. E, infatti, il nuovo modello di centrosinistra, voluto dai vertici provinciali e regionali del Pd, poteva fare il suo “esordio” a Casarano alle Amministrative 2012. Per il Pd non è stata una scelta facile né indolore.

È stata necessaria l’autorevole presenza di Sergio Blasi, segretario regionale, per annunciare agli iscritti del circolo casaranese l’apertura al centro e alla sostanziale rinuncia a candidare un proprio esponente. Nonostante tutto, quattro membri della segreteria hanno presentato le dimissioni perché poco convinti della strategia del partito. Domenica scorsa, infine, dopo tante riunioni e discussioni, è arrivato l’annuncio del “blocco demasiano” a sostegno di Paolo Zompì, presidente del Consiglio comunale uscente.

Zompì, 57 anni, dipendente amministrativo Asl, si presenta per la seconda volta come candidato alla carica più importante. Nella precedente, nel 1999, fu sconfitto da Remigio Venuti. È il “campione” di preferenze a Casarano e detiene il record assoluto: 608 nel 1994 con sei liste; 566 nel 1998 con otto liste (con sistema a preferenza unica e il cognome da scrivere per esteso).

l suo primo messaggio da candidato sindaco non poteva non riguardare il rilancio della città e il suo recupero di ruolo centrale del territorio. «La nostra città ha bisogno di sorridere di nuovo – scrive Zompì – di recuperare la luce che le appartiene, solo in questo modo i cittadini saranno in grado di recuperare l’amore per Casarano. Una città dove tornare a vivere con orgoglio e senso di appartenenza, dove recuperare decoro urbano e amministrativo, mettendo al centro dell’azione politica il contatto con i cittadini. Una città che deve ritrovare centralità, tornando ad essere cuore pulsante del territorio, con un sistema sanitario più efficace, con scuole e uffici efficienti».

Questi gli altri quattro candidati ufficiali: Gianni Stefano (Pdl-Cdc-“Puglia prima di tutto”-Stefano sindaco), Fernando Rizzello (Io Amo l’Italia), Francesca Fersino (Liberacittà-Fli-Regione Salento) e Franco De Matteis (Sel-Pdci).

SIMILAR ARTICLES

Commenta la notizia!