Adesso i bambini hanno Carducci in “casa”

di -
0 629

Il busto del Carducci, opera di Donato Minonni

Taurisano.  L’inaugurazione del busto marmoreo di Giosuè Carducci, opera dello scultore Donato Minonni, si è svolta giorni fa, presso l’omonimo edificio scolastico.

A fare gli onori di casa, il prof. Aldo Alibrando, dirigente dell’Istituto comprensivo 2° Polo, il cui intervento ha aperto la manifestazione, che ha visto la presenza di un parterre numeroso oltre che interessato. A seguire hanno preso la parola la dott. ssa Brigida Caporale, già dirigente del 2° Polo, e il dott. Ivano Colona, presidente del Consiglio di circolo, oltre che componente del comitato che ha promosso l’iniziativa e che si è fatto carico di raccogliere i fondi per la realizzazione dell’opera artistica del Minonni.

Ora, finalmente, la scuola “Carducci”, da cui sono passati tanti taurisanesi, ha il busto del poeta toscano. Di tempo ne è passato, se l’edificio scolastico, come ha precisato il prof. Francesco De Paola, intervenuto con una completa ed interessante relazione che ha ripercorso tutto l’iter burocratico della costruzione dell’edifico stesso, «fu progettato dall’ing. Giorgio Bernardini da Lecce e costruito dall’impresa edile dell’ing. Vittorio Corsano di Taurisano, fu infine collaudato dall’ing. Gaetano De Marco di Napoli, ispettore capo delle ferrovie dello Stato, il 29 dicembre 1935, alle ore 9, con esito positivo, ratificato il successivo 24 aprile 1936 dal podestà di Taurisano».

Il busto marmoreo del Carducci, collocato sulla sinistra dell’edificio, entrando dalla porta principale, ora farà compagnia agli alunni «guardati con uno sguardo sereno, dolce, tranquillo, quello del poeta degli affetti familiari», così come ha scritto, nella brochure di presentazione dell’iniziativa, il prof. Aldo De Barnart, già direttore didattico nel 1966.

La relazione di chiusura è toccata al prof. Lucio Giannone, docente presso l’Università del Salento, che in maniera impeccabile e con dovizia di particolari ha trattato “La figura e l’opera di G. Carducci”. Subito dopo c’è stata la cerimonia della scopertura del busto marmoreo del Carducci, alla presenza del sindaco, Lucio Di Seclì, e il dirigente del commissariato di Polizia, dott. Salvatore Federico.

Commenta la notizia!