Home Authors Posts by Giuseppe Fracasso

Giuseppe Fracasso

167 POSTS 0 COMMENTS

Parabita – Lorenzo Giaffreda è il primo sindaco baby di Parabita. L’incarico è stato ufficializzato nel pomeriggio di giovedì 24 maggio presso la sala del teatro comunale “G. Carducci”. Due le liste in campo: “La voce ai ragazzi” e “Il futuro siamo noi”. Il neo sindaco, espressione della prima lista, è alunno della classe quinta C della scuola elementare “G. Oberdan”. Eletti anche i consiglieri comunali “baby”. Con lo stesso Giaffreda, completano i prescelti della Primaria Ester Barone, Emanuele Caggiula, Lorenzo Giaffreda, Aurora Marti, Davide Specchia, Tommaso Romano, Gabriel Negro e Christian Campeggio. Per la Secondaria di primo grado, invece, ci sono Alice Bove (nominata vicesindaco), Simone Polimeno, Paolo Cataldo, Diego Vigna, Cosimo Piccinno, Elena Caggiula, Dalila Paglialonga e Luca Campeggio. «Abbiamo vissuto una bella esperienza insieme ai nostri studenti. Ringraziamo le istituzioni comunali per il supporto che ci hanno manifestato durante questo entusiasmante percorso», hanno affermato le docenti referenti del progetto Pon (Piano operativo nazionale) relativo al Consiglio comunale junior, Monia Cotugno e Maria Antonella Fazio, la prima in qualità di esperta responsabile e la seconda nelle vesti di tutor. All’appuntamento hanno preso parte il sindaco “senior” Alfredo Cacciapaglia, il vicesindaco Sonia Cataldo, l’assessore alla Pubblica istruzione Francesca Giannelli e la dirigente del Comprensivo Antonia Perrone. Presente anche la presidente del comitato regionale Unicef, Giovanna Perrella, la quale ha argomentato in merito alla convenzione sui diritti e dei doveri dell’infanzia.

Parabita – Nuova vita per la pinacoteca comunale “Enrico Giannelli” di Parabita. Il progetto di rilancio, anche in chiave tecnologica, della struttura è stato presentato nel corso del primo ”open space”, organizzato il 21 maggio scorso nell’atrio di palazzo Ferrari, con l’illustrazione delle varie attività che verranno coordinate dalla società “Proàgo srl”. Si tratta della startup leccese che, nell’ambito del programma operativo del fondo europeo di sviluppo regionale 2007 – 2013, si è aggiudicata il bando indetto dalla centrale unica di committenza di Matino e Parabita. Diverse le iniziative in cantiere che prenderanno vita durante questi giorni e che si concluderanno ad ottobre. Nel corso della serata di presentazione, dopo i saluti  dell’assessore alla Cultura Sonia Cataldo, i dettagli della programmazione sono stati resi noti dall’amministratrice aziendale Anna Costabile. Il progetto prevede varie fasi (pure con il coinvolgimento delle scuole) la prima delle quali, dal titolo “Pinacoteca per tutti”, sarà portata a compimento entro giugno in collaborazione con il dipartimento di Informatica dell’università “Aldo Moro” di Bari. Nel pomeriggio di venerdì 25 maggio, intanto, è in programma una degustazione al termine del convegno internazionale “Erasmus plus” insieme al coreografo Freddy Franzutti. Prossimamente si provvederà anche alla realizzazione del sito internet della pinacoteca, il cui logo è stato reso pubblico durante l’incontro di presentazione, al quale hanno preso parte il professor Aldo D’Antico, il dirigente scolastico del “Giannelli” Cosimo Preite, la professoressa Marina Pizzarelli e il project management di “Proàgo s.r.l.” Ettore Bambi.

Parabita – Doppia inaugurazione, quella in programma giovedì 23 maggio, a cura della sezione cittadina di Confartigianato. Alle 19 si terrà la cerimonia di apertura della nuova sede associativa al civico 12 di via Padre Serafino. «Il Consiglio direttivo ha voluto dar vita a questo nuovo punto di ascolto per offrire ad artigiani e commercianti, non solo della città ma anche dei paesi limitrofi, servizi inerenti alle proprie attività», afferma il presidente Dino Turlizzi. Seguirà il taglio del nastro della 46° mostra dell’artigianato locale, allestita nei locali dell’ex sede comunale di via Fratelli De Jatta. Nel corso della serata, oltre al responsabile locale, interverranno il sindaco Alfredo Cacciapaglia, il presidente provinciale di Confartigianato Luigi Derniolo e  il  suo  segretario Giuseppe Negro.  Prenderanno anche la parola il dirigente dell’istituto superiore “Giannelli”  Cosimo Preite e il presidente della cooperativa “L’Artigiana” di Lecce, Corrado Brigante. L’esposizione, patrocinata dal Comune di Parabita e organizzata in collaborazione con il liceo artistico “Giannelli”, potrà essere visitata il 24, 25 e 29 maggio dalle 9 alle 12.30 e dalle 18 alle 21, mentre durante i giorni della festa patronale  (dal 26  al 28 maggio) dalle 9 alle 13 e dalle 18 alle 24.

 

 

Seclì – Archiviata con successo la settimana sociale “Francamente me ne importa: La nostra terra, perché restare, perchè darle valore” organizzata a Seclì, dal movimento diocesano lavoratori di Azione cattolica di NardòGallipoli insieme a quello cittadino. Accanto all’evento anche il  contest fotografico “Mani d’opera” con l’obiettivo di  raccogliere gli scatti  relativi al mondo del lavoro. Ad aggiudicarsi il primo posto è stato l’ebanista Carlo Nicoletti di Parabita con la foto che ritrae la figura dell’artigiano par abitano impegnato nella realizzazione della statuetta di una Venere riprodotta in legno d’ulivo. Durante queste giornate, tra i diversi appuntamenti che si sono tenuti a Seclì, anche la veglia di preghiera presso l’istituto scolastico della città e le due serate culturali organizzate al Palazzo ducale. In questa circostanza è seguita una riflessione in merito al tema  dello  sfruttamento e dei  problemi legati al mondo del lavoro. Alcune piccole aziende locali hanno, inoltre, portato la loro testimonianza. A chiudere gli incontri, la cerimonia di premiazione finale del contest “Mani d’opera”  alla presenza del vescovo Fernando Filograna e del presidente diocesano di Azione cattolica, Andrea Bove di Matino. «Queste persone rappresentano una speranza oltre che una risposta per i nostri giovani conterranei che si affacciano adesso al mondo del lavoro oppure che si trovano alla fine del loro ciclo di studi», afferma il segretario diocesano del movimento lavoratori di Azione cattolica, Vincenzo De Salve.

Parabita – Volge al termine l’esperienza internazionale maturata dall’istituto d’istruzione secondaria superiore “E.Giannelli” di Parabita, nell’ambito del progetto  formativo Erasmus, denominato “Note of Europe”. La macchina organizzativa avviata nel 2015, oltre ad essere stata guidata dal liceo diretto da Cosimo Preite, ha coinvolto varie scuole tra Spagna, Romania, Estonia, Lituania, Repubblica Ceca, Germania, Regno Unito e Turchia. A caratterizzare la fine dell’anno scolastico sarà pure l’undicesima edizione di “Art Happening”, una vetrina delle attività didattiche con progetti di respiro nazionale ed internazionale che sono state svolte dagli studenti attraverso l’alternanza scuola-lavoro. Dal 20 al 26 maggio, le otto delegazioni europee approderanno nella città delle Veneri, per far conoscere attraverso performance coreutiche, musicali e artistiche quanto è stato realizzato nel corso dei tre anni sui temi comuni della musica e della danza. Tra gli importanti traguardi raggiunti anche la costituzione (nel febbraio 2016) dell’orchestra “Noe-Notes of  Europe” ad Alicante, in Spagna.

Una settimana di eventi Il ricco programma degli appuntamenti prevede lunedì 21 maggio alle 18 il convegno internazionale “Erasmus Plus” nell’atrio di palazzo Ferrari. La sera successiva alle 21 seguirà il musical “Un sogno per la vita” a cura degli indirizzi musicale (con sede a Casarano) e artistico nel teatro Italia di Gallipoli. Mercoledì 23 maggio alle 17.30 gli allievi delle scuole partner proporranno il festival internazionale di musica “Contest Noe” presso il teatro comunale di Tuglie. Condurranno la serata i professori Valentina Iala e Vincenzo Sarinelli. Al termine dell’incontro, la professoressa Marilena De Pietro, comunicherà gli esiti di valutazione del progetto “Notes of Europe”. Nuovamente, il teatro Italia, ospiterà giovedì 24 maggio, il concerto “Notes of Europe” condotto da Jenny Van Den Broeck, con composizioni di musica barocca, brani scelti dalla produzione di Giuseppe Verdi e tributo a Nino Rota a cura dei professori Mauro Potenza, Enrico Tricarico e Francesco Protopapa. Venerdì 25 maggio alle 9.45, a chiudere il calendario degli eventi è il teatro di Tuglie, con la conferenza “Creatività, arte e dialogo interculturale” moderata dal giornalista del Tgr Puglia, Antonio Gnoni. A fare gli onori di casa saranno  il dirigente Cosimo Preite e la “proiect  designer” di Erasmus “Notes of Europe”, Jenny Van Den Broeck. Dopo i saluti istituzionali di alcune autorità politiche del territorio e dei rappresentanti delle delegazioni partner del progetto “Erasmus”, la parola passerà al regista Edoardo Winspeare, al coreografo Freddy Franzutti e al project manager di “Proàgò srl”, Ettore Bambi. Seguiranno gli interventi della giornalista del Messaggero, Donatella Bertozzi e del rettore della basilica della Coltura, padre Francesco Marino.

 

Parabita – La centralissima via Coltura, torna a colorarsi di fiori ed essenze di tutti tipi per la festività del Corpus Domini. Ad impreziosire i 220 metri di strada interessati dal passaggio della processione di domenica 3 giugno è la terza edizione dell’Infiorata, organizzata dal Centro di solidarietà. Si tratta di una ricorrenza popolare alla quale collaborano già da giorni decine di volontari, con la raccolta dei fiori presso le serre dell’azienda Francesco Boccadamo di Felline. Alla costruzione dell’opera, parteciperanno alcune maestranze locali, le quali attraverso la loro bravura e professionalità, daranno vita ad un progetto floreale dallo stile tipicamente raffinato e incantevole. «Ringrazio il titolare della ditta Boccadamo che anche quest’anno ha voluto farci dono dei fiori» ha affermato il presidente della Onlus parabitana, Fiorentino Seclì.

 

 

Parabita – Riflettere sulla figura di Aldo Moro ”il cristiano, il politico” è il tema dell’incontro, organizzato sabato 12 maggio alle 18.30 presso la chiesa Matrice, a Parabita. Il gruppo parrocchiale dei giovanissimi di Azione cattolica presenterà la serata con una relazione biografica multimediale incentrata sulla figura dell’ex presidente della Democrazia Cristiana, nel quarantesimo anniversario  della sua uccisione per mano delle Brigate Rosse. L’introduzione sarà curata da don Francesco Marulli, parroco dell’Addolorata di Taviano e direttore dell’ufficio diocesano per la pastorale sociale  e del lavoro. A relazionare sull’attività politica svolta da Moro sarà l’onorevole e l’insegnate Domenico Maria Amalfitano. Le conclusioni verranno tratte infine dal parroco della parrocchia di San Giovanni Battista, don Santino Bove Balestra.

Parabita – Traguardo importante quello raggiunto dalla scuola calcio Soccer Dream 2000 di Parabita, nella finalissima di sabato 28 aprile, contro il Barletta. La partita terminata 2-0 (con la prima rete del parabitano Matteo Porcino e la seconda centrata da Emanuele Stefanelli di Galatina), ha visto coronare – sul campo neutro di Fasano – il grande sogno dei ragazzi di Javier Chevanton, i quali hanno portato a casa il titolo di campioni regionali Juniores dilettanti, il primo nella storia del calcio cittadino. A comporre la rosa dei vincitori (nati nel 1999, 2000 e 2001) il portiere Mirko Bove, i centrocampisti Alessio Carlino, Adelmo Filograna, Luigi Gaetani, Giulio Gemma, Andrea Malerba, Emanuele Stefanelli e Samuele Vergallo. Tra i difensori, Marco Fattizzo, Luca Ferramosca, Massimiliano Pinto, Mario Russo ed Emanuele Tundo, mentre per gli attaccanti Elias Palumbo, Matteo Porcino, Riccardo Stefanizzi e Federico Vinci. Recentemente, ad essere convocati dall’allenatore uruguaiano anche tre giovani promesse della categoria “allievi” come Lorenzo Giannuzzi, Samuele Oltremarini e Gabriele Talà. Quest’ultimi, hanno giocato in alcune partite che hanno visto impegnata la categoria Juniores.  Dopo i festeggiamenti della scorsa settimana, i campioni gialloblù ora si prepareranno ad affrontare (il 12 maggio alle 16.30) la prima fase nazionale contro in terra campana contro l’Asd San Giorgio a Cremano.

 

 

Tuglie – Commozione e ricordi per il primo “Memorial Maurizio Pagliarini” dedicato al compianto tennista originario di Gallipoli (parabitano d’adozione per aver sposato Annarita Provenzano), prematuramente scomparso lo scorso luglio. La seconda tappa della quinta edizione del torneo “Salento Tennis tour” di terza categoria maschile e femminile (3.3) si è svolta dal 19 aprile al 2 maggio presso il Circolo Tennis degli Ulivi di Tuglie. Numerosi partecipanti provenienti, dall’intera regione, hanno preso parte alla manifestazione organizzata dal maestro Cosimo Pino (di Tuglie). « In questa occasione ci siamo resi conto che il ricordo, e soprattutto l’immagine di Maurizio è fissata in modo inalterabile negli anni. Le sue doti per eccellenza erano la bontà e la gentilezza, ancora vive e ben impresse nella memoria di chi lo ha conosciuto», afferma la famiglia Pagliarini.

I vincitori del torneo Tra i “non classificati” a vincere il torneo è stato Francesco Angelè su Vincenzo Casaluci, entrambi del locale Circolo tennis, mentre ad aggiudicarsi la vittoria per la quarta categoria (4.4, 4.5 e 4.6) è stato lo stesso Angelè su Gabriele Greco. Per il singolare di quarta categoria (4.1, 4.2 e 4.3) Fioretto Hudson (“C.T. Apem Copertino”) ha avuto la meglio su Donato Quarta (“C.T.Lequile”). A seguire, per la terza categoria, Gabriele Frisullo (“C.T. di Maglie”) su Paolo Calasso (“C.T. Apem Copertino”) mentre per quella femminile Vanessa Maria Pinto ha battuto Asia Pellegrino (entrambe del “C.T. Maglie”). Per il doppio maschile a trionfare sono stati invece Osvaldo Liguori e Giuseppe Olivari del “C.T. Lecce” su Alessandro Castrignanò e Michelangelo Castellano del “C.T. Calimera”. L’arbitraggio delle partite è stato inoltre assegnato ai giudici Giancarlo Pagliara e Mario Pedone.

 

 

 

 

Parabita – Mattinata interamente dedicata alla riscoperta del patrimonio culturale salentino, quella dello scorso 25 aprile presso l’abbazia di Santa Maria di Cerrate a cura del Circolo degli amici di Parabita, presieduto da Claudio Legittimo. I partecipanti, attraverso l’ausilio di guide esperte, hanno potuto conoscere la storia del sito e ammirare i recenti lavori di restauro coordinati dal Fondo ambiente italiano, ente che dal 2012 ne ha acquisito la proprietà dell’antica chiesa fondata alla fine del XII secolo. La giornata è stata inoltre caratterizzata dal pranzo organizzato presso un struttura ristorativa del luogo.

Parabita – Cariche sociali rinnovate per l’associazione culturale “Progetto Parabita”. Il nuovo consiglio direttivo ha confermato alla guida del sodalizio la presidente Flora Della Rocca (foto) per il terzo mandato consecutivo 2018 – 2020. Ad affiancarla, saranno il vicepresidente  Salvatore Dionisi, il segretario Donatella Leopizzi, il tesoriere Maurizio Nicoletti e i consiglieri Tommaso Seclì, Piero Buffo, Luigi Martignano, Guido Russo e Ortensio Seclì. L’assemblea, convocata lo scorso 15 aprile presso la sede di via Vittorio Emanuele II ha pure discusso la relazione morale del 2017, approvato il bilancio consuntivo dell’anno appena trascorso e il preventivo per il 2018. Per la “Progetto Parabita” sono diverse  le iniziative in cantiere che dovranno svolgersi durante i prossimi mesi tra cui la pubblicazione del nuovo numero della rivista “NuovAlba” prevista per maggio.

 

 

 

Parabita – La comunità parabitana è pronta a rendere onore alla sua protettrice. È in programma sabato 14 aprile la festa liturgica della Madonna della Coltura che, da tradizione, viene celebrata 15 giorni dopo Pasqua. La ricorrenza, patrocinata dal Comune di Parabita, è organizzata dai frati predicatori, dal gruppo laico e dalla famiglia del santuario. Nella giornata si rievoca il rinvenimento del monolito della Vergine in Contrada Pane (oggi strada provinciale 361 AlezioGallipoli), un luogo simbolico per tanti devoti perché, come narra la tradizione, fu proprio un contadino a ritrovare in quella zona la sacra effige mariana. Mercoledì 11 aprile alle 19, presso la basilica della Coltura, avrà inizio il triduo di preparazione alla festa, durante il quale si alterneranno ogni sera per la celebrazione i parroci delle tre parrocchie della città. Nel corso della prima serata, saranno benedette le venti icone del Rosario che sono state donate dalla Compagnia della Coltura per impreziosire il “Giardino dell’incontro” del Centro di Solidarietà. Durante la mattinata del 14 aprile alle 10, seguirà invece la processione con il monolito pellegrino verso Contrada Pane accompagnata dal gruppo bandistico dell’istituto superiore “Giannelli”. Sul più tardi, subito dopo la supplica che si terrà in basilica alle 12, il rettore padre Francesco Marino benedirà il monumento in pietra raffigurante la riproduzione del monolito presso il “Giardino dell’incontro”. Alle 18 nuovamente da Contrada Pane una seconda processione muoverà verso la basilica. Il monolito pellegrino verrà trasportato su un carretto trainato da buoi a cura dell’associazione delle “Dolomiti lucane” di Potenza. Allieterà questo appuntamento il gruppo bandistico della parrocchia di Sant’Antonio di Padova. Prima del solenne pontificale delle 19, presieduto in basilica dal superiore, saranno anche benedetti i trattori e i mezzi agricoli. Non per ultimo, intorno alle 20.30, gli studenti dell’indirizzo musicale del “Giannelli” di Casarano, con delle performance musicali daranno vita ad un concerto che sarà dedicato in onore alla Madonna. L’intensa giornata, si concluderà con uno spettacolo pirotecnico.

 

Parabita – Diffondere la cultura della rianimazione cardiopolmonare, con interventi specifici su soggetti in età pediatrica, è la campagna di sensibilizzazione promossa a Parabita dai volontari della Croce rossa italiana.  L’obiettivo è quello di costruire comunità più sicure attraverso la promozione della salute. In quest’ottica si inserisce la “Lezione informativa sulle manovre salvavita pediatriche e sonno sicuro” organizzata mercoledì 11 aprile, alle ore 16, dal Comitato leccese della Cri, presso il salone parrocchiale di Sant’Antonio. L’incontro, oltre ad essere patrocinato dal Comune di Parabita, è promosso  dalla farmacia “Sant’Antonio” in collaborazione con l’omonima parrocchia. Secondo le ultime ricerche condotte dagli specialisti del settore, ogni due settimane un bambino muore proprio per una ostruzione delle vie aree causata dalla ingestione di un corpo estraneo. «Partendo proprio da questo dato, abbiamo pensato di pianificare e implementare attività e progetti di assistenza sanitaria, di tutela e promozione della salute volti alla prevenzione ed alla riduzione della vulnerabilità individuale e della comunità», affermano i volontari della Croce rossa italiana di Lecce. La lezione, completamente gratuita, avrà la durata di due ore e al termine della serata i partecipanti riceveranno un attestato di partecipazione.

Parabita – È stato nominato il primo portavoce cittadino per “Fratelli d’Italia”. Si tratta di Massimo Caggiula, 47 anni collaboratore sindacale del patronato “Acai–Enas” già consigliere comunale dal 2010 al 2012. L’ex responsabile del movimento politico culturale “Destra di base” della città delle Veneri, lo scorso 22 marzo ha ricevuto la nomina dal coordinamento provinciale del partito guidato da Pierpaolo Signore. Tra gli altri incarichi ricoperti dal sindacalista, fino al 2015, anche quello di capogruppo d’opposizione di “Destra di base – Udc”. «La scelta di individuare Massimo Caggiula come portavoce cittadino di “Fratelli d’Italia” a Parabita rientra nel programma di radicamento capillare del partito di Giorgia Meloni sul nostro territorio», afferma Signore. «Questo nuovo compito – precisa Caggiula- mi rende orgoglioso e determinato. Ringrazio il portavoce provinciale e il vertice del partito per la fiducia accordatami». In questi giorni un’altra nomina giunta sempre da “Fratelli d’Italia” ha interessato invece l’avvocato parabitano Carlo Barone. Il coordinatore regionale del dipartimento politiche dell’immigrazione, Cristian Karim Benvenuto gli ha assegnato il compito di guidare il dipartimento a livello provinciale. «L’avvocato Barone rappresenta per storia e per cultura politica, la migliore scelta possibile» afferma Benvenuto. «Vedrò di collaborare in accordo sia al portavoce provinciale, sia con il mio coordinatore Regionale – commenta Barone  –  per rappresentare ed esprimere le idee della destra sociale e popolare».

Parabita – Nuova esperienza internazionale per il ballerino parabitano Antonio Parisi che, dallo scorso 23 marzo, si trova in Cina per prendere parte al tour  di “Romeo e Giulietta. Ama e cambia il mondo”.  Dopo aver maturato l’esperienza in tv ad “Amici 2013”, il 26enne  ha fatto anche parte del cast di ballo di “Romeo e Giulietta” guidato da Giuliano Peparini. Questa volta, si trova invece a collaborare con una produzione francese diretta dal coreografo Carl Portal e dal produttore Eric Doumesnil. Non si tratta del suo primo approdo nel continente asiatico, poiché anche lo scorso anno ha avuto modo di maturare un altro percorso simile a questo. Il progetto, che avrà la durata di tre mesi, vedrà impegnato Parisi a percorrere in lungo e in largo la Cina, insieme ad un cast artistico di livello composto da numerosi attori e componenti del corpo di ballo per un musical che, in Francia, ha fatto registrare ben due milioni di spettatori quando è andato in scena al “Palais des Congrès di Parigi”.

Matino – Grande affermazione Matteo Toma nel campionato nazionale di pizza italiana “Gate e Gusto”  che si è  svolto lo scorso 6 marzo,  presso il centro fieristico di Foggia. Il giovane pizzaiolo di Matino ha vinto nella categoria “pizza alternativa” nel corso dell’evento promosso dall’associazione italiana “Pizzaioli professionisti” guidata da Luigi Stamerra, di Alliste. Matteo Toma è  conosciuto anche  a Parabita,  poiché gestisce l’’attività “L’artigiano  della  pizza” di via Kennedy. A convincere  particolarmente gli esperti  della giuria è stata anche  la scelta effettuata dal ragazzo di utilizzare ingredienti semplici e genuini  per la preparazione della “pizza alternativa”. «Ringrazio tutti coloro che hanno voluto assegnarmi questo grande riconoscimento» afferma  emozionato  il vincitore. Tra i riconoscimenti,  gli organizzatori  gli hanno  consegnato una coppa–ricordo della manifestazione  e la possibilità di partecipare (gratuitamente) nel 2019 al quinto campionato nazionale di “pizza italiana”.

Parabita – “Passio Christi – Non è qui, è risorto” è il titolo della mostra sulla Passione inaugurata venerdì 16 marzo in piazza Anime 10 a Parabita. L’iniziativa è curata da Manuele Caggiula e Antonio Sergi, del “Centro storico Group”, in collaborazione con “Peppe Art” e Adriano Romano e con il supporto della parrocchia di San Giovanni Battista e della confraternita delle Anime. Attraverso l’utilizzo di un plastico in scala ridotta sono state allestite  le 12 scene  raffiguranti la passione di Cristo e  i tradizionali simboli che caratterizzano la processione del Cristo Morto di Parabita:  il penitente in testa alla processione, i confratelli e i gonfaloni dei tre sodalizi confraternali della città, la  Croce dei Misteri, l’urna del Cristo morto e il simulacro dell’Addolorata. Sarà possibile visitare la mostra tutti i giorni dalle 17.30 alle 20 (sino alle 24 nei giorni di  Giovedì e Venerdì santo).  L’ultima data è prevista quella del primo aprile, nel giorno di Pasqua, dalle 8.30 alle 13.30.

Parabita – Chiude il suo negozio e consegna al Centro di solidarietà 25 scatoloni di indumenti. L’iniziativa del titolare i un’attività commerciale di Tuglie, che ha chiuso definitivamente il suo punto vendita, è stata accolta a braccia aperte della onlus presieduta da Fiorentino Seclì al fine di poter soddisfare le necessità delle famiglie più bisognose del territorio. Su iniziativa del Centro, a partire da questo fine settimana, gli articoli di abbigliamento verranno messi a disposizione delle famiglie che vengono seguite dal Centro e saranno anche destinati alle tre Caritas parrocchiali di Parabita e a quella di Nardò. I volontari, intanto, stanno provvedendo a selezionare i capi e a sistemarli per tipologia e taglia, in modo tale da poter rispondere tempestivamente alle richieste che saranno formulate presso la Casa di solidarietà. «Oltre a porgere un sentito ringraziamento a chi ha pensato di farci dono di questi indumenti, mi congratulo anche con i volontari i quali sin da subito hanno sposato l’idea di tendere una mano a coloro che sono nel bisogno o che sono impegnati e seguono casi particolari di necessità» afferma il presidente del Centro di solidarietà Fiorentino Seclì.

Parabita – Garantire la tutela e il decoro del monumento di San Pio: è questa la richiesta avanzata alla Commissione straordinaria del Comune di Parabita da parte dei residenti della zona e dai volontari del gruppo di preghiera di San Pio della parrocchia di Sant’Antonio (quest’ultimi incaricati alla cura del sito). L’appello (corredato da circa 600 firme) è stato lanciato dopo i numerosi atti vandalici messi a segno nell’ultimo periodo e che hanno interessato la piazzetta di proprietà comunale sita sulla strada per Collepasso. Lo scorso anno una “bravata” di pessimo gusto venne compiuta da ignoti nella notte di Halloween prendendo di mira la statua bronzea del santo. Più di recente, poco prima di Natale, ad essere stati imbrattati con delle bombolette spray sono stati anche i muri che delimitano questo luogo molto caro ai parabitani. Frasi volgari e offensive (poi rimosse dai volontari del gruppo Scout Agesci “Parabita 1”),  che hanno portato il parroco della parrocchia, don Albino De Marco (di Casarano) a segnalare l’accaduto alle forze dell’ordine. Una folta delegazione di cittadini è stata ricevuta martedì 6 marzo in Comune dai commissari Andrea Cantadori e Sebastiano Giangrande. «Quanto prima provvederemo ad intensificare in quell’area il controllo da parte del Corpo di Polizia municipale. Durante questi giorni, il Comune di Parabita – anche se i tempi non saranno brevissimi –  attraverso la partecipazione ad un bando promosso dal Ministero dell’Interno, impiegherà il finanziamento all’acquisto di almeno una telecamera, da installare in quella zona sensibile di “accesso” e di “uscita” della città», ha afferma

Casarano – Continuano a svolgersi con successo “I mercoledì musicali” organizzati dall’istituto superiore “Giannelli” di Parabita. Si tratta di un ciclo di concerti, già avviati a dicembre, che proseguiranno sino a maggio presso la sede associata di Casarano, dalle ore 17 alle 18. I veri protagonisti di questi appuntamenti  sono i giovani talenti dell’indirizzo musicale del “Giannelli” con la partecipazione di alcuni studenti del Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce. A guidare la direzione artistica della stagione concertistica 2017/2018 è il professor Gabriele De Carlo mentre il responsabile organizzativo il professor Maurizio Mangia. «L’obiettivo è quello di sensibilizzare gli alunni ad ascoltare la musica dal vivo, permettendo  loro  di mettere alla  prova   non  solo i talenti ma anche di far sperimentare  in questo senso un possibile percorso  lavorativo  o accademico», afferma il dirigente, Cosimo Preite. Prossimi appuntamento quello di mercoledì 28 febbraio con “La chitarra a Vienna nella prima metà dell’800”con Andrea Parisi e Leonardo Cucinelli. Ricco anche  il cartellone del mese di marzo: il 7 si darà vita al quartetto di Marimbe, il 14 ad  “Impressioni in movimento”, il 21 ad un quartetto di sax “Soffi di primavera” e il 28 alla “Poetica di Beethoven dopo la perdita dell’udito”. Le date di aprile riguarderanno, invece, “La romanza” (il 4), “Il Recital pianistico” (l’11) e “La Viola nella musica da camera” (il 18). L’ultimo incontro quello del 2 maggio con la rappresentazione “Gli archi all’epoca del classicismo”. Restando sempre nell’ambito musicale, l’istituto parabitano è al lavoro per  promuovere un’orchestra giovanile europea attraverso il progetto “Erasmus Plus” che ha consentito, infatti, uno scambio di esperienze didattiche a livello internazionale. A maggio, inoltre, verrà organizzato un concerto a Gallipoli dove prenderanno parte delle delegazioni provenienti  dalla   Romania,  Spagna,   Repubblica   Ceca, Turchia, Germania,   Lituania, Estonia   e Gran   Bretagna.

Parabita – Anche quest’anno, ritornano nella città delle Veneri i canti tradizionali della Passione con la seconda edizione  solidale del “Santu Lazzaru”. L’evento, patrocinato dal Comune di Parabita,  è  organizzato dall’associazione “Amici del ballo” guidata da Antonio Romano. La presenza dell’asinello Pippo e dei suoi amici musicanti daranno il via alla manifestazione a partire da mercoledì 28 febbraio. I primi due rioni coinvolti saranno “Lovito” e “Santa Maddalena” per poi proseguire il 7 marzo con quello di Sant’Antonio, il 14 con ll quartiere di  Sant’Anna e il 21 nella zona di via Tagliamento, con partenza alle 19 e arrivo alle 21, in piazza Terranova. Le offerte che saranno raccolte durante la manifestazione verranno devolute in beneficienza alle famiglie in difficoltà della città. L’iniziativa oltre ad essere aperta a tutti è rivolta anche a musicisti, cantanti e accompagnatori. Questa antichissima tradizione verrà pure riproposta, come accade ormai da diversi anni, anche nel rione di Sant’Antonio, a cura del gruppo “Iride” e dai cantori dell’omonima parrocchia. Gli appuntamenti sono per il 5, 6, 12 e 13 marzo, con partenza alle 20 dalla chiesa parrocchiale. Anche in questa circostanza, i viveri saranno destinati alle famiglie più bisognose della comunità.

Matino – Sarà presentato domenica 25 febbraio alle 20.30, presso il Palazzo Marchesale di Matino, il brano  musicale ”L’immenso per Me” scritto e composto per l’edizione “Sanremo Giovani 2018” dal cantautore Gervasio Provenzano (foto) di Parabita. Il 25enne, in arte “Niro”, già semifinalista di “Area Sanremo 2017”, ha esordito nel 2015 con la pubblicazione del suo primo singolo “Mondo Zero” e nel 2016 con  “È questa la realtà” . Fanno invece parte delle pubblicazioni musicali dello scorso anno   gli altri suoi due  brani “Tra sogno e realtà” e “Hey  Senorita”. Tra le sue collaborazioni nell’ambito del panorama musicale, Provenzano vanta anche quella con il Festival  “Bar Italia”. «Ora – afferma – è arrivato il momento di dare  vita a un nuovo progetto artistico etichettato dalla casa discografica “RedLand Music” diretta da Matteo Tateo e Lelio D’Aprile». “L’immenso per  me”  mette in risalto  una figura femminile che lo stesso artista paragona alla musica e a qualcosa di immenso che lo farà sentire partecipe di questo mondo. L’evento di domenica sera, con ingresso libero, vedrà la presenza di alcuni personaggi illustri dello spettacolo  e  sarà trasmesso in diretta radiofonica sulle frequenze di Radio Skylab. Il testo sarà  invece disponibile su tutti i “Digital Store”  a partire da lunedì 26 febbraio.

Parabita – Parabita da l’addio a Maria Immacolata Antonazzo (nella foto) venuta a mancare la scorsa notte all’età di 104 anni nella sua abitazione di via Giuseppe Pisanelli, circondata dall’affetto dei suoi  nipoti, pronipoti e trisnipoti. I funerali si svolgeranno giovedì 22 febbraio alle 15.30, presso la parrocchia matrice di San Giovanni Battista. “Zia Maria” conosciuta come “Maria ta Gertrude”  era nata l’8 dicembre ma, come poteva accadere in quegli anni, la data venne registrata dall’ufficio Anagrafe soltanto il 13 dicembre 1913. L’ultracentenaria, oltre ad essere stata  consorella dell’Immacolata, era la seconda di due fratelli e di due sorelle. Da giovanissima aveva lavorato nei campi, con il padre Grazio, prima ancora di diventare una bravissima ricamatrice grazie alla maestria della madre Gertrude.

Parabita – I ragazzi dell’Istituto comprensivo di Parabita nel brindisino sulle orme di Angelica. Lo scorso 19 febbraio i ragazzi delle quinte classi della elementare della scuola diretta da Antonia Perrone hanno  visitato Masseria Canali di Mesagne, un tempo appartenuta alla sacra corona unita. Insieme a loro anche un gruppo di studenti della media per riflettere sulla storia di questo bene e sulla sua fruizione.  Quest’ultimi, inoltre, nella stesa mattinata hanno pure visitato la biblioteca pubblica dell’Archidiocesi di Brindisi dove è stato creato  un fondo librario sulla mafia intitolato ad Angelica Pirtoli, la piccola parabitana vittima della mafia. L’iniziativa si inserisce nell’ambito del laboratorio di legalità promosso dal comitato “Piazza delle idee”, guidato da Marco Cataldo, con la collaborazione dell’Istituto comprensivo, dell’equipe “Swap Museum” e dello studio “Aut fotografia” di Parabita. Obiettivo del progetto quello di far riflettere i ragazzi e stimolarmi ad immaginare possibili attività di riutilizzo sociale dei beni confiscati alla criminalità, come Parco Angelica di Parabita. Saranno gli stessi alunni, attraverso la guida di un esperto, a realizzare un video racconto incentrato sulla storia di Angelica Pirtoli e a proporre dei “micro video” in cui sarà rappresentato  quello che secondo loro potrebbe  diventare  Parco Angelica.

 

Parabita – Con la fine del Carnevale e a ridosso della prima domenica di Quaresima, ritorna anche quest’anno a Parabita, la festa della pentolaccia. Due gli appuntamenti in programma: “Pentolaccia insieme a noi” con la festa in maschera organizzata sabato  17 febbraio, alle ore 21, nei locali di via Roma 111, a cura di Maurizio Giannelli, Gianfranco Coi e Michele Maggio. «Siamo pronti per rivivere anche quest’anno dei momenti di allegria insieme a tutti coloro che saranno interessati a prendere parte all’iniziativa», affermano gli organizzatori. Oltre all’ intrattenimento musicale, durante la serata sarà anche allestita una grande pentolaccia realizzata in cartapesta che farà da cornice all’evento. Divertimento assicurato pure domenica 18 febbraio, alle 19, presso il salone parrocchiale di Sant’Antonio. Come ogni anno a promuovere l’iniziativa con ingresso libero è il gruppo “Iride” della parrocchia. Canti, balli e giochi in allegra compagnia, allieteranno l’edizione targata 2018.

Voce al Direttore

by -
Abbiamo scritto ieri pomeriggio un articolo con una tempestività – confessiamo - non voluta considerato quanto si sarebbe sprigionato da lì a poche ore...