Banconote da 100 euro false: collezione di denunce per lo spacciatore seriale

2000

Spongano – “Tour salentino” per il 22enne catanese che ha disseminato banconote false da 100 euro in giro per la provincia. Alcune volte spacciandosi per carabiniere, il giovane è entrato in azione in molti comuni della provincia: il suo percorso viene ora ricostruito dai carabinieri (quelli veri, però) che stanno mettendo insieme il puzzle delle varie denunce che lo riguardano. L’ultima lo ha visto protagonista in una farmacia a Spongano spacciando per vere due banconote da 100 euro, con il medesimo seriale, rilevatesi palesemente false. L’episodio risale al 25 novembre scorso: in precedenza il giovane aveva lasciato tracce del suo passaggio in un minimarket di Scorrano, in una lavanderia di Muro Leccese (qui spacciandosi per un carabiniere che voleva – a tutti i costi – pagare in anticipo il lavaggio della divisa) e a Matino, in esercizio commerciale di via Roma, dov’era riuscito nell’impresa di farsi cambiare in moneta di altro taglio ben sei banconote sempre da 100 euro. Da ricordare anche i tentativi andati a vuoto a Palmariggi e Otranto. Per il 22enne nato a Catania nel 1995 e residente ad Adrano (comune della stessa provincia) è scattata un’altra denuncia in stato di libertà per il reato di “spendita e introduzione nello Stato, senza concerto, di monete falsificate”. Il concetto di “concerto”, in questo caso, fa riferimento alla sussistenza o meno di un intesa con il falsificatore.

Pubblicità