Bilancio varato a tempo record, è di 6.624.000 euro

di -
0 714

Vincenzo Romano ( a sinistra) con Furio Biagini durante le celebrazioni per la Giornata della Memoria 2012

Il Comune di Alezio approva anzitempo il bilancio 2012, il cui termine ultimo è fissato al 30 giugno. Arriva così con tre mesi di anticipo  il documento contabile e di programmazione che chiude a 6 milioni 624mila euro. Rispetto al 2011 il taglio dei trasferimenti dallo Stato s’incrementa di altri 70mila euro, raggiungendo così quota 885mila euro. Nonostante questa ulteriore riduzione “il Comune è riuscito a incrementare i servizi senza aumentare le tasse”, come ha sottolineato il sindaco Vincenzo Romano (foto). Il riferimento è al tempo pieno per alcune classi delle Elementari e lo scuolabus numero due.

È stato sottolineato inoltre, tra i cantieri in corso, il cambio della illuminazione (180 puntiluce) in alcune zone del paese a carico totale dell’Enel insieme al restauro dell’ex sede municipale ed alla riqualificazione della zona Peep.

Tra le previsioni figurano l’utilizzo di un vecchio finanziamento (2004) per la sistemazione dei canali per il deflusso delle acque piovane, l’ampliamento del cimitero (un milione di euro), i pannelli fotovoltaici su tre dei quattro plessi scolastici, la manutenzione di alcune stradine di campagna, l’ampliamento della rete fognaria bianca.

Il bilancio è stato approvato con i voti contrari del gruppo “Alezio che vogliamo”. «Anche quest’anno il Comune è stato tra i primi ad approvare il bilancio di previsione;  sono consapevole – afferma il consigliere Rocco Luchina – che occorrerà intervenire nel corso dell’anno per alcune variazioni data l’incertezza delle previsioni soprattutto in entrata. Mi riferisco in particolare alla previsione dell’Imu, per la quale  il Comune dovrà deliberare le nuove aliquote e detrazioni. Anticipo già da ora che la proposta del mio gruppo sarà, come in altre occasioni, quella di far pagare meno possibile i già tartassati cittadini aletini. Ho notato inoltre, con un po’ di soddisfazione, l’inversione di tendenza del sindaco Romano: dopo i primi due anni di un’attività esclusivamente orientata al risanamento delle casse comunali, negli ultimi due sono stati previsti maggiori investimenti e realizzazioni di opere pubbliche anche attraverso il ricorso all’indebitamento».

 NP

Commenta la notizia!