Quattro “cavalli” scalpitano

by -
0 1363

ULTIMI APPROCCI Dovrebbero essere in quattro a contendersi il compito di primo cittadino. Il centro destra continua a essere spaccato anche dopo il tentativo del presidente della Provincia di appianare le divergenze tra Francesco Cimino e Stefano Minutello. Da sinistra, in alto in senso orario:Cimino, Minutello, Metallo

Racale. Centrodestra diviso in vista delle prossime elezioni comunali? Così sembrerebbe, a prescindere dall’infruttuoso incontro che si era svolto nei giorni scorsi tra i due consiglieri provinciali Francesco Cimino e Stefano Minutello e il presidente della Provincia e segretario del Pdl salentino, Antonio Gabellone nel corso del quale sarebbe venuta meno pure l’ipotesi delle primarie.

Al momento, il Pdl, in primis, si presenterebbe a ranghi divisi con il movimento “Alleanza per Racale” che è nato sull’asse composto da Cimino e dall’assessore Jimmy Nuzzo da una parte, e il comitato civico “Racale è tua” da poco costituito, dall’altra.

Tra i promotori di quest’ultimo gruppo, ci sono, appunto, Minutello oltre a Luigi Gravili (che già era stato designato quale candidato dell’Udc), Viviano Causo, Rosalba Pindinello, Massimiliano Nenni, Vito Mastrobisi, Sebastiano Cacciatore, Piero Lombardo, Tiziana De Lorenzis, Antonella Corvaglia, Francesco Causo, Silvio Causo, Sebastiano Minutello, Salvatore Francioso, Francesco Adamo, Massimo Giannelli, Stefano Casto, Roberto Protopapa, Salvatore Coletta, Sergio Margarito, Sergio Marzo, Massimo Nuzzo e Raffaele Causo. Avrebbe aderito a “Racale è tua” anche l’ex-assessore, da poco dimessosi, Flavio Carlino. Silvo Causo, fratello dell’ex sindaco Enrico, sarebbe candidato sindaco.

Con Cimino, invece, sembrano procedere di pari passo “Con Racale e Torre Suda nel Cuore”, movimento fondato da Fernando Proce e Fli. Tutta ancora da verificare la posizione de “La Puglia prima di tutto” che operava per un ricompattamento del centrodestra.

Al lavoro il movimento “Diversi per Passione” che cerca di completare il proprio organico in vista della presentazione delle liste e in attesa di ufficializzare la candidatura dell’on. Lorenzo Ria  (“Con Ria per Osare”).

Stesso discorso per “Io amo Racale” e il Partito democratico che da tempo hanno deciso di puntare sul consigliere comunale Donato Metallo quale proprio candidato sindaco. Insieme a Metallo anche il Comitato Residenti di Torre Suda; nei giorni scorsi si è avuto un incontro.«Ha rappresentato un momento importante – ha detto il presidente del comitato, Francesco Santantonio – noi da anni facciamo rumore ma l’operato degli amministratori è sotto gli occhi di tutti. Non aspettiamo che siano altri a proporre il cambiamento, facciamolo noi».

Infine voci insistenti parlano di un tentativo estremo di riunire le anime del centrosinistra allo scopo di approfittare delle divisioni presenti nell’altro polo. Gli ultimi giorni potrebbero essere decisivi ma, al momento, l’ipotesi più probabile è quella di una corsa a quattro.

Attilio Palma

Commenta la notizia!