Home Authors Posts by Maria Antonietta Quintana

Maria Antonietta Quintana

276 POSTS 0 COMMENTS

Matino – “Donne e legalità nella Pubblica amministrazione” è il tema dell’incontro in programma giovedì 22 febbraio alle ore 18.45 al Palazzo Marchesale di Matino. Nel corso dell’iniziativa, promossa dalla e moderata dalla consigliera comunale Pamela Lecci, sono previsti gli interventi dal procuratore aggiunto Elsa Valeria Mignone con la testimonianza di Sabrina Matrangola, figlia di Renata Fonte. L’invito a partecipare è rivolto a tutta la cittadinanza.

Matino – Il carnevale a Matino quest’anno fa rima con Marchesale: costumi, personaggi e storie rappresentati dagli alunni dell’istituto comprensivo sono, infatti, ispirati ai personaggi dell’epoca. Temi vari, invece, per le tante associazioni che parteciperanno all’evento in programma sabato 17 febbraio, recuperando la data originaria del 10 (annullata per la pioggia). Il carnevale matinese conta ormai 18 edizioni e viene organizzato, anche quest’anno, dall’associazione artistico culturale e musicale, Arcuevi di Matino con la partecipazione della direzione didattica del Comprensivo e delle associazioni del territorio. Ritrovo e partenza sono in zona Bosco (e non in via Bolzano come previsto in un primo momento) alle ore 14 per poi raggiungere la villa Comunale dove si svolgerà la cerimonia di premiazione. Sulle strade interessate dal corteo sarà interdetta la sosta e la circolazione dei veicolo, dalle ore 14 alle 22, secondo quando disposto da un’ordinanza del settore Vigilanza e controllo del territorio.

Matino – Torna a Matino la tradizione del “Santu Lazzaru”. L’asinello Pippo e i suoi amici musicanti sono già pronti ad andare di strada in strada per raccogliere viveri e donazioni da destinare alle famiglie più bisognose della città. Da otto anni tradizione e solidarietà animano i componenti dell’associazione “Arco della Pietà” che, strumenti in spalla, viaggiano per le strade del paese intonando i canti tradizionali del periodo che precede la Pasqua. Si parte questa sera dalla zona Bosco /Peppiceddhru e per le prossime cinque settimane, sempre di venerdì: il 23 febbraio zona 167 e contrada Carizzolo, il 2 marzo zona Sacro Cuore, il 9 centro città e centro storico, il 16 marzo di nuovo Sacro Cuore e il 22 marzo zona Bosco.

Matino – Incontro con la storia per gli alunni del plesso “N. Sauro ” di Matino. Lunedì 19 febbraio i ragazzi delle classi quarte e quinte riceveranno la visita dell’ammiraglio Romano Sauro, nipote dell’eroe nazionale Nazario Sauro cui è intitolata la loro scuola. Nazario Sauro venne catturato e ucciso dagli austro-ungarici nel 1916, nel corso della Prima guerra mondiale, dopo che il suo sommergibile “Giacinto Pullino” sul quale si trovava in missione, si incagliò al largo della Croazia. La conferenza vedrà al centro dell’incontro proprio la sua figura raccontata attraverso la voce del nipote che ha dato vita al progetto itinerante “Sauro 100. Un viaggio in barca a vela per 100 porti per 100 anni di storia”. L’appuntamento si inserisce all’interno delle iniziative culturali che commemorano la Grande Guerra. Insieme alla dirigente Giovanna Marchio e ai ragazzi saranno presenti anche le insegnanti e i rappresentanti  dei genitori. Nella stessa giornata l’ammiraglio incontrerà anche gli studenti dell’Istituto Nautico di Gallipoli.

Matino– Tra programmi già definiti ed anticipazioni, il Comitato festa di Matino è già lavoro per i prossimi eventi. Ormai prossima è la festa religiosa per il 151° anniversario della Commemorazione del miracolo di San Giorgio, martedì 27 febbraio, mentre sul programma della patronale del prossimo aprile (dal 22 al 24) è ufficiale il nome della cantante Ivana Spagna. Ad anticiparla è stato lo stesso presidente del Comitato San Giorgio, Cosimo Venceslao Marsano, che dalla nuova pagina facebook  “Comitato 2.0 San Giorgio – Matino”, ha illustrato il programma in fase di perfezionamento, chiedendo il sostegno della cittadinanza. «So pure che ci saranno critiche. È sempre successo, ma che siano costruttive e fatte da chi ha fatto e sa fare con i fatti non con le parole, nonostante il periodo che stiamo attraversando non ci siamo tirati indietro ne come impegno ne fatti», afferma Marsano. Le critiche lo scorso anno portarono alle dimissioni, a poche ore dalla festa, di molti componenti del gruppo promotore per alcune critiche relative ad alcuni aspetti  organizzativi. Ma oggi Comitato e presidente ci sono ancora e si presenteranno ufficialmente il prossimo 27 febbraio, data in cui ricorre il  Miracolo di San Giorgio. L’appuntamento religioso, processione ore 17.30 e messa delle 19, sarà accompagnato per tutta la giornata dal Concerto bandistico “Città di Matino – V. Papadia” con le luminarie De cagna e la fragorosa “bengalata” della ditta Sica Luigi di Matino al termine della messa vespertina. Il prossimo 28 febbraio partirà, inoltre, la 17^ edizione del Trofeo San Giorgio con le sfide di calcio organizzate dalla Protezione civile Angels di Matino. L’appuntamento si concluderà in prossimità della festa patronale e premierà i primi quattro classificati con menzioni speciali per miglior giocatore, miglior portiere, capocannoniere e premio fair play. Per la festa di aprile, invece, il programma è in corso di perfezionamento ma qualche appuntamento è già certo. La premiata ditta De Cagna curerà l’accensione musicale in via Maria SS. Addolorata oltre a tutto il resto, piazza San Giorgio compresa. Oltre alle bande delle Città di Conversano e Conversano Ligonzo ci sarà anche la banda San Giorgio di Matino mentre il 23 è prevista l’esibizione della violinista Chiara Conte. Seguiranno dj Vanny e lo spettacolo Bar Italia oltre ad artisti di strada, al concerto di Ivana Spagna e ad altre sorprese al momento in attesa di conferma.

 

Matino – A “Futuro in gioco” è già carnevale. nel pomeriggio di giovedì 8 febbraio, le sale del neonato centro polivalente per minori ospitano maschere di ogni genere, gonfiabili, giochi, scherzi e danze. Si tratta del primo appuntamento ufficiale, dopo l’inaugurazione, per “Futuro in gioco” che in collaborazione con “Amici di Nico” Onlus, “Novass” San Francesco d’Assisi di Matino e “Soffitta senza tetto” di Casarano ha organizzato l’evento solidale “Festa in maschera di carnevale”. L’appuntamento ludico fa da cornice alle tante iniziative che sono in via di attuazione. Il centro, infatti, presentato solo pochi mesi fa in occasione delle trascorse festività natalizie, è destinato a ospitare progetti e iniziative di accoglienza e integrazione rivolte ai minori che vivono situazioni di forte disagio familiare e a rischio devianza. Saranno avviati interventi educativi, sostegno alla scolarizzazione, interventi di supporto psico-pedagogico, ma anche attività ricreative, culturali e sportive, tutto quanto possibile per favorire il recupero e il sostegno dei giovanissimi. “Festa in maschera di carnevale” è aperta a quanti hanno voglia di divertirsi e di trascorrere del tempo in compagnia. L’appuntamento è presso la struttura di via Maestri del Lavoro, presso la zona industriale di Matino, dalle 16.30 alle 19.30.

Matino – Il Sindaco di Matino, Giorgio Toma, si rivolge alla Regione Puglia per chiedere l’inserimento del settore produttivo matinese nella “Zona economica speciale” (Zes). Si tratta della nuova “macro-area” per la quale il cosiddetto “Decreto Sud”, allo scopo di attrarre investimenti esteri o extra-regionali, prevede l’instaurazione di “aree speciali” che verrebbero favorite, tra le altre cose, da incentivi economici e agevolazioni fiscali. «Abbiamo ritenuto doveroso – spiega il sindaco Toma – chiedere l’elaborazione di un piano strategico di sviluppo in grado di assicurare gli interessi economici del distretto produttivo di Casarano-Nardò-Tricase all’interno del quale è ricompreso il comune di Matino, storicamente a vocazione industriale con il comparto Tessile, abbigliamento, calzaturiero, il Tac, ovvero del mobile e della moda». Per la Puglia sono state già individuate due Zes: Taranto e Bari-Brindisi, prevedendo il collegamento con aree industriali della provincia di Lecce, area alla quale mira la città di Matino. «L’accoglimento della nostra richiesta può costituire una importante occasione per favorire il rilancio e completamento della già avviata ed attualmente in espansione zona Pip e costituire – prosegue il sindaco – una reale opportunità di occupazione per tanti giovani che sono costretti ad emigrare in altre zone d’Italia o all’estero».

Matino – Il Comune di Matino compie un bel salto, dal cartaceo all’elettronico, con l’introduzione della nuova Carta d’identità elettronica (“Cie”. Lunedì 29 gennaio il primo giorno nel quale è stata sperimentata la novità presso l’ufficio Anagrafe, aperto al pubblico dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 10, e il martedì dalle 15 alle 17. Occorre avere con sé una foto tessera a colori in formato cartaceo o digitale, il codice fiscale, un secondo documento di riconoscimento in corso di validità, due testimoni muniti di documento di riconoscimento e, ovviamente, la residenza a Matino. Chi già possiede la vecchia carta d’identità nel formato cartaceo non potrà richiedere la sostituzione se non in caso di smarrimento, usura o rinnovo. Dopo la richiesta, la “Cie” verrà spedita direttamente all’indirizzo di residenza entro una settimana, stampata dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato. «Sono estremamente soddisfatto del lavoro svolto dai funzionari dei servizi Demografici che ringrazio pubblicamente per il grande zelo e la tempestività nell’adeguamento alle procedure. La nuova Cie – afferma il sindaco Giorgio Salvatore Toma- permetterà ai cittadini di avere uno strumento digitale che consentirà loro di accedere non solo ai servizi on line comunali, ma a tutti quelli erogati dalle pubbliche amministrazioni e consentirà il rilascio del Sistema pubblico per la gestione dell’identità digitale».

Matino – Dovrebbe essere risistemata a breve, si spera una volta per tutte, la cabina Enel di via Machiavelli a Matino, sistematicamente presa di mira da alcuni vandali. A “facilitare” l’opera concorre il fatto che dopo l’allargamento della carreggiata, con l’eliminazione di un marciapiede, l’armadietto in questione si trova ora giusto al centro tra la strada e l’area parcheggio. Nei giorni scorsi non è stato, comunque, il pur forte vento a provocare l’ennesimo “abbattimento” denunciato, anche sui social, da un commerciante della zona: in poco tempo la segnalazione è giunta sino all’Amministrazione comunale e alla Protezione civile di via Bolzano, subito mobilitatisi per intervenire. La cabina è stata transennata e sul posto è giunto anche un tecnico della società elettrica. Lo stesso impianto, lo scorso 21 dicembre, è stato oggetto di una delibera (la n.350) con la quale la Giunta comunale ha preventivato una spesa pari a 2.599,94 euro affinché l’Enel possa provvedere allo spostamento della cabina posizionata, da anni, al limite della carreggiata e forse proprio per questo più esposta. La richiesta di sopralluogo e preventivo da parte del Comune risale al 5 maggio del 2017 ed Enel Distribuzione ha trasmesso il preventivo lo scorso 13 dicembre. Tra pochi giorni si attende la definitiva sistemazione.

Matino – Novità nella regolamentazione dei parcheggi nel centro di Matino. Con un’ordinanza del responsabile del settore Servizi di vigilanza e controllo del territorio, viene limitata a 30 minuti nelle fasce orarie dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 20, esclusi i giorni festivi, la sosta in piazza Municipio, nel tratto da via Roma a via della Libertà, su via Roma, da via IV Novembre a via Calvario e, proseguendo, da vico Lezzi a via M. SS. Addolorata, limitatamente, per entrambi i tratti, al lato sinistro rispetto all’attuale direzione di marcia. Viene, quindi, introdotta la sosta con il disco orario. Il provvedimento è stato adottato al fine di regolamentare un tratto di strada particolarmente interessato dalla circolazione stradale e dalla presenza di diversi punti d’interesse come esercizi commerciali, studi privati e la stessa Casa comunale. L’iniziativa si inserisce nel piano delle recenti attività volte a implementare lo stato di sicurezza delle strade cittadine.

Matino – Sabato 6 gennaio alle ore 10.30 mostra d’arte contemporanea al Palazzo Marchesale di Matino. Dopo tre anni dalla pubblicazione del libro “I di-segni poetici del MACMa” l’autrice, Emanuela Magellano, presenta la mostra dedicata alle opere realizzate dagli allievi dell’accademia delle belle arti di Firenze e donate al MacMa. L’autrice, 27enne originaria di Matino, ha conseguito il titolo accademico di terzo ciclo, master universitario in Management di secondo livello presso la Bologna Business School, già dottoressa in filologia moderna presso l’università degli studi di Firenze nel 2015.

Matino – Ultimo appuntamento sabato 6 gennaio per visitare il Presepe Vivente di Matino. Scene di vita quotidiana rappresentate nello scenario suggestivo del centro storico, un percorso che va via via crescendo, sino a raggiungere il quadro della natività in piazza San Giorgio (foto di Raffaele Leopizzi). Abitazioni storiche, disabitate che si animano in questi giorni, anche per poche ore. Imponente la macchina organizzativa messa in moto dai pochi soci dell’associazione Amici del Presepe, e dai tanti supporter che hanno lavorato dietro le quinte e anche in scena, che si impegnano a mantenere in vita una piacevole tradizione che accomuna le famiglie, un intero paese e non solo. Nella sola giornata del primo gennaio è stato raggiunto il numero di 2486 visitatori. Partenza nei pressi dell’Arco della Pietà, dalle ore 18 sino alle 21.

Numeri importanti anche per l’iniziativa, del tutto nuova a Matino, del “Fantastico Mondo di Babbo Natale”. Dallo scorso dicembre e sino al 7 gennaio piazza Primiceri e via Piave, sino al largo antistante via Catania hanno ospitato luna park, artisti di strada, gonfiabili, Babbo Natale, elfi e soprattutto bambini felici. La grande pista di ghiaccio ha fatto divertire grandi e bambini e potrà farlo ancora per qualche giorno. “Matino on ice” è un’iniziativa promossa dalla Pro loco Sant’Ermete, insieme all’associazione “Gli Arcuevi” e con il atrocinio del Comune di Matino. Ultimi appuntamenti: le befane dei “Viaggi di Harley” che arriveranno  direttamente in moto (5 gennaio ore 17,30) e appuntamento musicale (domenica 7 gennaio in piazza Primiceri) con gli Animo cover band dei Coldplay, a partire dalle ore 20.

Matino – Il centro storico di Matino quale palcoscenico ideale per riprodurre le scene tradizionali della Natività. La quarta edizione del Presepe vivente è organizzata dalla locale associazione “Amici del presepe” che ha portato a termine l’imponente lavoro di preparazione in vista dell’apertura al pubblico di martedì 26 dicembre. Saranno circa 100 i figuranti che animeranno stradine, palazzi, cantine e vicoli riportando in vita gesti e immagini di un’altra epoca. Importante il contributo  offerto dall’Istituto comprensivo di Matino che ha organizzato dei laboratori per coinvolgere alunni e genitori che insieme hanno appreso importanti nozioni sui lavori manuali, quelli dei nonni, come la preparazione della pasta, la lavorazione di vimini, terracotta e cartapesta. Importante anche il supporto del Comune di Matino, di aziende e associazioni locali e dei cittadini volontari. Tra le novità di quest’anno il nuovo ingresso e il nuovo percorso che partirà dall’Arco della Pietà, proseguirà per le vie Carducci, Dante, Boccaccio, Vittorio Emanuele, Puccini, Verdi e Cadorna per concludersi in piazza San Giorgio, dove la “Natività” impreziosirà la piazza antistante il Palazzo Marchesale. Dopo l’inaugurazione del giorno di Santo Stefano, l’appuntamento si ripeterà il 30 dicembre, l’1 e 6 gennaio, sempre dalle ore 18 alle 21.

Matino – I ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Matino, sono pronti a portare in scena l’ormai tradizionale evento “InCanto di Natale”. L’appuntamento è per giovedì 21 dicembre alle ore 20 presso chiesa del Sacro Cuore. Sul palco ci sarà il Coro dell’Istituto, formato dagli alunni di cinque anni della scuola dell’Infanzia, dalle classi quinte della Primaria e delle varie classi della Secondaria con l’Orchestra, composta dagli alunni della Media che  frequentano l’indirizzo musicale e dai ragazzi del Circolo musicale “Vincenzo Papadia”. «Il progetto – spiega la dirigente Giovanna Marchio – è stato realizzato in continuità tra i vari ordini di scuola e ha inteso costruire un curricolo verticale di educazione musicale innovativo e coinvolgente». Ogni anno il Concerto di Natale rappresenta una tappa significativa del percorso didattico dell’Istituto. «Attraverso la pratica corale e strumentale – aggiunge il professor Sergio Carluccio, responsabile del progetto – si vuole sviluppare nel discente l’amore per la cultura e l’arte e, soprattutto, la capacità di relazionarsi e cooperare con gli altri considerando il coro o l’orchestra una piccola comunità in cui assimilare i valori dello stare insieme». Il programma prevede brani natalizi e poesie sul tema, nel corso della serata saranno consegnati inoltre i premi Paiano e Bove agli alunni più meritevoli che hanno concluso il corso di studi della scuola Primaria e Secondaria di I grado con il massimo dei voti.

Matino – Il Centro polivalente per minori “Futuro in gioco” apre le sue porte, a Matino, con il “Villaggio di Babbo Natale” insieme agli “Amici di Nico”. L’appuntamento è venerdì 15 dicembre, dalle 17 alle 21, presso la struttura di via Maestri del lavoro, nella zona industriale di Matino. Il nuovo Centro punta a dare accoglienza e sostegno ai minori che vicono situazioni di forte disagio familiare e a rischio devianza, puntando sull’iterazione tra “abili e diversamente abili”. Lo scorso febbraio, l’associazione matinese presieduta da Maria Antonietta Bove (nella foto), specializzata per la diagnosi e la terapia dell’autismo, è risultata vincitrice della gara di affidamento provvisorio del Centro, valevole per i prossimi 9 anni. Il “Villaggio” rappresenta la presentazione ufficiale del progetto “Futuro in gioco”, nato quasi 10 anni fa e avviato grazie alla ristrutturazione di un immobile di proprietà comunale attraverso il fondo europeo di sviluppo regionale 2007/2013 che finanziò il progetto per 1.020.000 euro. «Grazie anche all’iniziativa delle associazioni locali che vorranno partecipare, creeremo una rete di servizi destinati ai minori che necessitano di supporto per svolgere attività che interessano lo studio, lo sport e lo svago – spiega la presidente – attività quotidiane che per alcune famiglie in difficoltà, non solo economiche, possono spesso rappresentare un sacrificio». Parte integrante di questo percorso saranno i ragazzi autistici del centro “Amici di Nico”. «Per loro – prosegue la Bove – si tratterà di una tassello importante all’interno del percorso di vita e di crescita che è quello dell’integrazione e dell’inclusione sociale». Il “Villaggio di Babbo Natale” è stato realizzato insieme agli alunni del Polo 2 di Casarano e del Comprensivo di Matino e ai tanti volontari che hanno dedicato il proprio tempo ad allestire le sale del centro. All’ingresso ci sarà la banca di Babbo Natale, dove si potranno scambiare euro in gettoni che serviranno ad acquistare cartoline da affidare ai postini elfi per la spedizione. «Ci sarà anche – spiega Claudio, un ragazzo del centro – il laboratorio dove realizziamo i nostri lavori, giocattoli e cartoline. Anche i gettoni sono fatti da noi e ci sarà la fattoria degli animali e poi si canteranno le canzoni natalizie, e si visiterà la Casa di Babbo Natale, ci sarà da mangiare, dolci e focacce». Il ragazzo, insieme ai suoi amici, è davvero molto emozionato per questo appuntamento: non vede l’ora di presentare i suoi lavoretti che sta realizzando mettendo da parte, ma solo temporaneamente una delle sue grandi passioni, il karaoke e in particolar modo il concorso dello “Zecchino d’Oro”, uno degli appuntamenti fissi per i ragazzi di “Amici di Nico”.

Casarano/Matino – Alunni degli Istituti comprensivi di Matino e Casarano (Polo 3) in evidenza nei trofei di Orienteering. In Calabria, nel caratteristici centri storici di Scalea e Orsomarso, i ragazzi salentini hanno primeggiato in più categorie nel primo trofeo interregionale “Valle Argentino”. Tra le “Cadette” il primo posto assoluto è andato al Comprensivo di Matino con le atlete Fara Pia Stanca (1^), Alessia Romano (4^), Cristina Barone (8^) guidate dalla professoressa Bianca Contursi. Tra i “Cadetti”, invece, primo posto assoluto per il “Galilei” di Casarano (Polo 3) con Daniele Campa (1^), Andrea Elisabetta (6^) e Francesco De Nuzzo(7^) guidati dalla professoressa Giulia Ria. Le squadre (i ragazzi nelle foto) hanno vinto il Trofeo superando nelle rispettive categorie le rappresentative di Istituti Comprensivi delle province di Taranto, Brindisi, Lecce, Siracusa , Cosenza. Il risultato arriva dopo due anni di intenso lavoro da parte delle docenti che hanno svolto attività in orario scolastico ed extra scolastico in collaborazione con l’Asd “Estrema Outdoor” di Lecce. Domenica 10 dicembre, inoltre,presso il centro storico di Specchia ottimi risultati sono stati ottenuti dai ragazzi del “Galilei” di Casarano: Giacomo Casto e Pierluigi Ronga (2^C) si sono posizionati rispettivamente al terzo e sesto posto nella categoria “ragazzi fino a 12 anni”; Francesco De Nuzzo e Daniele Campa (3^C) al terzo e quarto posto nella categoria “ragazzi fino ai 13/14 anni” e Clelia Alemanno (2^C), arrivata seconda nella categoria “ragazze fino a 12 anni”.

La dirigente Giovanna Marchio

MATINO – Attestati internazionali per gli studenti dell’Istituto comprensivo di Matino. Parlano, infatti, inglese i quasi 50 studenti che lo scorso 5 dicembre hanno ricevuto la certificazione internazionale “Yle Starters” della University of Cambridge, il primo di tre test di inglese, ideato per gli studenti della scuola primaria e media inferiore. La scuola diretta da Giovanna Marchio è stata capace di ottenere il più alto numero di certificazioni con il massimo dei voti in tutta la  provincia di Lecce. La cerimonia di consegna si è svolta presso la sede centrale dell’Istituto comprensivo, in via delle Province. Gli alunni delle prime classi della scuola secondaria hanno ricevuto il diploma dai responsabili dell’Oxford Institute di Lecce davanti a docenti e genitori visibilmente emozionati.  «Questo è il primo passo, ora tocca a voi ragazzi continuare a impegnarvi accrescendo le competenze e il titolo che avete dimostrato di meritare», ha affermato soddisfatta la dirigente Marchio, ringraziando le famiglie per la fiducia e l’entusiasmo con cui hanno aderito all’iniziativa.

MATINO – I minori in primo piano. In occasione della recente Giornata  internazionale per i diritti dei Minori, il teatro “G. Peschiulli”  di piazza Primiceri ha ospitato una tavola rotonda per la presentazione del progetto “Vivi-amo la vita”  sulla prevenzione delle forme di disagio in età scolare. L’iniziativa parte dall’Istituto comprensivo in collaborazione con l’assessorato per la Tutela dei minori e la Cooperativa “Peter Pan” di Matino  «I ragazzi parlano molto con i docenti – spiega la dirigente Giovanna Marchio- ma ci sono delle situazioni che richiedono un’attenzione maggiore e un ascolto più attento, motivo per cui ogni anno attiviamo un centro ascolto insieme a Consultorio locale, Servizi sociali e Ambito di zona». Indispensabile la presenza delle istituzioni secondo Maria Rita Verardo, presidente onoraria del Tribunale per i minori di Lecce, che afferma: «Durante i colloqui  sono fondamentali le figure degli esperti che intervengono a seconda delle circostanze. Purtroppo, a volte, l’inerzia delle istituzioni ricade sui minori, quando le scuole non segnalano atti gravi di disagio che sia bullismo, dipendenze o altre problematiche».

Supporto e crescita vanno sempre di pari passo e tra le tante iniziative ritorna, anche quest’anno “#Ioleggoperchè”, il progetto, avviato già lo scorso anno, riproposto dalla dirigente scolastica Marchio, che ha esteso la collaborazione a tre dei paesi limitrofi con le librerie “Liberamente” di Parabita, “Dante Alighieri” di Casarano e “Antica Roma” diTaviano, coinvolgendo docenti, genitori,  librai e l’Associazione italiana editori. I ragazzi, oltre a essere i protagonisti principali di questo progetto saranno anche i personaggi de  ”Il re, la regina e l’incantesimo” spettacolo teatrale in programmazione presso il teatro comunale di Matino. Il progetto, che prevede una quota simbolica da parte dei partecipanti, permetterà di arricchire la libreria scolastica a tutto vantaggio degli alunni che potranno differenziare le proprie preferenze nella lettura.

MATINO – Fervono, a Matino, i preparativi per l’allestimento del presepe vivente. Gli “Amici del Presepe”, Luigi Danese, Luca Cataldo e Luigi Tamborrini, sono al lavoro da mesi armeggiando con fili, lucine e giunchi per le strade e le casine del centro storico dove sarà allestita la rappresentazione natalizia. Insieme a loro collaborano diverse associazioni della città. «La fase di organizzazione è cominciata già ad agosto con la ricerca delle abitazioni e le disponibilità da parte dei proprietari. Siamo in pochi e il lavoro è tanto ma siamo felici di farlo», spiega Cataldo. La rappresentazione del presepe vivente, che ogni anno richiama migliaia di visitatori, partirà quest’anno da via R. Gentile, strada antistante la chiesetta della Pietà. Le date ufficiali sono quelle del 26 e 30 dicembre – 1 e 6 gennaio. «L’allestimento del percorso è a buon punto, ma c’è ancora molto da fare. Cerchiamo figuranti che vogliano contribuire per alcune ore alla buona riuscita della manifestazione – continua Cataldo – l’esperienza di raffigurare uno dei personaggi del presepe, come Maria, non è d’impatto solo per chi visita la Natività, ma anche per chi la vive in quel momento». Chiunque voglia partecipare in qualsiasi modo può contattare l’associazione Amici del Presepe anche attraverso la pagina Facebook.

Se per il presepe bisogna aspettare ancora un po’, per iniziare a respirare l’aria natalizia quest’anno si anticipa con il “Fantastico Mondo di Babbo Natale”. Dall’8 dicembre al 6 gennaio piazza “G. Primiceri”, via Piave e l’area antistante via Catania, diventeranno un grande parco giochi per famiglie e bambini. A organizzare il tutto l’associazione Pro Loco “S.Ermete”, insieme all’associazione “Gli Arcuevi” di Matino con il patrocinio del Comune. Luna park, pista di ghiaccio, artisti di strada,gonfiabili e pista kart e tutto il necessario per l’intrattenimento di grandi e piccoli che dalle 17 sino alle 23 potranno trascorrere alcune ore di spensieratezza. Piazza G.Primiceri ospiterà, inoltre, la prima fiera natalizia con un ampio spazio espositivo.

MATINO – Una targa di ringraziamento per il maresciallo Giancarlo De Donno. Dopo 36 anni di servizio, di cui 16 trascorsi al comando della stazione dei Carabinieri di Matino, il militare originario di Supersano ha salutato la città che lo ha accolto per tanti anni. «Il suo lavoro è stato importante ed è stato un onore averlo per così tanto tempo al comando della Stazione dei carabinieri di Matino» ha dichiarato il sindaco Giorgio Toma, che ha consegnato personalmente la targa simbolica come ringraziamento per il suo lavoro svolto con dedizione.

«I primi anni a Matino non sono stati semplici, il tasso di malavita era alto e non è stato semplice tenere le fila di tutto», ha dichiarato il Maresciallo, che ha raggiunto l’apice del suo grado con il ruolo di Luogotente. Negli anni non sono mancati i riconoscimenti tra cui l’assegnazione della medaglia Mauriziana e la nomina a Cavaliere della Repubblica. Prima di giungere al comando della Stazione di Matino, De Donno ha trascorso 5 anni in Sardegna, 9 presso la Base Nato di Napoli, e poi ancora Policoro e Gallipoli. La sua carriera vanta anche missioni in territori di guerra come Kosovo e Bosnia. Una carriera importante che si conclude anche un po’ a malincuore, ma con la consapevolezza di voler lasciare spazio ad una nuova fase della sua vita. «Da un lato dispiace lasciare l’Arma, dall’altro – racconta – è arrivato per me il momento di dedicarmi alla mia vita privata, agli affetti e ad una vita fatta di cose semplici e quotidiane». Al contrasto alla malavita, negli anni ha fatto seguito  anche un’importante attività di prevenzione e informazione rivolta ai ragazzi della scuola media dell’Istituto “Dante Alighieri” di Matino. Dalla sensibilizzazione verso gli episodi di discriminazione agli atti di vandalismo e bullismo, sino all’importanza dell’utilizzo del casco. «In questi anni il rapporto con le istituzioni del territorio è stato ottimo, c’è sempre stata grande collaborazione e conserverò un ottimo ricordo di tutti i funzionari che si sono succeduti negli anni» conclude De Donno.

MATINO – Da settimane il Marchesale ha cambiato colore. Un faro rosa illumina, infatti, la facciata principale dello storico Palazzo sulla nuovissima piazza San Giorgio. L’iniziativa, simbolica, è volta a sensibilizzare i cittadini sull’importanza della prevenzione dei tumori al seno e segue la campagna “Nastro rosa” promossa dalla Lilt, la Lega Italiana per la lotta contro i tumori. Accanto alla sensibilizzazione c’è anche l’informazione, con l’incontro organizzato dall’Amministrazione comunale questa sera ore 18 presso la sala polifunzionale “Centro storico” di via S. Ermete sul tema “Cancro al seno, l’ambiente in causa”. Relazionerà Carmine Cerullo specialista in Oncologia presso l’ospedale “F. Ferrari” di Casarano. Elio Romano, cardiologo ed ex presidente del Consiglio Comunale guiderà gli interventi dei presenti e il dibattito con i cittadini. Interverranno il sindaco Giorgio Toma e la Consigliera alle Pari opportunità Maria Antonietta Ferraro.

MATINO – Nuova sede presso il Palazzo Marchesale per l’ufficio Informagiovani di Matino. A partire da martedì 24 ottobre, lo sportello trova casa nella sala al primo piano dello storico Palazzo “Del Tufo”. A presentarlo, nei giorni scorsi nel corso di una cerimonia, è stata Francesca Tornesello, consigliera delegata alle Politiche giovanili e Informagiovani. «Obiettivo dello sportello è quello di sostenere i giovani nell’inserimento all’interno della società – ha affermato la giovane consigliera – ma anche di promuovere attività al di fuori degli impegni scolastici o lavorativi, fornendo loro l’opportunità di prendere parte a diversi progetti oppure di vivere esperienze nel settore del volontariato». Non solo soluzioni a domande e dubbi: numerosi sono i servizi offerti ai cittadini i quali potranno usufruire di due postazioni informatiche per la navigazione in Internet tramite rete wi-fi a titolo gratuito disponibile durante gli orari di apertura. «È nostra intenzione prodigarci su alcune tematiche attuali legate al disagio sociale – continua la Tornesello – promuovendo attività, incontri comunitari finalizzati a fare luce sulla piaga del bullismo e sulle svariate modalità attraverso cui esso quotidianamente si manifesta, specie negli adolescenti».

Nella stessa serata è stato presentato anche lo sportello “InformaDisabili” rivolto agli utenti interessati a districarsi nel complesso, campo delle normative vigenti, tra bandi e servizi. Lo sportello sarà operativo nei giorni di martedì e di giovedì dalle 15.30 alle 18. «Si tratta di un’occasione preziosa per tutti i nostri ragazzi – afferma il sindaco Giorgio Toma – che sicuramente sapranno utilizzare a pieno questo servizio». Il Primo cittadino ha poi presentato le potenzialità di “ComunicApp” l’applicazione ufficiale del Comune di Matino, al momento è ancora in fase di perfezionamento, ma che a breve potrà essere fruibile da tutti i residenti che potranno utilizzarla per informarsi sulle attività del proprio paese oltre che fornire suggerimenti o effettuare segnalazioni.

MATINO. Applausi, abbracci e tante lacrime. Così, martedì 26 settembre, i fedeli e gli amici di don Maurizio Pasanisi hanno salutato il parroco che ha celebrato 25 anni di sacerdozio. Per 23 anni ha prestato servizio a Matino, prima presso la parrocchia dell’Addolorata e successivamente presso la Santa Famiglia, in zona 167.  L’affetto della platea si è manifestato più volte in calorosi applausi che hanno accompagnato i messaggi di saluto rivolti a lui al termine della messa celebrata dal vescovo Fernando Filograna. Tante le parole di stima e d’augurio, dai ringraziamenti di Franco Casalini a nome del Consiglio pastorale, al commosso intervento del sindaco Giorgio Toma, che da anni accompagna il lavoro di don Maurizio. «Non ti sei mai risparmiato costituendo un grande esempio per tutti i tuoi parrocchiani. Oggi che ho anche il privilegio di essere Sindaco di questa città – ha proseguito Toma –  ai miei personali ringraziamenti aggiungo quelli di un’intera comunità».

Anche Don Maurizio non ha saputo nascondere l’emozione, ma ha saputo stemperare la malinconia del momento con una semplice battuta: «Adesso sì che viene il bello – ha detto – “trinchia trinchia” poi scoppi». La chiesa, gremita, ha apprezzato con una fragorosa risata. Presente anche Massimo Stamerra, il sindaco di Tuglie, il paese che ora accoglierà don Maurizio. Di tutti questi anni resta la consapevolezza che quell’assemblea, felice, mai si sarebbe ritrovata in quel luogo se non grazie alla determinazione di un parroco giunto giovanissimo e che ha speso 23 anni della sua vita per riqualificare la zona 167, donandole innanzitutto un luogo di preghiera e aggregazione, una casa nella quale condividere iniziative e celebrare ricorrenze riunendo giovani e famiglie. La parrocchia della Santa Famiglia, inaugurata il 31 maggio del 2004, resterà nella memoria di molti una dei “doni” più graditi di don Maurizio, “simbolo tangibile della sua presenza e della sua dedizione alla comunità matinese”.

MATINO. Sono trascorsi 25 anni dall’ordinazione di don Maurizio Pasanisi, 23 dei quali trascorsi a Matino. E martedì 26 settembre la sua comunità lo saluterà con l’affetto di sempre, dando il benvenuto a don Tommaso
Rizzello (di Casarano). Dopo la celebrazione eucaristica,  presieduta dal vescovo Fernando Filograna, alle ore 19 presso la parrocchia della Santa Famiglia, il sindaco Giorgio Toma gli consegnerà a nome della comunità matinese il titolo di cittadino onorario. Nella stessa serata si svolgerà la cerimonia d’intitolazione della villetta antistante la parrocchia al beato Pino Puglisi, sacerdote ucciso dalla mafia a Brancaccio il 15
settembre 1993.

La storia di don Maurizio si intreccia con quella della città. Era il 1994 quando il sacerdote  originario di Parabita ottenne l’incarico di vice parroco presso la  parrocchia Maria SS. Addolorata dall’allora Monsignor Aldo Garzia. Diventerà parroco della stessa parrocchia tre anni dopo, in seguito alle dimissioni di don Cosimo Muci. L’attività di don Maurizio si fa notare sin da subito a partire dal suo intento di far  avvicinare quanti più giovani alle attività della parrocchia, investendo energie e tempo in iniziative che diventeranno appuntamenti fissi negli anni avvenire come la Festa della santa infanzia, la sagra del dolce e della pittula,  la memoria di S. Martino ricordando i Caduti in guerra, le feste della mamma e della famiglia e i vari campi-scuola. Il suo progetto, sin dall’inizio, mira anche al coinvolgimento di una delle aree più vaste di Matino, la zona 167. A lui si deve la costruzione della chiesa Santa Famiglia, realizzata con il supporto economico di numerosi fedeli. Il suo lavoro si concentrò in quelle strade ben prima dell’inaugurazione della nuova chiesa, avvenuta nel 2004, con l’adozione di un piccolo garage in via Casati che diviene sede di celebrazioni liturgiche e incontri con i fedeli. Suo anche il recupero del santuario dell’Addolorata e il restauro della seicentesca chiesa di S. Maria della Pietà.

MATINO. Con la processione di venerdì 22 settembre, alle ore 20, si aprono a Matino i festeggiamenti in onore di San Pio. Via Modigliani (zona Bosco) è già pronta ad ospitare il palco e tutti gli appuntamenti della due giorni dedicata al Santo di Pietralcina. Lo scorso 16 settembre, intanto, si è già svolta la baby gimkana “Bici Peppicello” dedicata ai piccoli dai 6 ai 12 anni e curata dall’associazione Mountain Bike di Matino, giunta ormai alla 16ª edizione. Le premiazioni della manifestazione si terranno sabato  23 settembre nel corso della serata che avrà per protagonisti ancora una volta i ragazzi. Dalle ore 20 in via Modigliani ci saranno le esibizioni della scuola di canto “Dove c’è musica” del maestro Tony Frassanito. La serata proseguirà con lo spettacolo pirotecnico curato dalla ditta Dario Angelo di Matino e gran finale con Antonio Amato che porterà in scena pizzica e canti popolari.

 

 

Voce al Direttore

by -
Il recente rinvio a giudizio per 23 persone di Parabita, Matino, Casarano, Racale, Alliste, Alezio per "diffamazione aggravata a mezzo internet", con minacce e...