Home Authors Posts by Lorenzo Falangone

Lorenzo Falangone

364 POSTS 0 COMMENTS

Nardò – Due giornate di abbondanti piogge sul Salento avevano fatto temere il peggio, poi però tutto è andato per il verso giusto. Una bella giornata di sole ha avvolto, domenica 7 ottobre, la seconda edizione del Trofeo Triathlon Silver Terra d’Arneo, tenutosi a Sant’Isidoro mentre Santa Maria al Bagno, nei due giorni precedenti, ha ospitato il Triathlon Camp Age Group, un raduno aperto ai tesserati Fitri (Federazione italiana triathlon) di tutte le regioni.

Una giornata vincente per il Nest Club di Lecce che ha piazzato due suoi atleti sul gradino più alto del podio nelle categorie “sprint”. Nel maschile il leccese Alessio Selleri ha anticipato i due atleti della Otrè Triathlon Team di Noci, Michele Insalata e Angelo De Pasquale. Braccia al cielo nella gara femminile per Maddalena Mangiullo di Cavallino, abile a precedere di quattro secondi Vanessa Lafronza (Nuoto Giovinazzo) e Nunzia Gammella (Aurora Triathlon di Battipaglia).

Festa del Nest Club anche nel “supersprint” maschile con Matteo De Vergori; tra le ragazze la spunta invece Miriana Siracusa (Nuoto Giovinazzo).
“Il Trofeo Terra d’Arneo si è confermato appuntamento imperdibile per gli appassionati – fa sapere il neretino Gianni Casaluce, collaboratore del Comitato regionale Fitri Puglia del presidente Claudio Meliota – ma anche per chi ama assistere a spettacoli sportivi unici che si esaltano sulle spiagge più belle del Salento”.

Un evento in crescita Non solo per i fattori legati al meteo, l’organizzazione di un evento di larga portata, con tanti atleti provenienti da tutta Italia, è davvero probante: “Non è stato affatto semplice – aggiunge Casaluce – e l’organizzazione implica l’investimento di tante energie fisiche ed economiche. L’intento dello staff era quello di dare visibilità a tutte le attività che hanno scelto di sostenerci. Di certo, in passato era più semplice arrivare a coprire tutti i costi, ma chi organizza punta anche e soprattutto a soddisfazioni di altra natura”.

Natura ma anche movimento turistico “Il territorio trae giovamento da eventi simili – prosegue l’organizzatore neretino – l’economia viene stimolata ed in più molti di questi atleti torneranno da queste parti grazie alla promozione dei nostri splendidi luoghi, ai quali non solo dobbiamo essere grati, ma – conclude Casaluce – dovremmo in misura maggiore tutelare, preservare e promuovere”.

Santa Maria al Bagno (Nardò) – Promozione dello sport, benessere e territorio si combinano per un fine settimana dedicato al triathlon (nuoto, ciclismo, corsa). I prossimi 5 e 6 ottobre Santa Maria al Bagno sarà il teatro della prima edizione nel Sud Italia del Triathlon Camp Age Group, un raduno aperto ai tesserati Fitri (Federazione Italiana Triathlon) di tutte le regioni che prevede momenti di allenamento teorici alternati con esercitazioni tecniche e didattiche coordinate dall’allenatore Andrea Gabba.

Il camp è abbinato al secondo appuntamento con il Trofeo Triathlon Silver “Terra d’Arneo”, che si terrà nella baia di Torre Sant’Isidoro con due gare distinte: “sprint” e “youth” (per i più giovani c’è il “supersprint”).

Lavorare alla crescita degli sport meno “noti” – La seconda edizione del triathlon neretino è caratterizzata da importanti momenti promozionali dedicati allo sport, nello specifico l’intento di Fitri e Fisw (Federazione Sci Nautico e Wakeboard) è quello di avvicinare sempre più discipline differenti per collaborare alla crescita di sport meno noti. Inoltre, la delegazione pugliese di quest’ultima federazione farà assistenza in acqua durante l’evento, con l’utilizzo delle tavole di stand up paddle (una variante del surf in cui si sta in piedi su una tavola) che sarà possibile testare assieme agli istruttori federali.

Sarà un evento con numeri importanti – sottolinea il collaboratore del Comitato regionale Fitri Puglia, il neretino Gianni Casaluce. – Arriveranno atleti provenienti, oltre che dalla Puglia, anche da Sicilia, Calabria e Campania. E questo è per noi motivo di orgoglio. La finalità del triathlon è quella di promuovere il territorio in un periodo di bassa stagione, inoltre diversi panifici, pastifici e cantine sociali del posto offriranno i loro prodotti inclusi nel pacco gara. L’attività promozionale non si limita ai giorni della manifestazione, in quanto gli atleti si stanno allenando nei nostri territori, Nardò con le sue marine e Galatone. Infine, è importante sottolineare come il lungomare interessato sarà interamente chiuso al traffico, al fine di permettere lo svolgimento della gara in totale sicurezza”.

L’evento è organizzato in collaborazione con Scisar (Scuola cinofila italiana soccorso acquatico e ricerca) di Arnesano, Motoclub Free Bikers di Tricase e Ckcs Kayak Salento di Santa Caterina, sotto il patrocinio della Provincia di Lecce, del Comune di Nardò e dell’Area marina protetta di Porto Cesareo.

Santa Caterina (Nardò) – È un lucano a far festa in terra salentina nello slalom organizzato dalla Casarano Rally Team in collaborazione con l’Automobile Club Lecce. Durante un’inedita prima edizione a Santa Caterina di Nardò, andata in scena domenica 30 settembre, la folla si è riversata sul lungomare e in particolare nei pressi della spiaggetta per assistere alle acrobazie al volante dei 34 piloti al via.

Impeccabile la guida di Carmelo Coviello (Basilicata Motorsport), trentottenne potentino che, ben supportato dalla sua fida Viktor Enginering P12 Sport Prototipo motorizzata Bmw motociclistico, ha realizzato il miglior tempo in tutte e tre le manche. Dietro a Coviello, nella classifica assoluta il leccese della Casarano Rally Team Massimiliano Pezzuto (Radical Sr4 Suzuki) e il termolese Tony Cobucci (Radical Prosport Kawasaki). Ha destato particolare curiosità nei presenti il curvone che da via Emanuele Filiberto conduce a via Torre Santa Caterina: durante le loro performance i piloti hanno infatti regalato spettacolo con drift e alcuni sfortunati testacoda. Il tracciato è nato dall’idea del driver leccese Gabriele Greco – che ha gareggiato e si è piazzato al 17° posto assoluto – e ha visto la base operativa e logistica della manifestazione al Grand Hotel Riviera, tra Santa Caterina e Santa Maria al Bagno.

Ecco la classifica finale assoluta dei migliori dieci allo Slalom Santa Caterina

  1. Carmelo Coviello (Viktor P12 Bmw E2SC-1400) in 1m20.58s
  2. Massimiliano Pezzuto (Radical Sr4 E2SC-1400) in 1m24.76s
  3. Donato Antonio Cobucci (Radical Prosport Kawasaki E2SC-1400) in 1m30.78s
  4. Massimiliano Pezzuto (Mit-Jet 2.0 E1-2000) in 1m32.59s
  5. Paolo Garzia (Citroen Saxo Vts 1.6 16v N-1600) in 1m35.27s
  6. Cosimo Antonio Sergi (Fiat 126 Proto E2SH-1.150) in 1m35.36s
  7. Cosimo Salonna (A 112 Abarth S-S/3) in 1m38.71s
  8. Domenico Martucci (Renault 5 Gt Turbo A-2000) in 1m38.82s
  9. Stefano Perrini (Peugeot 106 Rallye N-1400) in 1m40.71s
  10. Aldo Garrisi (Radical Sr4 E2SC-1400) in 1m40.95s

Nardò – La danza al servizio della solidarietà: domenica 30 settembre, a partire dalle ore 19, piazza Cesare Battisti ospiterà diverse scuole di danza neretine che si esibiranno a turno con lo scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza. Più precisamente, gli incassi dell’iniziativa saranno donati all’Avocad (presieduta da Giovanni De Razza), associazione di volontariato al servizio delle persone con disabilità e delle loro famiglie operante a Nardò. La serata, presentata da Antonio Settanni, sarà arricchita dalle selezioni musicali del dj Francesco Chetta.

Le scuole di danza che si esibiranno sono Fawi Professional Dance di Fabiana e William Dell’Angelo Custode, Body’s Expression Dance Academy di Maria Grazia Rizzello e Giovanni Gentile, Step Up di Gianni Guagnano e Giusy Rossano, Danza Più di Enza Lupo e Angelo Zaplonik, L’École de Danse di Ninfa Fersini e il Team di Gianfranco Galeone e Biagina Calignano. Al termine, tutte le scuole partecipanti si esibiranno assieme in un unico spettacolo. Durante la serata saranno sorteggiati premi offerti dagli sponsor: il biglietto per partecipare all’estrazione ha un costo di 2 euro e si può acquistare presso le scuole di danza aderenti all’iniziativa. Il ricavato, come detto, sarà devoluto all’Avocad.

L’evento è organizzato con la collaborazione del consigliere Antonio Tondo e del presidente della consulta dello Sport Tony De Paola.

Nardò – A passo d’uomo. Anzi, a passo di cavallo. È questa l’atmosfera che si è respirata domenica 23 settembre tra le vie della città grazie alla prima edizione della “Sfilata di carrozza, attacchi d’epoca e cavalli da sella”. In totale settanta carrozze e un centinaio di cavalli si sono dati appuntamento in via Cuoco (in zona 167), per poi sfilare per via Bonfante, via XXV Luglio, corso Galliano, via Grassi, via XX Settembre, via Duca degli Abruzzi, via Michele Gaballo, via Due Aie, via Madonna di Costantinopoli, via Roma, via Volta, via Caduti di via Fani e ritorno in via Cuoco, dove sono stati premiati tutti i partecipanti.

Rivivono i tempi dei nonni – Stupisce come per le strade e anche sulle carrozze ci fossero tantissimi bambini, come a voler rivivere un tempo in cui i ritmi erano lenti e gli animi meno stressati da una vita frenetica. “Per noi la passione per i cavalli è tutto – spiega Gregorio Pandi, referente dell’associazione neretina “Amatori del cavallo”, organizzatrice  dell’evento. – Non abbiamo vissuto i tempi dei nostri antenati, ma per un giorno abbiamo riportato a Nardò la medesima atmosfera. Ed è proprio alla nostra città che intendiamo dedicare quest’evento, a margine del quale un doveroso ringraziamento va rivolto ai tantissimi partecipanti, non solo coloro che sedevano sulle carrozze ma anche i tanti che hanno affollato le vie neretine. Grazie all’Amministrazione comunale che ha voluto fortemente questa manifestazione”.

Cavalli da tutta la Puglia hanno raggiunto Nardò per una sfilata che non resterà ancorata alla prima edizione ma, anzi, è pronta a ripetersi. Non è semplice raccogliere un consenso viscerale per ogni fascia d’età, un tuffo indietro nel tempo in un momento nel quale il mondo, trainato dalla tecnologia, è quanto mai proteso al futuro.

Nardò – Si vuole distinguere per accoglienza la scuola dell’infanzia “M. Bocchetti Alberti” di Nardò. In occasione del primo giorno di scuola presso il circolo di piazza Umberto, i bambini sono stati accolti in uno spazio del tutto particolare, con grande stupore loro e dei genitori. Una sorpresa molto gradita a giudicare dai commenti dei presenti.

Il gruppo dei docenti, infatti, da un paio di anni premeva per la realizzazione di un spazio inedito, denominato “Il giardino che vorrei”, una sorta di sala giochi completa di bici, scivoli e sabbiera molto apprezzata dai bambini i quali, naturalmente, non hanno perso tempo per inaugurarla nel migliore dei modi. Il problema finora erano stati i soldi che non c’erano.

Soddisfazione da parte della dirigente scolastica, la professoressa Maria Gabriella Caggese che, grazie a fondi della scuola e all’impegno dei genitori, ha messo a disposizione le attrezzature, col supporto dell’Amministrazione comunale e del consigliere Antonio Tondo.

Adesso del progetto c’è qualcos’altro da realizzare. Infatti la scuola dell’infanzia di piazza Umberto ha già in mente un intervento che mira ad ampliare “Il giardino che vorrei” con un tappeto anti trauma pronto ad estendersi ancora. Per la felicità dei bambini, che una sala giochi così non l’avevano mai vista e che un primo giorno di scuola come questo difficilmente potranno dimenticarlo.

Nardò – Com’è possibile trasportare le bellezze naturali e artistiche neretine all’interno dell’ex ospedale “San Giuseppe Sambiasi” di Nardò? Forse con un po’ di immaginazione, al massimo. E invece una soluzione c’è e prende forma dalle mani fatate dell’artista Lino Prete, che da anni delizia gli appassionati con le sue opere, fra le più recenti il presepe nel centro storico e i disegni che hanno donato un tocco di classe al riammodernato Milan Club Nardò. Ed è così che il corridoio che conduce al reparto di oncologia (più precisamente lo spazio antistante i gabinetti radiologici), fino a qualche giorno addietro spento e decisamente triste, prende colore con le opere, misto di realtà e fantasia, raffiguranti le bellezze artistiche di piazza Osanna, piazza Salandra, le Quattro Colonne di Santa Maria al Bagno e ancora gli scorci caratteristici delle campagne salentine con trulli, ulivi e fico d’India.

L’idea, messa in pratica dall’estro di Prete, è frutto dell’iniziativa di Oronzo Borgia (ex vicesindaco di Poggiardo), dirigente del distretto sociosanitario di Nardò, ed è a costo zero, in quanto lo stesso Prete è dipendente ASL. “Sono delle opere realizzate a cuore aperto – ha dichiarato l’artista neretino – con un unico e chiaro intento: regalare a tale zona dell’ex ospedale neretino un aspetto fresco, rilassante e piacevole. Dagli apprezzamenti che ricevo in questi giorni dalle persone spero proprio che questo scopo si sia concretizzato”.

“Il dirigente Borgia – aggiunge Prete – notati i recenti lavori al Milan Club Nardò, aveva in animo di donare un tocco di simpatia ad un corridoio che dal pronto soccorso conduce alla radiologia, così l’azienda mi ha messo a disposizione le tele sulle quali ho disegnato, completando il lavoro decorando i muri intorno”. Dieci tele in totale, una delle quali posizionata nei pressi della guardia medica. L’arte di Lino Prete è davvero sotto gli occhi di tutti ed ora potrebbe anche varcare le mura cittadine: le prossime opere, infatti, potrebbero prendere vita al poliambulatorio di Galatone. Nardò può essere fiera del suo artista.

Santa Caterina (Nardò) – Si prospettano giorni di pura adrenalina per la prima edizione dello slalom organizzato dalla Casarano Rally Team. Sabato 29 e domenica 30 settembre saranno date importanti per gli appassionati delle gare automobilistiche su strada: la marina neretina, infatti, presenterà un suggestivo percorso di 1.550 metri (sono previste tre distinte manche) animati da diversi tornanti e nove postazioni di birilli, necessarie per limitare la velocità media in gara sotto gli 80 km/h.

Il 1° Slalom Santa Caterina nasce da un’idea del driver leccese Gabriele Greco e prevede che il tracciato sia ricavato tra via Emanuele Filiberto (lungomare) e via Torre Santa Caterina, a pochi metri dalla piazzetta principale. Il Grand Hotel Riviera sarà la base operativa e logistica della manifestazione. La gara è valida per il 29° campionato automobilistico interregionale di Puglia, Basilicata e Molise settore slalom e tappa conclusiva del calendario sportivo regionale di specialità. Le iscrizioni si sono aperte sabato 15 e chiuderanno alle ore 23 del 24 settembre (il modulo di iscrizione è scaricabile qui).

Connubio fra sport e turismo – “Il sindaco di Nardò, l’avvocato Pippi Mellone, insieme a tutta l’Amministrazione comunale con in primis gli assessori Stefania Albano e Giulia Puglia, e il consigliere con delega allo Sport Antonio Tondo – fa sapere la scuderia casaranese – hanno accolto favorevolmente e con grande entusiasmo quest’iniziativa che intende collocarsi al centro dell’interesse sportivo della zona e dare ulteriore slancio a una disciplina che in provincia di Lecce vanta molti estimatori e praticanti”. Per Santa Caterina si tratta anche di un’opportunità per richiamare l’attenzione su una zona che offre incantevoli scenari in un periodo dell’anno nel quale il flusso turistico tende a scemare: “Un eccezionale connubio tra sport e turismo – sostiene il Casarano Rally Team – un’occasione per i visitatori e per chi parteciperà all’evento di conoscere meglio questa splendida parte del territorio salentino e neretino, in particolare quella che si estende tra Santa Maria al Bagno e Torre Squillace”.

by -
0 385

Nardò – Si è conclusa anche la nona edizione del Torneo Fairplay, un appuntamento oramai consolidato che si rinnova dal 2009. Presso il centro sportivo Vacanze Serene, circa cento atleti neretini di livello amatoriale si sono sfidati in un torneo di calcetto organizzato dal consigliere comunale delegato allo Sport, Antonio Tondo, e dal presidente della consulta dello Sport, Tony De Paola.

Ha vinto Giutrì Pub, che in finale ha superato il Liverpool. Non solo il trofeo più ambito, Giutrì Pub ha fatto incetta anche dei premi individuali grazie a Matteo Raho (miglior portiere), Gianluca Greco (miglior giocatore) e Gabriele Trifoglio (premio fairplay, omaggiato di una maglietta offerta da Tag Abbigliamento).

Prossimo appuntamento rivolto ai bambini: il 29 settembre nel piazzale antistante il bar Area#67 di Nardò (area mercatale), l’associazione culturale ricreativa “In Viaggio con Momì” di Milena Mosella e Monica Bastone organizza un appuntamento che coniuga semplicità e gioia e che permetterà ai bambini di godere di un pomeriggio, a partire dalle ore 16, di divertimento in compagnia con le bolle di sapone. Ed in più truccabimbi e palloncini grazie alla sinergia con “Cocci & Nella”, poi a fine evento saranno consegnati dei gadget ai giovanissimi protagonisti. Per info 340/7874258 o 389/4293986.

Il giorno successivo, domenica 30 settembre, gli stessi Tondo e De Paola proporranno “La danza unisce” in piazza Cesare Battisti: un’esibizione di danza con tutte le scuole di ballo neretine e il ricavato che sarà devoluto in beneficenza.

Santa Caterina (Nardò) – Weekend di escursioni e immersioni a Santa Caterina di Nardò. Si parte il 15 settembre, sabato, con un appuntamento dedicato agli appassionati di canoa e kayak organizzato da “18 Meridiano Escursioni”. Le visite – in mattinata o nel pomeriggio in relazione alle condizioni meteomarine – riguarderanno in particolare Portoselvaggio: la spiaggetta di Serra Cicora, Torre Uluzzo, le grotte della baia di Uluzzo, la Grotta del Cavallo, Punta della Lea, l’Antica Cava messapica, la baia di Portoselvaggio, Grotta Cala, Grotta Verde e Torre dell’Alta con una pausa per un rilassante bagno. Gli organizzatori precisano che “non è necessario avere avuto già esperienze in canoa o kayak in quanto sono imbarcazioni molto stabili, ampie e sicure e la navigazione non presenta alcuna difficoltà tecnica”.

Domenica 16 settembre, Costa del Sud Diving Service guidato dal responsabile, il leccese Andrea Costantini, in collaborazione con Prosub Bari invita i sub per un’immersione sul relitto “Caterina Madre”, uno dei più belli del Mar Ionio, coloratissimo, completamente esplorabile e che riserva spesso una eccellente visibilità. Appuntamento alle ore 8.30 al Diving della marina neretina e poi via sul relitto di circa 110 metri che giace in assetto di navigazione su un fondale profondo 76 metri. Per prenotarsi (al numero 393/2211118) è necessario disporre del brevetto minimo richiesto, Trimix Normossico, di qualsiasi didattica riconosciuta.

Dalle ore 16 alle 21 dello stesso giorno Millenari di Puglia, una realtà fondata dall’ostunese Enzo Suma che opera col fine di valorizzare il territorio salentino, propone un itinerario “ad anello” che parte da Santa Caterina ed è lungo circa 12 km (prenotazioni al numero 373/5293970). Un’opportunità che permetterà di conoscere, con una guida naturalistica esperta, le fioriture e le piante, alcune rare, presenti nell’area naturale di Portoselvaggio, percorrendo i sentieri lungo la costa, attraverso antiche torri e grotte che regalano suggestivi panorami.

Santa Caterina (Nardò) – Santa Caterina si appresta a vivere giorni di pura adrenalina con la prima edizione dello Slalom organizzato dalla Casarano Rally Team, presieduto da Pierpaolo Carra (foto). Sabato 29 e domenica 30 settembre saranno date importanti per gli appassionati delle gare automobilistiche su strada: la marina neretina, infatti, presenterà un suggestivo percorso di 1.550 metri (sono previste tre distinte manche) animati da diversi tornanti e nove postazioni di birilli, necessarie per limitare la velocità media in gara sotto gli 80 km/h.

Il 1° Slalom Santa Caterina nasce da un’idea del driver leccese Gabriele Greco (foto) e prevede che il tracciato sia ricavato tra via Emanuele Filiberto (lungomare) e via Torre Santa Caterina (foto), a pochi metri dalla piazzetta principale; il Grand Hotel Riviera sarà la base operativa e logistica della manifestazione. Le iscrizioni alla gara – valida per il 29° campionato automobilistico interregionale di Puglia, Basilicata e Molise settore slalom e tappa conclusiva del calendario sportivo regionale di specialità – apriranno il prossimo 15 settembre e chiuderanno alle ore 23 del 24 settembre (il modulo di iscrizione è disponibile sul sito dell’organizzazione www.casaranorallyteam.it) .

“Il Sindaco di Nardò, l’avvocato Giuseppe Mellone, insieme a tutta l’Amministrazione comunale con in primis gli assessori Stefania Albano e Giulia Puglia e il consigliere con delega allo Sport Antonio Tondo – fa sapere la scuderia casaranese – hanno accolto favorevolmente e con grande entusiasmo questa iniziativa che intende collocarsi al centro dell’interesse sportivo della zona e dare ulteriore slancio a una disciplina che in provincia di Lecce vanta molti estimatori e praticanti”.

Per Santa Caterina si tratta anche di un’opportunità per richiamare l’attenzione su una zona che offre incantevoli scenari in un periodo dell’anno nel quale il flusso turistico tende a scemare: “Un eccezionale connubio tra sport e turismo – sostengono i promotori del Casarano Rally Team – un’occasione per i visitatori e per chi parteciperà all’evento di conoscere meglio questa splendida parte del territorio salentino e neretino, in particolare quello che si estende tra Santa Maria al Bagno e Torre Squillace”.

Nardò – In attesa di poterlo fare per la prima di campionato, l’AC Nardò scende in campo per la solidarietà. Sabato 8 settembre (dalle ore 9.30 alle 12 e dalle 17 alle 19) chiunque potrà recarsi in una delle cartolibrerie neretine, acquistare e donare materiale didattico. Grazie all’iniziativa promossa dal club granata in collaborazione con il consigliere comunale delegato allo Sport Antonio Tondo, l’oratorio Madonna della Pace e le associazioni “In viaggio con Momì” e “Il tappeto volante”, tale materiale didattico sarà raccolto dall’AC Nardò e consegnato al sindaco Giuseppe Mellone, il quale provvederà poi, tramite i servizi sociali, a donare tutto alle famiglie neretine meno fortunate.

In città grande entusiasmo intorno alla squadra – Tra i promotori dell’iniziativa il direttore marketing dell’AC Nardò, Tony De Paola: “Il mio grazie va esteso anche ai tifosi – afferma – che privatamente si stanno adoperando per raccogliere materiale didattico. Noto grande entusiasmo, ricevo quotidianamente numerose telefonate per l’acquisto degli abbonamenti e delle maglie del Toro, segno che la strada percorsa è quella giusta”. E Antonio Vincenti, direttore generale granata, aggiunge: “Si sta stringendo un rapporto importante tra la città e il territorio, un rapporto che va oltre il calcio. L’Amministrazione comunale si sta muovendo in prima linea per sensibilizzare nel sociale e io ho sensazioni più che positive per il futuro. A Nardò c’è una passione travolgente che abbraccia tutte le età, non mi aspettavo – conclude – un entusiasmo così travolgente”.

Le cartolibrerie che hanno aderito all’iniziativa sono le seguenti: Leon (via Don Milani, 10), La giostra dei sogni (via Regina Elena, 2), Antonio Micheli (via Aristide Gabelli, 15), Office (via Volta, 33), Belli & Monelli (via Fermi, 56), Scripta Manent (corso Vittorio Emanuele II), Infomedia (via XXV Luglio, 18), 2C (via Principi di Savoia, 11), Planet Office (via Principi di Savoia, 20), Scuola e ufficio (via XX Settembre, 102), Soluzione contabile (via Grassi, 13), Soluzioni aziendali (corso Galliano), Luisa Tedesco (via Napoli, 78), L’erba voglio (via G. Strafella, 13), Giocoleria (via delle Medaglie d’oro, 30).

Sabato 8 settembre per il Nardò sarà anche il giorno dell’amichevole in trasferta contro il Monopoli: calcio di inizio alle ore 17 allo stadio “Veneziani” (diretta su Canale 85, la tv con la quale il club ha stretto un accordo per la trasmissione live di tutte le gare ufficiali lontano dalle mura amiche del “Giovanni Paolo II”).

Porto Cesareo – Un professionista d’eccezione per la quarta edizione dello stage internazionale di apnea che da domani venerdì 7 settembre sino a domenica 9 richiamerà subacquei provenienti da tutta Europa a Porto Cesareo. Il pluriprimatista mondiale e docente di apnea profonda, Umberto Pelizzari di Busto Arsizio, terrà presso l’area marina protetta un corso intensivo che abbraccerà i seguenti argomenti: fisiologia dell’apnea, training autogeno, tecniche di respirazione, di rilassamento, di allenamento all’apnea, di ginnastica tubarica, pinneggiata, compensazione ai vari livelli, sincope e molto altro ancora.

Le lezioni pratiche si terranno in mare, come fa sapere lo stesso Pelizzari sul proprio sito ufficiale “con apnea in assetto costante e variabile, provando le emozioni della discesa con la slitta zavorrata; le stesse saranno svolte con il supporto di due gommoni e un catamarano nei fondali di Porto Cesareo”. Quelle teoriche, invece, si svolgeranno presso l’Isola dei Conigli e il docente sarà supportato dallo staff di istruttori di Apnea Academy. Le sessioni in mare degli appassionati saranno filmate e successivamente analizzate.

Nel dettaglio, il programma prevede il ritrovo il 7 settembre presso il villaggio Chiusurelle con uscita “free immersion” a partire dalle ore 9.30. Dopo la pausa pranzo delle ore 13, relax e lezioni teoriche; alle 17 attività in piscina e alle 20 la cena, quindi le attività di promozione del territorio. Mattinata interamente dedicata all’uscita in mare anche quella del giorno seguente con prove di statica, dinamica, esercizi, rilassamento e respirazione nel pomeriggio. Chiusura dei lavori domenica 9: uscita in mare, teoria e alle 12 la consegna degli attestati firmati dal docente varesino.

L’atteso appuntamento è organizzato dall’Area naturale marina protetta Porto Cesareo, si avvale della sinergia con la Regione Puglia, Provincia di Lecce, Comuni di Porto Cesareo e Nardò, e della collaborazione di Apnea Salento, fondata dal napoletano Francesco Sena (foto), istruttore di Apnea Academy e atleta del Team Omer che fa parte dello staff di Pelizzari.

Dopo lo stage internazionale di Porto Cesareo – pronto ad ospitare apneisti italiani ma anche francesi, tedeschi, spagnoli, portoghesi e provenienti dai Paesi nordici – Pelizzari impartirà lezioni dal 7 al 9 dicembre a Montegrotto Terme (Padova).

Nardò – Non sembrava una giornata fortunata, eppure Andrea Zollino ha ancora una volta stupito tutti. Domenica 26 agosto a Val Vibrata (Teramo) si è disputata la sesta prova del campionato italiano Aci Karting e il pilota neretino si è reso protagonista di una rimonta che ha strappato applausi tra gli applausi nella categoria Rotax Max. Sul circuito abruzzese di 1.050 metri, però, gli avvenimenti hanno subito un andamento burrascoso, proprio come le abbondanti piogge che hanno condizionato la gara: Zollino (Maranello Rotax), ultimo dopo le qualifiche pre-gara, ha rimontato in pista conquistando un prezioso secondo posto, alle spalle del primo classificato Filippo Laghi (Tony Kart) e davanti al leader della classifica Davide Vuano (Praga-Tm).

“Un problema tecnico al motore – ha fatto sapere lo stesso Zollino – ha condizionato le qualifiche e di conseguenza la mia gara, costringendomi a partire dalle retrovie. La pista bagnata, sulla quale mi trovo particolarmente a mio agio, mi ha favorito (suo il miglior tempo, ndr) e son riuscito a rimontare sino ad un secondo posto che, considerate le premesse della vigilia, è un ottimo piazzamento”.

Nella classifica generale dei piloti Rotax Max, archiviati gli appuntamenti di Siena, La Conca (Muro Leccese), Lonato del Garda (Brescia) e appunto Val Vibrata, Zollino occupa attualmente il secondo posto con una gara dal termine. Prossimo appuntamento, il 23 settembre, a Castelletto di Branduzzo (Pavia). Prima, però, il pilota neretino si disimpegnerà, il prossimo 2 settembre, alla Pista salentina di Torre San Giovanni (Ugento) per il campionato regionale Aci Karting 2018 Puglia-Calabria. Un appuntamento di casa per dimostrare, ancora una volta, tutto il proprio valore.

Santa Caterina (Nardò) Un violento temporale, come quelli che stanno costellando questo agosto, ha inondato Santa Caterina intorno alle 13 odierne. Pochi tuoni, poi giù chicchi di grandine di circa un centimetro che hanno colto di sorpresa anche alcuni bagnanti. Come di consueto, la marina neretina si è trasformata in un lago di fango a cielo aperto (è proprio il caso di dirlo): fiumi di terra si sono riversati lungo le strade che costeggiano la piazzetta. Ad avere la peggio il Barrueco, il noto risto-pub di via Cantù che ha subito ingenti danni in special modo alla zona esterna. La tettoia, infatti, è stata scaraventata giù dalle forti raffiche di vento che hanno a tutti gli effetti “ribaltato” anche la postazione di informazioni turistiche posta poco più avanti, poi ripristinata da alcuni locali.

Se la tettoia del Barrueco è stata abbattuta dal vento, lo stesso non si può dire del morale del titolare e dei dipendenti, che prontamente si sono prodigati: in serata infatti, pur senza tettoia, i tavoli sul lungomare sono regolarmente a disposizione per le prenotazioni di turisti e locali. Il peggio è alle spalle, dunque. Per il resto, oltre ad alcune auto lievemente danneggiate, non si registrano danni alle persone.

Poteva andare male però ai cinquanta bagnanti bloccati nella baia di Portoselvaggio, poi tratti in salvo dalla Croce rossa di Lecce. “Diverse persone sono state ritrovate in stato di ipotermia e altri in stato di shock – rende noto la Croce rossa – ma tutti prontamente trattati dai nostri operatori hanno potuto ristabilirsi a stretto giro. Due ragazzi di 13 e 17 anni, inizialmente dispersi sono stati ritrovati in buona salute. Si erano portati autonomamente alle vetture dei loro genitori. Per altre quattro ragazze disperse all’altezza del Grotta del Cavallo gli operatori sono intervenuti su allerta dei vigili del fuoco, coadiuvati dall’Agenzia Regionale Attività Irrigue e Forestali – Arif Lecce, seguendo la posizione inviata dalle stesse ragazze per il recupero. Anche i dispersi tutti recuperati e rientrati, oltre che, monitorati a livello sanitario e trattati per le prime cure, sono stati portati al sicuro”. Ma la paura è stata tanta.

Nardò – Dieci squadre partecipanti e oltre 100 calciatori amatoriali dai 15 ai 45 anni: sono questi i numeri del torneo “Calcio d’agosto”, svoltosi lo scorso 20 agosto presso il centro sportivo Vacanze Serene. Sul filo dell’equilibro la finale che ha visto i Neretini (Mirko Ronzino, Tony Elia, Tony e Luca Paglialunga, Gianni Andriani, Andrea e Alessio Russo, Eros Pagano, Piero Giaffreda, Federico Vetrugno) imporsi per 1-0 sul Leicester (Cristian e Paride Zaccaria, Giulio Tondo, Lorenzo Carafa, Matteo Pierfrancesco, Andrea Alemanno, Lorenzo Russo, Marco Trinchera, Stefano Spenga). Bottino pieno per la squadra composta dai tifosi del Toro, che ha portato a casa anche i premi individuali con Andrea Russo (miglior portiere) e il galatonese Eros Pagano (miglior calciatore).

Il commento degli organizzatori – “Un’altra serata di festa, – afferma il consigliere con delega allo Sport Antonio Tondo, organizzatore dell’evento assieme al presidente della consulta dello Sport Tony De Paola – il giusto preludio al prossimo appuntamento, quello con la seconda edizione del calcio balilla umano in programma i prossimi 5, 6 e 7 settembre in piazza Cesare Battisti”. “Ci siamo divertiti, – aggiunge De Paola, che è anche direttore marketing dell’AC Nardò – la città come di consueto risponde presente agli appuntamenti sportivi. Il mio auspicio è che i neretini continuino a dimostrare affetto nei confronti del Nardò Calcio, sottoscrivendo l’abbonamento a prezzi agevolati come mai prima d’ora”.

Prossimo appuntamento con un nuovo torneo di calcetto, presso il centro sportivo Vacanze Serene, fissato per metà settembre.

Nardò – Fra sport, musica e sapori proseguono gli eventi estivi in programma a Nardò e marine: ecco il taccuino aggiornato con tutti gli appuntamenti dal 19 al 26 agosto.

Tennis – È in corso di svolgimento e sta richiamando tanti appassionati presso il circolo “I Campetti” il primo torneo nazionale di tennis “Città di Nardò”, che proseguirà fino al 26 agosto. Si tratta di uno dei tanti appuntamenti – non solo sportivi – che stanno animando l’estate neretina in un periodo nel quale le marine, ma soprattutto il centro storico, sono presi d’assalto da turisti provenienti da ogni angolo d’Europa.

A proposito di sport: dal 20 al 24 agosto il centro sportivo Happiness ospiterà il Nardò Basketball Association, terza edizione del torneo tre contro tre organizzato da Egidio Bollino e Daniele Leuzzi; e il 20 agosto torneo di calcetto sotto le stelle al centro sportivo Vacanze Serene, a cura di Antonio Tondo e Tony De Paola.

Doppio appuntamento in rapida successione al Gioppo Park: lunedì 20 musica con “L’Imperfetto”, tributo a Renato Zero; martedì 21, dalle ore 20 alle 23, l’associazione “In Viaggio con Momì” di Milena Mosella divertirà i bambini con giochi a staffetta, gonfiabili, canti e balli.

Musica e libri – Sempre il 21, all’Oasi Tabor (località Cenate), la voce di Pierluigi Caputo e la chitarra di Rocco Mastrolia si esibiranno in un tributo al duo Simon & Garfunkel. Il 22 agosto prima un appuntamento culturale organizzato dal Rotary Club Nardò: alle ore 20 al Parco Raho la presentazione del libro “La corruzione spiegata ai ragazzi che hanno a cuore il futuro del loro paese” (Mondadori, 2018) scritto da Francesco Caringella e Raffaele Cantone; dialogheranno con gli autori Elsa Valeria Mignone (procuratore aggiunto della Procura della Repubblica di Lecce) e Vincenzo Candido Renna (presidente del Rotary Club Nardò). Nella stessa serata, a partire dalle 23,30 “Nightout” al lido Beija Flor di Santa Caterina, con il dj set a cura di Maurizio Macrì (ingresso libero); e al Fico d’India (Portoselvaggio) raggae con Math Selecta.

Nei giorni 22 e 23 agosto Festa Neretina alla Villa Comunale, una serata di beneficenza con al centro musica e sapori del Salento. Il 24 agosto il concerto Trio “Entre Tango” in piazza Salandra: musica dal vivo a ritmo di tango; e nel piazzale antistante il Brikò, dalle 21 in poi, il ritrovo per appassionati d’auto organizzato da Apulia Street Custom.

Giunge alla 18ª edizione il Premio Luigi Stifani, ultimo violinista terapeuta dei rituali legati al tarantismo salentino e padre delle pizziche tarantate: in programma a Santa Maria al Bagno nei giorni 25 e 26 agosto, il tradizionale concerto ospiterà i gruppi emergenti musicali che più si avvicinano allo stile del compianto “mesciu Gigi”, scomparso nel 2000.

Appuntamenti all’Oasi Tabor per il 25 agosto con la serata gastronomica “La cucina del cuore” e la partecipazione dello chef neretino Salvatore Lega; poi il giorno successivo a partire dalle 20,30 il torneo di burraco organizzato da Lions e Leo Club Nardò, con sfondo solidale in favore dell’AIPD (Associazione Italiana Persone Down).

Santa Caterina (Nardò) – Per il secondo anno consecutivo il circolo nautico “La Lampara” di Santa Caterina ha consegnato una borsa di studio, intitolata alla memoria del compianto Sergio Orlando (stimato farmacista ed apprezzato amministratore neretino oltre che giocatore granata, scomparso nel febbraio del 2017 all’età di 64 anni) ad uno studente del liceo classico “Galileo Galilei” di Nardò, in questo caso Andrea D’Agostino (foto).

“Il premio vuole rappresentare – ribadiscono i promotori – un incoraggiamento e un segnale di supporto per il proseguimento degli studi, nonché premiare quei ragazzi che maggiormente si sono contraddistinti con una alta media voti scolastica”.

D’Agostino è stato selezionato tra altri suoi coetanei promossi dal liceo di via XX Settembre con una valutazione di 100/100esimi con lode. Nota di merito anche per Ugo Ammassari, Lorenzo Cesari, Alberto Mazzotta, Sara Metafune e Benedetta Perrone. Ma non solo, c’è grande soddisfazione in seno all’istituto classico diretto da Emilia Fracella anche per la valutazione di 100/100esimi di Francesca Geusa, Claudia Inguscio, Arianna Massanova, Arianna Pergola, Sara Profeta, Francesca Irene Strafella, Federica Tarantino, Diego Tedesco e Francesca Tondo.

La stagione scolastica 2017/18 si è conclusa con tutti i 118 studenti ammessi agli esami promossi, senza neppure una bocciatura. Un motivo di orgoglio per il liceo classico neretino e una fonte di ispirazione per i futuri maturandi, oltre che punto di riferimento per quanti, come La lampara di Santa Caterina, sono alla ricerca di esempi utili da premiare ed indicare sperando in un benefico effetto emulativo.

Nardò – Un fiume di appuntamenti nell’agosto neretino, fra sapori, sport, musica e tradizioni.

Sagre, Cinemare e Notte Rosa – A Santa Caterina, lunedì 13 presso l’oratorio parrocchiale di don Francesco Martignano c’è la Sagra del pesce fritto. È tutto pronto anche per la quinta edizione di “Anguria & Sound”, il tradizionale appuntamento in programma presso l’area mercatale di Santa Maria al Bagno, con tre giorni di piatti tipici, birra artigianale, anguria e tanta musica: il 15 agosto si esibiranno “Alla bua” e “I Trainanti”; il 16 “Io, te e Puccia” e “I Mariglia”; si chiude il 17 con “Gruppo Folk 2000” e gli “Skarkanizzi”. Nei giorni 14, 21 e 28 agosto, invece, i prossimi appuntamenti con la rassegna cinematografica Cinemare 2018 a Sant’Isidoro, che sabato 18 ospiterà artisti di strada, burattinai e tanta musica per la Notte Rosa, quando le vie centrali della marina saranno esclusivamente pedonali. Sempre a Sant’Isidoro, domenica 19 c’è il mercatino per lo scambio dell’usato.

Basket, beach volley, tennis e calcetto: un mare di sport – Dal 20 al 24 agosto a Nardò, presso il centro sportivo Happiness, in programma il “Nardò Basketball Association”, torneo tre contro tre giunto alla terza edizione e organizzato da Egidio Bollino e Daniele Leuzzi. Il centro di Sergio Volturo e Flavio Russo ospiterà anche il Super Smash Challenge, torneo di beach volley in programma il 17 e 18 agosto. Dal 18 al 26 il primo torneo nazionale di tennis “Città di Nardò” al circolo di via Bonfante; e ancora sport con il calcetto sotto le stelle il 20 agosto presso il centro sportivo Vacanze Serene, organizzato da Antonio Tondo e Tony De Paola.

Milonga e burraco sotto le stelle – Il 22 e 23 agosto è il momento della Festa Neretina alla Villa Comunale, una serata di beneficenza con al centro musica e sapori del Salento. Si prosegue il 24 con la milonga in piazza Salandra, per un appuntamento con musica dal vivo a ritmo di tango. A Sant’Isidoro, sabato 25 c’è invece un torneo di burraco sotto le stelle.

Il Premio Luigi Stifani – Giunge alla 18ª edizione il Premio Luigi Stifani, ultimo violinista terapeuta dei rituali legati al tarantismo salentino e padre delle pizziche tarantate: l’evento è in programma a Santa Maria al Bagno nei giorni 25 e 26 agosto, con il tradizionale concerto che ospiterà i musicali gruppi emergenti più vicini allo stile del compianto “mesciu Gigi”, scomparso nel 2000.

Arrivederci estate – Il 25 e il 29 agosto a Villa Tabor (località Cenate) le ultime serate gastronomiche dell’estate con “La cucina del cuore” e la partecipazione dello chef Salvatore Lega. L’agosto neretino si chiude giovedì 30 al “Giovanni Paolo II” con un triangolare di calcio tra la rappresentativa dell’Amministrazione comunale, una delle vecchie glorie del Nardò Calcio e la selezione dell’amicizia. E poi il 31 agosto a Sant’Isidoro la cena “Arrivederci Summer 2018”.

Appuntamento a settembre – Ma lo sport non si ferma neanche a settembre: in piazza Cesare Battisti, a Nardò, nei giorni 5, 6 e 7 settembre appuntamento con il calcio balilla umano: uno spettacolo sulle stecche che vede gareggiare due distinte categorie, senior (dai 16 anni compiuti in su) e under (dai 6 ai 15 anni). Iscrizioni entro il 20 agosto al numero 329.9697356.

Nardò – Adesso non ci possono essere più dubbi: in città c’è una campionessa di prima grandezza. Ancora due medaglie per Sofia Maglio. Agli Europei di double trap (specialità di tiro a volo) del 6 agosto a Leobersdorf, in Austria, sorride la selezione italiana, che porta a casa due medaglie d’oro, una d’argento e due di bronzo.

La tiratrice neretina ha guadagnato il terzo gradino del podio nella categoria “lady” con il risultato finale di 114/150 dopo aver superato in shoot-off la finlandese Mopsi Veromaa e un altro bronzo nel mixed team, in coppia con Ignazio Maria Tronca delle Fiamme Oro. Splendida la prova di Claudia De Luca di San Cesario di Lecce che si è laureata campionessa europea con 131/150 con il nuovo primato europeo e mondiale; è suo anche il bronzo nel mixed team in coppia con Antonino Barillà della Marina Militare. (nella foto Sofia Maglio con Antonino Barillà e Ignazio Tronca)

“Non trovo le parole per descrivere ciò che provo – ha dichiarato subito dopo la gara Sofia Maglio –. Tante volte per un piattello si vince o si perde e, stavolta, dopo un mini shoot-off contro un’ottima atleta come Veromaa, sono riuscita a salire sul terzo gradino del podio. Un’emozione unica”. Qualche piccolo rimpianto ma anche tanto orgoglio per un piazzamento prestigioso: “Certamente la gara sarebbe potuto andare meglio – afferma – ma nella vita non sempre si può vincere e questo non fa altro che aumentare la mia voglia di migliorare. Questo è un terzo posto che ricorderò per sempre”.

Dopo tanti sacrifici giunge il tempo di ringraziamenti e congratulazioni: “Grazie al mio socio nel mixed team Ignazio Tronca. Complimenti di cuore ad Antonino e alla mia compagna Claudia, campioni europei. Complimenti agli junior e alla squadra senior che ha conquistato un bellissimo oro. Grazie a Roberta Pelosi e a Fabio Partigiani, sempre presenti e preziosi per noi. Infine, un grazie particolare al nostro commissario tecnico Mirco Cenci, alla mia famiglia e ai miei amici. Torno a casa sorridente come sempre – conclude Maglio – quel sorriso che non mi lascerà mai”.

Nardò – Prosegue l’estate neretina ricca di appuntamenti: culturali, musicali, sportivi o legati alle tradizioni locali. Per il 5 agosto il tour itinerante di Radio Norba abbraccerà Nardò, precisamente il lido Beija Flor di Santa Caterina, per poi spostarsi su Ugento e Porto Cesareo. Per la stessa data (e per il 19 agosto) il mercatino con lo scambio dell’oggetto usato a Sant’Isidoro, che il 9 agosto ospiterà poi un torneo di burraco sotto le stelle.

Per il secondo anno consecutivo a Nardò avrà luogo una tappa del festival itinerante “La Notte della Taranta”, che prevede il doppio appuntamento del concerto – per la sezione Altra Tela – “Terra, pane e lavoro (dal Salento)” a cura di Rocco Nigro, in programma il 6 agosto in piazza Battisti alle ore 21.30, e del concerto – per la sezione Ragnatela – dell’orchestra popolare “La Notte della Taranta”, in via XXV Luglio a partire dalle ore 23.30.

Il 7 agosto (e poi anche i giorni 14, 21 e 28) a Sant’Isidoro la rassegna cinematografica Cinemare 2018 alle ore 21. Sempre nella marina neretina il tradizionale appuntamento con la “Sagra di li cannulicchi cu li cozze”, giunto alla sua 27ª edizione, in programma i giorni 11 e 12 agosto: assieme ai ditalini con le cozze, anche fritture, formaggi, carni e vini locali con la pizzica come sottofondo.

Nel piazzale delle Quattro Colonne a Santa Maria al Bagno, 11 e 12 agosto con “Calcio in acqua” organizzato dall’associazione J Nardò Bianconera del presidente Tiziano De Pirro.
Nuovamente a Nardò, in piazza Salandra, il 12 agosto a partire dalle 19.30: l’appuntamento è con la 7ª edizione della “Festa dell’Emigrante”, dedicata a tutti i cittadini neretini emigrati all’estero, specie negli anni ’50, con lo scopo di rinsaldare i rapporti tra la comunità locale e i suoi migranti, rientrati in città per trascorrere le vacanze estive. In occasione dell’edizione 2018 avrà luogo la mostra “I tre colori dell’emigrazione” e un dibattito pubblico che ripercorrerà gli aspetti salienti dell’emigrazione pugliese e salentina in particolare, prima del concerto musicale che chiuderà l’evento.

Dal 6 al 31 agosto prezzo Palazzo Personè la mostra fotografica “I luoghi di Renata”, a cura di Paolo Laku, dedicata ai posti neretini nel cuore di Renata Fonte. Sino al 10 agosto, tutti i giorni dalle 20 alle 23.30, sarà possibile assistere alla mostra antologica di pittura “Tracce nel tempo” a cura di Walter Greco (foto): presso il Chiostro dei Carmelitani un vero e proprio percorso dal 1977 ad oggi attraverso una quarantina di opere e diverse fasi pittoriche. Infine, per tutto il mese di agosto, chiese aperte nei giorni venerdì, sabato e domenica dalle ore 19 alle 23.

Nardò – Insolita e divertente mattinata allo stadio “Giovanni Paolo II” per un nutrito gruppo di giovanissimi del campo estivo “Il Tappeto Volante” e una delegazione della parrocchia Paolotti. Prima sugli spalti a cantare, poi in campo a palleggiare coi propri idoli (tra questi Prinari e Bertachi), infine il momento di foto e autografi. “Un progetto aperto a tutte le associazioni – dichiara il direttore marketing del club granata, Tony De Paola – in quanto le porte dello stadio sono aperte per tutti. Vogliamo condividere il concetto di aggregazione, la bellezza dello stare assieme, lo sport come motore di unione, calcio e stadio promotori di amicizia”.

In futuro altri progetti dedicati ai giovani e non solo: “Vogliamo che il Nardò diventi un polo di attrazione – aggiunge De Paola – per tutte le famiglie e per gli sportivi. Sarà bello vedere numerosi i neretini allo stadio, emozionante ammirare famiglie intere sui gradoni del Giovanni Paolo II. Questo è solo l’inizio. Vogliamo fare attecchire il ‘virus’ granata già in tenera età, insegnando ai nostri figli i veri valori dello sport. E i nostri piccoli amici hanno risposto alla grande, presentandosi in maglia granata. Ci siamo emozionati. Forse qualcosa di buono lo stiamo facendo, tutti insieme, per la nostra Nardò”.

Una giornata fortemente voluta anche dai ragazzi, come spiega Luca Inglese de “Il Tappeto Volante”: “Abbiamo esaudito il loro desiderio di incontrare i calciatori della squadra di calcio della loro città. Oltre a ciò, il nostro intento è stato proprio quello di contribuire alla loro formazione di vita facendo comprendere i benefici dello sport nella vita, l’importanza del gioco di squadra e della collaborazione come elementi portanti per un sano sviluppo delle relazioni sociali. Abbiamo puntato a tutto questo – conclude Inglese – perché la felicità e la formazione dei nostri bambini e ragazzi viene prima di tutto”.

Nardò – Quattrocento anni di storia, di volti, di racconti. Tre giorni – venerdì 27, sabato 28, domenica 29 luglio – per un autentico tuffo nel Medioevo con la Cavalcata storica e Fiera dell’Incoronata, giunta alla dodicesima edizione ed organizzata dall’associazione culturale “Amici Museo di Porta Falsa” guidata da Riccardo Quaranta. Il programma prevede per venerdì la grande sorpresa dell’edizione 2018, “La cena barocca” alle ore 21 presso il cortile del Castello Acquaviva (si accede per iscrizione: 328/0255475), un appuntamento di cultura enogastronomica riservato ai soci sostenitori fra le luci soffuse, danze, giullari di corte e un menù tipicamente barocco.

Poco distante, il giorno successivo, in piazza Cesare Battisti prenderà vita il Palio dei Pittagi: giochi d’abilità tra le animazioni degli sbandieratori, una vera e propria sfida tra quartieri (nel 2017 si impose il Quartiere Castello) con la conduzione di Otto Panzer (Gianni Risola di Bari) e “Lo giullare senza radici” (Tiziano Casole di Gallipoli), pronti ad intrattenere il pubblico.

Il giusto preludio domenica 29 luglio, quando la Cavalcata storica prenderà letteralmente vita: aprirà l’evento, alle ore 10.30 presso la chiesa dell’Incoronata, la cerimonia di investitura del Magister Nundinarum. Nel pomeriggio poi, a partire dalle 18.30, nei pressi del Castello Acquaviva si formerà il corteo storico che giungerà intorno alle 21 in piazza Salandra, già dalle 19 invasa da falconieri e artisti tra il suggestivo mercatino storico, l’area giochi d’epoca per grandi e piccini, gli spettacoli di fuoco con musici sino a tarda notte. Il corteo storico che partirà da piazza Cesare Battisti si dirigerà per via Lata, via De Pandi, piazza Salandra, via Vittorio Emanuele II, piazza Osanna, via Grassi, corso Galliano, piazza Diaz, via Roma, via Regina Elena, piazza Umberto I, via Duca degli Abruzzi e nuovamente su piazza Osanna, via Vittorio Emanuele II per fare infine ritorno in piazza Salandra.

La Cavalcata storica ha una nobile ed antica origine, forse sconosciuto ai più. Se ne parlava già nel poema in lingua salentina “Il viaggio de Leuche” – scritto tra il 1690 e il 1720 da Geronimo Morciano – nel quale si narra che i viandanti si ritrovassero a partecipare al pellegrinaggio da Salice Salentino al santuario di Santa Maria di Leuca passando da Nardò “alla grà festa de la Ncurunata”. Tutto ciò nell’agosto di circa 300 anni fa, prima che gli “Amici Museo di Porta Falsa” riportassero in vita un evento di fortissima tradizione e senso d’appartenenza neretino.

Nardò – Va in archivio con la medaglia d’argento al collo della neretina Sofia Maglio (foto) la settima edizione della Emirates Green Cup di Todi (Perugia) di tiro a segno. Nella specialità di double trap femminile, la 21enne neretina ha battagliato in una finale tiratissima all’ultimo piattello con Mariya Dimitriyenko: 65/80 recita il tabellone di Maglio, 68/80 quello della kazaka che si è dunque aggiudicata la medaglia più prestigiosa. Ha completato il podio l’indiana Shreyasi Singh (47/60).

“È stata una finale emozionante che difficilmente potrò dimenticare – ha dichiarato Maglio dopo l’ultimo tiro – è stato bellissimo. Un secondo posto sudatissimo, sia per il clima che per la concentrazione. Sono consapevole che si può migliorare ancora, mi godo questo momento e torno a casa più carica che mai. Ringrazio la mia famiglia che mi è sempre accanto, gli amici, tutti coloro che mi accompagnano durante le trasferte e l’Umbriaverde Sporting & Resort per l’accoglienza”.

C’è del Salento anche nel podio del mixed team: argento per la coppia composta dal pratese Marco Innocenti e dalla leccese Claudia De Luca, che ha chiuso con 259/300, lo stesso punteggio delle coppie Barillà-Varman (oro) e Chianese-Sokha (bronzo). La posizione sul podio è stata determinata dagli score realizzati nell’ultima serie di gara (55 per i primi, 53 per i secondi e 52 per i terzi).

Nardò – Il Nardò lancia la campagna abbonamenti con delle significative sorprese per i propri tifosi. Mai, infatti, si erano visti prezzi così bassi: tribuna laterale € 60, tribuna laterale gold € 100, tribuna centrale € 160, tribuna centrale gold € 200. I pacchetti gold comprendono anche le gare di Coppa Italia e una maglia ufficiale granata. È già possibile effettuare la prenotazione in mattinata o nel pomeriggio presso la sede del main sponsor Goldbet (a Nardò in via Puglia 25/d) oppure in sede Ac Nardò (via Petraroli 2) dalle ore 17 alle 19. (nelle foto Palmisano e Muci)

Intanto, prende sempre più forma la rosa che nella stagione 2018/19 sarà guidata nuovamente dal tecnico Roberto Taurino: nelle ultime ore si sono legati al Toro l’attaccante argentino Hernan Molinari, ex Taranto e Brindisi, e il difensore under classe ’98 Samuele Muci, cresciuto nel settore giovanile del Lecce, nato a Nardò ma residente a Porto Cesareo. Ai due si aggiungono altrettante conferme: il difensore brindisino Simone Cassano e il centrocampista leccese Tiziano Prinari.

Chi arriva e chi, al contrario, prepara le valigie. È il caso di capitan Alessio Palmisano che lascia quei colori che ha difeso per cinque stagioni con oltre 100 presenze all’attivo e 13 gol: “Questi anni a Nardò sono stati indescrivibili – ha dichiarato il 29enne esterno offensivo – ho incontrato persone favolose, dentro e fuori dal campo. Vorrei ringraziare tutta la dirigenza che è stata parte di me in questi anni, in particolare il presidente Maurizio Fanuli, Maurizio Fiorentino, Patrizio Mercadante, il direttore sportivo Andrea Corallo e il team manager Alessio Antico, fino ad arrivare al segretario Fernando Venneri, che mi ha trattato sempre come un figlio. Ringrazio anche tutte quelle persone che sono state e saranno sempre vicine al Nardò, una su tutte Fernando Pero”.

Palmisano ha sempre avuto un rapporto di rispetto e di gratitudine per la tifoseria, “che mi ha sempre sostenuto anche nei momenti di difficoltà”. “Sentire quel calore ad ogni inizio partita – aggiunge – mi ha fatto battere forte il cuore ed è qualcosa che non dimenticherò mai”. Con ogni probabilità Palmisano vestirà la maglia rossazzurra del Casarano, in Eccellenza. “Non nego che mi sarebbe piaciuto averlo ancora a disposizione”, ha detto il diesse Corallo. “È una scelta che va rispettata e Nardò dovrà sempre essere riconoscente nei confronti di Palmisano”, ha chiosato l’allenatore Taurino.

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...