Home Authors Posts by Maria Antonietta Quintana

Maria Antonietta Quintana

295 POSTS 0 COMMENTS

Matino – L’arte ritorna protagonista nel centro storico di Matino. “Arte e artigianato a Matino” è l’appuntamento di domenica 20 maggio nell’ambito del quale si terrà il concorso di pittura estemporanea promossa da varie associazioni locali tra cui Autori matinesi e la neonata “Matinum – Natura e cultura” (presieduta da Giuseppe Leopizzi) con il patrocinio del Comune. La seconda edizione dell’evento sarà dedicata al tema “Portali e loggiati nel borgo antico di Matino”. Ci saranno artisti provenienti da tutta Italia con una sezione del concorso dedicata esclusivamente ai piccoli della primaria e secondaria di primo grado. Tra le stradine del borgo antico, i partecipanti sono chiamati a riprodurre scorci e dettagli della città vecchia e lungo il percorso vari artigiani (impagliatori, scultori, ceramisti e altri), eseguiranno sul posto i loro manufatti. Il programma della giornata prevede anche un’escursione nel centro storico con due visite guidate alle 16 e alle 18. A conclusione dell’estemporanea, tutte le opere prodotte faranno parte di una mostra dedicata all’interno del Palazzo Marchesale, aperta tutti i giorni da lunedì 21 sino a sabato 26 maggio (dalle 18 alle 21). Durante la settimana tutti i visitatori potranno votare tre preferenze utili all’assegnazione del “Premio speciale giuria popolare”. Presente anche una giuria tecnica che decreterà i vincitori.

Matino – Musica e preghiera per tenere vivo il ricordo di Francesco Marsano ed Erica Casto, i due giovani  ( lui di Matino, lei di Parabita) tragicamente scomparsi nel 2015 in un incidente stradale sulla Tuglie-Parabita. L’iniziativa è della parrocchia San Giorgio martire che, martedì 15 maggio alle 19.30, nella chiesa matrice propone l’incontro di preghiera “Madre di misericordia, vita e dolcezza, speranza nostra”  con gli interventi musicali a cura della banda municipale “Circolo musicale Vincenzo Papadia” diretta dal maestro Diego Gira con la soprana Alessia Maria Grazia Vantaggiato Terragno. L’iniziativa è promossa insieme a Villaggio del fanciullo, Città di Matino, Banca Popolare  Pugliese e circolo musicale “Vincenzo Papadia”.

Matino – Una mattinata in bicicletta per tutta la famiglia è quanto propone, a Matino, la parrocchia San Giorgio martire. Domenica 13 maggio è in programma la prima edizione di “Mamma in bici” organizzata dalla parrocchia e dal Villaggio del fanciullo in occasione, appunto, della festa della mamma. Alle ore 8 il ritrovo in chiesa madre per la celebrazione della messa ed a seguire la biciclettata con tappa presso “Casa serena” per rendere omaggio alle mamme residenti nella struttura e rientro sul piazzale della chiesa con la benedizione (informazioni al numero 345/4362430).

Matino – Al Vinitaly accolti e promossi a pieni voti gli insaccati di pesce Offishina. La giovanissima azienda matinese ha partecipato alla fiera internazionale di Verona, svoltasi lo scorso aprile, in collaborazione con Terre Carsiche, cantina originaria di Castellana Grotte. Il progetto è nato dal desiderio di promuovere due eccellenze locali, da qui l’idea di sposare insieme il rosato frizzante Agorà, uno dei vini di punta della cantina, con i prodotti Offishina la cui paternità si deve a Danilo Romano (foto). «Per noi è stata una bella sfida. Abbiamo voluto unire la tradizione della storica cantina ad una novità assoluta come i nostri insaccati di pesce, un prodotto del tutto nuovo ma che sta già riscuotendo ottimi consensi sul mercato nazionale e internazionale», afferma Romano. Del tutto originale la tecnica di preparazione messa a punto grazie all’impegno dell’intera famiglia Romano: tanto lavoro manuale, abbinato alla tecnologia moderna, ha dato vita ad un nuovo processo di trasformazione del pesce azzurro ispirato ai tradizionali insaccati di carne. «Abbiamo voluto dare al pesce una nuova forma, mantenendo vivi sapori e i benefici tipici dei prodotti ittici», continua Romano. Il risultato sono i salumi di mare oggi esportati in diverse città italiane e in ristoranti d’elite francesi. «Ci stiamo facendo conoscere – conclude Romano- ma la nostra soddisfazione più grande è poter portate in giro per l’Italia e per il mondo un prodotto locale, pugliese e matinese perché gli insaccati di pesce nascono a Matino, dove ha sede il laboratorio di produzione e il ristorante».

 

Matino – Giovani studenti ancora una volta coinvolti dall’associazione Autori Matinesi. L’ultima iniziativa è stata il concorso “Buon compleanno, Costituzione” proposto ai ragazzi dell’Istituto comprensivo diretto da Giovanna Marchio (quarte classi della primaria e terze della secondaria). Coinvolte anche altre realtà locali (associazione nazionale carabinieri, associazione nazionale bersaglieri e quella dei sottufficiali d’Italia) insieme al Consiglio comunale baby ed all’assessorato alla Cultura e all’istruzione del Comune, insieme alla testata Piazzasalento. Al teatro comunale “Peschiulli” l’appuntamento conclusivo, con le premiazioni, nel corso di una serata moderata da Cosimo Mudoni, presidente dell’associazione Autori Matinesi. Il progetto ha avuto il via con l’incontro dello scorso 26 febbraio approfondendo a scuola gli articoli 9, 11 e 21 della Costituzione con l’intervento del direttore di Piazzasalento, testata diretta da Fernando D’Aprile, presente  anche nella serata finale, il quale ha illustrato le modalità, le opportunità e i rischi, nell’attuale contesto “tecnologicamente strutturato”, correlati al principio di libertà di stampa e di espressione rispondendo alle domande dei ragazzi. Il concorso ha chiesto agli studenti di produrre un testo, un disegno o un componimento sul tema del valore e dell’importanza attuale della Costituzione. Presenti, nel corso della serata di premiazione, anche le autorità locali, tra cui il sindaco Giorgio Toma, il quale ha espresso il suo sentito ringraziamento alla testata Piazzasalento “per il lavoro encomiabile che svolge in un territorio in cui è difficile fare giornalismo”. Tra i relatori anche Enrico Carmine Ciarfera, generale di Brigata dell’Esercito italiano e l’ex senatore Giorgio De Giuseppe.

I premiati Per il componimento storico o libero è stata premiata Natalia Romano (4C “N. Sauro”) che all’interno del suo componimento ha scritto: «Sarebbe bello se tutti gli uomini di un Paese civile rispettassero con coscienza i tuoi principi!». A seguire Gabriel Pio Ingrosso (4A “R. Gentile”), Clarissa Provenzano (4B “R. Gentile”), Alessia Romano (3C “D. Alighieri”), Simone De Blasi (3C “D. Alighieri”), Giulia Marsano (3C “D. Alighieri”), Alessandro Quintana (3D “D. Alighieri”), O’Hara Annette Di Dio ( 3A “D. Alighieri”). Per i disegni sono stati premiati Ismaele Sabiki (4A “R. Gentile”), Michela Montunato (4B “R. Gentile”), Andrea Perrone (4B “R. Gentile”), Michal Costantino (4A “N. Sauro”), M. Rosaria Stefanizzi (3E “D. Alighieri”), Clara Peschiulli (3E “D. Alighieri”). Per gli slogan pubblicitari: Alessio Vitali (4B “R. Gentile”) premiato con lo slogan “Anche se siamo ancora bambini, siamo sovrani e cittadini”.

Matino – Baciati da un meteo precocemente estivo (senza la temuta pioggia di stagione spesso simpaticamente “invocata” dai vicini di Parabita, nel rispetto della tradizione), domenica 22 aprile hanno preso il via a Matino i festeggiamenti per il Santo patrono della città. La statua restaurata di San Giorgio (oggi in processione per la Benedizione dei campi”, ieri è statas eguita dai fedeli nella tradizionale processione “intorciata”. Questa sera è prevista la celebrazione eucaristica delle 19.30 presieduta dal vescovo della diocesi di NardòGallipoli Fernando Filograna. Concerti bandistici durante l’intera giornata saranno tenuti dalla Grande orchestra di fiati – Città di Conversano. Alle 20,30 prende il via “Borgo San Giorgio in festa”, spettacolo di artisti di strada per le vie del centro storico, con Lillo Birillo magic comic. Dalle 21 in piazza Municipio l’accensione musicale delle luminarie con la Ditta De Cagna che presenta il nuovo progetto artistico “Coraggio” insieme alla violinista Chiara Conte. Musica e animazione dalle 22, in piazza San Giorgio con il Festival Bar Italia. Martedì 24, dalle 20,30, ancora “Borgo San Giorgio in festa” con la partecipazione di Robertino Magic Sciò e la Street Maisto Band. Piazza San Giorgio, alle 22, ospiterà l’atteso concerto di Ivana Spagna anticipato dallo spettacolo piro-musicale presso la villa comunale.

Matino – I muretti a secco al Salone del Mobile: quest’anno la recente fiera internazionale di Milano ha avuto tra i protagonisti i due giovani designers Luca Paolo Vasa (di Matino) e Francesco Di Luzio (di Roma) fondatori, nel 2015, del Noii Design Studio con sede nella Capitale. I due giovani si sono incontrati durante gli studi e da allora è nata una collaborazione lavorativa che li ha portati oggi a presentare il loro progetto Messàpo collection presentato dall’azienda Pimar Srl che vanta anni di esperienza nella lavorazione della pietra leccese. Messàpo propone dei moduli componibili, una struttura fatta di blocchi squadrati e disposti orizzontalmente, la cui ispirazione è tratta proprio dai muretti a secco tipici del Salento composti in pietra naturale limestone. Lo scopo è quello di arredare, “con carattere” spazi interni, locali ricettivi, giardini o spazi comuni, attribuendo nuove funzionalità al prodotto finale. L’incontro con l’azienda Primar avviene grazie ad un bando promosso dalla Regione pugliese “Design in Puglia” al quale i due giovanissimi hanno partecipato presentando Messàpo, da lì tutto ha cominciato a prendere forma. Paolo e Francesco, tra i 30 vincitori del bando, hanno avuto la possibilità di realizzare Messàpo e poi di presentarlo a Milano.

Matino – Festa speciale quella dedicata nei giorni scorsi a Domenico Carangelo, primo ospite centenario di “Casa serena”, la struttura per anziani di Matino dove vive dal settembre 2010. Il Maresciallo maggiore “Cavalleria di Saluzzo”, nato ad Ugento il primo aprile del 1918, è stato festeggiato dai familiari, dagli operatori della residenza sociosanitaria, con il presidente Donato Marsano, insieme al sindaco della città Giorgio Toma e alle associazioni militari di Matino. La sua vita è stata costellata da riconoscimenti importanti tra cui la Medaglia d’onore e il titolo di Cavaliere della Repubblica Italiana per i meriti conseguiti nel corso della guerra di Jugoslavia. Nell’aprile 2017, Domenico Carangelo ha inoltre ricevuto la “Medaglia di Liberazione” conferita dal Ministero della Difesa insieme ad altri quattro militari protagonisti della Resistenza.

Matino – Un nutrito programma di eventi, per informare e sensibilizzare, è quello avviato quest’oggi, giovedì 5 aprile a Lizzanello, nell’ambito della Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo. Si tratta di una serie di iniziative promosse dalla onlus Amici di Nico, associazione con sede legale e operativa a Matino (ma presente anche a Lizzanello) operativa dal 2007 e presieduta da Maria Antonietta Bove, madre di Nico, un ragazzo autistico. Alla tavola rotonda di Lizzanello, presso il centro polifunzionale, hanno partecipato professionisti e tecnici del settore illustrando i nuovi studi e le criticità di una patologia che colpisce – studi alla mano – un bambino su 86 e che resta ancora difficile da diagnosticare. In materia, la Puglia è stata tra le prime regioni italiane ad aver dato attuazione alla legge nazionale del 18 agosto 2015, la numero 134, che prevede  “Disposizioni in materia di diagnosi, cura e abilitazione delle persone con disturbi dello spettro autistico e di assistenza alle famiglie”, presentando un Regolamento regionale ad hoc.  «Nonostante la Regione Puglia abbia già emesso, da quasi due anni, un preciso Regolamento per una corretta “presa in carico” dei soggetti con “disturbo dello spettro autistico”, ancora oggi – affermano dalla Onlus – non avendo potuto ancora trovare nessuna applicazione, le famiglie si vedono obbligate a recarsi fuori regione per una diagnosi». Per questo l’associazione ”Amici di Nico” rivolge un appello alle istituzioni chiedendo “la definitiva applicazione e implementazione del regolamento regionale”.  Gli “Amici di Nico, con la presidente Bove, gli operatori e tutti i ragazzi della Onlus, porteranno questo messaggio a Lecce sabato 7 aprile in piazza Sant’Oronzo, per l’occasione  colorata di blu per il “Live drum circle”. Si tratta di un coinvolgente “flash mob” ritmico in cui un gruppo di persone avrà la possibilità di ritrovarsi assieme per suonare, sperimentando ed espandendo il senso di unione e condivisione che proprio il “potere del cerchio” e degli strumenti riesce ad evocare. Intanto, i programma di appuntamenti presentato mercoledì 4 aprile a Palazzo Adorno, in Provincia, prevede venerdì 6 aprile la presentazione del libro “Antonio, un bambino speciale”, alle 18.30 nella sala consiliare di palazzo ducale a San Cesario di Lecce, e per concludere anche la “marcia blu aradeina”, con tavola rotonda, il 21 aprile ad Aradeo.

 

Matino – Una tesi di laurea per promuovere il Salento che ha già attirato l’interesse dell’Ente di promozione turistica regionale. Il progetto nasce dallo studio condotto dal 23enne di Matino Simone Marsano (nella foto), neo laureato presso l’Istituto Universitario Salesiano di Venezia in Scienze e tecniche della comunicazione pubblicitaria. «Noto le criticità della mia terra ma invece di lamentarmi preferisco mettermi in gioco per trasformarle in opportunità», afferma il neo dottore. Dalla sua tesi di laurea, valutata con il massimo punteggio, è nato il progetto “Salento Upgrade 3.0” che mira a fornire risposte alla necessità di rinnovamento turistico rilanciando il territorio salentino attraverso l’analisi dei dati, la definizione strategica e il “graphic design”. «Mi sono lasciato ispirare dalle corrispondenze tra barocco leccese, ceramografia, arte del ricamo e architetture luminarie. La loro fusione – prosegue Marsano – rappresenta l’essenza della tradizione salentina ed è profondamente evocativa per il trasferimento del destination brand». Da questo studio vien fuori una nuova e più articolata immagine della Puglia che non si limita alla promozione delle bellezze naturali, ma punta a rendere riconoscibili anche le tipicità dei luoghi, presentandole sin da subito come elementi attrattivi e non secondari, dando così il giusto valore anche al patrimonio artistico e culturale alla tradizione e all’enogastronomia locale. «Ogni destinazione avrà un logo diverso stilisticamente coerente con il marchio originario “Salento” che racchiude le essenze delle tre province: architetture luminarie per Lecce, arte del ricamo per Brindisi e ceramografia per Taranto. Con i loghi è stato poi creato il merchandising suddiviso nelle linee Salento Lifestyle con abbigliamento e accessori, Salento office e Salento home con oggetti ed elementi di arredo per la casa. Oggetti che saranno commercializzati negli info-point».

 

 

Matino – Nona edizione per la rappresentazione vivente della Passione di Cristo organizzata a Matino dall’ associazione Johannes Paulus in collaborazione con Pro loco S. Ermete, Anspi Villaggio del Fanciullo,  parrocchia San Giorgio e Comune. Il maltempo della Domenica delle Palme ha costretto al rinvio dell’evento ora in programma alle ore 19 di lunedì 26 marzo. Ad animare le due ore di via Crucis oltre 200 figuranti in costume. La prima scena della Passione si svolge presso la villa comunale con l’ingresso di Gesù a Gerusalemme accolto dalla folla. Poi il corteo partirà da via Garibaldi per raggiungere nuovamente la villa comunale dove si svolgerà l’”ultima cena” proseguendo poi per via Addolorata e via Regina Margherita dove sono allestite le tappe rispettivamente dell’orto degli Ulivi e la “rinnegazione di Pietro”. In piazza San Giorgio si assisterà a “Gesù nel Sinedrio”, il “tribunale Romano” la “flagellazione” e l’ ”incontro con la Madonna”. In via Vittorio Emanuele Gesù prenderà la croce del cireneo e in largo Montegrappa incontrerà la Veronica. Le ultime cinque tappe si svolgeranno tra via Sant’Ermete e via Roma con la “crocifissione”, la “pietà” e la “resurrezione” presso la collina degli Eucalipti. L’intera preparazione della Passione vivente è stata realizzata con la regia di Alfredo Cataldo e le scenografie di Luigi Romano.

.

Matino – Nuovo servizio di raccolta dei rifiuti “porta a porta” dal prossimo 21 marzo a Matino. Per questo è stata già avviata la consegna del kit per la differenziata alle utenze domestiche per i non residenti nel centro storico già dal 6 marzo possono rivolgersi presso il Centro servizi “Sogesa” (su via Provinciale Taviano) dal martedì al venerdì dalle 15 alle 19.30 ed il sabato dalle 9 alle 12. Quanti risiedono, invece, nel centro potranno rivolgersi presso gli uffici di piazza San Giorgio (nei pressi del Marchesale) a partire da martedì 13 marzo dal martedì al venerdì dalle ore 8.30 alle 12.  Per la consegna occorre esibire il documento d’identità, la tessera sanitaria dell’intestatario e la copia dell’ultima bolletta Tari. Si può anche delegare un soggetto con delega scritta esibita insieme agli stessi documenti richiesti. Per informazioni ed esigenze particolari è attivo il numero 392/3537451. Dallo scorso 8 gennaio è la Sogesa srl di Taranto a svolgere in città il servizio di raccolta dei rifiuti. L’ultimo dato disponibile (del dicembre 2017) registra una percentuale di raccolta differenziata pari al 21,26%.

Matino – Incontro con la storia sabato 10 marzo, alle ore 18.30, al teatro “G. Peschiulli” di Matino con un interessante “excursus” che si propone di analizzare gli eventi che hanno interessato il Regno delle due Sicilie sino al 1861, quando venne proclamata l’Unità nazionale. “Fine di un Regno antico” è il titolo dell’incontro promosso dal consigliere comunale Antonio Costantino. Dialogheranno sul tema l’avvocato Gianni Bellisario (di Casarano) e il colonnello Enzo Musardo.

Matino – Consigli, suggerimenti e precauzioni quanto mai utili per prevenire le truffe agli anziani:questi i temi dell’incontro promosso mercoledì 7 marzo a Matino dalla locale Associazione nazionale carabinieri, presieduta da Giorgio Gianfreda. Alla presenza dei comandanti della Compagnia di Casarano e della Stazione di Matino, rispettivamente Clemente Errico e Dino Vanzanelli, quanti erano presenti al teatro comunale “Peschiulli” (nella foto) hanno preso atto, se mai ve ne fosse stato bisogno, della gravità di un fenomeno che continua a colpire con preoccupante sistematicità le categorie sociali più deboli, ovvero gli anziani che vivono soli. Non aprire agli sconosciuti, men che meno dare soldi a presunti emissari del Comuni o altre società tipo Inps, Enel o Telecom, e diffidare di chi propone, porta a porta, acquisti molto convenienti: questi alcuni dei consigli pratici dispensati dai carabinieri. «Siamo molto vicini a tutte le problematiche che riguardano gli anziani ed in particolar modo alla prevenzione delle truffe a loro danno», ha affermato il sindaco Giorgio Toma, presente pure lui all’incontro.

Le ultime truffe a Casarano e Galatina Malgrado il costante impegno delle forze dell’ordine nell’incontrare gli anziani (analoga iniziativa si è svolta martedì 6 presso il Centro anziani di Casarano) e fornire loro gli strumenti più opportuni per difendersi dai truffatori sempre in agguato, gli episodi di cronaca restano all’ordine del giorno. Giusto mercoledì scorso una anziano di Casarano è stato raggirato dalla telefonata di un finto maresciallo e convinto a consegnare ben 5mila euro ad un altrettanto finto avvocato che ha bussato alla sua porta. In questo caso fattori determinanti sono stati, da un lato, l’ansia indotta nel pensionato al quale è stato prospettato un incedente con il coinvolgimento del figlio, e dall’altro, la tempistica visto che tra la telefonata e la consegna del denaro (in contanti) sono trascorsi pochissimi minuti. Giovedì 8 marzo un altro episodio a Galatina dove una pensionata è stata raggirata presso la propria abitazione da una donna presentatasi alla sua porta come dipendente dell’Inps con l’intento di controllare i soldi percepiti dall’anziana: in questo caso, tra soldi e monili d’oro, il danno è stato contenuto in “appena” mille euro.

Matino – Torna a Matino la Passione vivente, giunta alla nona edizione, e per la rappresentazione del 25 marzo gli organizzatori invitano i concittadini a collaborare per rendere l’evento ancora più importante. «Incoraggiati dal riscontro positivo sulla cittadinanza matinese e dei paesi limitrofi – afferma l’organizzatore Gianfranco Quintana – rivolgo un appello a tutti i concittadini che avessero il desiderio di essere partecipi a questo grande evento, che contiamo di farlo diventare sempre più ricco di scene e costumi». Si cercano, quindi, comparse e figuranti per soldati e popolane che andranno ad aggiungersi al cast già esistente, “ma anche persone che possano portare un contributo, sia tecnico che scenografico: non si richiede alcuna esperienza teatrale, solo un piccolo impegno settimanale per le prove che si svolgeranno nei locali della Pro loco e, nelle ultime settimane, nei locali del Villaggio del fanciullo”. La Passione vivente verrà rappresentata nella Domenica delle Palme,  dalle 17.30, grazie all’associazione Johannes Paulus II con il patrocinio del Comune e in collaborazione con Pro Loco “Sant’Ermete”, Aspi “Villaggio del fanciullo” e parrocchia San Giorgio martire. Naturalmente, gli organizzatori cercano anche sponsor. (Informazioni al numero 339/2970399).

Matino – “Violenza e legalità – dentro e fuori casa” è il tema del convegno organizzato al Marchesale di Matino, sabato 3 marzo alle ore 18, dall’Amministrazione comunale insieme alla commissione Pari opportunità. «Si analizzerà a fondo il fenomeno – spiega la consigliera delegata Maria Antonietta Ferraro – e i possibili sistemi di prevenzione e di aiuto al momento disponibili». Parteciperanno all’incontro: Roberto Tanisi, presidente Corte d’Appello di Lecce, Marta De Bellis dirigente del commissariato Polizia di Gallipoli, Roberta Altavilla, prima avvocatessa a ricoprire la carica di presidente dell’Ordine di Lecce,  Alessia Ferreri, giornalista e avvocato nel ruolo di moderatrice. Interverrà Sabrina Matrangola, figlia di Renata Fonte, che ritirerà il premio “Ri-guardo la donna”.  «Già dallo scorso novembre abbiamo dato via a iniziative di sensibilizzazione che hanno coinvolto la comunità e anche le scuole» precisa la Ferraro.

Commissione Pari opportunità e polemiche Per la Commissione Pari opportunità si tratta del primo evento ufficiale dopo che lo scorso 9 febbraio è stata deliberata, non senza polemiche, la costituzione dell’organismo. Pomo della discordia, tra maggioranza e opposizione, l’articolo del regolamento (il numero 5)  che ne disciplina la formazione, e una carica, quella di presidente attualmente ricoperta dal sindaco Giorgio Toma. Secondo tale articolo tale carica spetterebbe al “Sindaco o, se presente, all’assessore alle Pari opportunità delegato in qualità di presidente (membro di diritto)” escludendo del tutto la figura del consigliere. «Quest’articolo non è piena espressione della mia volontà. È necessario che venga modificato nel rispetto del principio stesso che mi ha spinto a volere l’istituzione di un organo così importante. Non dovrebbe esistere una discriminazione nei confronti dei consiglieri», fa sapere la consigliera di opposizione Pamela Lecci, primo assessore alle Pari opportunità nella città di Matino. Suo il regolamento, approvato nel 2014, e sue le iniziative che hanno portato all’istituzione di tale organismo a Matino. Sul tema si esprime così la consigliera Ferraro: «Sono prima di tutto una consigliera, credo nel mio ruolo, e mi dedico con impegno indipendentemente dalla carica assegnatami». La proposta di modifica, richiesta dall’opposizione, è stata discussa, ma respinta, in sede di Consiglio lo scorso 27 novembre. «Abbiamo notato delle altre discrasie che vorremmo sistemare e per questo presenteremo un nuovo regolamento», spiegò il Sindaco in quell’occasione.

Matino – Un viaggio indietro nel tempo, sino alla Prima guerra mondiale raccontato dalla viva voce dell’ammiraglio Romano Sauro. Spettatori dell’insolita visita sono stati gli alunni dell’Istituto comprensivo di Matino del plesso che porta proprio il nome dell’eroe italiano Nazario Sauro, nonno dell’ammiraglio Romano, morto durante il Primo conflitto mondiale. Calorosa è stata  l’accoglienza da parte degli alunni delle classi quarte e quinte della Scuola Primaria che hanno salutato l’ammiraglio intonando l’Inno di Mameli accompagnati dai ragazzi della sezione musicale della Scuola Media dell’Istituto. Oltre alla dirigente Giovanna Marchio, presenti anche il sindaco Giorgio Salvatore Toma, il vicesindaco e assessore all’Istruzione Fabrizio Coluccia, l’assessore alla Cultura Lucetta Angela Barone e l’ex senatore Giorgio Rosario Costa. Durante la mattinata, l’ammiraglio ha presentato anche il libro biografico “Nazario Sauro – Storia di un marinaio”, il cui ricavato è devoluto interamente all’associazione “Peter Pan onlus”, che a Roma offre gratuitamente accoglienza e servizi alle famiglie di bambini e adolescenti malati di cancro provenienti da tutta Italia. Nel corso della stessa giornata Sauro ha pure incontrato gli studenti del “Vespucci” di Gallipoli.

Matino – Matino in festa per il 151° anniversario della commemorazione del miracolo di San Giorgio. Martedì 27 febbraio l’atteso appuntamento religioso prevede la processione alle 17.30 e la messa delle 19 (alle 7 – 8.30 e 10 le altre messe del mattino). Al rientro della processione serale, saranno i sacerdoti di Matino concelebrare la messa. Nel corso della giornata sarà presente in città il Concerto bandistico “Città di Matino – V. Papadia” mentre le luminarie sono garantite dalla ditta De Cagna con la fragorosa “bengalata” della ditta Sica Luigi di Matino al termine della messa vespertina. Da mercoledì 28 febbraio prende, inoltre, il via la 17^ edizione del Trofeo San Giorgio con le sfide di calcio organizzate dalla Protezione civile Angels di Matino.

Matino – Il racconto intenso di Sabrina Matrangola ha introdotto, lo scorso 23 febbraio al Marchesale di Matino, la serata dal tema “Donne e legalità nella Pubblica amministrazione” organizzato dalla consigliera comunale Pamela Lecci. Sabrina è la figlia di Renata Fonte, l’assessore del Comune di Nardò colpita a morte, nel 1984 in un agguato ordito subito dopo la chiusura di un Consiglio comunale. La sua storia è ancor più nota negli ultimi tempi grazie ai due film a lei dedicati: il più recente trasmesso su Canale 5 “Una donna contro tutti” e “La posta in gioco” del 1988. In entrambi si descrive a sua figura di donna, madre e moglie, e della sua battaglia a tutela dell’area naturalistica di Porto Selvaggio dove si voleva far sorgere un villaggio turistico.«Renata era una donna trasversale – racconta la figlia Sabrina – la sua politica era servizio e la sua ecologia non era solo rispetto all’ambiente, ma rispetto alle relazioni che elevavano il suo spirito». La sua scomparsa non ha portato alla fine della battaglia per la salvaguardia del Parco di Porto Selvaggio, al contrario ha forse, sino ad oggi, consacrato quel luogo ad un destino più sicuro.

L’intervento del procuratore Elsa Valeria Mignone – Alla testimonianza di Sabrina è seguito l’intervento del Procuratore aggiunto Elsa Valeria Mignone, figura forte e coinvolgente, che si è presentata a sua volta come testimone di un viaggio attraverso gli sviluppi, anche legislativi, che hanno negli anni supportato e favorito l’inserimento delle donne nella Pubblica amministrazione. Un percorso fatto di tante leggi, tutto sommato piuttosto recenti, troppo se si pensa che solo nel 1963 fu varata una legge, la n. 7, che prevedeva il divieto di licenziamento delle lavoratrici dopo il matrimonio. La Mignone ha portato ad esempio il suo settore, quello della magistratura, dove si è arrivati ad avere più donne rispetto agli uomini “ma non si è arrivati ancora a fornire ai due generi gli stessi strumenti e le stesse possibilità nel raggiungere posizioni apicali, questo perchè la donna per dovere e piacere della famiglia è spesso costretta, o portata, a rinunciare a incarichi di prestigio o a perseguire con serenità un percorso lavorativo”. «Ho sempre vissuto con il senso di colpa – rivela la magistrata – quando mi trovavo a lavoro di non poter stare con la mia famiglia e a casa di non poter dedicare sufficiente tempo in più al lavoro». La sua carriera personale ha attraversato  il progresso legislativo, ma anche quello umano evidenziato anche solo negli sguardi e nel confronto quotidiano con i colleghi. «Sì è vero, ho vissuto il cambiamento, sono in magistratura dal 1986 ora ricopro un ruolo semi-dirigenziale, non è stato semplice, ma sono felice che molte cose siano cambiate» ha concluso.

Matino – “Donne e legalità nella Pubblica amministrazione” è il tema dell’incontro in programma giovedì 22 febbraio alle ore 18.45 al Palazzo Marchesale di Matino. Nel corso dell’iniziativa, promossa dalla e moderata dalla consigliera comunale Pamela Lecci, sono previsti gli interventi dal procuratore aggiunto Elsa Valeria Mignone con la testimonianza di Sabrina Matrangola, figlia di Renata Fonte. L’invito a partecipare è rivolto a tutta la cittadinanza.

Matino – Il carnevale a Matino quest’anno fa rima con Marchesale: costumi, personaggi e storie rappresentati dagli alunni dell’istituto comprensivo sono, infatti, ispirati ai personaggi dell’epoca. Temi vari, invece, per le tante associazioni che parteciperanno all’evento in programma sabato 17 febbraio, recuperando la data originaria del 10 (annullata per la pioggia). Il carnevale matinese conta ormai 18 edizioni e viene organizzato, anche quest’anno, dall’associazione artistico culturale e musicale, Arcuevi di Matino con la partecipazione della direzione didattica del Comprensivo e delle associazioni del territorio. Ritrovo e partenza sono in zona Bosco (e non in via Bolzano come previsto in un primo momento) alle ore 14 per poi raggiungere la villa Comunale dove si svolgerà la cerimonia di premiazione. Sulle strade interessate dal corteo sarà interdetta la sosta e la circolazione dei veicolo, dalle ore 14 alle 22, secondo quando disposto da un’ordinanza del settore Vigilanza e controllo del territorio.

Matino – Torna a Matino la tradizione del “Santu Lazzaru”. L’asinello Pippo e i suoi amici musicanti sono già pronti ad andare di strada in strada per raccogliere viveri e donazioni da destinare alle famiglie più bisognose della città. Da otto anni tradizione e solidarietà animano i componenti dell’associazione “Arco della Pietà” che, strumenti in spalla, viaggiano per le strade del paese intonando i canti tradizionali del periodo che precede la Pasqua. Si parte questa sera dalla zona Bosco /Peppiceddhru e per le prossime cinque settimane, sempre di venerdì: il 23 febbraio zona 167 e contrada Carizzolo, il 2 marzo zona Sacro Cuore, il 9 centro città e centro storico, il 16 marzo di nuovo Sacro Cuore e il 22 marzo zona Bosco.

Matino – Incontro con la storia per gli alunni del plesso “N. Sauro ” di Matino. Lunedì 19 febbraio i ragazzi delle classi quarte e quinte riceveranno la visita dell’ammiraglio Romano Sauro, nipote dell’eroe nazionale Nazario Sauro cui è intitolata la loro scuola. Nazario Sauro venne catturato e ucciso dagli austro-ungarici nel 1916, nel corso della Prima guerra mondiale, dopo che il suo sommergibile “Giacinto Pullino” sul quale si trovava in missione, si incagliò al largo della Croazia. La conferenza vedrà al centro dell’incontro proprio la sua figura raccontata attraverso la voce del nipote che ha dato vita al progetto itinerante “Sauro 100. Un viaggio in barca a vela per 100 porti per 100 anni di storia”. L’appuntamento si inserisce all’interno delle iniziative culturali che commemorano la Grande Guerra. Insieme alla dirigente Giovanna Marchio e ai ragazzi saranno presenti anche le insegnanti e i rappresentanti  dei genitori. Nella stessa giornata l’ammiraglio incontrerà anche gli studenti dell’Istituto Nautico di Gallipoli.

Matino– Tra programmi già definiti ed anticipazioni, il Comitato festa di Matino è già lavoro per i prossimi eventi. Ormai prossima è la festa religiosa per il 151° anniversario della Commemorazione del miracolo di San Giorgio, martedì 27 febbraio, mentre sul programma della patronale del prossimo aprile (dal 22 al 24) è ufficiale il nome della cantante Ivana Spagna. Ad anticiparla è stato lo stesso presidente del Comitato San Giorgio, Cosimo Venceslao Marsano, che dalla nuova pagina facebook  “Comitato 2.0 San Giorgio – Matino”, ha illustrato il programma in fase di perfezionamento, chiedendo il sostegno della cittadinanza. «So pure che ci saranno critiche. È sempre successo, ma che siano costruttive e fatte da chi ha fatto e sa fare con i fatti non con le parole, nonostante il periodo che stiamo attraversando non ci siamo tirati indietro ne come impegno ne fatti», afferma Marsano. Le critiche lo scorso anno portarono alle dimissioni, a poche ore dalla festa, di molti componenti del gruppo promotore per alcune critiche relative ad alcuni aspetti  organizzativi. Ma oggi Comitato e presidente ci sono ancora e si presenteranno ufficialmente il prossimo 27 febbraio, data in cui ricorre il  Miracolo di San Giorgio. L’appuntamento religioso, processione ore 17.30 e messa delle 19, sarà accompagnato per tutta la giornata dal Concerto bandistico “Città di Matino – V. Papadia” con le luminarie De cagna e la fragorosa “bengalata” della ditta Sica Luigi di Matino al termine della messa vespertina. Il prossimo 28 febbraio partirà, inoltre, la 17^ edizione del Trofeo San Giorgio con le sfide di calcio organizzate dalla Protezione civile Angels di Matino. L’appuntamento si concluderà in prossimità della festa patronale e premierà i primi quattro classificati con menzioni speciali per miglior giocatore, miglior portiere, capocannoniere e premio fair play. Per la festa di aprile, invece, il programma è in corso di perfezionamento ma qualche appuntamento è già certo. La premiata ditta De Cagna curerà l’accensione musicale in via Maria SS. Addolorata oltre a tutto il resto, piazza San Giorgio compresa. Oltre alle bande delle Città di Conversano e Conversano Ligonzo ci sarà anche la banda San Giorgio di Matino mentre il 23 è prevista l’esibizione della violinista Chiara Conte. Seguiranno dj Vanny e lo spettacolo Bar Italia oltre ad artisti di strada, al concerto di Ivana Spagna e ad altre sorprese al momento in attesa di conferma.

 

Matino – A “Futuro in gioco” è già carnevale. nel pomeriggio di giovedì 8 febbraio, le sale del neonato centro polivalente per minori ospitano maschere di ogni genere, gonfiabili, giochi, scherzi e danze. Si tratta del primo appuntamento ufficiale, dopo l’inaugurazione, per “Futuro in gioco” che in collaborazione con “Amici di Nico” Onlus, “Novass” San Francesco d’Assisi di Matino e “Soffitta senza tetto” di Casarano ha organizzato l’evento solidale “Festa in maschera di carnevale”. L’appuntamento ludico fa da cornice alle tante iniziative che sono in via di attuazione. Il centro, infatti, presentato solo pochi mesi fa in occasione delle trascorse festività natalizie, è destinato a ospitare progetti e iniziative di accoglienza e integrazione rivolte ai minori che vivono situazioni di forte disagio familiare e a rischio devianza. Saranno avviati interventi educativi, sostegno alla scolarizzazione, interventi di supporto psico-pedagogico, ma anche attività ricreative, culturali e sportive, tutto quanto possibile per favorire il recupero e il sostegno dei giovanissimi. “Festa in maschera di carnevale” è aperta a quanti hanno voglia di divertirsi e di trascorrere del tempo in compagnia. L’appuntamento è presso la struttura di via Maestri del Lavoro, presso la zona industriale di Matino, dalle 16.30 alle 19.30.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...