Brutto, ma anche pericoloso

di -
0 581

SEGNALATO DA UN LETTORE Nella foto il tratto del canale che raccoglie le acque piovane e che va da Casarano a Torre S. Giovanni. Le segnalazioni arrivano dai lettori che hanno notato frequentemente il canale ostruito da arbusti o addirittura da rifi uti. Il risultato è sotto gli occhi di tutti. Forti precipitazioni potrebbero creare situazioni di pericolo

Ugento. «La situazione del canale di raccolta delle acque piovane che da Casarano arriva a Torre San Giovanni è problematica: si intervenga al più presto». A lanciare l’appello, con tanto di documentazione fotografica, è un cittadino molto preoccupato per le condizioni in cui versa il canale, in molti tratti ostruito da folta vegetazione. Il corso artificiale d’acqua, che è sotto la gestione del Consorzio di bonifica «Ugento e Li Foggi», partendo da Casarano attraversa le campagne di Melissano, Racale, Felline e Ugento, per poi collegarsi con le altre condutture a cielo aperto che portano fino al mare di Torre San Giovanni.

Per osservare quanto ha segnalato il lettore non è necessario avventurarsi nelle campagne: un lungo tratto del canale, infatti, costeggia la provinciale numero 72, che collega Ugento a Casarano. Basta affacciarsi sul ciglio della strada per notare che in alcuni tratti il canale è completamente invaso dagli arbusti, oltre che da detriti e fango. Non manca, poi, chi decide di disfarsi di rifiuti di vario genere gettandoli all’interno del canale, rendendo il deflusso dell’acqua ancora più difficoltoso e facendo crescere i pericoli in caso di forti precipitazioni.

Numerose proteste da parte di residenti e di forze politiche ha causato, negli ultimi anni, anche la situazione di un altro corso artificiale d’acqua, sempre ricadente sotto la gestione del consorzio “Ugento – Li Foggi”. Si tratta del canale “Risetani – Colatisi”, che, attraversando le campagne tra Ugento e Torre San Giovanni, collega il depuratore del paese al mare.

Nel tratto che attraversa il centro abitato della marina ugentina, costeggiando via Corsica, non è difficile notare arbusti che ostruiscono il passaggio dell’acqua e sedimentazioni melmose sul fondo. Un problema che i cittadini della zona hanno segnalato più volte, stanchi dei cattivi odori e della presenza di zanzare e altri animali ben più fastidiosi, e che ha visto anche le prese di posizione del consigliere di opposizione Angelo Minenna, sceso in campo con richieste di interventi, e dell’Amministrazione comunale di Ugento, che in più occasioni ha sollecitato il consorzio, anche con ordinanze, a provvedere alla manutenzione dei canali.

                                              PT

Commenta la notizia!