Home Authors Posts by Lorenzo Falangone

Lorenzo Falangone

289 POSTS 0 COMMENTS

Nardò – Per il terzo anno consecutivo alla Bushido Durante stage multidisciplinare di arti marziali e sport da combattimento. Il prossimo 11 marzo, a partire dalle ore 8.30, il “Pala Andrea Pasca” di Nardò ospiterà maestri ed atleti provenienti dai comuni delle province di Lecce e Taranto per praticare jujustu, karate shotokan (uno stile moderno nato dall’incontro di varie arti marziali), aikido (praticato in Giappone sia a mani nude che con armi bianche tradizionali), kick boxing e krav maga (sistema di combattimento ravvicinato e di autodifesa di origine israeliano).

Lo stage sarà diretto come di consueto dal maestro neretino Gregorio Durante, con la sua esperienza e i suoi titoli (7° dan jujustu, 6° dan karate shotokan, 6° dan kick boxing e istruttore krav maga), e sarà aperto non solo agli atleti ma anche a chiunque intenderà cimentarsi ed apprendere tali discipline. Lo stesso Durante curerà le fasi di jujustu assieme ai maestri Patrizia Colao (Taranto) e Antonio Martano (Nardò), entrambi 4° dan; di karate shotokan si occuperanno Aldo Garofalo (Taviano, 7° dan) e Michele Lanave (Lecce, 4° dan); di aikido Mario Delle Foglie (Taranto, 6° dan); di kick boxing i maestri neretini di 6° dan Walter e Riccardo Guagnano; di krav maga Dino Frascella (Taranto) ed Ezio Manzone (Lecce). Lo stage è patrocinato dal Comune di Nardò, dal Coni e dallo Csen (ente di promozione sportiva con cui la Bushido Durante è affiliato).

Inoltre, alcuni giorni fa una folta rappresentanza della Bushido Durante (composta dai maestri Durante, Martano e Delle Foglie, dagli istruttori Mariangela Falconieri e Andrea Martano, dall’allenatore Marcello Cazzato e dagli allievi Paola Cordella, Luca Spagna, Antonietta Martignano, Guido Muci, Christine De Paola, Annalisa Lupo e Antonio Sambati, tutti di Nardò) ha presenziato presso la sede del comitato provinciale Csen al corso con abilitazione all’utilizzo del defibrillatore: la sicurezza e il primo intervento sono argomenti da sempre posti in primo piano dall’associazione del maestro Durante.

Nardò – C’è la Tav Jonico Salentina sul tetto regionale nella specialità Percorso caccia in pedana. La società neretina nei giorni scorsi in quel di Veglie, col risultato di 129/150, si è laureata campione d’inverno, imponendosi sulle due compagini di San Donaci, Shooting Club e “Passione e Natura”, che hanno chiuso rispettivamente con 128/150 e 127/150 + 53; quarto posto per i padroni di casa della Tav Veglie (127/150 + 43).

Il movimento guidato dal presidente Flavio Maglio, neretino, brilla anche nelle classifiche individuali: medaglia d’argento per Antonio Dollorenzo (Cutrofiano) e bronzo per lo stesso Maglio (2ª categoria). Fra le “Lady”, argento anche per la figlia di Flavio, Sofia Maglio – campionessa mondiale di tiro a volo – e bronzo per la leccese Claudia De Luca. La Tav Jonico Salentina è stata rappresentata anche da Michael Rimo (Racale), Nicola Giuseppe Mauro ed Elio De Luca (Lecce), Flavio Leone (Veglie), i neretini Giancarlo Paglialunga e Antonio Corvo, e Stefano Longo (Cutrofiano).

Per la Tav Jonico Salentina è solo uno splendido inizio di un calendario ricco di appuntamenti: nella notte a cavallo tra venerdì 23 e sabato 24 febbraio, Sofia Maglio, Michael Rimo, Paolo Mezzi, Claudia ed Elio De Luca prenderanno parte al Grand prix nazionale di double trap, nelle categorie individuale, a squadre e mixed team (coppie neretine Maglio-Rimo e padre e figlia De Luca). Il 25 febbraio a Torre Santa Susanna sarà tempo di fossa olimpica. Non solo: il prossimo 4 marzo Nardò ospiterà il campionato regionale di double trap e contemporaneamente a Scorrano si disputerà il campionato regionale di fossa universale. Ci sarà tempo e modo per nuove soddisfazioni.

Nardò – “La Dispensa del Salento” si immerge tra storia, arte e cultura. Presso l’attività in via De Viti De Marco, grazie alla passione di Marcello Fracella ed Antonella Colazzo, si parlerà della città di Nardò e delle ragioni che nel tempo l’hanno resa meta attrattiva. In collaborazione con l’associazione culturale “Le Luci del Barocco” e la Pro loco Nardò e Terra d’Arneo, il prossimo venerdì 23 febbraio, alle ore 18, il punto di riferimento neretino dei prodotti tipici agroalimentari apre le porte a tutti: dopo i saluti di rito del sindaco Giuseppe Mellone, dell’assessore alla Cultura Ettore Tollemeto e dello stesso Marcello Fracella, interverranno l’esperta in archeologia Antonietta Paglialunga sul tema “Tesori dal passato”, a seguire l’avvocato Giovanni Montinaro su “Nardò e i segni delle culture”, infine il presidente della Proloco Nardò e Terra d’Arneo, Carlo Longo, che approfondirà il tema della cultura come valore attrattivo. Modererà il convegno Giovanni Malacari, direttore di Oltreme.it. A seguire una degustazione con prodotti tipici enogastronomici del territorio, per un viaggio tra passato e presente, cultura e gusto.

by -
0 272

Nardò – “Il calcio, lo scatto e la gioventù”, il concorso fotografico dedicato al calcio giovanile neretino e organizzato da Tony De Paola e Tiziano De Pirro (presidente e vice della Juventus Nardò Bianconera) volge verso il gran finale. Sabato 24 febbraio, alle ore 17.30, presso l’associazione di via Generale Cantore, si terrà la premiazione del contest che si è svolto interamente a colpi di “like” sulla pagina Facebook Calcio Junior. Verranno premiate le cinque foto che hanno raggiunto il maggior numero di “mi piace”, più una foto speciale che, ad insindacabile giudizio della Juventus Nardò Bianconera, sarà valutata come la più originale. Assisteranno alla premiazione anche il consigliere comunale delegato allo Sport Antonio Tondo, Maurizio Fiorentino dell’AC Nardò e Carlo Durante, presidente della Frata “Andrea Pasca” Nardò. Fra i premi in palio un completo granata dell’AC Nardò, una maglia della Frata Nardò, un borsone da calcio e una doppia consumazione di pizza e birra.

«Sarà una vera festa – afferma De Paola – da parte nostra siamo orgogliosi del riscontro avuto dai ragazzi. Numerose sono le foto che hanno aderito al concorso gratuito e non mi resta che ringraziare l’AC Nardò, la Frata Nardò e tutte le attività commerciali – conclude De Paola – che hanno supportato la nostra idea garantendo graditi premi».

Nardò – È stata una settimana intensa quella vissuta dal Nardò. La doccia fredda è arrivata dalla Corte sportiva di Appello che, sovvertendo le positive sensazioni del club granata, ha rigettato il ricorso – circa la presunta posizione irregolare del calciatore potentino Cosentino – relativo alla gara Nardò-Picerno (0-1 sul campo) dello scorso 2 ottobre. Il Toro ha già fatto sapere che ricorrerà al Collegio di garanzia del Coni per ottenere tre punti a tavolino che sarebbero vitali per la corsa play off.

Proprio gli spareggi-promozione sono il grande obiettivo degli uomini di Roberto Taurino, la salvezza, del resto, è ormai in cassaforte. Reduci da 12 risultati utili consecutivi, i granata proprio con il Picerno si ritrovano appollaiati a quota 38 punti, a -7 dall’ultimo posto utile per i playoff, occupato dal Taranto, ospite al “Giovanni Paolo II” il prossimo 4 marzo in una gara che, assieme a quella col Gravina del 25 febbraio, si prospetta fondamentale per le sorti del Toro.

«Il discorso permanenza è praticamente archiviato – dichiara il tecnico Taurino – ed ora possiamo guardare oltre con la consapevolezza che sarà durissima. Sarebbe una soddisfazione incredibile raggiungere i playoff. I ragazzi sono gli artefici di questa striscia positiva e se loro continueranno a non accontentarsi potremo toglierci ancora grandi soddisfazioni». I cavalli in più del Toro arrivano dagli under, per tre volte in gol nel recente 4-1 sul Francavilla in Sinni.

Fra questi anche Gaetano Palmisano, stabilmente convocato nella Rappresentativa Serie D, col sogno di essere convocato per la Viareggio Cup, prestigiosa vetrina di calcio giovanile: «Con il nostro mister nessuno è titolare – sostiene l’attaccante classe ’99 originario di Taranto – e questa circostanza mi sprona a dare il 100%. Se ho attirato le attenzioni della Rappresentativa è per merito dei miei compagni e della società; in granata sto imparando anche a curare la fase difensiva e sarebbe un sogno poter far parte della selezione che disputerà la Viareggio Cup». Il Nardò tornerà in campo domenica, alle ore 14.30, quando renderà visita alla Frattese, impelagata nelle zone rosse della classifica.

Nardò – Come da tradizione il Carnevale Neretino scalderà i cuori di piccoli e grandi. L’associazione culturale Ardire, in collaborazione con il Centro turistico giovanile “Osanna” e col patrocinio del Comune di Nardò, organizza la trentaduesima edizione che partirà il prossimo 17 febbraio (ore 14.30) da piazza Salandra e giungerà in piazza Cesare Battisti. Carri allegorici (che attenderanno su via Duca degli Abruzzi e si accoderanno successivamente alla carovana), maschere singole e gruppi mascherati sfileranno per le vie della città – su di un percorso appositamente prestabilito e concordato con le forze di pubblica sicurezza – in compagnia di maghi, trampolieri, giocolieri, maschere, mimi, comici e tanto ancora per un pomeriggio di festa. Conduce l’evento il cabarettista Andrea Baccassino.

Un’apposita giuria del Carnevale, a seconda dell’ordine di arrivo, assegnerà premi in denaro, coppe speciali, medaglie, buoni per crocchette per cani e molto altro. I cani, appunto, perché c’è spazio anche per gli amici a quattro zampe nel Carnevale Neretino: potranno concorrere nella categoria “Carnival Dog” e vincere premi speciali. Naturalmente gli accompagnatori dei “cani mascherati” avranno l’obbligo di munirsi dei sacchetti igienici per deiezioni e di applicare al cane la museruola.

Per partecipare è necessaria l’iscrizione entro le ore 14.30 del 17 febbraio ma lo staff auspica che, al fine di semplificare i lavori di organizzazione, le adesioni pervengano entro almeno il giorno antecedente la sfilata. La partecipazione al Carnevale Neretino è aperta a tutti. Per info ed iscrizioni 389/8399065 (Chiara) o 329/6324544 (Elisabetta).

Nardò – Domenica 25 marzo 2018 è una giornata da segnare di rosso sull’agenda degli amanti del duathlon. A Portoselvaggio andrà di scena la quarta edizione del Supersprint e Kids mtb, organizzato dal comitato regionale Fitri Puglia del presidente Claudio Meliota, in collaborazione con Gianni Casaluce, il presidente della Consulta dello Sport Tony De Paola e il consigliere comunale delegato allo Sport Antonio Tondo. Come di consueto, la manifestazione si snoderà su due percorsi dalla differente lunghezza: off road (2,5 km di corsa, 10 km di mountain bike e 1 km di corsa) e kids (da 200 a 800 metri di podismo, da 1 a 3 km di mountain bike e da 100 a 400 metri di podismo). I sentieri mozzafiato di Portoselvaggio coccoleranno gli atleti, pronti a raggiungere Nardò da tutta Puglia e oltre; partenza e arrivo presso la Masseria Torre Nova. «Siamo giunti alla quarta edizione – afferma con orgoglio Gianni Casaluce – certificando una importante conferma per Nardò: il comitato regionale Fitri crede fortemente nelle potenzialità sportive e turistiche del nostro incontaminato territorio ed investe notevoli risorse. Da ormai quindici anni, infatti, lo stesso ha collaborato a stretto contatto dapprima con l’associazione Messapia, poi con la Proloco Nardò e Terra d’Arneo, quindi con singole figure di riferimento».

L’appuntamento col duathlon del prossimo mese di marzo sarà in buona compagnia: «Con ogni probabilità – aggiunge Casaluce – riproporremo nel 2018 la seconda edizione del “Triathlon Terra d’Arneo”, il prossimo 7 ottobre. E chissà, stante i presupposti ed i buoni rapporti che sussistono tra il comitato regionale Fitri, gli enti territoriali e l’Amministrazione comunale, che non possano verificarsi le condizioni – conclude – per l’organizzazione di un terzo evento». A Portoselvaggio si partirà alle ore 10 con la gara dedicata ai più piccoli, poi Supersprint alle 11.40. Con il “4° Duathlon mtb” inizia la stagione del triathlon in Puglia. Per info 3204277300 – 3486038596.

Nardò – C’è tempo sino a lunedì 12 febbraio per iscriversi alla “Coppa Carnevale”, l’ormai tradizionale appuntamento di calcetto neretino giunto alla terza edizione. Il prossimo 18 febbraio, presso il centro sportivo “Vacanze serene”, in una mattinata si disputeranno le gare con durata di venti minuti (in lista da un minimo di sei ad un massimo di undici calciatori).
Il torneo, di carattere amatoriale, è organizzato da Antonio Tondo, consigliere comunale delegato allo Sport, e prevede un trofeo più pizza e birra per il primo classificato; premi per tutte le squadre partecipanti. Inoltre, saranno assegnati premi individuali al miglior portiere, miglior calciatore e capocannoniere.
«Sarà una mattinata di quelle che tanto ci piacciono – dichiara lo stesso Tondo – all’insegna dello sport e della condivisione di momenti di sano e puro divertimento». La “Coppa Carnevale”, che si è distinta dal 2016 per il clima gioviale e amichevole, ha visto come vincitori la Salento United nella prima edizione e Feyenord lo scorso anno. Nell’albo d’oro figurano Matteo Carrino e Gianluigi Re, premiati come “miglior portiere”; Giulio Caputo e Luca Potenza, i due “miglior giocatore”. Per informazioni 329/9697356

Nardò – Nardò sarà una delle tappe del “Leo White Tour 2018”. Il prossimo 4 febbraio, presso la palestra Crossfit Nardò di Marco Falangone – che organizza l’evento assieme alla Salento Spartans di Mino Paglialunga – a partire dalle 8.30 e sino al pomeriggio si terrà il corso dedicato agli amanti di spartan race e obstacle course race. Nel mattino spiegazione della tecnica di corsa e delle metodologie di allenamento outdoor, quindi la fase dedicata alla prevenzione degli infortuni e la tecnica sugli ostacoli con workout sul campo. Dopo la pausa pranzo, la parte teorica su allenamento e integrazione, a seguire grip, balance e cross endurance training. A questo punto gli iscritti potranno fare pratica sui vari metodi di allenamento indoor sotto gli occhi vigili di un ospite d’eccezione, il campione italiano di Spartan Race e ottavo assoluto nel mondiale 2017 in Canada, Eugenio Bianchi. Suggestivo sarà anche il challenge in stile ninja con la sequenza di vari ostacoli.

Dalle 16.30 alle 17.30, inoltre, un’ora interamente dedicata ai più piccoli, gratuitamente ma previa comunicazione. Per info, costi e prenotazioni contattare Mirko (391/4878463 o mirkoc85@hotmail.it), Marco (338-8212006) o Mino (3287099716). Altri appuntamenti del “Leo White Tour 2018” a Lucca (18 febbraio), Venafro (25 febbraio), Lanciano (17 marzo), Vasto (18 marzo), Carrara (8 aprile), Biella (12 maggio) e Sarzana (25 agosto).

Nardò – Viene da Nardò, corre per la Tre Casali San Cesario ed è il primo salentino nella classifica generale della “X Maratonina dello Jonio”, in scena lo scorso 28 gennaio. Samuele Dell’Assunta stupisce ancora e con una apprezzabile performance chiude i 21 km di Gallipoli in 1h17’45”: l’ha spuntata per un secondo, in volata, su Stefano Todisco (San Giovanni Bosco di Palagianello). «Eppure avrei potuto esprimermi ancora meglio – afferma Dell’Assunta – il tempo con cui ho fermato il cronometro non rende giustizia alla mia prova, ma il vento si è rivelato un fattore in negativo. Avrei potuto fare meglio di almeno un minuto». Ad ogni modo, davvero niente male: il neretino si è distinto in una gara che ha richiamato nella Perla dello Jonio atleti da tutta Italia e di caratura nazionale. Come il maratoneta Alberico Di Cecco (settimo assoluto con 1h15’46”), appartenente al gruppo sportivo Carabinieri, olimpionico ad Atene 2004 e vincitore della maratona di Roma nel 2005.

Al primo posto il bergamasco Nadir Cavagna (Valle Brembana) che ha chiuso in 1h10’17”, un secondo più veloce dei due corridori coi quali ha condiviso il podio, il valdostano Renè Cuneaz (Pro Patria Milano) e il comasco Bernard Dematteis (Corrintime), entrambi al traguardo col medesimo tempo. Dal Settentrione arriva anche il quarto classificato Francesco Puppi (Como), poi il primo pugliese, Luigi Zullo di Santeramo in colle al quinto posto, a seguire Marco Barbuscio di Castiglione Cosentino e, appunto, Di Cecco e Dell’Assunta. In top ten un altro salentino, Gianluca De Salvo, tesserato per “La Mandra” Calimera.

Nardò – Nardò pianifica i festeggiamenti in onore del suo santo patrono, San Gregorio Armeno. Le manifestazioni religiose partiranno il prossimo 13 febbraio con l’inizio del Settenario nella Basilica Cattedrale, poi le stesse si intrecceranno con i riti civili. Domenica 18, in zona 167, dalle ore 10 è in programma una passeggiata a cavallo a cura di Cesare Bruno; nel pomeriggio, alle ore 19.30, presso la Cattedrale un concerto di musica sacra e barocca.

Il giorno successivo, alle ore 9.30, presso il Chiostro dei Carmelitani, il convegno “Nardò e l’Armenia: i culti armeni tra terremoti e persecuzioni”; alle ore 18 la messa pontificale e a seguire la processione – accompagnata dal Nuovo concerto bandistico Terra d’Arneo della città di Nardò – che si snoderà lungo piazza Pio XI, corso Garibaldi, piazza Umberto I, via Regina Elena, via Roma, piazza Diaz, corso Galliano, piazza Mazzini, via Grassi, piazza Osanna (ove avrà luogo la benedizione alla città), piazza della Repubblica, corso Vittorio Emanuele II, piazza Salandra, via Duomo e piazza Pio XI. Quindi, martedì 20, il Nuovo concerto bandistico si esibirà per le vie della città in mattinata; a partire dalle ore 20 – dopo lo spettacolo pirotecnico presso l’ex Tribunale – Girodibanda col maestro Cesare Dell’Anna in concerto in piazza Salandra (presenterà Antonio Settanni).

Il Comitato “San Gregorio Armeno” è composto dal padre spirituale e parroco della Cattedrale, don Giuliano Santantonio, dal presidente Cosimo Caputo e il suo vice Salvatore D’Alessandro, il segretario Antonio Palumbo, il tesorirere Mino De Benedittis, il responsabile rapporti confraternite Antonio Rocco Pisanello, il comitato scientifico e documentazione fotografica rappresentato da Giancarlo De Pascalis, il delegato alla comunicazione e ai rapporti con le istituzioni Andrea Zacà, i consiglieri Alessandro De Giorgi, Salvatore Giuri, Carlo Calignano, Gregorio Schirinzi, Clara Paladino, Antonio Pusterla, Antonella Di Corrado, Gregorio Rondine, Michele Onorato, Enzo Carlino, Luca Rizzello, Antonio Bosco, Maurizio Fachechi, Mario Filieri, Arturo Capone, Emanuele Assanti e Roberto De Pace.

Nardò – Al via il concorso fotografico “Il calcio, lo scatto e la gioventù”, dedicato al calcio giovanile di Nardò, organizzato da Tony De Paola e Tiziano De Pirro, rispettivamente presidente e vice della Juventus Nardò Bianconera. Aperto a tutti i ragazzi di età compresa tra i 10 e i 18 anni, il contest si svolgerà online sulla pagina Facebook Calcio Junior (@calciojunior). «Lo scatto – spiega lo stesso De Paola – dovrà raffigurare aspetti di positività, correttezza e fair-play al fine di far emergere la passione per il gioco e l’amore per la città di Nardò. Il tema principale sarà quello dello sport».

Vinceranno il contest le prime cinque foto che alla scadenza del concorso – prevista per il giorno 18 febbraio 2018 prossimo alle ore 20 – avranno accumulato il maggior numero di “mi piace” su Facebook (i like conteggiati saranno solo quelli presenti sulle foto pubblicate sulla pagina ufficiale). Sarà anche premiata la foto che verrà considerata dagli organizzatori, con insindacabile giudizio, la più originale.  Fra i premi – assegnati durante la cerimonia finale cui luogo e data sono in via di definizione – un completo dell’AC Nardò, la maglia della Frata “Andrea Pasca”, un borsone da calcio e una doppia consumazione di pizza e bibita. Per partecipare sarà sufficiente inviare su Whatsapp, al numero 340/7874258 (Tony De Paola), la foto a tema con breve descrizione entro e non oltre il prossimo 3 febbraio 2018.

Nardò – Si è rivelata un tripudio di medaglie la partecipazione della Step Up di Nardò alla 14^ edizione del campionato nazionale di hip hop. Lo scorso 21 gennaio, presso il palazzetto dello sport di Lecce, la scuola di ballo diretta da Gianni Guagnano e Giusy Rossano (nella foto) ha portato a casa ben 14 medaglie d’oro, una d’argento e due borse di studio. Primo posto assoluto fra gli assoli nelle categorie hip hop under 13 e under 21, breakdance under 7 e moderno under 18; fra i duo nelle categorie dance under 9, bachata show under 11 e under 18, show tango under 15, break dance under 15, moderno under 18; nel trio nelle categorie latino under 13 e moderno under 15; fra i gruppi con break dance under 15 e coreographic dance under 15. Per la Step Up, inoltre, secondo posto assoluto nel duo moderno under 15. «Tutti questi successi – dichiarano i maestri Guagnano e Rossano – non sono altro che il frutto di intensi allenamenti, nonché della passione verso una disciplina altamente qualificante e stimolante come il ballo». Le difficoltà di gestione non mancano mai, ma i sorrisi dei ragazzi nell’afferrare le medaglie rappresentano il modo migliore per guardare al futuro con ottimismo e rinnovato entusiasmo. «Da parte nostra – aggiungono i maestri della Step Up – è doveroso porgere un sentito ringraziamento ai genitori che sostengono enormi sacrifici pur di consentire ai loro figli di frequentare la nostra scuola di ballo». Il campionato nazionale di hip hop, competizione ufficiale con nulla osta del Centro sportivo educativo nazionale, è stato organizzato dal maestro Antonio De Monte.

Nardò – È sempre il momento giusto per un bel gesto di solidarietà. La sezione ANT “don Tonino Bello” di Nardò inaugura i corsi di formazione gratuiti dedicati a chi intende conoscere la missione della Onlus della delegata Luciana Fracella e approfondire i tipi di intervento possibili prestando attività di volontariato. I corsi si terranno dalle ore 17 alle 19 presso il salone parrocchiale della chiesa di Santa Maria degli Angeli.

Si partirà il prossimo 2 febbraio analizzando il progetto “Eubiosia: l’ospedale domiciliare oncologico ANT”, il 9 si approfondiranno i temi legati al perché e come prestare attività di volontariato, il pomeriggio del 16 sarà dedicato all’assistenza socio-sanitaria ANT e al volontariato nell’integrazione d’équipe, il 23 comunicazione ed empatia nel contesto dell’assistenza domiciliare oncologica, il 2 marzo il dialogo in famiglia per chi assiste e il 9 marzo la giornata conclusiva volta a emozione e coping nelle relazioni con i pazienti e i loro familiari.

Il corso ha come obiettivo quello di trasmettere le competenze di base per espletare in maniera adeguata le attività di assistenza sociale e morale nei confronti degli assistiti ANT, spesso soli o non autosufficienti e disabili. Lo stesso è aperto a tutti ed è costituito da sei moduli, di cui i primi due più generici e riguardanti tutti i tipi di volontariato in ANT e gli ultimi quattro più specifici per la formazione socio-assistenziale. I sei incontri sono obbligatori per chi desidera collaborare con i professionisti sanitari della Fondazione ed entrare in contatto con il sofferente e la famiglia. Per iscrizioni: 342/7683503 (delegazione ANT “don Tonino Bello” di Nardò, sita in via Palermo 16).

Nardò – Si è rivelata un successo la partecipazione della scuola di ballo “Fawi Professional Dance” al Campionato Open regione Puglia 2018. Gli scorsi sabato 13 e domenica 14 gennaio, al “Palamazzola” di Taranto il gruppo Under 13 di sincronizzato latino si è laureato campione regionale al pari del gruppo Over 16; medaglia d’argento invece per il gruppo Under 11. Fra le coppie, argento anche per Salvatore Migali e Caterina Stifani (seguiti dal maestro Silvano Dell’Angelo Custode) nel ballo da sala e per Ivan Maniscalco e Alessandra Orlando nella danza latino-americana; bronzo in assolo latino per Chiara Manca.

«Siamo veramente orgogliosi dei nostri atleti – dichiarano i maestri neretini William e Fabiana Dell’Angelo Custode – con uno spiccato senso di umiltà e disciplina evidenziano una crescita esponenziale nel fantastico mondo della danza sportiva». Tante medaglie per la “Fawi Professional Dance” e la soddisfazione del titolo regionale: «Ciò a dimostrazione che la strada intrapresa è quella giusta – aggiungono – e per noi tali riconoscimenti rappresentano solo un punto di partenza verso nuovi e ambiziosi traguardi. Il nostro sentito grazie agli atleti ma anche all’instancabile supporto delle famiglie».  I gruppi sono composti dagli atleti Lorenzo Maceri, Alessandro Dito, Nikita Giuri, Luigi Nestola, Ilary Quintana, Marika Fai, Carola Capone, Ilaria Lega, Sofia e Federica Adamo, Marzia Nestola , Asia De Benedittis, Noemi e Stefania Toma, Chiara Manca e Alessandra Orlando.

Nardò – La Pro loco Nardò e Terra d’Arneo aggiunge un posto a tavola. Il prossimo 13 gennaio alle ore 19, presso il Cenacolo di via Personé, nel cuore del centro storico, l’ente che opera nel tessuto sociale neretino, diretto dal presidente Carlo Longo, ha organizzato – in collaborazione con l’associazione “Farsi Solidali” e il Comune di Nardò – “La cucina del cuore”, una cena solidale per gli ospiti della Mensa della Comunità, “un evento nel segno della solidarietà e dell’inclusione – dichiara lo stesso Longo – del rispetto e della valorizzazione delle diverse culture”. La “cuisine du monde” dello chef Salvatore Lega, neretino doc ma residente a Parigi, prevede un succulento menù che raggrupperà piatti caratteristici di diversi Paesi.

«Ogni forestiero che bussa alla nostra porta è un’occasione di incontro con Gesù Cristo, il quale si identifica con lo straniero accolto o rifiutato di ogni epoca»: queste le parole di Papa Francesco volte all’accoglienza, la protezione, la promozione e l’integrazione dei migranti e dei rifugiati. Per il prossimo 14 gennaio, infatti, la Chiesa  celebrerà la 104ª Giornata mondiale del migrante e del rifugiato. Con un nobile gesto, la Pro loco Nardò e Terra d’Arneo sposa le parole del Pontefice e tende una mano verso chi vive momenti poco felici lontano dalla terra natia.

Nardò – Ci sarà anche la scuola di ballo “Fawi Professional Dance” di Nardò al “Palamazzola” di Taranto in occasione del Campionato Open regione Puglia 2018. Sabato 13 e domenica 14 gennaio, i ballerini neretini  diretti dai maestri William e Fabiana Dell’Angelo Custode, gareggeranno nella competizione dedicata a professionisti e amatori. Sabato 13 toccherà ai gruppi, domenica 14 alle coppie – fra cui quella diretta dal maestro Silvano Dell’Angelo Custode.

«Saranno gare di altissimo livello – afferma la maestra Fabiana Dell’Angelo Custode – in quanto si sfideranno le migliori scuole di ballo della regione. Per noi è un orgoglio poterci misurare su certi palcoscenici e portare in alto il nome della nostra città». I primi classificati, i campioni pugliesi avranno poi l’opportunità di gareggiare nel Campionato italiano in programma in primavera; ai primi tre spetteranno inoltre delle borse di studio.

Il Campionato Open regione Puglia 2018 – aperto a federazioni, associazioni ed enti –  si avvale di giudici esterni provenienti da Lombardia, Toscana, Lazio e Sicilia. Il rispetto verso il mondo della danza è alla base dell’evento organizzato dal consiglio della regione Puglia dell’Associazione nazionale maestri di ballo. Fawi Professional Dance, lo scorso 11 gennaio, ha festeggiato i tre anni di attività.

Nardò – Un grande campione della storia della maratona italiana a Nardò. Il prossimo 13 gennaio Giacomo Leone, 46enne di Francavilla Fontana – ultimo europeo a vincere la maratona di New York nel 1996 e record come italiano più veloce nella medesima competizione – sarà al Chiostro dei Carmelitani a partire dalle ore 18.30 per la “1ª Festa del Gruppo giudici di gara Fidal Lecce”. Leone, attuale presidente del comitato regionale Fidal Puglia, sarà in buona compagnia: fra gli ospiti il componente della commissione tecnica nazionale dei Giudici di gara Elio Capurso, il consigliere comunale delegato allo Sport del Comune di Nardò Antonio Tondo, il presidente Fidal Lecce Sergio Perchia di Taviano; il consigliere Fidal Puglia Gigi Renis e il fiduciario dei Giudici di gara di Taranto Egidio Massafra; Antonio Tau presenterà una serata nella quale verrà effettuato un resoconto delle attività del 2017, si illustrerà il calendario invernale, le designazioni dei Giudici di Gara 2018 e verranno conferiti diversi premi alle migliori società del 2017 e ai giudici che si sono particolarmente distinti. «Per la prima volta istituiamo tale festa – spiega Angelo Gianfreda, fiduciario provinciale del Gruppo giudici di gara – nel corso della quale esporremo il programma della nostra attività. Da parte mia, un sincero grazie all’Amministrazione comunale di Nardò che spontaneamente ci ha offerto ospitalità». Del Gruppo giudici di gara di Lecce fanno parte anche Tiziana Bruno e Antonio Orlando, componenti della Consulta comunale dello sport di Nardò.

Nardò – Un appuntamento da stropicciarsi gli occhi per gli amanti della natura quello in programma il prossimo 7 gennaio. Il tour operator “Viaggiemiraggi” Puglia, dalle ore 9 alle 15, ha programmato un cammino nell’Arneide tra Portoselvaggio e Torre Uluzzo, alla scoperta di uno dei bacini preistorici più antichi del Salento. Dai piedi della Torre dell’Alto di Santa Caterina si percorreranno 10 km di trekking, “e saremo accompagnati – spiega Valentina Pagano, fondatrice di “Viaggiemiraggi Puglia” – da un ex funzionario della soprintendenza dei beni archeologici di Puglia, che lungo il percorso ci illustrerà le caratteristiche del territorio”. «La nostra attività – aggiunge – è volta alla promozione di un turismo responsabile su tutto il territorio pugliese, in particolare su quello salentino con visite guidate e trekking urbano. Fra i nostri collaboratori figurano biologi, archeologi ed esperti del settore turistico».

Passo dopo passo ci si immergerà nel paesaggio che caratterizza l’oasi di benessere del territorio neretino, un toccasana per il corpo e lo spirito. Durante il percorso si ricorderà più volte la figura di Renata Fonte: «Ha combattuto strenuamente contro la cementificazione di Portoselvaggio – afferma Pagano – è fondamentale far sì che i suoi sforzi non siano vanificati». Camminare sarà una festa tra i pini, nella macchia mediterranea, fra paesaggi mozzafiato, grotte abitate un tempo dai nostri antenati, torri di avvistamento e difesa. Prenotazione obbligatoria al numero 349.5265291 (Valentina Pagano) o al 346.3946545 (Betty Locane, presidente di “Viaggiemiraggi” Puglia). Della Onlus tutta femminile fanno parte anche Giorgia Abatelillo, Betty Carrozzo ed Eleonora Tricarico.

Nardò – C’è tanta solidarietà nei prossimi appuntamenti natalizi neretini. Il 3 gennaio la tradizionale “Befana tricolore” del movimento Andare Oltre, giunta alla nona edizione: in via Grassi dalle 17 alle 21 raccolta di giocattoli nuovi e usati, dolci e vestiti che verranno poi donati ai bambini della Comunità Clara di Taviano. Per il 3 e 4 gennaio sarà operativa la tenda della solidarietà allestita in corso Galliano: i ragazzi del gruppo scout Nardò 17 raccoglieranno calze, caramelle e cioccolatini per i bimbi del Comune di Cascia (il 5 gennaio la consegna).

Dal 4 al 7 gennaio (dalle ore 10.00 alle 13 e dalle 15.30 alle 22) “Santa Caterina d’amare” presso la marina neretina: la Pro loco Santa Caterina, in collaborazione con le attività commerciali del posto, allestirà degli stand con mercatini dell’artigianato e del baratto, e laboratori per bambini. Per la giornata di chiusura prevista anche una tombolata con la partecipazione straordinaria dell’intramontabile comico ed attore teatrale neretino Gregorio Caputo (foto). Il 6 gennaio la parrocchia di Santa Caterina d’Alessandria vedrà l’arrivo della Befana in piazza (alle ore 15.30) con la distribuzione di calze ai bambini e quello dei Magi al presepe vivente (dalle 17 alle 20).

Il prossimo 7 gennaio, nell’ambito del progetto “Chiese aperte – Winter edition”, la cooperativa sociale Ipso Facto di Galatone guiderà i curiosi in un suggestivo viaggio alla scoperta della Cattedrale di Nardò e del Museo diocesano. Ritrovo alle ore 17 in piazza Pio XI (costo di partecipazione € 5). Infine, durerà sino al 7 gennaio il concorso “Il presepe tra tradizione e attualità” presso il Chiostro dei Carmelitani, a cura del Centro turistico giovanile “Osanna”.

Nardò – Dopo Nardò 1 e Nardò 2 – entrambi affiliati Agesci – ecco Nardò 17. Nasce il terzo gruppo scout neretino, di ispirazione laica, affiliato alla rete Cngei (Corpo nazionale giovani esploratori ed esploratrici italiani), dedicato a giovani e adulti di tutte le religioni. «Ciò non significa – spiega Michele Muci, promotore dell’iniziativa assieme a Sebastiano Bellafronte (foto) – che non sarà sviluppata la dimensione spirituale che caratterizza l’attività degli scout, ma non c’è un vincolo di appartenenza alla religione cattolica. Il gruppo è aperto a tutti coloro che desiderino fare nuove esperienze e stringere nuove amicizie e ci sarà sicuramente occasione di collaborare con gli altri gruppi della zona».
Nardò 17 si compone di uno staff con sette collaboratori, alcuni dei quali dispongono del brevetto della Federazione internazionale dello scoutismo. La fascia d’età principale sarà quella dei “rover”, ossia dai 16 ai 19 anni, la fase cruciale nel percorso di autoeducazione che porterà ragazzi e ragazze ad divenire adulti e cittadini attivi. Il “serbatoio” dei “rover” sarà composto dagli “esploratori” (12-16 anni) e “lupetti” (6-11 anni).
Il neo gruppo scout di Muci e Bellafronte è già attivo sul territorio: in piazza San Domenico, dalle ore 18 alle 23 dei prossimi 23 e 24 dicembre, la “Casa di Babbo Natale” attenderà i più piccini per foto, dolcetti e pop-corn. Nardò 17 guarda oltre le mura neretine e stringe un accordo col Comune di Cascia: dopo Natale verrà allestita una “tenda della solidarietà” ove si potrà donare giocattoli e materiale necessario per la realizzazione delle calze dell’Epifania che gli scout consegneranno poi, il 5 gennaio 2018, all’assessore Monica del Piano. Un gesto nobile verso Cascia, alle prese con la ricostruzione post terremoto.Nardò –

Nardò – Sabato alle ore 20.30 la Frata Nardò ospiterà Janus Fabriano per l’ultima gara del girone d’andata. E lo farà, per la prima volta in Serie B e nella stagione 2017/18, fra le mura amiche del “Pala Andrea Pasca”. Niente più trasloco forzato a Monteroni per il club del patron Carlo Durante e per i sostenitori granata. «È un grande sforzo che ha compiuto questa società – sottolinea il presidente Ivan Marra – e finalmente inaugureremo il nostro palasport ristrutturato. È la più bella notizia che potessimo ricevere a ridosso delle festività natalizie: il fattore casa ci fornirà quel valore aggiunto che nelle ultime settimane in particolare ci è mancato».

Marra scommette sulla bontà del roster a disposizione del coach Davide Olive: «Possiamo ambire ai playoff – afferma senza remore – in quanto tutte le squadre incrociate sin qui, fatta eccezione per la battistrada San Severo, son parse alla nostra portata. Trovata la giusta quadratura, questa squadra potrà regalarci grandi soddisfazioni».

Un 2017 particolarmente emozionante, condito dalla conquista della Serie B e la “promozione” a presidente di Ivan Marra, titolare di Edil Frata, main sponsor del club: «Mi ha riempito di gioia e soddisfazione la richiesta in estate del patron Durante, con lui non si fatica ad andare d’accordo. Tra di noi c’è un patto che fa leva sulla franchezza e sulla sincerità. Questa è la condicio sine qua non – conclude Marra – per andare avanti sulla stessa lunghezza d’onda».

Nardò – Fascino, bellezza e preghiera si mescolano nella 37esima edizione del presepe vivente di Santa Caterina, piacevole consuetudine del natale neretino. La parrocchia della “Betlemme dello Jonio” di don Piero Inguscio, domenica 17 dicembre, dopo la messa delle ore 16.30, inaugurerà il presepe vivente: alla presenza delle autorità civili e di una delegazione del comitato del presepe vivente di Tricase, la lampada della “Luce della pace di Betlemme” giungerà sino al terreno adiacente alla chiesetta di via Micca. Il 26 dicembre alle ore 17, grazie alla collaborazione con “Costa del Sud” Diving Service e Oltremare, lo spettacolo della stella cometa che si leverà dal mare e proseguirà verso il presepe vivente. Il 30 dicembre e l’1 gennaio 2018 apertura dalle ore 17 alle 20; ultima giornata il 6 gennaio: alle 15.30 la Befana in piazza presso la marina neretina con distribuzione delle calze ai bambini prima dell’arrivo dei Magi. Il presepe vivente di Santa Caterina è stato inserito nell’ambito di “Nardò coi fiocchi”, la rassegna di eventi natalizi dell’Amministrazione comunale, e si avvale della collaborazione con la Proloco Santa Caterina, l’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Ezio Vanoni”, il Liceo Artistico e il Comprensivo Polo 3 “Pantaleo Ingusci”. Lavorazione del rame a cura di Agostino Casalino di Alezio, Antonio Stefanelli di Collemeto si è dedicato al ferro.

A Santa Caterina la memoria storica della nascita di Gesù Cristo fa rima con la riproposizione di tradizioni tipicamente salentine. Il suggestivo tragitto del presepe vivente si comporrà di 25 strutture con oltre 120 figuranti coinvolti. L’obiettivo sarà quello di infrangere il record stabilito  nell’ultima edizione: 15mila presenze da tutta la Puglia.

Nardò – Stretta di mano tra la Frata Nardò e l’Istituto di istruzione secondaria superiore “Ezio Vanoni”. Giovedì 14 dicembre, a partire dalle ore 17, tutta la squadra granata prenderà parte all’Open Day organizzato dall’istituto del dirigente scolastico Angelo Antonio Destradis e volto all’orientamento dei ragazzi che si apprestano a conseguire il diploma della scuola secondaria di primo grado.

A partire dall’anno scolastico 2018/19, infatti, l’“Ezio Vanoni” di Nardò inaugurerà una nuova articolazione di studi appartenente all’indirizzo economico: il turismo sportivo, “pensato per rispondere – afferma il professore Alessandro Stifanelli – ad una reale esigenza avvertita da giovani e famiglie”. Nel concreto, avverrà un aumento delle ore scolastiche di attività motoria, da due a quattro: «Il nostro compito – prosegue – sarà quello di conciliare la pratica sportiva con l’esperienza scolastica, favorendo quei valori di cultura sportiva e di promozione della solidarietà per i quali la Frata Nardò è sempre in prima fila. E pertanto sarà per noi motivo d’orgoglio poter ospitare gli atleti del sodalizio cestistico neretino». Il club del patron Carlo Durante è solo il primo: «È per noi fondamentale – aggiunge Stifanelli – avvicinare al nostro istituto squadre e associazioni sportive, dialogare con esse per creare sbocchi lavorativi. Crediamo che l’attivazione di tali collaborazioni – conclude – possa portare ad una alternanza scuola-lavoro importantissima per i ragazzi».

Nardò – Manca pochissimo e poi Thomas potrà conoscere i suoi primi fan del mondo reale. Si chiama “Senza riserve” ed è il romanzo – scritto dal giornalista neretino Raffaele Pappadà (foto) – che sarà presentato venerdì 15 dicembre alle ore 19.30, presso il centro sportivo Happiness. “Senza riserve” è la storia del portiere Thomas, in forza al Lecce (ispirato da un estremo difensore che la maglia giallorossa l’ha indossata per davvero, Max Benassi), che dopo tanta gavetta attende l’occasione per mettere in mostra il proprio valore; la vita è per Thomas una partita che va vissuta fino all’ultimo secondo, dentro e fuori dal campo. Pappadà, 31enne telecronista di Mediaset Premium, dialogherà con Isabel Tramacere, giornalista di Telerama; per l’occasione interverrà Alessandro Leopizzi, portiere di Alezio attualmente tra le file del Tricase, con alle spalle esperienze professionistiche con le maglie di Udinese, Southampton e Spal. Cinque anni fa, durante i primi tempi di Pappadà a Milano, “Senza riserve” veniva fuori dalla sua penna: «Avevo più tempo libero – ricorda il giornalista neretino – e nell’ultima stagione sportiva seguivo da vicino le sorti del Lecce, in Serie A. Da sempre ho coltivato una propensione per la scrittura e al contempo sono affascinato dalla psicologia che si cela dietro la figura del portiere di calcio. Benassi a quei tempi non era titolare, ma seppe guadagnarsi il posto con la miglior media-voto in massima serie, conservando nel suo bagaglio una dote immensa: l’umiltà». È un romanzo “Senza riserve” ma anche senza barriere, fra le 138 pagine si mescolano sport, vita, amore e musica: «È rivolto a ragazzi e adulti – conclude l’autore – appassionati di sport e non. Il percorso di Thomas non è solo calcistico ma anche emotivo e sentimentale. Il personaggio, calato in fattori ambientali non semplici, non smette mai di credere in se stesso. Mi auguro che “Senza riserve” possa rivelarsi un romanzo capace di emozionare e far riflettere su aspetti introspettivi”.

Voce al Direttore

by -
Il recente rinvio a giudizio per 23 persone di Parabita, Matino, Casarano, Racale, Alliste, Alezio per "diffamazione aggravata a mezzo internet", con minacce e...