Caldo e scuola chiusa ma sono tutti in aula

by -
0 836

La tutor del progetto Lucia Fiammata; seduta tra i banchi con gli alunni una mamma;

Gallipoli. Al mare ed ai giochi in spiaggia hanno preferito la calda aula scolastica. E ben volentieri, pare: «Invece di andare a mare hanno voluto venire qua», testimonia Piero De Vita.

Guarda la galleria fotografica.

Per nulla avrebbero perso la lezione in programma per il progetto Pon “Le(g)ali al Sud” avviato nel Polo 4, per gli alunni di IV e V primaria e I e II secondaria. «La finalità è quella di educare alla legalità – racconta l’insegnante tutor Lucia Fiammata – con strategie inusuali. Erano previste cinquanta ore di lezione. Siamo soddisfatti della reazione dei ragazzi che hanno dimostrato di aver compreso bene giocando al “Se fosse”: se la Costituzione fosse alimento, hanno risposto che sarebbe pane, perchè si mangia e se ne ha bisogno quotidianamente; se fosse bevanda, sarebbe acqua, perchè indispensabile alla vita; se fosse un albero la quercia ed un santo San Francesco».

L’ultima lezione speciale è stata tenuta da Salvatore Cosentino, pubblico ministero presso il tribunale di Taranto; in precedenza erano saliti in cattedra il cancelliere Gianluca Polo e il funzionario giudiziale Antonella Stifani del tribunale di Gallipoli. Gli alunni hanno assistito silenziosi e attenti, come ogni insegnante vorrebbe durante le quotidiane lezioni.
Poco mimetizzati nei banchi, anche alcuni genitori.

In prima fila, Stefania Stamerra, I media B: «Ho imparato tante cose e sono convinta che bisogna rispettare le regole», dice. Davide Cavalera ha un po’ più di familiarità con questi temi, se non altro perché suo papà è un carabiniere: «Mio padre è contento che a scuola si parla di questo, è un argomento che affrontiamo a casa e penso anche io che sia molto interessante».

Nei giorni successivi il percorso si è svolto con la visita agli uffici di polizia ed alla caserma dei carabinieri, oltre che con la simulazione nel tribunale di Gallipoli di un dibattimento di una causa. Tutti i disegni che sono stati realizzati verranno raccolti in un opuscolo.

Hanno reso possibile il progetto il dirigente scolastico Antonio Maglio; i tutor Lucia Fiammata, Fabio Casole, il valutatore Luigia Scorrano, il facilitatore Vincenzo Della Rocca e l’insegnante Giuseppa Occhilupo.

Ilaria Lia

Commenta la notizia!