Al “Caffè in piazza” di venerdì 24 ottobre letteratura, volontariato e foto dal mondo. FOTOGALLERY

by -
0 105

Si è parlato tanto di letteratura nel primo “Caffè” di questa seconda stagione con la presenza di Andrea Donaera, giovane scrittore, fondatore della Compagnia teatrale “4 e 48”, organizzatore e coordinatore con Chiara Casaluri del primo Festival della Letteratura “Il mestiere di scrivere”, e di Nadia Marra, scrittrice e sceneggiatrice, entrambi di Gallipoli. E’ proprio la passione per la scrittura, unita alla convinzione che la letteratura, la poesia devono incontrare la gente, a spingere Donaera e i suoi amici nella nuova avventura del Festival. Quanto ci sia di spontaneo e quanto peso abbia la tecnica; quanto ci sia della propria vita e quanto provenga dalla immaginazione davanti ad un foglio bianco; quanti pagano per la pubblicazione per un proprio scritto è stato motivo di discussione tra Nadia Marra e Donaera.
Davanti a un buon caffè risulta facile passare da temi come questi ad altri, come le “missioni” all’Estero del fotografo di Taurisano Roberto Rocca, fresco di ritorno da Nicaragua e Guatemala per conto di un prestigioso mensile del gruppo Rizzoli e in procinto di partire per lo Sri Lanka (in gennaio sarà la volta dell’Australia). «In compagnia di una giornalista diventa diverso scattare foto come facevo prima quando andavo in giro da solo», ha raccontato tra l’altro Rocca, che ha lodato il profondo rispetto per la natura in popoli pur complessivamente poveri e le regole tyrovate lì che sanciscono l’uso pubblico di baie e spiagge pur in villaggi turistici privati.
Armando Lancia e Tonio Scaderebech di Alliste hanno chiesto che il giornale tenga accesa l’attenzione sul progetto di funzione dei quattro Comuni di quell’area (se ne parla in altra pagina). L’ex presidente di una delle due Protezioni civili di Parabita, Sergio Cataldo, ha auspicato che la nascita del gruppo comunale del settore porti ad una maggiore collaborazione tra i volontari e tra i sodalizi.

Commenta la notizia!