Vele d’altura tornano le regate con 20 equipaggi

by -
0 598

RIPRESA UNA TRADIZIONE. «Abbiamo ripreso una tradizione di Gallipoli, che così ha un suo campionato invernale come altre grandi città marinare della Puglia», dice Antonio Rima, coordinatore della sezione Vela e Sport dell’Istituto Nautico “Amerigo Vespucci”

Gallipoli. E’ tornato il campionato di vela invernale, riprendendo una tradizione interrotta nel 2006 e comune però a tutte le grandi città marinare della Puglia, come Bari, Taranto, Manfredonia. Il 23 ottobre scorso si sono tenute le prime prove del Campionato invernale d’altura del Salento: la prima e la seconda prova per la categoria Crociera (bastone) e la prima per la categoria Diporto.

Giacchè le novità di questa iniziativa ripresa dal recente passato è proprio la suddivisione dei partecipanti in due gruppi. Spiega Antonio Rima, coordinatore della sezione Vela e Sport nautici dell’”Amerigo Vespucci”, l’istituto che è tra gli organizzatori con il Circolo della vela di Lecce e di Gallipoli, la Fiv e il Coni: «Per allargare la base dei partecipanti, assicurando una adeguata soddisfazione a tutti, abbiamo diviso in due categorie il campionato: da una parte la regata Crociera per le barche da competizione, e dall’altra con un altro percorso la regata da Diporto. Dico pure – continua il professore Rima – che abbiamo ripreso di buon grado questa tradizione gallipolina sulla spinta degli armatori affezionati al nostro campo di regata».

Il forte vento (25 nodi) ha impedito che la seconda giornata del campionato si disputasse regolarmente il 6 novembre scorso, per cui i concorrenti (una ventina, provenienti anche da Taranto, Lecce e Brindisi) si sfideranno il 20 novembre con partenza alle ore 10,30; le barche da crociera-regata disputeranno la quarta e quinta prova; quella della categoria diporto la terza.

Il successivo appuntamento è fissato per il 4 dicembre. I percorsi sono lunghi dalle quattro alle otto miglia

Tra gli yacht concorrenti X-Lion dell’armatore Pellè, Spalsh di Candido, Costa del Salento di Totisco, Merak di Gabrieli, Petite princess di Pallara, Spirit of red mullet di Rella, Gavia di Abbagnato, Shaula di Gaetani; per la categoria Diporto Nibbio dell’armatore Carratta, 3 Menda di Montinari, Miros di Pezzuto, Calamatana di Toto, Preferita di Cesari, Piriconcella di Carrata.

Commenta la notizia!