Calcio a Galatone tra feste e problemi

calcio oscar greco allenatore 2013-14GALATONE. Una storia lunga 60 anni, quella dell’Unione sportiva Galatone, che rischia, però, di non essere festeggiata a dovere. «La stagione appena conclusa è stata discreta: abbiamo raggiunto la salvezza con una giornata d’anticipo, gestendo una situazione disperata che stiamo tentando di risanare», afferma il presidente Massimiliano De Leo il quale, in vista della nuova stagione di Promozione, punta i fari sui problemi economici e sulla mancanza delle strutture.

«Gran parte dello staff tecnico verrà confermata, con qualche importante innesto che porterà qualità ed esperienza. Stiamo cercando di allestire una squadra competitiva ma auspichiamo che qualche imprenditore locale ci dia una mano: c’è bisogno anche di aiuto a livello materiale. Abbiamo strappato piccole promesse all’Amministrazione comunale che però tali sono rimaste a poco più di un mese dall’inizio del campionato», continua De Leo.

Il problema più grosso, in effetti, consiste nelle condizioni dello stadio comunale “G. Rizzo”, e nella necessità di strutture più adeguate. «Dovremo farci carico anche delle spese di gestione, che magari avremmo potuto evitare. Spesso – afferma con rammarico il presidente – mi passa per la testa l’idea di mollare tutto, ma non è nel mio stile demordere». E, raccogliendo le provocazioni di chi gli chiede come saranno celebrati questi sessant’anni, il presidente risponde: «Dovremmo festeggiare, è vero, ma in che condizioni? Un buon regalo sarebbe di certo giocare in un campo degno». Nonostante questi problemi, il presidente assicura che al momento della presentazione dello staff e della nuova squadra ci saranno delle piccole sorprese.

Commenta la notizia!