Home Authors Posts by Luigi Alemanno

Luigi Alemanno

24 POSTS 0 COMMENTS

by -
0 1620

GALLIPOLI. Lo sport gallipolino ha scritto un’altra grande pagina di storia. Antonio Primiceri (alto), agli Europei di body building svoltisi a Santa Susanna in Spagna, si è classificato al secondo posto nella categoria “Classic”, bissando la medaglia d’argento ottenuta nella passata edizione in Moldavia. Una manifestazione, quella che ha avuto luogo in terra iberica, con ben 1.300 atleti a competere, per la prima volta provenienti anche da Russia, Turchia ed Azerbaigian. Incontenibile, naturalmente, la gioia del body builder gallipolino: «Posso affermare con certezza che questa è stata la gara più tosta della mia carriera – ha commentato Primiceri – e confermare il podio è stata davvero una grandissima soddisfazione, sia a livello personale per tutti i sacrifici fatti, sia perché ha contribuito a tenere alto il nome dell’Italia e di Gallipoli in particolare in ambito europeo».

Neanche il tempo di brindare all’ultimo successo che c’è già da lavorare per preparare una nuova sfida: «Il 21 giugno, a Torino, parteciperò al campionato italiano “Assoluti”. Voglio portare a casa questo titolo – conclude – seguendo sempre lo stesso percorso: alimentazione corretta e tanto allenamento». In procinto di partire per il PalaRuffini torinese c’è anche Andrea Fiorito di Alezio (qui sopra). Il giovane atleta concorrerà per la categoria Juniores; nelle selezioni si è classificato secondo in campo regionali e secondo per il Sud Italia.

 

GALLIPOLI. Nella tre giorni 22, 23 e 24 maggio si è svolta, presso il campetto della parrocchia di San Gabriele, la seconda edizione del “Memorial Giovanni Ottaviano”, figura storica del calcio giovanile gallipolino, un tecnico che ha improntato l’ esperienza professionale all’ insegnamento dei sani e veri valori della vita attraverso il calcio. La manifestazione, rivolta alle categorie “Primi Calci” e “Pulcini”, ha visto la partecipazione di tre squadre: l’Asd Gallipoli Football 1909, l’Asd Sannicola Calcio 2010 e l’Asd Don Bosco Alezio.

Spazio anche per la solidarietà, con una raccolta di fondi da destinare alla popolazione della Tanzania. In chiusura è stata consegnata una targa alla moglie di mister Ottaviano;  la partita finale ha visto scendere in campo tutti coloro i quali sono stati allievi dell’allenatore gallipolino, ora genitori, per una sorta di “saluto dal campo” (in alto le tre squadre insieme, giù i Pulcini).

GALLIPOLI. Mezzi limitati, passione infinita. È questo il segreto dei successi per la Polisportiva San Lazzaro che, in tutte e tre le sue categorie, “Pulcini”, “Aspiranti” e “Giovanissimi”, è ormai ad un passo dalle finali regionali del campionato Anspi, in programma a Bari il prossimo 2 giugno. Una grande stagione quella disputata finora dagli allievi di mister Massimo Cortese (a sinistra nella foto), decisi più che mai a bissare il risultato della scorsa annata. «Sono molto soddisfatto da quanto fatto dai miei ragazzi – ammette l’allenatore – e non solo per l’ambito sportivo. Per ogni successo raggiunto è giusto fare dei ringraziamenti: a Daniele Palamà di Racale ed al suo aiuto preziosissimo nell’allestimento delle squadre, a don Santo Tricarico e Gregorio Rutigliano, per la loro impareggiabile presenza, ed a tutti i genitori, che nel corso della stagione hanno fatto non pochi sacrifici per accompagnarci in ogni trasferta».

by -
0 1006

GALLIPOLI. Sette decimi di secondo. Un tempo infinitesimale, quasi impercettibile. Non ditelo, però, ai ragazzi dell’Asd Basket Gallipoli, che all’ultimo respiro di gara 3 dei playoff contro Lecce, hanno visto svanire il sogno di poter andare avanti nel campionato “Open”. Una partita memorabile, giocata alla grande da entrambe le squadre, conclusasi con il punteggio di 63-61 per i leccesi.

«Dico bravi ai miei ragazzi – esordisce coach Francesco Pacella – sono fiero di loro. Sicuramente siamo stati sfortunati ma, nello sport, bisogna sempre accettare il verdetto del campo. Pensavo che questo campionato fosse più semplice ed invece abbiamo affrontato tante buone squadre: a metà stagione non credevo potessimo centrare i playoff, perciò, quello che abbiamo costruito, resta un risultato straordinario. L’unico rammarico è per qualche infortunio di troppo che, nelle sfide decisive, ci ha privato di alcuni uomini chiave».

Uno schiacciasassi, invece, la formazione Under-17 gallipolina: sabato, contro il Maglie, nel match giocato in casa presso la palestra dell’Istituto Magistrale, è arrivata la sesta vittoria in campionato, 57-41, che proietta ormai matematicamente i cestiti ionici alla fase successiva. «L’inizio di gara non è stato semplice – spiega Pacella –  nei primi due quarti abbiamo sofferto i nostri avversari. Probabilmente abbiamo pagato un po’ di emozione perché era la nostra prima partita casalinga e i ragazzi non erano abituati alla presenza dei genitori e degli amici. Ma alla distanza siamo venuti fuori alla grande, centrando un’altra spettacolare vittoria». Ma le soddisfazioni per il Basket Gallipoli sono destinate ad aumentare: nella partita d’esordio del campionato di categoria, infatti, la squadra Under-14 di coach Pacella si è imposta nettamente sui pari età del Tricase. Della serie, chi ben comincia è a metà dell’opera.

by -
0 857
Il presidente del "Kajak club Gallipoli", Carmelo Oneri, con i suoi ragazzi

Il presidente del “Kajak club Gallipoli”, Carmelo Oneri, con i suoi ragazzi

GALLIPOLI. Tempi duri per il kayak. Anzi durissimi. L’associazione “Kayak club Gallipoli”, infatti, si avvicina alla nuova stagione costretta a ridimensionare le proprie attività per cause di forza maggiore. Il grido di allarme arriva direttamente dal presidente Carmelo Oneri: «Dopo aver perso lo spazio presso la sede della Lega navale – racconta –  causa lavori di ampliamento della stessa, ci siamo rivolti al Comune per cercare di ottenerne uno nuovo. Il Comune, che ringrazio per l’interessamento e il sostegno dimostratici, non è però riuscito a trovare un nuovo spazio in cui poter avviare una nostra sede; così abbiamo optato per un piccolo capannone in affitto nella zona del Canneto».

«Purtroppo – continua – la struttura disponibile non ci consente di poter conservare tutti i kayak e le varie attrezzature necessarie, se non 30 per i nostri soci. Da qui la decisione di sospendere tutte le attività rivolte al sociale, in particolare con i ragazzi alle prese con vari disagi familiari e sociali. Proseguiremo solo il percorso con i diversamente abili, verso cui sento, dopo ormai tanti anni, un legame molto profondo». Le prime uscite stagionali dovrebbero essere fatte verso la fine di maggio o nei primissimi giorni di giugno.

«Impossibile iniziare prima – afferma Oneri – perché le attrezzature necessarie per proteggersi sono piuttosto costose e quindi aspetteremo una certa stabilizzazione climatica. Andremo avanti fino a settembre ed il punto più importante della nostra stagione sarà il raduno kayak, previsto per i primi di luglio».«Visti i meriti e la valenza  – è l’appello conclusivo del presidente del Kayac club – riconosciutici per le nostre attività, spero quanto prima ci venga data una mano per proseguire, nelle migliori condizioni, in questa nostra passione portata avanti da quattro anni».

by -
0 1596

Luana BoellisGALLIPOLI. Quando si dice “una vita di corsa”. Luana Boellis (foto), podista dell’Asd Atletica Anxa Gallipoli, sta vivendo un 2014 di grandissimi risultati sportivi. Dopo gli ottimi tempi con altrettanti importanti piazzamenti nella “Cross del Salento”, ad Ugento, nella “Mezza Maratona dello Jonio”, a Gallipoli, e nella “Mezza Maratona” di Lecce, sono arrivate le gare di Carovigno e Massafra, che hanno portato l’atleta gallipolina per la prima volta fuori dai più stretti confini territoriali, in cui Luana si è classificata al primo posto tra le donne.

«Abbiamo deciso di spingerci fuori dalla provincia per cercare di accumulare punteggio per “Corripuglia” – spiega la Boellis – ed è questo l’obiettivo di squadra: infatti, acquisendo più punti Gallipoli potrebbe essere inserita come tappa di questo campionato ed inoltre potremmo raccogliere un maggior numero di partecipanti all’appuntamento della Maratonina dello Jonio».Come ogni atleta che si rispetti non ci sono solo obiettivi di squadra da perseguire ma anche, se non soprattutto, dei traguardi personali. «Nella “Stramassafra” sono riuscita a correre con un tempo medio di 3’ e 48’’ per km percorso, un risultato che sicuramente mi soddisfa ma che, seguendo degli allenamenti particolari, sto cercando di migliorare. Punto ad abbassare ulteriormente il tempo a 3’ 45’’, dovessi riuscirci potrei essere tra le prime a livello regionale».

Luana è convinta di vivere la fase migliore della sua carriera di podista, spinta da nuovi meccanismi psicologici: «Prima, anche quando ottenevo dei risultati positivi, mi accontentavo; adesso, invece, punto sempre a migliorarmi, comunque consapevole dei miei limiti». E senza dimenticare la sua principale attività, l’essere mamma: «La corsa, per me, è e resterà un hobby – conclude Luana Boellis – non voglio sacrificare i tanti impegni familiari».

by -
0 1026
Basket Una fase della partita

La squadra durante l’ultima partita

GALLIPOLI. La partenza era stata piuttosto complicata. I ragazzi hanno pagato dazio ad un torneo nuovo, all’esperienza ed a qualche incidente sfortunato di troppo ma, dopo un inizio in salita, il percorso dell’Asd Basket Gallipoli nel campionato “Open” è cambiato radicalmente.Una vittoria la medicina migliore, per riprendere entusiasmo e convinzione: ed ora la formazione di coach Pacella non vuole più fermarsi, così dopo le tre sconfitte in avvio ed il ko contro l’inarrestabile Maglie, sono arrivati ben quattro successi per i cestisti gallipolini.

«I ragazzi si sono ripresi alla grande – spiega l’allenatore, Francesco Pacella  – e siamo riusciti a risalire la classifica. L’ultima vittoria, contro il Monteroni, è stata spettacolare, il gruppo ha eseguito alla lettera tutte le mie indicazioni e ci siamo imposti contro una squadra che ha grande tradizione. Siamo in piena zona playoff, vogliamo provare a raggiungerli». Subito positivo, invece, il cammino degli Allievi nel torneo Under 17, con un’affermazione senza appello sul Tricase che regala al team ancora più consapevolezza della propria forza. «Ci siamo imposti alla grande – ammette il coach -. In questo campionato, inutile nasconderlo, siamo i favoriti: puntiamo al primo posto per avere poi la possibilità di ripetere l’esperienza straordinaria delle finali nazionali».

Spazio anche ai più piccoli del Basket Gallipoli: la settimana prossima, infatti, partirà il campionato Under 14, in cui si confronteranno diverse squadre molto organizzate per una serie di incontri interessanti. «La stagione sta entrando nel vivo – conclude Pacella – e non mancano incombenze e difficoltà. Ma il nostro obiettivo, al di là dei buoni risultati che stiamo raggiungendo, è quello di far crescere e divertire in modo sano tutti i nostri ragazzi». C’è da scommettere che ci riusciranno.

 

Mattia Negro (foto di Emilio Passeri)GALLIPOLI. Il Friuli Venezia Giulia, nella settimana dal 13 al 19 aprile prossimi, sarà teatro della 53esima edizione del “Torneo delle Regioni”, la più importante manifestazione di calcio giovanile organizzata dalla Lega nazionale dilettanti. La kermesse, riservata alle squadre regionali juniores (nati a partire dal 1° gennaio 1995), vede la Puglia inserita nel girone A insieme a Sicilia, Umbria e Campania: nella scorsa stagione il cammino della formazione pugliese si interruppe in semifinale, quest’anno c’è la volontà, se possibile, di migliorare, e perché no, provare a vincere il torneo.

Ci sarà anche un rappresentante del Gallipoli, gallipolino doc, tra i convocati del commissario tecnico Massimiliano Tangorra per l’esperienza friulana: Mattia Negro (nella foto di Emilio Passeri). Il giovane attaccante pone, in prima analisi, l’accento sulle potenzialità della squadra. «Siamo sinceramente un bel gruppo  – ammette – e ci sono tutte le potenzialità per far bene. Il mister ci ha detto che, per ottenere il passaggio del turno, sarà fondamentale la prima partita: andremo in Friuli con grandi motivazioni consapevoli che la cosa più importante è dare sempre il massimo».

Aspettative elevate, e non potrebbe essere diversamente, per questa esperienza. «Mi trovo bene con tutti i componenti del gruppo e anche con mister Tangorra. Vogliamo riuscire ad arrivare quando più in fondo possibile alla competizione, speriamo bene. Chissà, poi, che non possa essere anche una buona vetrina a livello personale». Chiusura dedicata al suo Gallipoli ed allo straordinario traguardo, la Serie D, che i giallorossi stanno inseguendo: «Nelle prossime partite  – conclude Negro – il nostro compito è quello di vincere sempre, in modo da poter arrivare all’ultima giornata in testa e poter festeggiare la promozione insieme ai nostri tifosi».

by -
0 1521

Windsurfer all'operaGALLIPOLI. Sarà un appuntamento di quelli da non mancare per tutti gli appassionati di vela e non solo. Dal 30 giugno al 5 luglio prossimi, Gallipoli diventerà  teatro del “Formula Windsurfing World Championship 2014”, competizione internazionale di windsurf che sbarca nel Salento per la prima volta in assoluto.
La manifestazione, che dovrebbe vedere ai nastri di partenza circa 200 windsurfer provenienti da tutto il mondo per solcare le acque dello Ionio, avrà una duplice valenza: da un lato i partecipanti si contenderanno la vittoria del titolo mondiale di windsurf, dall’altro sarà considerata tappa per il campionato europeo e dunque saranno importanti i punteggi realizzati per gli atleti del “vecchio continente”.

Il campo di gara scelto è un percorso intorno all’Ecoresort Le Sirenè, che presenta tutte le credenziali necessarie, a livello geografico e climatico, per lo svolgimento della competizione.    Gallipoli può appendere, così, un’altra medaglia al suo già prestigioso palmares, essendo stata scelta come location italiana nonostante la concorrenza di altre rinomate località. Grande merito per l’assegnazione del mondiale va alla sezione velica dell’Istituto tecnico nautico, accreditatosi per ricevere l’evento ed in grado di spuntarla grazie ad una tenacia senza eguali ed alle grandi competenze tecniche dimostrate da un curriculum di assoluto rispetto. Per le iscrizioni e tutte le informazioni legate al programma della competizione è possibile consultare il sito ufficiale www.surfingitalygallipoli.com.

by -
0 1458

basketGALLIPOLI. È stato un avvio di campionato difficile per l’Asd Basket Gallipoli (foto), in un torneo nuovo, quello “Open”, che per la prima volta ha messo di fronte i ragazzi di coach Francesco Pacella a formazioni più esperte sia dal punto di vista tecnico-tattico che da quello anagrafico. Ma le tre sconfitte in altrettanti incontri non sembrano turbare il trainer gallipolino.

«Sapevamo di imbatterci in una nuova realtà, più dura rispetto a quella a cui eravamo abituati – spiega Pacella – inoltre, abbiamo incontrato tante difficoltà dettate da una serie sfortunata di infortuni che ci hanno privato di diversi elementi importanti. I tre ko, maturati sempre con uno scarto minimo, hanno messo in evidenza la voglia di lottare di questi ragazzi e di essere una squadra vera, perciò non posso che essere soddisfatto».

Ma ci sono anche altri aspetti positivi, che riguardano tutto il movimento. «La cosa più bella che stiamo registrando – ammette il coach – è la crescita notevole dei ragazzi iscritti. Non nego che abbiamo un bel da fare per riuscire ad incastrare gli orari dei vari gruppi di allenamento e di trovare uno spazio per tutti. A questo proposito, ci tengo a ringraziare per la sua grande disponibilità e per la comprensione che ci ha dimostrato la professoressa Antonella Manca, dirigente scolastico dell’istituto “Q. Ennio”». Ed anche le altre categorie sono pronte per esordire in questa nuova stagione: a breve, infatti, partirà il campionato Under-17 e si disputerà un torneo riservato agli Under-14.

by -
0 1523

Elviro NapoliGALLIPOLI. Dal 27 febbraio al 4 marzo andrà in scena l’undicesima edizione del “Torneo Carnevale di Gallipoli Coppa Santa Maria di Leuca”, un grande classico, ormai, del calcio giovanile, riservato alla categoria “Esordienti” (nati nel 2001).

Per la prima volta parteciperà alla competizione il Gallipoli Football 1909, con una formazione appartenente al settore giovanile del club ionico e non con una rappresentativa mista, come accaduto in precedenti edizioni. «Si tratta della prima partecipazione ad un torneo internazionale – spiega Elviro Napoli, responsabile del settore giovanile del Gallipoli – voluta dalla società e dal presidente Barone. La nostra sarà una squadra composta non soltanto da gallipolini ma anche da ragazzi dei paesi limitrofi, come Ugento, Taviano, Racale, Melissano e Alliste, che verranno guidati da mister Cristian Margarito».

Già stabiliti i gironi, con il Gallipoli che avrà il duro compito di confrontarsi con società prestigiose del calibro di Milan e Zenit di San Pietroburgo, oltre all’Ostiamare.«Puntiamo a mettere in evidenza i nostri giovani calciatori più promettenti – prosegue Napoli – e, nonostante ci confronteremo con settori giovanili di club professionistici e blasonati, cercheremo di rappresentare al meglio il Gallipoli, sempre con grande umiltà. Questa per noi può essere un’importante vetrina». E la squadra è già al lavoro per non lasciare nulla di intentato.

«Il gruppo allestito per questo torneo sta lavorando a parte – conclude il dirigente – seguito, oltre che dal mister, anche dal preparatore dei portieri, Antonio Antonaci, e dal medico sociale del Gallipoli. Vogliamo davvero mettere i ragazzi nelle condizioni di allenarsi al meglio delle loro capacità. L’augurio è che tutti, sia dentro che fuori dal campo, possiamo affrontare nel modo giusto questa nuova esperienza».

by -
0 1242

Vanessa CampagnoloGALLIPOLI. Tutto pronto per la quarta edizione dell’evento “Lecce Cosplay&Comics”, in programma nel capoluogo salentino sabato 18 gennaio. La manifestazione, che ha visto la luce per la prima volta nel 2010 grazie ad un gruppo di appassionati del settore, si svolgerà presso le “Officine Cantelmo” e sarà aperta al pubblico dalle 10 alle 19.

Saranno diverse le novità rispetto agli anni precedenti, in particolare la presenza di un’area fieristica sul mondo dei comics e games e l’organizzazione di diversi workshop dedicati ai fumetti, tenuti da professionisti del settore. «Il cosplay è una forma d’arte – racconta uno degli organizzatori, Vanessa Campagnolo, gallipolina d’adozione  – per la quale gli appassionati ricreano nei minimi dettagli, dal vestiario al comportamento, personaggi del mondo di anime manga, film, fumetti, serie televisive.

Negli anni scorsi questa esperienza è nata come un semplice raduno cosplay ed abbiamo riscontrato una buona partecipazione. Quindi l’idea di fare un passo avanti, aggiungendo alla manifestazione altri spunti, iniziative e piccoli intrattenimenti, al fine di trasformarla in una fiera a tutti gli effetti. La nostra intenzione è quella di ingrandirla sempre più nel corso degli anni, sperando di essere supportati da una massiccia presenza di pubblico».

Un evento che si rivolge a tutti, senza distinzioni anagrafiche: «È una kermesse per bambini, ragazzi e famiglie, le attrazioni e le cose da fare sono tante, c’è la possibilità di divertirsi trascorrendo una giornata diversa dal solito», precisa Campagnolo. Come sempre, dietro ogni manifestazione tanto lavoro e tanti riconoscimenti: «Desidero ringraziare – conclude –  tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione della fiera, in particolare Alessandra Casalini, che cura l’aspetto commerciale, e Nicola Fiammata, coordinatore del gruppo di lavoro (entrambi gallipolini, ndr)».

Manchester-City-al-momento-primo-in-classifica

Il Manchester City al momento primo in classifica. Sotto. Giorgio Della Ducata

Gallipoli. Barcellona, Manchester United, Atletico Madrid, Borussia Dortmund, Porto, Juventus: a Gallipoli è sbarcata l’alter ego della Champions League ossia la “Lega Europea”. Dodici formazioni, tutte gallipoline, si stanno dando battaglia in questa prima edizione del torneo di calcio a 7  Aics (Associazione italiana cultura e sport), ospitato dal campo della parrocchia di San Gerardo, che le vedrà impegnate fino a maggio.

Giorgio-Della-Ducata«L’idea è nata – racconta Giorgio Della Ducata, l’organizzatore – dalla considerazione che Gallipoli è sempre stata carente circa l’organizzazione di manifestazioni sportive; così, prendendo spunto da un torneo visto lo scorso anno, ho pensato di lavorare ad uno simile che potesse coinvolgere tutta la comunità. I fatti mi stanno dando ragione, perché oltre ai quasi 200 iscritti, durante ogni partita si registrano centinaia di presenze di persone interessate o che vengono a trascorrere del tempo libero, senza contare i numerosi contatti sul sito web del torneo (www.legaeuropea.it). Tutti i costi sono auto sovvenzionati, non c’è lucro ma solo spirito ricreativo».

Non solo campionato, ci saranno anche due coppe con in palio un premio speciale: «I vincitori della Lega Champions League – conclude Giorgio Della Ducata – riceveranno in premio un viaggio in una capitale europea».

 

La volley Gallipoli under 16

La volley Gallipoli under 16

Gallipoli. Ritenuta il fiore all’occhiello dell’Asd Volley Gallipoli, la formazione Under-16 ha esordito in maniera brillante in questa nuova stagione, confermando tutte le qualità messe già in mostra nel pre-campionato e tenendo fede alle aspettative riposte dalla società. 3 a 1 il punteggio con il quale le ragazze allenate da Francesco Lezzi si sono sbarazzate delle pari età del Collepasso nella prima giornata del torneo, partendo con il piede giusto.

«È davvero una bella squadra – ammette il presidente della Volley Gallipoli, Giorgio Cacciatori – ha svolto una preparazione adeguata, ottimamente diretta dal proprio tecnico. Ho avuto modo di vedere le ragazze all’opera nelle varie amichevoli di avvicinamento al campionato e si sono sempre distinte. Penso ci siano tutti i presupposti per un’ottima stagione, ma le valutazioni le faremo a tempo debito».

Perché, come giusto che sia, una rondine non fa primavera, ma nulla accade per caso, dal momento che la società jonica punta molto sul proprio settore giovanile.

«Di certo c’è – conclude Cacciatori – che il materiale umano a nostra disposizione è sicuramente importante  e noi crediamo molto nel nostro vivaio. Perciò, in collaborazione con i tecnici delle varie formazioni, puntiamo a far crescere in modo sano le nostre ragazze affinché già nell’immediato futuro, possano costituire un prezioso bacino dal qualche attingere per la prima squadra».

by -
0 744

campionato vela d'alturaGallipoli. L’inizio della terza edizione del Campionato invernale di Vela d’Altura è slittato di qualche settimana. Gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo, perciò la prima delle cinque prove è saltata per cause di forza maggiore. «La regata è stata rinviata – spiega il presidente della  sezione gallipolina della Lega Navale, Pantaleo Bacile – a causa della presenza di un sottomarino impegnato in alcune esercitazioni in prossimità dello spazio d’acqua che avrebbe interessato la gara. Si ripartirà, quindi, il 3 novembre con il “Trofeo della Tonnara”. La data utile in cui pensiamo di poter recuperare questa prima regata è l’8 dicembre. Comunque, si respira già grande entusiasmo per questo campionato e i quindici iscritti lasciano presagire una manifestazione divertente e di ottimo livello».

Le altre date delle restanti prove sono il 17 novembre, l’1 dicembre e la chiusura il 15 dicembre con la “Regata di Natale”.

by -
0 876

Kajak 2

GALLIPOLI. Tempo di bilanci per l’associazione Kayak Club di Gallipoli, dopo una stagione intensa e gratificante, protesa a coniugare l’ambito sportivo con quello  sociale. «È stata una stagione meravigliosa – afferma il presidente Carmelo Oneri – conclusa alla grande tra gli apprezzamenti dei genitori dei ragazzi, delle scuole, delle organizzazioni per disabili ed anche del Dipartimento di Giustizia minorile. Nel sociale l’impatto che abbiamo avuto è stato molto importante e di altissimo livello».

Ma all’orizzonte si profilano già nuove beghe, la prima, quella più annosa, relativa alla sede del Kayak Club. «Siamo stati finora ospiti – spiega Oneri – della Lega Navale che ci ha però chiesto di liberare lo spazio da noi occupato entro il 30 settembre, per l’inizio dei lavori di costruzione di un capannone. Naturalmente questa situazione di disagio ci ha portato ad interloquire con l’Amministrazione comunale, alla quale abbiamo richiesto di poter avere in concessione un piccolo spazio nell’area portuale alle spalle del Canneto, in modo tale da poter avviare una nostra sede e diventare pienamente autonomi.

L’Amministrazione si è naturalmente dimostrata molto sensibile, forse le uniche difficoltà potrebbero essere di natura tecnica ma credo che con un po’ di attenzione e buon senso il problema si possa risolvere». Perché l’associazione è sempre più determinata a recitare un ruolo da protagonista: «Vogliamo restare nel tempo – conclude il presidente del Kayak Club – una bandiera per le attività sociali»

by -
0 937

cheerleader-gold-starsSquadra-al-completo-con-don-Gigi-De-RosaGallipoli. Le Gold Stars Cheerleaders (foto) di Gallipoli non conoscono pause: nonostante l’estate, infatti, le ragazze non hanno sospeso nessuna delle attività svolte, seguite sempre con attenzione dal coach federale Vanessa Campagnolo. «Non ci siamo mai fermate – ammette – sia negli allenamenti che nelle esibizioni di contorno a varie manifestazioni a Gallipoli e nei paesi limitrofi. Ma da settembre abbiamo intensificato il lavoro, il nostro obiettivo è prepararci al meglio per ben figurare al prossimo campionato nazionale previsto in marzo».

Ma in cantiere ci sono delle novità: «Siamo partiti – racconta il coach – con una nuova categoria, le “Mini Gold Stars”, per bambini di età compresa tra i quattro e i nove anni, all’interno di un progetto in collaborazione con la scuola di Via Gorizia, “Easy Cheerleading”. Si tratta di un percorso per avviare i più piccoli al cheerleading, facendoli svolgere quattro o cinque lezioni ed un piccolo saggio finale». «Stiamo inoltre valutando – prosegue la Campagnolo – di allestire nei prossimi mesi un contest regionale con la conseguente organizzazione di un mini campionato in Puglia; al momento è un’idea che spero possa concretizzarsi quanto prima». Uno sport, il cheerleading, che sta vivendo una fase di crescita: «Sicuramente – conclude – è un’attività che colpisce, specie i più piccoli, per via delle evoluzioni acrobatiche. E poi è aperta a tutti, dal momento che non sono richieste particolari abilità».

giacinto scigliuzzo atletica gallipoliGALLIPOLI. L’Asd Atletica Gallipoli non smette un momento di correre. Un gioco di parole quanto mai appropriato per un’associazione che è sempre molto attiva e continua a riscuotere adesioni e partecipazione crescenti. Così tra una gara e l’altra si è deciso di iniziare a programmare per tempo quello che è l’appuntamento più importante per la podistica gallipolina, la “Mezza Maratona dello Jonio”, una delle tappe del Campionato nazionale di Mezza Maratona, prevista per il prossimo febbraio.

«Stiamo cercando di organizzare la manifestazione per tempo – spiega uno dei membri del consiglio direttivo, Giacinto Scigliuzzo (foto) – in modo da non farci trovare impreparati. L’anno scorso siamo stati costretti a chiudere le iscrizioni, non ci aspettavamo una partecipazione così massiccia; forti di questa esperienza, l’obiettivo per la prossima edizione è quello di superare il numero dei partecipanti della scorsa, circa 1000, di qualche centinaia di unità. Con una novità assoluta: a tutti coloro che taglieranno il traguardo verrà consegnata una medaglia». E sempre a proposito di novità, da quest’anno ce n’è una che riguarda il gentil sesso: per la prima volta, infatti, le donne potranno essere tesserate dall’associazione e prender parte alle gare.

by -
0 1330

rita magno gallipoli 3

GALLIPOLI. La Gallipoli sportiva continua a far parlare, bene, di sé in ambito nazionale: la città così può gioire per un nuovo, prestigioso e, per certi versi, inaspettato traguardo. Ad eccellere, nel campo dell’equitazione, è stata Rita Magno, appena 12 anni d’età, che negli “Assoluti di salto ad ostacoli”, campionato promosso dalla Federazione italiana sport equestri svoltosi la scorsa settimana, si è classificata terza, tornando a casa con una straordinaria medaglia di bronzo. Un risultato reso ancora più spettacolare dalla considerazione che, per la giovanissima amazzone gallipolina, quella dell’Arezzo Equestrian Centre, è stata la prima gara di livello nazionale.

Rita Magno ha gareggiato nella categoria “Children”, nella quale si è confrontata con oltre sessanta concorrenti, cavalcando, per la prima volta, “T.La.Loi”. Sembra che sia stato lo zio ad avvicinare la piccola ai cavalli, ma solo da due anni Rita ha iniziato a praticare questo sport a livello agonistico, allenandosi presso il Circolo ippico “Greenvillage” di Alezio, potendo contare sulla preziosa guida dell’istruttore Gianni Negro di Tuglie e scalando in fretta le categorie a conferma di un talento e di un feeling naturale con l’equitazione. Fino ad arrivare all’importante appuntamento degli “Assoluti”, che l’ha proiettata nelle prime posizioni della graduatoria degli atleti under 14 di Puglia.

Oltre a Rita Magno, la squadra salentina  in Toscana era composta da un’altra gallipolina, Alessia Di Sansebastiano, Lucia Romano di Supersano, Maria Luisa De Vitis e Andrea Pennetta di Lecce, Luca Turrisi di Ceglie Messapica e Vincenzo Magnifico di Martina.

by -
0 968
Francesco Pacella

Francesco Pacella

GALLIPOLI. Stagione nuova, problemi vecchi. Nonostante i risultati straordinari ottenuti nell’annata scorsa, con la partecipazione alle fasi nazionali del campionato Csi, sembra non esserci pace per l’Asd Basket Gallipoli, che rischia di restare senza un posto dove poter lavorare. «Stiamo lottando contro le istituzioni – spiega il coach Francesco Pacella (foto)- per capire dove e se potremo allenarci, dal momento che ci è stata negata la possibilità di utilizzare la palestra dell’Istituto commerciale di Gallipoli. A scanso di equivoci, io capisco bene come la palestra sia un bene della scuola, che ha tante esigenze da coniugare, ma noi non abbiamo nessuna pretesa e con un po’ di buon senso si potrebbe trovare una soluzione valida per tutti, considerato che comunque svolgiamo un’attività sportiva e formativa dando risalto al nome di Gallipoli».

A fronte di qualche problema organizzativo, potrebbero esserci anche delle interessanti novità: «Sto valutando la possibilità – prosegue il trainer – di iscrivere la squadra al campionato regionale di Serie D; qualora non ci riuscissi, andremo avanti con l’Under 17. Naturalmente un nostro punto cardine sarà sempre il Mini-basket». L’inizio dei corsi per la nuova stagione è previsto per giovedì 1 ottobre e la partecipazione sembra in costante crescita: «Ricevo ogni giorno – conclude Pacella – numerose chiamate da genitori che chiedono informazioni per iscrivere i propri figli. È un dato importante, si prospetta una stagione gratificante e di grande livello».

by -
0 1365

Gruppo S. lazzaro al completo

GALLIPOLI. La formazione “Pre-adolescenti” della Polisportiva San Lazzaro si è laureata campione d’Italia nelle fasi finali del torneo di calcio a 7 Anspi, svoltesi a Bellaria-Igea Marina dall’1 al 4 settembre.

Quella dei ragazzi di mister Massimo Cortese non è stata solo una vittoria, ma un’autentica marcia trionfale: 9-1 alla “Granarolo” di Bologna, 7-1 alla “Morello” di Foggia, 14-1 alla “Regina Pacis” di Roma, 4-1 alla “Oratorio Fionda Bagnolo” di Milano, in semifinale il 2 a 1 contro “Oratorio Fionda San Luigi” di Milano e la finalissima vinta senza appello per 8 a 0 contro la “S. Antonio Abate” di San Severo.

«È impossibile mascherare la felicità per questo grande traguardo – commenta mister Cortese – inaspettato alla vigilia e difficile da raggiungere, anche perché abbiamo affrontato vere e proprie scuole calcio che di oratorio avevano solo il nome: la soddisfazione per aver vinto è, quindi, ancora più grande».

Dietro una grande impresa ci sono sempre tante preziose collaborazioni: «Voglio ringraziare il Montefiore, per averci ospitati sui propri campi da gioco sia per gli allenamenti che per le gare ufficiali – prosegue – e il nostro ds Gregorio Rutigliano, un riferimento sempre presente in tutte le attività».

Anche per i più piccoli, gli “Aspiranti”, il risultato è stato molto positivo, un quarto posto che ha però lasciato una punta di rammarico nel gruppo: «In semifinale – spiega Cortese – c’è stato un accoppiamento quantomeno ambiguo, con la squadra più forte il Monticchio, che era arrivata prima nel girone come noi.

Ma resta immutato tutto ciò che di straordinario abbiamo fatto, sia dentro che fuori dal campo. Un grande applauso per tutti i nostri piccoli campioni, un grazie all’allenatore Luigi Boellis e al nostro presidente Don Santo, per averci dato la possibilità di vivere questo sogno: abbiamo vinto tutti quanti».

Tennis tavolo

GALLIPOLI. Dopo la salvezza conquistata da matricola nel campionato scorso di C2, per il “Città Bella”, formazione di tennis tavolo, si prospetta una importante novità ai nastri di partenza della prossima stagione: con lo scioglimento della “Polisportiva Libertas De Vittorio”, l’altra formazione gallipolina militante nel girone, i “Quattro moschettieri” avranno l’onere e l’onore di tenere alto il nome di Gallipoli, essendo l’unica squadra rimasta in una categoria di assoluto prestigio. «L’obiettivo sarà quello di salvarsi – afferma il vicepresidente del team, Roberto Cataldi – anche nell’ultimo match disponibile, consapevoli delle maggiori difficoltà da affrontare dal momento che il livello medio del torneo si è alzato notevolmente». E secondo un vecchio adagio dello sport, squadra che vince non si cambia: saranno sempre Davide Tuccio, Nico Fedele, Roberto Cataldi e Stefano De Pascalis, i componenti della squadra per la prossima stagione: «Non vogliamo farci trovare impreparati – conclude Cataldi – quindi abbiamo iniziato già dal termine del campionato scorso ad allenarci: abbiamo intenzione di consolidarci in una categoria importante».

by -
0 926

claudio polo

GALLIPOLI. Il 3 agosto si è svolta a Marittima di Diso, novità assoluta in Puglia, la prima edizione della “Retrosalento”, una competizione insolita ma non per questo meno avvincente e divertente: la particolarità della gara è stata nel suo svolgimento che prevedeva di percorrere, correndo all’indietro, un tragitto di 1 km e 50 metri da ripetere due volte.

Ad imporsi in riva all’Adriatico è stato un “retrorunner” dell’Atletica Gallipoli, Claudio Polo, giunto per primo al traguardo con il tempo di 13 minuti e 20 secondi. «Posso dirvi che sembra facile – ha commentato il vincitore – ma solo provando a correre anche per cento metri al contrario si può realmente capire la difficoltà di questa gara». Che ha comunque appassionato sia i partecipanti che i numerosi presenti: «È  stata una gara molto divertente – conclude Polo – ed anche gli spettatori sono rimasti colpiti dalla particolare modalità di corsa. Ringrazio il delegato Airr, Daniele De Martinis, per avermi dato la possibilità di prendervi parte». De Martinis (a sinistra), di Galatone, è uno specialista in questo tipo di corse estreme, come retrorunning e corsa in salita di lunghe scalinate.

by -
0 1127

Basket la squadraGallipoli. Probabilmente non è andata come ci si aspettava dal punto di vista sportivo, ma l’esperienza degli Allievi del Basket Gallipoli a Lignano Sabbiadoro, per le fasi nazionali del campionato Csi, è stata comunque un grande successo. I ragazzi di coach Pacella hanno rappresentato al meglio il nome di Gallipoli, uscendo sempre dal rettangolo di gioco tra gli applausi di pubblico ed avversari. «Purtroppo siamo capitati in un girone di ferro – racconta l’allenatore – con Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto, regioni in cui c’è la cultura del basket, vissuto alla pari di altri sport come il calcio. Soprattutto l’Emilia Romagna schierava in campo molti atleti di statura superiore ai 2 metri e stranieri. Noi ci abbiamo dato dentro, facendo il massimo: ricevere i complimenti di tutti è stata una grande soddisfazione».

Nessuna recriminazione quindi, solo la soddisfazione di esserci stati, dimostrando di essere un gruppo coeso e pieno di valori: «Se dovesse capitarmi di vivere ancora un’esperienza del genere – ammette il coach – vorrei rifarla con dei ragazzi straordinari come questi. Sono stati tutti esemplari, ma il mio grazie è giusto vada anche a dirigenti e collaboratori che mi hanno aiutato in questa piccola impresa. Mi auguro che anche noi potremo competere con questi livelli di organizzazione».

 

 

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...