Home Authors Posts by Sandra Signorella

Sandra Signorella

9 POSTS 0 COMMENTS

festival-popoli-2012Aradeo. Il messaggio che si vuole trasmettere è quello della “fraternità tra popoli che abitano le due sponde del Mediterraneo, in uno scambio di tradizioni, cultura, musica”. È con questo spirito, illustrato dal responsabile dell’ufficio Cultura Michele Bovino, che il Comune di Aradeo ha adottato, anche per il 2013, il progetto “Festival internazionale dei popoli” (nella foto nel 2012) proposto dal Centro turistico studentesco e giovanile “Lupiae” di Lecce.

Ricco e articolato il programma che prevede l’arrivo ad Aradeo dei partecipanti al festival è previsto per la Vigilia di Natale. Il 26 avrà luogo un concerto musicale al Museo archeologico di Ugento, altro Comune coinvolto nell’iniziativa insieme a Tricase. Il 27, al teatro Modugno, verrà inaugurata la mostra fotografica “Di colore africano” ed il 28 ci sarà il “Tour del Barocco” a Lecce ed il concerto a “Palazzo Principi Gallone” a Tricase con relativa festa e cena interculturale. Quindi il 29 e workshop e interazione musicale tra artisti ospiti e artisti italiani con un altro concerto al Modugno. Si prosegue il 30 con un tour alla scoperta della terracotta e delle ceramiche a Tricase e frazioni e, per chiudere in bellezza, con il Concerto di Capodanno a Lecce la notte di San Silvestro. Il progetto è finanziato dalla Regione con fondi comunitari.Il budget complessivo, come specificato nella determina n. 308 dello scorso 8 novembre della Giunta comunale, è pari a 86mila euro cui si fa fronte con gli apporti garantiti dal Comune di Aradeo per 15mila euro, Regione 25mila euro, altri Comuni 15mila euro, Cts 5mila euro, altri partner internazionali 23mila euro, Conservatorio musicale 3mila euro.

by -
0 1527
Un'azione di gioco contro la sfida persa contro il Trepuzzi

Un’azione di gioco contro la sfida persa contro il Trepuzzi

Aradeo. La “Salento rugby” di mister Paul Luggeri si fa strada nel campionato di serie C. La formazione di Aradeo ha esordito con una prima, storica vittoria in casa contro il Taranto per 18 a 17, un risultato che ha contribuito a tenere alto il morale della squadra. Un po’ di amarezza, invece, per il secondo match casalingo contro la Gorima Trepuzzi conclusosi con un 85 a 3 per gli avversari che hanno realizzato 13 mete. «Un esito negativo quasi scontato», afferma il presidente Fabio Manta. Il Trepuzzi  può, infatti, vantare “una storia consolidata, con un’esperienza maturata in una categoria superiore. Senza contare la disponibilità di un campo federale e di un florido vivaio”, continua il presidente.

La “Salento rugby”, inoltre, ha dovuto fare i conti con infortuni e indisponibilità varie. Prossimo appuntamento il 27 ottobre fuori casa contro il Messapia, “un match già più abbordabile, con una squadra nata tre anni fa, ma il nostro livello si può considerare leggermente superiore, per cui possiamo azzardare qualcosa in più”, spiega Manta. Insomma c’è cauto ottimismo con buoni segnali da cogliere.  «Vedo sempre più gente che si avvicina a questo sport e mi fa domande. Un fatto positivo, per una disciplina già affermata in altre regioni e che ha fatto suoi i valori del fair play e dell’amicizia sugli spalti con i tifosi delle squadre avversarie che siedono vicini e magari bevono insieme una birra», conclude Manta.

by -
0 1126

istituto comprensivo - consegna materiale scuola  amica - aradeo  (2)

ARADEO. Un importante traguardo è stato raggiunto. All’Istituto comprensivo di Aradeo, nei giorni scorsi, è stato consegnato tutto il materiale raccolto finora dal comitato di cittadini “Scuola amica”, ovvero 40 risme di fogli per stampante, 108 rotoloni di carta per asciugare, 288 pacchi di carta igienica e diverse centinaia di fogli da disegno (questi ultimi donati da un imprenditore locale). Un impegno profuso “unicamente per il benessere dei più piccoli”, come specificato più volte dai rappresentanti del comitato. «La dirigente si è dimostrata molto collaborativa ed entusiasta del progetto. Spero che sia solo l’inizio di una fruttuosa e lunga collaborazione”, commenta, con un pizzico di orgoglio, Matteo D’Errico (foto), il presidente del comitato, composto in larga parte dagli stessi genitori,  che da tempo si prodiga per dare un’aiuto concreto, in tempi di crisi, all’istituzione scolastica.

E lei, la dirigente Carmela Cezza, effettivamente dimostra di aver apprezzato l’attività svolta da “Scuola amica”. «Qualunque iniziativa che vada in favore dei ragazzi e della didattica ci vede favorevoli. È un periodo non facile, questo, ma – afferma la dirigente – proprio i momenti di crisi possono mobilitare le migliori energie. Questo Istituto comprensivo è nato appena l’anno scorso, quindi siamo ancora in fase organizzativa e di espansione. E, chiaramente, se il territorio ci dà una mano, ben venga». Intanto sono oltre mille i ragazzi e bambini che frequentano l’Istituto comprensivo. «Bisogna cercare una risposta creativa ai problemi e sono contenta di avere un ottimo corpo docente, dei collaboratori capaci e dinamici, è una scuola che si sta dando da fare moltissimo»,  aggiunge la dirigente. Un impegno che si esplica in più direzioni, dall’integrazione della disabilità – la scuola è un polo di riferimento in provincia – all’interrelazione, con   l’organizzazione, ad esempio, di laboratori in comune, tra le varie fasce di utenza, ovvero scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo livello.

«C’è la passione di lavorare con i ragazzi – conclude la Cezza – rimanendo giovani dentro anche noi, e questo ci aiuta a superare le difficoltà».

by -
0 1887

rugby aradeo finale Magna Grecia beach rugby cup 2013 aradeo

ARADEO. Si chiama “Salento rugby” ed è la nuova scommessa del mondo della palla ovale nel Salento. Ad Aradeo, in via Tripoli, è allestita una club house di tutto rispetto, un piccolo ma accogliente locale in cui si svolgono le riunioni, si guardano le partite della nazionale e si espongono maglie storiche e trofei. E, soprattutto, si fanno progetti. Tra le iniziative previste anche un corso di allenatore regionale di rugby, da tenersi proprio in quella sede.

«È la nostra prima esperienza in serie C. Siamo una squadra appena nata e stiamo cercando di farci strada», spiega il presidente, Fabio Manta, che è pure delegato provinciale della Federazione italiana rugby e responsabile per il sud Italia della Lega italiana beach rugby.

«Il rugby è un po’ una pratica sportiva di nicchia, non sono in tanti ad avvicinarsi. Andiamo avanti con le nostre risorse, non abbiamo neppure uno sponsor ma piuttosto degli amici che ci aiutano», continua Manta, presidente dal 2005, l’anno in cui è stata fondata l’associazione. La squadra è composta anche da ragazzi delle province di Taranto e Brindisi e ci sono pure due toscani mentre l’allenatore, inglese ma di origini italiane, Paul Luggeri, aggiunge un tocco di internazionalità.

«I primi anni sono stati dedicati esclusivamente all’organizzazione di eventi per richiamare l’attenzione del pubblico, ad esempio giocando in spiaggia», continua il presidente. Nel 2006 c’è infatti il beach rugby, poi diventato il campionato “Magna Grecia beach rugby cup”, creatura della “Salento rugby”. Fino a giungere al debutto in C di quest’anno con l’esordio in casa il 6 ottobre contro il Taranto. Ma  l’esperienza non manca. «Veniamo dalla storia del Cus Lecce, poi a un certo punto ci siamo detti che forse dovevamo camminare con le nostre gambe», dice Manta. Tanti anche i contatti con il settore scolastico: ad Aradeo l’interesse per tale sport è, infatti, diffuso da molti anni tra i ragazzi.

Per il futuro l’associazione non chiede nulla tranne “un campo che sia nostro”, quindi un’infrastruttura adeguata allo scopo. La Federazione prevede, infatti, contributi alle società sportive che facciano avviamento, collaborando con le scuole, e che abbiano in gestione  un impianto. La “Salento rugby” gioca solitamente nella struttura comunale di contrada Spina e anche quest’anno ci sono già stati contatti con l’assessore allo Sport Giuseppe Menallo, “che sta dando una mano cercando di fare il possibile”. Ma c’è l’eventualità che la prima partita si debba giocare altrove se il campo comunale non dovesse essere pronto. E se qualcun altro, ad esempio una squadra di calcio locale, dovesse richiederne la disponibilità, la Salento Rugby si dice pronta a cercare un compromesso. Parola di presidente: «Il nostro spirito è quello di fare network, già collaboriamo con la squadra di calcio a 5 non vedenti campione d’Italia e con l’associazione sportiva Lupiae Salento che fa basket in carrozzina. Il rugby è uno sport povero ma dai principi sani».

by -
0 1559

matteo d errico aradeoInizia l’anno scolastico e i genitori del comitato “Scuola amica” di Aradeo proseguono nei loro sforzi con l’obiettivo di sopperire a eventuali carenze dell’Istituto comprensivo cittadino sul modello di quanto già avviene in altre parti d’Italia. Dalla mancanza di carta igienica o di risme di carta ad aspetti strutturali di varia entità sono, infatti, diversi i problemi in cui la scuola può incorrere oggi.

E se Comuni e Province sono in trincea per effetto della “spending review” dall’altro lato lo sono spesso anche i dirigenti scolastici, costretti, talvolta, a servirsi di “contributi volontari”. Vi sono infatti servizi che vanno comunque garantiti e “Scuola amica” cerca di incanalare i propri sforzi in questa direzione offrendo un aiuto concreto e la disponibilità dei genitori. «È stata già raccolta una somma trasformatasi in carta igienica, risme di fogli e rotoloni», afferma Matteo D’Errico (foto), il presidente del comitato sorto lo scorso giugno. L’Amministrazione comunale, con l’assessore Giuseppe Menallo, ha, però, evidenziato alcune “perplessità” sulla vicenda: pertanto, la sfida che si propone “Scuola amica” è ora proprio quella di riuscire a trovare la giusta cornice burocratica entro la quale agire.                                                                                                                   

serata associazioni

ARADEO. Un riconoscimento all’opera di chi, ogni giorno, con spirito di sacrificio e senso di responsabilità, si mette a disposizione degli altri pur avendo tante questioni personali da affrontare. È stato questo il senso dell’iniziativa organizzata lo scorso 18 agosto dal “Centro sportivo” di Valentina Tundo, insieme ad altre realtà associative. Nel corso della serata, svoltasi negli impianti sportivi del parco comunale, è stata infatti consegnata una targa ai presidenti delle associazioni locali Fratres, Protezione civile Vera e Misericordia.

«Un’occasione per ringraziarli ma anche per discutere dei loro problemi», ha spiegato Salvatore Tundo del “Centro sportivo”. Per i volontari, in effetti, le difficoltà sono sempre in agguato e spesso sono costretti a fare affidamento solo sulle loro forze. «Ci manca un po’ il sostegno dell’Amministrazione comunale» è stato quanto emerso dalle parole dei tre presidenti, Marilena Cisotta (Fratres), Franco Mighali (Protezione civile) e Marco Minerba (Misericordia), “ma è importante che ci sia anche il supporto della gente”, ha evidenziato Tundo.

Non sono mancate le proposte concrete, come quella di collaborare all’organizzazione di una sagra cittadina destinando poi i proventi alle tre associazioni, “sul modello di quanto avviene a Seclì”. Un’idea che peraltro ha già avuto dei riscontri positivi. Ma si è presa anche consapevolezza del fatto che manchi un centro di coordinamento tra le varie realtà del territorio.

Le associazioni coinvolte nella serata sono Scuola calcio Aradeo, Centro sportivo Aradeo, Us Volley Aradeo, Gruppo scout, Liberamente Aradeo, Vivo Salento, Gruppo carnevalesco aradeino, Club degli amici.

pino zimba aradeo

ARADEO. A Ferragosto ad Aradeo “la notte è bianca” grazie al Gruppo carnevalesco “Oscar Tramacere”. Due anni fa la prima edizione della manifestazione nata da un’idea di Andrea Bruno, già presidente dell’associazione, e di Cesko degli Après La Classe, aradeino doc. E quest’anno si è voluto riproporre il progetto. «Abbiamo voluto allargare l’evento, non ci sarà solo musica», afferma Ettore Greco, presidente del Gruppo carnevalesco. Con lo slogan “Sei palchi, sei piazze, un’alba” la manifestazione, patrocinata dal Comune, potrebbe pure “riservare qualche sorpresa”, come anticipa Greco.

Qualche nome noto, insomma, ma su questa eventualità  condizionale d’obbligo e bocche cucite. Si sa invece per certo che in piazza San Nicola ci saranno i Folkabbestia, i Red hot chili pampers e i Resina sonora. In piazza Camine spazio a The rain world, ai J Moore e agli Zimbaria, accompagnati da Amina Diouf ed Elisabetta Macchia. Degustazioni in piazza Indipendenza, mentre in piazza San Giovanni e lungo via Annunziata troverà posto la mostra fotografica dedicata all’indimenticabile Pino Zimba.

Largo Annunziata ospiterà un’estemporanea di pittura, in piazzetta Municipio ci saranno musica, balli e una raccolta fondi, piazzale Don Luigi Lega ospiterà dei giochi per bambini.

Novità di quest’anno il punto di osservazione astronomica proposto dal Gruppo astrofili salentini: quando “la notte è bianca” sono proprio loro, la luna e le stelle, le protagoniste indiscusse. Appuntamento dalle 21 in poi.

 

 

 

la notte della cultura

ARADEO. Per una sera sarà l’arte a farla da padrona. E si tirerà a far tardi tra libri, spettacoli e buona musica. Imperdibile l’appuntamento di martedì 6 agosto con “La notte della cultura” nel centro storico di Aradeo: un contenitore di eventi sotto le stelle che nasce da “Intarsi di Versi”, la rassegna estiva, giunta alla 18ª edizione, curata dal responsabile del settore Cultura del Comune, Michele Bovino, in collaborazione con “Libera compagnia teatrale”, Musiclub, circolo “Arci club gallery” e il patrocinio della Provincia.

Una rassegna che guarda lontano: una anticipazione è approdata nel 2011 al “Cabaret Voltaire” di Zurigo. Obiettivo dei promotori quello di aprire una riflessione sul tema della distanza tra l’arte contemporanea e il pubblico. Ci si potrà così imbattere in opere lasciate in giro e confezionate come pacchi-dono, un invito garbato degli artisti ad accogliere nella propria vita il loro lavoro.

Performance di apertura alle 21 in piazza san Nicola con gli allievi del laboratorio di “Libera compagnia teatrale” che proporranno “In-Quadro Poetico”. Nel corso della manifestazione saranno presentati i libri “Nero Notte” di Paolo Vincenti; “Senza Rem” di Daniele Luciano; “Quanto mi dai se ti uccido?” con reading live dell’autore Walter Spennato; “Grazie per aver viaggiato con noi” con reading live dell’autore Fausto Romano e ci sarà il reading poetico di Francesco Pasca. Pamela Blasi, di Sinestèsia, e Giulia Pascali, di “Compagnia Alchemie” porteranno in scena lo spettacolo  “Reading dance” e per gli amanti del cinema verrà proiettato il lungometraggio “Io non ho voce” del regista Palmiro Lifonso. Spazio alle performance teatrali e musicali: oltre allo spettacolo di apertura saranno proposti “Bigodini sparlanti” di “Libera compagnia teatrale”; “Pasolini-Scene d’incontri decisivi” di Giuseppe Puppo e “Poesia è azione” di Renato Grilli. Quindi, ancora, una performance “pittorica, poetica e musicale” di Luigi Latino; “Reading Music with Action Painting” con i gruppi musicali Gekos e i fratelli Casaluci e l’artista Mario Calcagnile; “Arte x necessità” di “Neea bros”. Buona musica con le “Relazioni complicate” di Roberta Carrieri, la violinista Kiara Conte e il dj live Vincenzo Paglialunga.

Spazio poi al progetto “Cadeaux d’artista” cui partecipano talenti noti e meno noti tra i quali Pierluca Cetera, Dario Agrimi, Giovanni Felle, Oronzo Liuzzi, Calogero Marrali, Giulia Piccinni, Andrea Caputo, Reà (Andrea Mariano), Monè (Simone Corvaglia) e Neea Bros (Studio d’Arte Neea).

by -
4 1506
Il campo sportivo di Aradeo con il muro di cinta parzialmente crollato

Il campo sportivo di Aradeo con il muro di cinta parzialmente crollato

Aradeo. Ritornare ad avere una squadra di calcio ad Aradeo: questo l’obiettivo al quale puntano gli sportivi locali pur tra le difficoltà economiche del momento. «Siamo vicini alla scadenza del termine per l’iscrizione al campionato – spiega  l’assessore comunale allo Sport Giuseppe Menallo – ma non c’è nessuno che si stia muovendo. La speranza è che in questi ultimi giorni si faccia una cordata tra imprenditori e privati con cui si possa ricominciare». Come quando, diversi anni fa, un imprenditore locale, Antonio Tramacere, diede vita a un club di tutto rispetto per la gioia dei tifosi e di tutto il paese che, nella stagione “d’oro” 1997/98 con l’allora  Us Aradeo, vinse l’Eccellenza ottenendo la promozione nel campionato nazionale Dilettanti al quale dovette, però, rinunciare per i costi eccessivi: nonostante il contributo dell’Amministrazione comunale, il titolo venne, infatti, ceduto alla Pro Italia Galatina.

L’esperienza calcistica in paese non terminò allora, perchè il Real Aradeo ha regalato ancora emozioni. Come nel 2009, ad esempio, quando ci fu il passaggio del sodalizio guidato dal patron Luigi Cardinale in Seconda categoria.

Ora si auspica di poter ravvivare l’interesse. «So che da parte di qualcuno – conclude Menallo – l’intenzione c’è, ma ovviamente da soli non si fa nulla. Le  condizioni generali del campo comunale sono abbastanza buone nonostante i furti e potrebbe essere utilizzato quasi da subito». La struttura, a guardarla da vicino, in effetti avrebbe bisogno di qualche intervento.

Voce al Direttore

by -
Ci siamo. Puntuale come ogni anno, il balletto delle cifre è qui tra noi: quanti ne mancano all’appello? “Almeno il 40%”. “Macché! Siamo al...