Home Authors Posts by Lorenzo Falangone

Lorenzo Falangone

310 POSTS 0 COMMENTS

Nardò – Si è svolto nella mattinata di domenica 15 aprile, presso il centro sportivo “Vacanze serene”, il torneo di calcetto “Nardò Cup”, rivolto ai ragazzi under 21. Organizzato dal consigliere comunale delegato allo Sport Antonio Tondo e dal presidente della consulta dello Sport Tony De Paola, il torneo ha coinvolto 80 ragazzi – provenienti da Nardò e paesi limitrofi – che hanno composto le otto squadre partecipanti. Trofeo al cielo per il “Paris San Gerardo” che in finale ha piegato l’Aston Birra. Miglior giocatore del torneo Federico Qualtieri, palma di miglior portiere a Lorenzo Dell’Anna. Hanno diretto gli incontri gli arbitri Antonio Re e Fernando Falangone. Ad allietare la mattinata il deejay Matteo Filieri e la fotografa Chiara Ligorio.

«È stata una mattinata all’insegna del divertimento – ha commentato Tondo – e siamo felici per il coinvolgimento di un cospicuo numero di ragazzi. Proseguiremo nella organizzazione di iniziative della medesima impronta col fine di coinvolgere ragazzi e adulti in svariate discipline sportive». «Quando così tanti ragazzi si divertono – ha aggiunto De Paola – per noi organizzatori è l’apice della gioia. Non intendiamo fermarci qui: ci sono numerosi eventi in scaletta, fra cui “Bici in Festa” del prossimo 2 giugno, la pedalata che coinvolge le famiglie neretine per le vie della nostra città».

Nardò – Come avvicinare i ragazzi ad uno degli sport più nobili e antichi del mondo? Il Circolo tennis “I Campetti” di Nardò ci ha pensato su e poi è sbarcato nelle scuole grazie al progetto “Racchette di classe”. Così, negli ultimi mesi, sono stati coinvolti i ragazzi delle classi terze, quarte e quinte degli istituti di scuola primaria neretini. Tutti con la racchetta in mano per uno sport che regala emozioni. “Racchette di classe” si è concluso lo scorso 14 aprile, quando nel circolo di via Bonfante i ragazzi hanno partecipato ad una festa in compagnia dell’istruttore che ha curato il progetto, Donato Marrocco. Ad allietare il pomeriggio le performance del mago Rocky Di Maggio.

«In questo modo – sottolinea lo stesso Marrocco – abbiamo cercato di sensibilizzare i ragazzi, già in tenera età, ad uno sport come il tennis capace di insegnare valori importanti sul piano umano. Il nostro circolo ha sempre avuto un occhio di riguardo nei confronti dei più giovani, prova ne è la partecipazione a diversi campionati riservati a ragazzi e ragazze». «L’Amministrazione comunale – afferma Antonio Tondo, consigliere comunale delegato allo Sport – ha accolto con favore tale progetto, apprezzando l’impegno e l’amore per il tennis del circolo neretino. Da parte mia, è stata una grande emozione ammirare lo scorso 14 aprile tanti giovani entusiasti di ritrovarsi per praticare attività sportiva. Un’iniziativa senz’altro da elogiare».

Nardò – La spontaneità e la naturalezza nel ritrovarsi tutti assieme per condividere delle ore in compagnia “appesi” agli aquiloni. Il prossimo sabato 21 aprile, dalle ore 16.30 alle 19.30, presso l’Area mercatale di Nardò avrà luogo la “Festa degli aquiloni”. Un momento di serenità dedicato ai più piccini nel quale dapprima si imparerà a costruire un aquilone, poi via al volo libero degli stessi con giochi e premi per i bambini, l’anima e il motore della festa.
I bambini dovranno munirsi della carta dell’uovo di Pasqua, a tutto il resto pensa l’associazione organizzatrice, Archeoclub Terra d’Arneo della presidente Antonietta Martignano (foto), coadiuvata dal consigliere comunale delegato allo Sport, Antonio Tondo e dal presidente della consulta dello Sport, Tony De Paola.
Allieterà il pomeriggio Chiara Ligorio con i suoi scatti fotografici. Alla “Festa degli aquiloni” parteciperanno anche i gruppi scout di Nardò e Veglie. L’evento si avvale del patrocinio del Comune di Nardò.

Nardò – Nuova sede per la Pro loco Nardò e Terra d’Arneo. Sabato 7 aprile, alle ore 18:30, appuntamento in piazza Cesare Battisti per il taglio del nastro della nuova “casa” – posta all’entrata del Castello Acquaviva – della Pro loco guidata dal presidente Carlo Longo. Dopo i saluti del vice sindaco di Nardò Oronzo Capoti, del consigliere regionale Cristian Casili, del presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone e dell’onorevole Soave Alemanno, interverranno l’assessore al Turismo di Nardò Giulia Puglia, il presidente GAL Terra d’Arneo Cosimo Durante, il presidente provinciale Unpli Rocco Sparascio e il presidente della Pro loco Nardò e Terra d’Arneo Carlo Longo. Chiuderà la presentazione moderata da Giovanni Malacari, direttore di Oltreme.it, il presidente regionale Unpli Rocco Lauciello. A conclusione dell’inaugurazione sarà offerto un creativo buffet a cura dello chef Salvatore Lega accompagnato dalle note musicali di Tommaso Zuccaro.
La sede della Proloco Nardò e Terra d’Arneo sarà info point, accoglienza turistica, promozione del territorio ed eventi.

by -
0 277

Nardò – Maglie e scarpini alla mano, in arrivo la “Nardò Cup”. Il prossimo 15 aprile, presso il centro sportivo “Vacanze Serene”, a partire dalle ore 9 si terrà il torneo amatoriale di calcetto organizzato da Antonio Tondo e Tony De Paola, rispettivamente consigliere comunale delegato allo Sport e presidente della consulta dello Sport. Sarà un torneo interamente rivolto agli under 21 e si svolgerà tutto in una mattinata. Sono previsti premi per tutte le squadre, oltre a quelli individuali di miglior portiere e miglior giocatore. Durante il calcetto l’intrattenimento musicale a cura del deejay Matteo Filieri e gli scatti fotografici di Chiara Ligorio.

«Dopo “Soccer & School”, il torneo riservato alle scuole – hanno fatto sapere gli organizzatori – abbiamo deciso di proporne uno nuovo dedicato ai ragazzi sino ai 21 anni, avendo registrato tante richieste in tal senso. Dal canto nostro, come di consueto, ci auguriamo che sia una festa del fairplay e dello sport nel segno della partecipazione e del divertimento». Prenotazioni entro il 10 aprile: 329/9697356 (Antonio).

Nardò – Pasqua a Pesaro per gli Under 18 della Frata “Andrea Pasca” Nardò. I ragazzi classe 2001 guidati da coach Michele Battistini (nella foto) partiranno domani, venerdì 30 marzo, alla volta delle Marche per il torneo “Ciao Rudy”. I granata figurano nel girone A con Uisp XVIII Roma, Basket Galbiate e My Basket Genova. Tra venerdì e sabato i match relativi ai gironi con formula all’italiana e gare di sola andata: le prime due classificate accederanno alle semifinali (in programma domenica 1 aprile), nel lunedì di Pasquetta le finali.

Gli Under 18 esordiranno venerdì alle ore 21,15 contro Genova, quindi sabato gli altri due match, con Roma alle 11 e con Galbiate alle 19. «Si tratta di un torneo – afferma coach Battistini – nel quale andremo a confrontarci con squadre di ottimo livello provenienti da tutto il territorio nazionale. Lo affronteremo con l’intento di divertirci e, al tempo stesso, preparare nel migliore dei modi i play off del nostro campionato».

I play off che metteranno di fronte Fracasso e compagni ai pari età del Taranto: data da definire per gara 1 (tra il 9 e il 13 aprile in terra tarantina), gara 2 tra le mura amiche del “Pala Andrea Pasca” il 19 aprile; eventuale gara 3 a Nardò.

Nardò – C’è una linea sottile che lega Nardò a Genova, il Porto antico a piazza Salandra. È la linea sottile tracciata da Domenico Carratta, genovese doc ma originario neretino, che giovedì 29 marzo (ore 18.30) presenta nell’aula consiliare di Palazzo Personè il suo libro “Emi… grato a Nardò”, una raccolta di racconti su una terra che non ha mai dimenticato. «Ho vissuto Nardò nell’infanzia, negli anni ’60 – ricorda Carratta – mio nonno, reduce di guerra, era un allevatore di bestiame, aveva le mucche in casa, ma a mio padre non piaceva tale vita, pertanto decise di emigrare a Genova. Tuttavia, la nostalgia di casa si è sempre fatta sentire e papà ci costringeva a tornare in Salento per un mese in ogni periodo estivo. Non era una festa per noi venire giù, ma non era una festa neppure andarsene, perché pian piano ci si affezionava al territorio, al mare, al cibo».

Così pian piano il legame tra Carratta e Nardò è andato crescendo: ha iniziato a pubblicare dei brevi racconti su Facebook, sino alla scelta di pubblicare un vero e proprio libro, “ma non sono un nostalgico in senso stretto – rivela l’autore genovese – quel sentimento per il quale si tende a pensare che una volta si stava meglio, che era tutto più bello, non è così”. «Mi piacerebbe però – aggiunge – che la gente prendesse coscienza, ad esempio, di cosa c’è dietro al Chiostro dei Carmelitani, io lo immagino ancora come una volta con tutte le scamorze appese. Tutto ciò è raccontato nel libro, con gli occhi di un bambino, i miei occhi di una volta». C’è un luogo, il cuore di Nardò, che emoziona Carratta ogni volta che fa visita in Salento, “ed è senz’altro Piazza Salandra”. «Ricordo il Toro, completamente cambiato rispetto ad una cinquantina di anni or sono. Prima era un luogo di ritrovo per gli uomini che discutevano dell’economia del paese, ora la piazza è un grande salotto a cielo aperto. Ma da Genova ho portato con me la mia bicicletta: è impossibile non visitare le marine: Sant’Isidoro, Santa Maria al Bagno, Santa Caterina – conclude – sono posti incantevoli».

La presentazione del libro è una iniziativa del gruppo consiliare “Giovani in Azione”, a cura del consigliere comunale Giuseppe Verardi (nella foto con l’autore a sinistra). Carratta dialogherà con il professor Roberto Russo, docente e vicepreside dell’istituto “E. Vanoni”.

Nardò – Pasquetta tra le bellezze neretine. Viaggiemiraggi Puglia organizza per il prossimo 2 aprile una giornata dedicata alla riscoperta di Portoselvaggio. Dopo il parcheggio dell’auto in via Cantù (Santa Caterina) e il ritrovo ai piedi di Torre dell’Alto alle ore 9, i partecipanti si immergeranno nel paesaggio che caratterizza le oasi di benessere neretine, ricordando l’impegno di Renata Fonte, che tanto si è prodigata contro la cementificazione di quello che è un gioiello della città di Nardò. I pini, la macchia mediterranea, i paesaggi mozzafiato e le grotte degli antenati saranno i protagonisti, assieme a lunghi respiri, chiacchiere e una rifocillante pausa pic-nic. I punti di interesse da esplorare saranno Grotta Capelvenere, Torre dell’Alto, Villa Tafuri, Belvedere “Renata Fonte”, baia di Portoselvaggio, Porto Romano, calcaree, Grotta del Cavallo, Grotta di Uluzzo, Torre Uluzzo e la pineta di Portoselvaggio.

«La difficoltà della camminata è medio-alta – spiega Valentina Pagano, fondatrice di Viaggiemiraggi Puglia – ma grazie al supporto di tutti riusciremo a portare a termine l’esperienza. L’unico tratto più impervio è quello che porta da Grotta del Cavallo a Torre Uluzzo, in quanto cammineremo sulla scogliera, pertanto sconsigliamo la presenza a chi soffre di problemi alle gambe». Si raccomanda un abbigliamento comodo, scarpe da trekking o di ginnastica, bastoncini utili durante il cammino, una macchina fotografica, pranzo a sacco e acqua; ai partecipanti accompagnati dagli amici a quattro zampe, si ricordano guinzaglio e museruola. Rientro previsto per le ore 15. Il costo è di € 5 ed è obbligatoria la prenotazione al numero 349/5265291 (Valentina).

Nardò – Va in archivio la trentesima edizione del “Trofeo Salento”, gara nazionale di surfcasting (pesca dalla spiaggia) organizzata dall’associazione neretina Over Fishing Salento. Lo scorso 17 marzo, dalle ore 16.30 alle 22.30, il litorale jonico-salentino di Ugento (Torre San Giovanni, Torre Mozza, Lido Marini) e Salve (Marina di Pesculuse) ha ospitato circa 150 partecipanti – ai quali si aggiungono accompagnatori ed amanti della disciplina – per un totale di oltre 10.000 concorrenti in tutte le edizioni (la prima nel lontano 1988).

“Amici del Mare” di Brindisi ha vinto il “Trofeo Salento” per società, quello a box alla squadra composta dai brindisini Francesco Destino, Cosimo De Matteis e Salvatore De Tommaso (che si è aggiudicato anche il premio individuale – “Memorial Giovanni Longo”). Attestati di partecipazione a tutte le associazioni partecipanti e a Sergio Fiorentino del Fishing Club Lecce un riconoscimento particolare, in quanto ha preso parte a tutte e trenta le edizioni.

Come in tutte le manifestazioni targate Over Fishing Salento, anche in tale occasione un piccolo contributo è stato donato all’iniziativa sociale “Cuore Amico”. Nelle fasi che hanno preceduto e concluso la parte tecnico-agonistica, il presidente Marco Pisacane ha ribadito all’ampia platea l’importanza dello sfondo solidale che, nel corso degli anni, ha offerto aiuto a chi affronta sofferenza e malattia. Inoltre, l’associazione neretina ha promosso i prodotti tipici salentini: sono stati consegnati ai vincitori venti cesti confezionati con le eccellenze enogastronomiche locali.

L’aspetto emotivo e commovente riguarda gli amici che purtroppo non ci sono più: così come la precedente, anche l’attuale e le future edizioni saranno dedicate a Giovanni Longo, “un nostro carissimo amico – dichiara il presidente Pisacane – che ha speso tanto per questo sport e questo trofeo, vincendo in qualità di commissario tecnico della nazionale under 16 di surfcasting diversi titoli mondiali”. Un lungo applauso, in segno di ringraziamento ha concluso un evento che, come di consueto, non si è fatto mancare proprio nulla.

Nardò – La primavera è alle porte? È allora tempo di un torneo di calcetto, organizzato dal consigliere comunale delegato allo Sport Antonio Tondo. Circa ottanta atleti amatoriali, con età dai 17 ai 45 anni, si sono sfidati presso il centro sportivo “Vacanze serene”. Tutta neretina la finale: Benevento ha battuto Predators per 3-0. Fra i premi individuali spiccano Antonio Cleopazzo del Benevento, miglior giocatore del torneo, e il miglior portiere Andrea De Bellis dei Predators. «È stata una domenica come quelle che ci piacciono tanto – dichiara lo stesso Tondo – nella quale abbiamo trascorso un paio d’ore in amicizia. Mi preme ringraziare i due arbitri, Antonio e Gianluigi Re, che con tanta passione hanno permesso a ragazzi e più anziani di divertirsi in un clima sereno su di un campo da calcio». Prossimo appuntamento: domenica 15 aprile un torneo di calcetto dedicato agli under 21. Presto nuovi dettagli in merito.

Porto Cesareo – Lo spettacolo sulle onde dello Ionio è andato in scena a Porto Cesareo. “King of the Air 2018”, l’appuntamento di kitesurf tenutosi lo scorso 17 marzo presso lo stabilimento balneare “Le Dune”, ha regalato emozioni come nelle previsioni. Il vento e le onde sono stati gli ideali compagni di viaggio per gli organizzatori della Locals Crew Salento, associazione sportiva dilettantistica di Ugento, che si è avvalsa della collaborazione di 3Oceani Sport Center – con sede a Lecce e centri a Porto Cesareo, San Foca e San Cataldo – e con la partnership di Surfinsalento.it.

Sul gradino più alto del podio – in una gara disputata in condizioni meteo marine ottimali – il leccese Stefano Trazza della Scuola Kite Lecce, alle sue spalle Francesco Carlucci (Campi Salentina) e Luca Carone (Barletta). Oltre venti atleti proveniente da ogni angolo della Puglia hanno raggiunto il Salento in batterie da tre squadre per misurarsi in una competizione dall’alto tasso spettacolare.

Si è volato fino a ben 14 metri sopra il livello del mare, grazie ad una forte perturbazione proveniente da sud che ha generato venti di oltre 30 nodi. Gli spettatori, circa 500, hanno reso l’atmosfera di gara frizzante. Un successo sotto tutti i punti di vista frutto dell’unione delle associazioni sportive pugliesi che hanno deciso di camminare insieme allo scopo di dare il giusto risalto agli sport da tavola marini come kitesurf, surf da onda, puddle surf, windsurf, wakeboard ma anche vela, apnea e tutti gli altri sport che possono essere praticati tutto l’anno.

Nardò – Nuovo torneo di calcetto a Nardò. L’oratorio Santa Maria degli Angeli, in collaborazione con l’associazione “Alla conquista della vita”, organizza un torneo di calcio a 5 under 19 denominato “Lo sport è sicurezza”. Avrà inizio il prossimo 24 aprile e potranno partecipare tutti i ragazzi nati dall’1 luglio 1998 e più giovani per un massimo di dieci calciatori per squadre (non più di tre tesserati Figc o partecipanti a campionati regionali). Le gare saranno dirette da arbitri federali Csi e sono previsti premi per tutte le squadre partecipanti che si sommano a quelli individuali destinati al miglior portiere e al miglior calciatore.

«La mia associazione e l’oratorio – dichiara Walter Gabellone, presidente di “Alla conquista della vita” che da anni promuove il concetto di sicurezza stradale – sono unite da un unico scopo: considerare lo sport come un mezzo per garantire ai giovani tranquillità e un ambiente sano. Lo sport è sempre stato una straordinaria cassa di risonanza utile anche per lanciare dei messaggi in merito alla sicurezza stradale e per tale motivo, assieme a Salvatore Russo (responsabile dell’oratorio Santa Maria degli Angeli, ndr) abbiamo pensato di organizzare questo nuovo torneo di calcetto». Attorno ad un pallone per divertirsi ma anche per riflettere: «Purtroppo non si placano le notizie che raccontano di stragi sulle strade – aggiunge Gabellone – e ciò non può che infonderci profondo rammarico. D’altro canto, non posso che esprimere la mia gioia per un’iniziativa come quella del torneo di calcetto che consente ai ragazzi di divertirsi ma, al tempo stesso, di vivere assieme un momento di raccoglimento e di riflessione. Il nostro compito – conclude – è far prendere coscienza ai ragazzi».

Le iscrizioni sono aperte sino al 18 aprile. Per info e adesioni – chiamare dal lunedì al sabato dalle ore 16.30 alle 20.30 – contattare Salvatore Russo al numero 328/1615074.

Nardò – Il Trofeo internazionale Mr. Judo Puglia 2018, svoltosi lo scorso 8 marzo a Martina Franca, ha posto in evidenza, ancora una volta, le qualità dei ragazzi del centro sportivo Ribaudo di Nardò. L’altissimo livello tecnico e la presenza di alcune delle migliori palestre d’Italia non hanno spaventato gli atleti del maestro Antonio Ribaudo.

Tre medaglie tutte femminili: gli ori di Alessandra Ribaudo e Angela Ingusco, alle quali si va ad aggiungere il bronzo conquistato da Asia Schirosi. Tante e positive le prove dei ragazzi del centro sportivo neretino.

Impegno e risultati che non sono passati inosservati, al punto che lo scorso 12 marzo il consigliere comunale con delega allo Sport, Antonio Tondo, si è congratulato col maestro Ribaudo omaggiandolo con una targa celebrativa “per i prestigiosi traguardi raggiunti”. «Ciò non può che darci ulteriori stimoli – afferma Ribaudo – per raggiungere traguardi sempre più prestigiosi. Da parte mia, un sincero grazie al consigliere Tondo, che dimostra grande sensibilità verso tutte le realtà sportive neretine. Infine, il ringraziamento più grande va ai nostri tesserati che, supportati dai genitori, fanno sì – conclude il maestro neretino – che il nostro sogno sportivo diventi realtà»

Nardò – Nardò ha riabbracciato un torneo fra le scuole. Lo scorso 11 marzo, presso il centro sportivo “Vacanze Serene”, si è disputato “School e Soccer”, in altre parole una domenica mattina dedicata al pallone e ai ragazzi. Un evento promosso da Antonio Tondo e Tony De Paola, rispettivamente consigliere comunale delegato allo Sport e presidente della consulta dello Sport del Comune di Nardò. Ed è stato un successo: otto squadre ai nastri di partenza corrispondenti ad altrettanti istituti scolastici: Predators di Cristian Fioschi e Dello Team di Stefano Esposito (Istituto tecnico commerciale “E. Vanoni”), Jazzy City di Mattia Polo e Taurus di Gabriele Mazzeo (Professionale “N. Moccia”), Spartak Moscow di Gabriele Cuppone e Ultras Scientifico di Gianluca Dell’Anna (Liceo scientifico “G. Galilei”), Real Classic di Gabriele De Paola (Liceo classico “G. Galilei”) e I Mediani di Paolo Tuma (Liceo scientifico “E. Medi” di Galatone).

In un torneo caratterizzato da uno spiccato senso di amicizia fra i ragazzi – lontani dall’apatia dei social e che hanno preso le distanze da fenomeni da condannare apertamente come quello del bullismo – ha prevalso Jazzy City: 3-2 in finale su Spartak Maniscow (in gol Eugenio Crisavola, Alex Mele e Mattia Polo per il Professionale; doppietta di Lorenzo Russo per lo Scientifico). Tra i premi individuali, il miglior giocatore è Lorenzo Lupo (I Mediani) e il riconoscimento come miglior portiere va a Fabio Cacciapaglia (Dello Team), entrambi neretini. Hanno arbitrato gli incontri i direttori di gara Antonio e Luigi Re, in una mattinata allietata dal deejay Matteo Filieri e dalla fotografa Chiara Ligorio.

«Una manifestazione bellissima – dichiara Tondo a margine dell’evento – che ha coinvolto tanti giovani e le rispettive famiglie. Come al solito lo sport fa rima con unione e condivisione, proponendosi come straordinario strumento sociale». «Non vediamo l’ora di bissare l’evento nel 2019 – afferma De Paola – ma siamo già al lavoro per proporre un torneo rivolto ai giovani nei prossimi mesi. I sorrisi dei ragazzi a fine torneo rappresentano la nostra più bella gratificazione». Un “grazie” finale anche agli sponsor.

Nardò – “Nardò, terra del Negroamaro”. È questo il nome del convegno organizzato da “La Dispensa del Salento” di Marcello Fracella e Antonella Colazzo, in collaborazione con la Cantina sociale di Nardò e la Proloco Nardò e Terra d’Arneo. Il prossimo 9 marzo, a partire dalle ore 18, presso l’attività in via De Viti De Marco, la biologa nutrizionista Lucia Varra e l’agronomo e docente dell’Istituto Agrario “G. Presta” di Lecce Vincenzo Mello analizzeranno le virtù e i pregi che apporta alla nostra salute il vino.

Interverranno l’assessore alle Attività produttive e Turismo Giulia Puglia, il presidente della Proloco Nardò e Terra d’Arneo Carlo Longo e Marcello Fracella, titolare de “La Dispensa del Salento”. Concluderà il convegno – moderato da Giovanni Malacari, direttore di Oltreme.it – il dottor Domenico Falco della Cantina sociale di Nardò, la quale offrirà dopo la conclusione dei lavori una degustazione del Negroamaro DOC “Guercio”, servito assieme ai prodotti agroalimentari tipici salentini.

«Parleremo della storia vitivinicola del Negroamaro – afferma lo stesso Fracella – del quale la nostra Cantina sociale di Nardò ne è punto di riferimento per tutta la provincia. Tale convegno auspica un forte ritorno, da parte dei più giovani, al mondo agricolo, ricco di interessanti prospettive e di apporti benefici per la nostra salute».

Nardò – Per la sezione Ant “don Tonino Bello” di Nardò è il momento di un bilancio, dopo mesi e anni conditi da tantissimi sacrifici verso il prossimo, tutti col sorriso. Venerdì 9 marzo, alle ore 18, presso il salone parrocchiale di Santa Maria degli Angeli, la onlus rappresentata dalla delegata Luciana Fracella (nella foto con alcune volontarie) concluderà il corso di formazione rivolto ai volontari socio-assistenziali. Sarà don Riccardo Personè a consegnare gli attestati di partecipazione a chi ha appreso nozioni utili per la campagna contro i tumori mammari e tiroidei. Relatrice dell’incontro Simona De Filippis, psicologa dell’Ant, che approfondirà il tema legato alle emozioni e al coping (insieme dei meccanismi psicologici adattivi messi in atto da un individuo per fronteggiare problemi personali ed interpersonali, allo scopo di gestire, ridurre o tollerare lo stress ed il conflitto) nelle relazioni con i pazienti e i loro familiari.

Durante lo stesso pomeriggio, si darà spazio al progetto “Distinguiti, non confonderti” – ideato dal presidente della Consulta dello Sport e “J Nardò Bianconera”, Tony De Paola, in collaborazione con il consigliere delegato allo Sport, Antonio Tondo – un’iniziativa interamente benefica che, grazie alla vendita delle t-shirt della solidarietà, ha devoluto il ricavato alla delegazione neretina di Assistenza nazionale tumori. L’occasione sarà propizia per la “don Tonino Bello” per presentare le uova e le colombe pasquali, il cui ricavato sarà devoluto al “Progetto Eubiosia”, rivolto all’assistenza medico-specialistica domiciliare gratuita ed alla prevenzione oncologica. Uova e colombe sono disponibili presso la sede in corso Vittorio Emanuele II 42 o potranno essere ritirati presso i banchetti allestiti per la città durante il mese di marzo. L’ingresso è libero e l’invito è rivolto a tutti. Infine, Ant ricorda che con la prossima dichiarazione dei redditi è possibile destinare il 5 per mille dell’IRPEF a sostegno del progetto Ant, inserendo nell’apposito spazio Fondazione Ant Italia Onlus (codice fiscale 01229650377).

by -
0 2180

Nardò – C’è un neretino che a piccoli passi e con grandi sacrifici si sta facendo strada nel mondo del ciclismo. È il classe ’98 Alessandro Greco, sbarcato fra gli Under 23 col sogno di diventare presto professionista. Ha scommesso su di lui il team umbro (che ha sede nelle Marche) Fortebraccio – Senigallia: «Ho lasciato la mia città per motivi di studio (ora frequenta Scienze motorie all’Università di Urbino, ndr) – dichiara lo stesso Greco – e avevo necessità di accasarmi in una squadra più vicina e che fosse maggiormente legata agli eventi ciclistici che si tengono principalmente nel Nord Italia». Studia da preparatore atletico, ma il piano A è quello di diventare ciclista professionista: «Sarebbe un traguardo fantastico per me – aggiunge – ma per adesso devo solo pensare a far bene tra gli Under 23. Sono felice per l’accoglienza ricevuta nel mio nuovo team. La squadra è affiatata e il direttore sportivo è molto preparato e premuroso nei nostri confronti».

Fortebraccio – Senigallia annovera ragazzi del ’95 fino ai classe ’99, pertanto Greco è fra i più giovani. Fra i suoi prossimi appuntamenti il 58° Gran Premio San Giuseppe di Montecassiano (Macerata) del prossimo 18 marzo e la 40ª Coppa del Grano in località La Badiola (San Giovanni Valdarno, Arezzo) del 25 marzo; poi in agosto il 46° Gran Premio Capodarco (Fermo). «Le prossime gare saranno più adatte ai velocisti – sostiene Greco, che ha caratteristiche di scalatore – e il nostro obiettivo sarà quello di incamerare quanti più punti possibili per presentarci ai nastri di partenza del Giro d’Italia Under 23 (dal 7 al 16 giugno 2018, dieci giorni con tanta salita, ndr). Intanto mi preme ringraziare – conclude Greco – il mio ex direttore sportivo Giovanni Chierico per aver creduto in me e la mia famiglia per l’infinito sostegno». Sognare si può e Greco non vuole smettere di farlo: le qualità per arrivare in alto proprio non gli mancano.

Nardò – È in programma un tradizionale appuntamento dedicato agli amanti della pesca sportiva. Il prossimo 17 marzo la società neretina Over Fishing Salento del presidente Marco Pisacane, con l’approvazione dell’associazione provinciale Fipsas (Federazione italiana pesca sportiva e attività subacquee) di Lecce, organizza la trentesima edizione del “Trofeo Salento”, gara nazionale riservata alla specialità surfcasting (pesca sportiva da spiaggia con robuste canne che consentono di lanciare a distanze considerevoli dalla riva).

Al torneo, che si svolgerà sul litorale tra Ugento (Torre San Giovanni, Torre Mozza, Lido Marini) e Salve (Marina di Pescoluse), prenderanno parte 120 concorrenti (40 box con tre atleti) ed è dedicato ad un amico che non c’è più, Giovanni Longo, amante della pesca e per anni promotore e prezioso organizzatore dell’iniziativa. Il Trofeo Salento, infatti, ha radici storiche: la prima edizione si disputò il 4 marzo del 1988 e fu particolarmente impegnativa con 85 partecipanti e ben 17 ore consecutive di pesca con un solo pesce pescato in pessime condizioni meteo-marine.

Il programma dell’edizione 2018 prevede lo start dalle ore 11 alle 14.30 con la possibilità di prendere visione dei campi di gara, delle postazioni e delle posizioni federali; dopo il pranzo e il sorteggio, alle ore 16.30 il Trofeo Salento avrà inizio e si protrarrà sino alle 22.30. A seguire pesatura ed esposizione delle classifiche presso il ristorante “Morfeo” di Torre San Giovanni, quindi cena e premiazioni (tre trofei ai primi classificati individuali, tre trofei alle prime società e 15 trofei ai primi cinque box).

Per iscrizioni (entro il 10 marzo al costo di € 45 a box) e info contattare il numero 347/5921317 (Marco Pisacane) o via mail all’indirizzo overfishingsalento@gmail.com.

Nardò – Sarà l’ottava volta della “Festa della Donna rossonera”. Il prossimo 10 marzo, alle ore 21, presso il “Mind the Gap” di via Martiri Neretini, il Milan Club Nardò onorerà il consueto appuntamento col gentil sesso in un appuntamento che rientra nell’ambito delle celebrazioni per il 45° anniversario del punto di riferimento dei cuori rossoneri neretini. «Lo scopo di tale evento – dichiara il presidente Alessandro Rizzello – è quello di offrire ai soci e ai simpatizzanti la possibilità di trascorrere delle ore di sano divertimento in compagnia dei propri familiari e amici, all’insegna dei colori rossoneri». Grazie alla spinta delle nuove leve, il Milan Club Nardò – inaugurato nel 1972 – ha vissuto negli ultimi mesi una ricostruzione e una netta ripartenza nel segno della partecipazione e della presenza nel tessuto sociale cittadino. «Dalle peggiori nefandezze dell’era Farina – ricorda Rizzello – alle gloriose vittorie dell’era Berlusconi: la passione e la fede per la maglia rossonera hanno sempre superato le difficoltà di società e squadra, affermando la voglia di comunità dei soci».

Tante iniziative in cantiere nel segno dello sport, della solidarietà, della condivisione, principi storicamente imprescindibili per il Milan Club Nardò. «Abbiamo fortemente creduto e crediamo tuttora – sostiene Rizzello – in una ripartenza che fa leva sull’ausilio di tutti i soci. Qui non vi sono capi-padroni. Tutti sono indistintamente fondamentali per la vita del club. Abbiamo deciso di ripartire dalla sede storica di via Cairoli come segno di continuità. Qui sono cresciuti i nostri nonni e i nostri padri, ed ora tocca a noi, con la speranza di fare ancora meglio e creare un ambiente sano che possa accogliere ed abbracciare tutti. Ma l’attività del Milan Club non si limiterà alla fede e alla passione rossonera: intendiamo, infatti, continuare a contribuire, offrendo il nostro apporto – conclude – alle attività sociali del tessuto cittadino».
La serata del 10 marzo sarà allietata da Gregorio Caputo e Lino Prete con la musica dal vivo di Michele Prete. Per info e prenotazioni 327/1413912 (Silvano Quaranta), 328/5421811 (Luigi Maritati) o 347/8464838 (Antonio De Benedittis). Quota di € 23 a persona.

Nardò – Va in archivio una terza edizione molto partecipata della “Coppa Carnevale”, consueto torneo amatoriale di calcetto disputato interamente nella mattinata del 18 febbraio. Ben dieci le squadre al via, composte da calciatori dai 15 ai 45 anni, nel consueto appuntamento neretino organizzato da Antonio Tondo presso il centro sportivo “Vacanze serene”. Trofeo al cielo per il Borussia, che in finale ha superato di misura, per 1-0, il Cagliari. Sono del Borussia anche i due primi individuali in palio, quello di miglior portiere conquistato da Simone Potenza (Galatone) e quello di miglior giocatore, appannaggio di Lorenzo Russo (Nardò). Le gare sono state dirette dagli arbitri neretini Fernando Falangone e Pierpaolo Dell’Atti. «Estremamente positivo – dichiara Tondo – è riscontrare la nutrita partecipazione degli sportivi neretini. Ringrazio tutti coloro che hanno reso divertente questa giornata all’insegna del calcetto e dell’allegro clima carnevalesco. Grazie al centro sportivo che ci ha ospitato, agli arbitri e a tutti i partecipanti».

E “Vacanze serene” ospiterà presto un nuovo evento di calcetto. Si chiama “School e Soccer” ed è ideato dallo stesso Tondo e da Tony De Paola, presidente della consulta dello Sport, i quali hanno riunito i ragazzi da sei differenti scuole superiori con l’obiettivo di mettere in piedi un torneo giovanile. Non sono previste iscrizioni e al torneo, in programma domenica 11 marzo a partire dalle ore 9, prenderanno parte otto squadre. La giornata sarà allietata dall’intrattenimento musicale a cura del dj Matteo Filieri e dagli scatti fotografici di Alessandro Inglese. «La nostra idea – afferma De Paola – è quella di riunire i ragazzi delle scuole superiori per rilanciare un torneo che negli anni passati rappresentava uno straordinario momento di condivisione. Troppo spesso si affiancano ai ragazzi i termini “bulli” e “social”, invece occorre anche esaltarne le qualità umane. Credo fortemente nello sport giovanile e sono convinto che le nuove generazioni sapranno sorprenderci in positivo». «Attraverso lo sport, straordinario strumento di crescita e socializzazione – conclude Tondo – eviteremo che i nostri ragazzi si perdano tra i pericoli della strada».

Nardò – Una nuova realtà neretina non vede l’ora di pedalare. È ufficialmente nata la Iron Bike, un gruppo di amici con la passione per la mountain bike pronto a misurarsi in gare agonistiche. «Pedaliamo da circa tre anni – dichiara il vice presidente Francesco Vergaro – ed il nostro gruppo si riuniva con cadenza domenicale per la classica uscita in bici in amicizia, senza ambizione alcuna se non quella di trascorrere assieme qualche ora. Poi, da un paio d’anni, cinque o sei di noi hanno iniziato a confrontarsi con gare e classifiche di marathon e XC (cross country, ossia gare campestri di velocità, ndr) e la fame vien mangiando».

L’appetito ha indotto quindi il presidente Salvatore Falconieri ad allestire una vera e propria associazione, composta attualmente da ventidue ciclisti (fra Nardò e Galatone): «Entro il mese di giugno contiamo di arrivare a quota 30 – afferma Vergaro – e ci stiamo muovendo sul versante dei completi ufficiali dell’Iron Bike. Il direttivo si riunirà presto per programmare la partecipazione ai prossimi eventi pugliesi, aderiremo ad almeno metà fra quelli in scaletta. Non abbiamo uno sponsor alle spalle, possiamo contare sulle nostre disponibilità – conclude Vergaro – e sulla nostra passione».

Iron Bike potrebbe varcare le soglie regionali e confrontarsi con appuntamenti di prestigio. Come la Vesuvio Mountainbike Race, la granfondo (46 km con 1.650 metri di dislivello) in programma a Torre del Greco il prossimo 20 maggio; la Sila Epic del 19 agosto, una durissima marathon in cima alle vette più alte e suggestive all’interno del Parco Nazionale della Sila; o ancora la Etna Marathon di Milo (Catania) del 22 settembre, una delle più affascinanti gare di mountain bike tra paesaggi lunari, pinete millenarie e 17 km di single-track.

Nardò – Per il terzo anno consecutivo alla Bushido Durante stage multidisciplinare di arti marziali e sport da combattimento. Il prossimo 11 marzo, a partire dalle ore 8.30, il “Pala Andrea Pasca” di Nardò ospiterà maestri ed atleti provenienti dai comuni delle province di Lecce e Taranto per praticare jujustu, karate shotokan (uno stile moderno nato dall’incontro di varie arti marziali), aikido (praticato in Giappone sia a mani nude che con armi bianche tradizionali), kick boxing e krav maga (sistema di combattimento ravvicinato e di autodifesa di origine israeliano).

Lo stage sarà diretto come di consueto dal maestro neretino Gregorio Durante, con la sua esperienza e i suoi titoli (7° dan jujustu, 6° dan karate shotokan, 6° dan kick boxing e istruttore krav maga), e sarà aperto non solo agli atleti ma anche a chiunque intenderà cimentarsi ed apprendere tali discipline. Lo stesso Durante curerà le fasi di jujustu assieme ai maestri Patrizia Colao (Taranto) e Antonio Martano (Nardò), entrambi 4° dan; di karate shotokan si occuperanno Aldo Garofalo (Taviano, 7° dan) e Michele Lanave (Lecce, 4° dan); di aikido Mario Delle Foglie (Taranto, 6° dan); di kick boxing i maestri neretini di 6° dan Walter e Riccardo Guagnano; di krav maga Dino Frascella (Taranto) ed Ezio Manzone (Lecce). Lo stage è patrocinato dal Comune di Nardò, dal Coni e dallo Csen (ente di promozione sportiva con cui la Bushido Durante è affiliato).

Inoltre, alcuni giorni fa una folta rappresentanza della Bushido Durante (composta dai maestri Durante, Martano e Delle Foglie, dagli istruttori Mariangela Falconieri e Andrea Martano, dall’allenatore Marcello Cazzato e dagli allievi Paola Cordella, Luca Spagna, Antonietta Martignano, Guido Muci, Christine De Paola, Annalisa Lupo e Antonio Sambati, tutti di Nardò) ha presenziato presso la sede del comitato provinciale Csen al corso con abilitazione all’utilizzo del defibrillatore: la sicurezza e il primo intervento sono argomenti da sempre posti in primo piano dall’associazione del maestro Durante.

Nardò – C’è la Tav Jonico Salentina sul tetto regionale nella specialità Percorso caccia in pedana. La società neretina nei giorni scorsi in quel di Veglie, col risultato di 129/150, si è laureata campione d’inverno, imponendosi sulle due compagini di San Donaci, Shooting Club e “Passione e Natura”, che hanno chiuso rispettivamente con 128/150 e 127/150 + 53; quarto posto per i padroni di casa della Tav Veglie (127/150 + 43).

Il movimento guidato dal presidente Flavio Maglio, neretino, brilla anche nelle classifiche individuali: medaglia d’argento per Antonio Dollorenzo (Cutrofiano) e bronzo per lo stesso Maglio (2ª categoria). Fra le “Lady”, argento anche per la figlia di Flavio, Sofia Maglio – campionessa mondiale di tiro a volo – e bronzo per la leccese Claudia De Luca. La Tav Jonico Salentina è stata rappresentata anche da Michael Rimo (Racale), Nicola Giuseppe Mauro ed Elio De Luca (Lecce), Flavio Leone (Veglie), i neretini Giancarlo Paglialunga e Antonio Corvo, e Stefano Longo (Cutrofiano).

Per la Tav Jonico Salentina è solo uno splendido inizio di un calendario ricco di appuntamenti: nella notte a cavallo tra venerdì 23 e sabato 24 febbraio, Sofia Maglio, Michael Rimo, Paolo Mezzi, Claudia ed Elio De Luca prenderanno parte al Grand prix nazionale di double trap, nelle categorie individuale, a squadre e mixed team (coppie neretine Maglio-Rimo e padre e figlia De Luca). Il 25 febbraio a Torre Santa Susanna sarà tempo di fossa olimpica. Non solo: il prossimo 4 marzo Nardò ospiterà il campionato regionale di double trap e contemporaneamente a Scorrano si disputerà il campionato regionale di fossa universale. Ci sarà tempo e modo per nuove soddisfazioni.

Nardò – “La Dispensa del Salento” si immerge tra storia, arte e cultura. Presso l’attività in via De Viti De Marco, grazie alla passione di Marcello Fracella ed Antonella Colazzo, si parlerà della città di Nardò e delle ragioni che nel tempo l’hanno resa meta attrattiva. In collaborazione con l’associazione culturale “Le Luci del Barocco” e la Pro loco Nardò e Terra d’Arneo, il prossimo venerdì 23 febbraio, alle ore 18, il punto di riferimento neretino dei prodotti tipici agroalimentari apre le porte a tutti: dopo i saluti di rito del sindaco Giuseppe Mellone, dell’assessore alla Cultura Ettore Tollemeto e dello stesso Marcello Fracella, interverranno l’esperta in archeologia Antonietta Paglialunga sul tema “Tesori dal passato”, a seguire l’avvocato Giovanni Montinaro su “Nardò e i segni delle culture”, infine il presidente della Proloco Nardò e Terra d’Arneo, Carlo Longo, che approfondirà il tema della cultura come valore attrattivo. Modererà il convegno Giovanni Malacari, direttore di Oltreme.it. A seguire una degustazione con prodotti tipici enogastronomici del territorio, per un viaggio tra passato e presente, cultura e gusto.

by -
0 396

Nardò – “Il calcio, lo scatto e la gioventù”, il concorso fotografico dedicato al calcio giovanile neretino e organizzato da Tony De Paola e Tiziano De Pirro (presidente e vice della Juventus Nardò Bianconera) volge verso il gran finale. Sabato 24 febbraio, alle ore 17.30, presso l’associazione di via Generale Cantore, si terrà la premiazione del contest che si è svolto interamente a colpi di “like” sulla pagina Facebook Calcio Junior. Verranno premiate le cinque foto che hanno raggiunto il maggior numero di “mi piace”, più una foto speciale che, ad insindacabile giudizio della Juventus Nardò Bianconera, sarà valutata come la più originale. Assisteranno alla premiazione anche il consigliere comunale delegato allo Sport Antonio Tondo, Maurizio Fiorentino dell’AC Nardò e Carlo Durante, presidente della Frata “Andrea Pasca” Nardò. Fra i premi in palio un completo granata dell’AC Nardò, una maglia della Frata Nardò, un borsone da calcio e una doppia consumazione di pizza e birra.

«Sarà una vera festa – afferma De Paola – da parte nostra siamo orgogliosi del riscontro avuto dai ragazzi. Numerose sono le foto che hanno aderito al concorso gratuito e non mi resta che ringraziare l’AC Nardò, la Frata Nardò e tutte le attività commerciali – conclude De Paola – che hanno supportato la nostra idea garantendo graditi premi».

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...