Tuglie – È ancora attiva la raccolta firme per chiedere l’abbattimento delle barriere architettoniche a Tuglie. Si tratta di un’iniziativa promossa dall’associazione “Amici dei bambini”, presieduta da Angelo Chimienti. «L’impegno del’associazione a favore dei disabili e per sollecitare il superamento delle barriere architettoniche risale al 2015, quando interessammo la cittadinanza e la stampa. In particolare – commenta il presidente – la chiesa madre, dotata di una bellissima scalinata, risulta tuttavia del tutto inaccessibile a chi ha difficoltà di deambulazione mentre quasi tutte le altre chiese dei paesi vicini sono state dotate di rampe». La raccolta firme dell’associazione è seguita anche a una lettera di sensibilizzazione del giugno 2018 che attende tuttora risposta. «Ciò che ci dispiace – prosegue Chimienti – è che l’Amministrazione, a tutt’oggi, sia rimasta insensibile rispetto alle nostre richieste anche di semplici informazioni. Ho pure chiesto di prendere pare, da presidente dell’associazione, all’incontro “tecnico” svoltosi a fine giugno ma neppure ciò è stato possibile. Il nostro impegno prosegue – conclude Chimienti – ma siamo dispiaciuti di tanta distanza tra il cittadino e le istituzioni».

 

Pubblicità

Commenta la notizia!