Home Authors Posts by Anna De Matteis

Anna De Matteis

292 POSTS 0 COMMENTS

Gallipoli – “Il Carnevale gallipolino 2018 non si farà più”: ad affermarlo è Stefano Coppola, presidente della “Fabbrica del Carnevale Gallipoli”, che solo pochi giorni fa aveva rivelato con entusiasmo a Piazzasalento le novità che avrebbero dovuto caratterizzare questa nuova edizione, in particolare lo svolgimento della sfilata dei carri e dei gruppi mascherati non più su corso Roma ma sul lungomare Galilei.

Dall’annuncio delle novità all’abbandono. Cos’é successo di tanto importante in questi giorni da far cambiare totalmente e rapidamente scenari e decisione? “ Mi sono reso conto che mancano i tempi utili per programmare quest’edizione – risponde Coppola – purtroppo ci siamo messi tutti in moto troppo tardi e poi ci siamo stancati di vivere sempre di risposte dell’ultimo momento (chiaro il riferimento ai tempi amministrativi e burocratici, ndr)”.

“Facciamo un accordo per almeno 5 anni”. Il problema, pare di capire, starebbe nella impossibilità di programmare con i dovuti margini temporali. “Avremmo bisogno – prosegue il presidente – di un protocollo d’intesa di almeno cinque  anni; di sicuro non possiamo più continuare così. Fino a pochi giorni fa credevamo di farcela, ma fisicamente ci siamo resi conto di non riuscirci in queste condizioni; tenendo anche presente che noi della Fabbrica lavoriamo mesi e mesi senza alcun rimborso: potremo, per esempio, trovare il modo di far lavorare un paio di persone per capannone per tre-quattro mesi l’anno con una retribuzione. Per fare questo avremmo bisogno però di aiuti concreti. Questi i motivi per cui quest’anno il Carnevale non si farà”.

Il Sindaco: “Deciso da tempo contributo extra e capannoni”.  A stretto giro arriva la risposta del Sindaco Stefano Minerva, piuttosto sorpreso e dispiaciuto: “Come forse non si era fatto mai in precedenza, abbiamo programmato l’evento Carnevale portando da 22mila a 30mila euro il contributo, soprattutto per incentivare la partecipazione dei gruppi mascherati. I capannoni sono già a loro disposizione: che cosa altro si vuole?”. Certezze economiche e certezze logistiche sarebbero quindi già acquisite. E per il trasferimento della kermesse storica sul lungomare? Niente da fare? “Non la escludiamo ma uno stravolgimento simile della storia del Carnevale non si può decidere in dieci giorni e sotto pressioni poco rispettose.  Anche perché – conclude Minerva – sempre con l’assessore Piccinno adesso siamo presi dall’organizzazione del Natale e delle feste di fine anno. Ogni cosa a suo tempo”.

GALLIPOLI. Il Natale gallipolino si accende con “Wonder Christmas Land”, il villaggio di Babbo Natale e dei suoi elfi che ritorna per il secondo anno consecutivo presso la Galleria dei due mari, ai piedi del Castello angioino. Si fa il bis anche per questo Natale 2017 dunque, visto il successo della scorsa edizione con la partecipazione di 18 scuole, per circa 60 classi ed oltre 1200 alunni, quasi 3mila visitatori serali e spettatori che per assistere alla magia tutta natalizia creata dai “Ragazzi di Via malinconico” con presidente Alberto Greco e la direzione artistica di “Poiefolà soc. coop”, sono giunti da tutta la Puglia, da Matera, da Potenza e da Napoli. Ecco tornare dunque l’incanto: per tutto il mese di dicembre Babbo Natale e i suoi elfi faranno tappa in città, con performance teatrali e musicali all’interno di un mondo a misura di bambino, ma anche per gli adulti che non vogliono smettere di sognare.  La visita prevede lo spettacolo di “Benvenuto degli elfi”, lo spettacolo teatrale “Santa Claus theatre: albero o presepe?”, e poi ancora “L’udienza con Babbo Natale”, il momento più atteso dai bambini, e infine foto e spazio relax. Anche per quest’anno, previsti i matinee scolastici riservati alle scuole e ai gruppi organizzati di bambini e un concorso riservato alle scuole dal titolo “Un paio di ciabatte di babbo Natale”, che lega il tema del tema del dono alla manualità e alla fantasia. Per la scuola vincitrice è poi previsto uno spettacolo inedito della compagnia de “I ragazzi di Via Malinconico”, ideato e rappresentato nella stessa scuola.

Gli spettacoli mattutini si svolgono dal 1 al 23 dicembre esclusi sabato, domenica e festivi. Gli spettacoli serali si terranno invece il 2, 3, 7, 8, 9, 10, 16, 17 e 26 dicembre per l’udienza di Babbo Natale. Ma non solo: sarà possibile anche incontrare la Befana nelle giornate del 30 dicembre, 6 e 7 gennaio con lo “Speciale Epifania”. Sarà inoltre attivato un sistema di ticket online attraverso il codice QR Code. Info e prenotazioni 328 1776249 / 388 1874 231. «Abbiamo voluto bissare l’evento non solo per il grande successo avuto lo scorso anno, che ha stupito noi stessi per il grande seguito che non credevamo di avere – afferma il presidente dei “Malinconici”, Alberto Greco – ma anche perché vorremmo dare la possibilità di vederlo a chi lo scorso anno non ha potuto seguire lo spettacolo. Il Natale rappresenta per me e per tutta la mia compagnia un momento di estrema felicità, che ormai da grandi è lontana dai colori e dagli scintilli del Natale dell’infanzia. Facciamo questo spettacolo per rendere felici i bambini ma anche i grandi, ai quali vediamo sempre scendere una lacrima sulla guancia per l’emozione. Questo è un evento che prepara il terreno per la nostra grande rassegna di “Poiefolà” che si terrà a maggio del 2018».

Da sinistra: Massimo Esposito, Pierpaolo Ronzino (uno dei fondatori del circolo la Salle) e Luigi Della Rocca (anche lui uno dei fondatori)

Gallipoli – Finita l’estate, ripartono gli appuntamenti del circolo di scacchi “La Salle” di Gallipoli, attiva sul territorio da oltre 25 anni. E stavolta ce n’è davvero per ogni gusto: si parte con un corso gratuito di scacchi aperto a tutti, compresi i principianti, che partirà sabato 18 novembre presso i locali dell’oratorio San Lazzaro alle ore 17. Per chi invece si cimenta già da tempo nell’arte dello scaccomatto, sempre presso l’oratorio San Lazzaro, è previsto per domenica 19 novembre alle ore 17 un torneo di scacchi intitolato ad un grandissimo esponente della storia scacchistica mondiale, “Mikhail Tal” che varrà anche come “Campionato sociale lampo”, una delle versioni più interessanti del gioco degli scacchi in cui ogni giocatore ha a disposizione solo 5 minuti per concludere la partita. Infine, durante il periodo natalizio, appuntamento fisso con il tradizionale torneo semi lampo intitolato a “Bobby Fisher” arrivato ormai alla sua ventesima edizione.  “Il circolo scacchi La Salle Gallipoli, fondato nel 1990 – afferma Massimo Esposito – si è distinto negli anni e per la partecipazione dei suoi soci a numerose manifestazioni nazionali ed internazionali, ma anche per l’organizzazione delle stesse. Ha formato tantissimi ragazzi e vanta diverse collaborazioni con le scuole locali. Ormai è stabilmente impegnato nel campionato italiano a squadre, in cui vanta anche la partecipazione nella serie B, affronterà nel 2018 la serie C con la solita determinazione e spirito sportivo che da sempre lo contraddistingue”.

GALLIPOLI – Una giornata di pulizia straordinaria del Parco naturale regionale Isola di Sant’Andrea e litorale di Punta Pizzo: questa l’iniziativa organizzata per domenica 12 novembre da Caroli hotels, Wwf e Ccr (Consiglio comunale dei ragazzi) in collaborazione, tra i vari partners, con “Gallipoli football 1909” e l’associazione “Il mio Gallipoli”. L’appuntamento con la giornata ecologica, realizzata con il patrocinio del Comune, è fissato alle ore 9 presso l’ecoresort Le Sirenè di Gallipoli; per l’occasione sono stati coinvolti anche gli Istituti scolastici comprensivi del primo e secondo polo. “Abbiamo voluto organizzare questa iniziativa per dare il nostro piccolo contributo per valorizzare uno degli angoli più belli ed importanti di Gallipoli– afferma Attilio Caroli Caputo, direttore del gruppo alberghiero Caroli hotels – che purtroppo attualmente versa in uno stato di completo abbandono”. Ai bambini partecipanti sarà consegnato un pass valido fino al 31 dicembre per una partita al campetto de “Il mio Gallipoli”. Omaggi anche per i genitori presenti: i papà riceveranno un ingresso gratuito allo Stadio “Bianco” per la partita, mentre le mamme riceveranno un buono sconto per l’acquisto di scarpe ecologiche in canapa da “In Bamboo”

GALLIPOLI. La Pro loco di Gallipoli, presieduta da Lucia Fiammata, dà il via all’ “Open University – l’Università non solo della terza età”, con corsi di formazione ed informazione organizzati dai soci della Pro loco e aperti a tutti. I corsi partiranno a metà novembre e saranno cinque: il primo, tenuto dalla dottoressa Bruna Scarcia, s’intitolerà “Benessere e malessere” e riguarderà la consapevolezza di se stessi: un progetto di “equilibrio tra corpo, cuore e mente non solo a livello emotivo ma anche fisico”, come spiega la presidente. Il secondo corso , “Gallipoli 1484 prima e dopo” sarà tenuto dal prof. Gino Schirosi e tratterà della conoscenza della storia di Gallipoli, prima e dopo il 1484, anno della presa di Gallipoli da parte dei veneziani. Il terzo corso, di educazione ambientale, sarà tenuto dall’ex dirigente della Forestale provinciale, il dott. Lucio Zacà e si intitolerà “Conosco e rispetto l’ambiente”; il quarto corso, “Alimentazione e benessere”, riguarderà l’educazione alimentare e la prevenzione, attraverso una corretta alimentazione, di malattie come l’obesità ed il diabete e sarà tenuto dalla nutrizionista Antonella Spedicato. L’ultimo corso, infine, sarà di musica e canto corale dal titolo “Coro Pro loco” tenuto dal maestro Enrico Tricarico. I corsi sono gratuiti, patrocinati dal Comune di Gallipoli e sponsorizzati da Caroli Hotels; iscrizioni presso la Pro loco in via Kennedy a Gallipoli (0833 254283). Tutti i corsi verranno presentati il 15 novembre alle ore 17,30 presso l’Hotel Joly Park. “Questa è un’attività che coinvolge tutte le Pro loco – conclude Lucia Fiammata – sono momenti importanti, perché i soci mettono il loro sapere e le proprie conoscenze a disposizione di tutta la comunità”.

 

 

Taurisano – I giovani sono stati l’argomento ed i protagonisti del dibattito tenutosi lunedì 6 novembre a Taurisano presso la sala “Nando De Pietro” dell’oratorio Ausiliatrice, dal titolo “Giovani al centro, giovani dentro in dialogo con…”. Le domande dei ragazzi (al vescovo hanno chiesto, tra l’altro: “Cosa vuol dire ‘aprire il cuore?'”) hanno portato i relatori ad approfondire i temi da trattare. Organizzato dalle parrocchie di Taurisano con il patrocinio del Comune e in collaborazione con il Forum delle associazioni familiari, l’Uciim sezione di Taurisano e l’associazione musicale “G. Verdi”, l’incontro, moderato dalla professoressa Marilena De Pietro, ha preso in esame il ruolo che svolgono le associazioni, la scuola, la Chiesa e la famiglia nel dare sostegno ed indicare la giusta strada agli adolescenti di oggi. Don Lucio Ciardo, consigliere nazionale del Forum degli oratori, ha parlato dell’importanza degli oratori visti come un laboratorio di talenti dove i giovani possono scoprire le proprie peculiarità e orientarsi al lavoro; Luigi Russo, sociologo, giornalista e presidente del Centro servizi volontariato Salento, si è soffermato sull’importanza delle associazioni di volontariato e del confronto che in quei contesti nasce tra le diverse generazioni. “Proprio per avvicinare i giovani al mondo del volontariato, il Csv Salento per il 2018 lancerà un progetto che si chiamerà appunto “Mille giovani volontari”, un’iniziativa che finanzia i progetti delle associazioni in provincia di Lecce che vogliono sviluppare il volontariato giovanile. Il bando partirà da gennaio e si può trovare sul sito Csvsalento.it”.  Monsignor Vito Angiuli, vescovo di Ugento-Santa Maria di Leuca, ha sostenuto che giovani e adulti sono destabilizzati dal cambiamento epocale attuale: “Io direi ai ragazzi di aprire il cuore e ascoltare se stessi, per iniziare un dialogo con la propria interiorità, iniziando l’esercizio del silenzio per ritrovare il proprio io e le proprie potenzialità”. Durante il dibattito sono intervenuti anche il dott. Giuseppe Ponzi, pediatra ed esperto in adolescenza, che ha affrontato la questione della crisi familiari e del rapporto tra giovani e genitori; la professoressa Assunta Corsini, dirigente scolastico e presidente del Forum delle associazioni familiari, che ha discusso dell’importante ruolo della scuola e degli spazi dedicati agli adolescenti. Infine la dottoressa Rosaria Baldari, assistente sociale, ha affrontato la delicata questione degli affidi familiari e della figura del Tutor volontario.

GALLIPOLI. Sarà un Carnevale completamente rinnovato, quello gallipolino della prossima edizione. Tra le novità più importanti, la sfilata di carri e gruppi mascherati che non si terrà più su corso Roma (come è stato sempre negli ultimi decenni), ma per la prima volta si sposterà sul lungomare Galilei. Il percorso esatto è ovviamente ancora da definire, ma potrebbe essere quello compreso tra via Cordova e la torre S. Giovanni. Due le motivazioni principali: innanzitutto per questioni di ordine pubblico (anche per via degli spazi stretti dei marciapiedi di corso Roma); poi per dare una ventata di freschezza ad un appuntamento ormai storico per la città e non solo. A parlare del nuovo format è Stefano Coppola, presidente della Fabbrica del Carnevale di Gallipoli, che anticipa a Piazzasalentoanche il tema di quest’anno: “Gossip e tv saranno la fonte di ispirazione nelle giornate del Carnevale, che saranno il 4, 11 e 13 febbraio; l’ultima giornata si terrà probabilmente come sempre nel Centro storico. In questi giorni abbiamo infatti già preso un appuntamento con i commercianti del lungomare, che ci hanno già manifestato il loro entusiastico appoggio. Con il direttivo – prosegue Coppola – ci recheremo poi in Comune, per definire meglio i dettagli e valutare anche se è il caso di far chiudere o meno le strade del lungomare”. Il primo appuntamento del Carnevale 2018 sarà come al solito per il 17 gennaio: un unico appuntamento nel piazzale antistante il cimitero per la tradizionale “Focareddha” e per “Stelle di cartone”, dove verranno eletti i regnanti di quest’edizione. “Quest’anno sarà un evento più ricco – continua Coppola – con mangiafuoco, giocolieri e musica con gruppi di pizzica. In gara sempre quattro carri, mentre stiamo cercando di dare più spazio ai gruppi mascherati, con il gemellaggio, oltre che con Galatone e Melissano, anche con altri paesi limitrofi e per questo lancio un appello a chi volesse partecipare; stiamo puntando a maggiori premi dedicati proprio a loro, grazie anche all’appoggio del Comune e dell’assessore Emanuele Piccinno. Lancio infine un appello anche alle nuove generazioni: venite nei capannoni per avvicinarvi a quest’arte della cartapesta e per continuare le nostre tradizioni”. Novità infine anche nel direttivo della Fabbrica del Carnevale di Gallipoli, che oltre al presidente Stefano Coppola, è composto adesso dal vicepresidente Giovanni Pacciolla, dai consiglieri Gabriele Cortese, Franco Monterosso e Roberto Franza; dal cassiere Luigi Alemanno e dalla segretaria e addetta stampa Francesca Fontò.

GALLIPOLI – Torna mercoledì 1 novembre il “Trofeo Caroli hotels under 13”, l’appuntamento internazionale di calcio giovanile riservato ai giocatori nati nel 2005. Anche quest’anno le sfide vengono anticipate da una cerimonia di benvenuto, alle ore 18 nella Sala Convegni dell’“Ecoresort Le Sirenè” di Gallipoli. Il torneo inizia giovedì 2 novembre e si conclude domenica 5 novembre coinvolgendo i campi di Castrignano del Capo (Cittadella dello sport “Giovanni Paolo II”), Gallipoli (stadio “Antonio Bianco” e Centro sportivo Montefiore) e Parabita (“Heffort camp village”). Quattro i gironi in gara, formati da quattro squadre ciascuno (si qualificano ai quarti le prime due di ogni girone). Genoa, Nick Bari, Tor Tre Teste Roma e  Blue Devils Napoli sono nel girone A; Hellas Verona, Lecce, Gigi Molino Avellino e Montefiore Gallipoli nel B; Lugano, Pescara, Nuova Taras Taranto e Soccer Dream 2000 nel C; Sassuolo, Crotone, Ragazzi Sprint  Crispiano e Capo di Leuca nel D. Le semifinali e la finale si disputeranno sabato 4 novembre a partire dalle 15 al “Bianco” di Gallipoli.

Il torneo, organizzato da “Asd Capo di Leuca” e da “Caroli Hotels”, punta a diventare un appuntamento di assoluto rilievo così come avviene per il più noto Trofeo Caroli Hotels Under 14, quest’anno in programma dall’8 al 13 febbraio 2018, per i Giovanissimi fascia B, giunto alla quindicesima edizione. In preparazione anche il 6° Trofeo Caroli Hotels Under 12 (Categoria Pulcini) dal 29 marzo al 2 aprile 2018, il 3° Under 17 (Categoria Allievi) dal 26 al 30 dicembre 2017 e il 1° “Trofeo Caroli Hotels Femminile Under 13” dal 7 al 10 dicembre 2017.

Gallipoli – E’ nella zona che va dai grandi alberghi a Punta della Suina e in quella delle spiagge in direzione di Mancaversa, dal Cotriero a Punta Pizzo, che si sono riscontrate le maggiori criticità durante le operazioni di pulizia da parte dei volontari di Legambiente, avvenute in questi giorni. A parlarne è Maurizio Manna, presidente di Legambiente Gallipoli. “Puliamo sistematicamente il Parco naturale regionale Punta Pizzo-Isola di Sant’Andrea – afferma Manna – e questo ci serve anche a monitorare i comportamenti e le tipologie dei fruitori del Parco per intervenire dove ce ne fosse bisogno. Abbiamo individuato dei siti particolarmente sporchi e per questo stiamo presentando in questi giorni al Comune di Gallipoli un piano d’azione per la gestione diretta del parco”. Rifiuti di cibo dei picnic lasciate dalle famiglie, bottiglie di plastica e di vetro, scarti della pesca fino a materiali di tutti i tipi portati sulle spiagge dal mare e provenienti anche da molto lontano. A volte poi il Parco diventa anche un punto di accoglienza: “Ad esempio – continua Manna – sono sbarcati in questi giorni sulle coste del Parco dei profughi siriani, a metà strada tra Punta della Suina e gli alberghi; noi conserviamo le testimonianze di questi arrivi come i giocattoli, medicinali e latte in polvere, per non dimenticare il dramma di queste persone”. Nel piano di intervento che verrà presentato ci sarà anche la richiesta di nuove recinzioni, viste che molte sono andate distrutte dagli incendi e dal tempo per vietare gli ingressi con i mezzi a motore; costituire due o tre centri di servizi per informazioni e accoglienza; ripristinare la cartellonistica; predisporre dei grandi contenitori per la spazzatura all’ingresso e all’uscita del Parco; istituire infine aree apposite per i picnic . “Stiamo poi organizzando – conclude Manna – un programma organico di attività annuale per unire tutte le associazioni sportive dilettantistiche del circondario, stabilendoad esempio dei percorsi obbligatori come quello per la mountain bike indicato da apposita segnaletica; questo, anche per venire incontro alle esigenze dei tanti cicloturisti che approfittano della bassa stagione per visitare Gallipoli e il Salento a bordo di due ruote. Rispetto agli altri anni i rifiuti stanno comunque diminuendo”. Tra le iniziative di Legambiente la ciclofficina all’interno del Chiostro di San Domenico ed un corso di meccanica di base ciclistica nelle scuole medie della provincia, da ultimo a Salve e Morciano di Leuca.

Gallipoli – Ci si avvia alla conclusione della sesta edizione della “Settimana della cultura del mare”, una settimana con il mare come protagonista assoluto organizzata dell’associazione “Puglia&mare”, promossa dalla Regione e sostenuta dal Comune. Giovedì 26 ottobre alle ore 12 presso il “Vespucci”, il prof. Ferdinando Boero insieme a Maddalena Castegnaro terranno il seminaro “Ecologia della bellezza. I gusti della natura”. Nel pomeriggio poi al partire dalle ore 19, presentazione presso la Biblioteca di Sant’Angelo del progetto “Parco letterario Isola lampante” a cura di Elio Pindinelli, seguito da una maratona letteraria con gli allievi di tutti gli istituti scolastici della città. Ultima giornata, venerdì 27 ottobre presso la “Galleria dei due mari” a partire dalle ore 9 con un corso di formazione professionale per giornalisti intitolato a Domenico Faivre (1933-1997) sul tema: “Comunicare il mare: i grandi eventi all’aperto e la nuova normativa antiterrorismo” con la partecipazione del Questore di Lecce Leopoldo Laricchia, il direttore di Piazzasalento Fernando D’Aprile e dei giornalisti della Gazzetta del Mezzogiorno Pietro Lisi e Massimo Urbano.

La sesta edizione della “Settimana della cultura del mare” si concluderà nella stessa giornata alle 19.30 presso il teatro “Tito Schipa” con “Onde mediterranee”, novità assoluta di questa edizione, serata evento per la consegna dei premi “Vela latina” dove verranno premiati anche il prefetto Claudio Palomba ed il viceprefetto Guido Aprea per la realizzazione del distretto turistico del Salento. Tra gli altri premiati, il docente di biologia dell’Università del Salento Genuario Belmonte, direttore del museo di Biologia Marina di Porto Cesareo; il docente di sistemi giuridici ed economici del Mediterraneo dell’Università di Bari Nicolò Carnimeo, giornalista e scrittore di mare; lo storico Lucio Causo di Tuglie,  ricercatore e scrittore tra l’altro di vicende della Marina Militare e della Marina Mercantile; Marco Dadamo di Ugento,  fiduciario della Condotta Slow Food Sud Salento per l’impegno nella valorizzazione del cosiddetto pesce povero; Gabriella De Judicibus, docente e scrittrice leccese, per l’impegno sociale legato alla sua funzione di presidente della Pro Loco di Lecce; Achille De Marini di Gallipoli che ha trascorso l’intera vita sui mare del mondo; ed infine Enrico Tricarico, sempre di Gallipoli, docente, musicista, musicologo, autore tra gli altri di un “Inno al mare”.

Gallipoli – C’è un altro tipo di turismo a Gallipoli che sta prendendo sempre più piede da circa sei anni: si tratta dello “slow tourism”, un tipo di vacanza più lenta e responsabile, a contatto con la natura, che invita i turisti a scoprire i luoghi rispettandoli.  Sono vacanze particolari che vanno da aprile fino a giugno, si ferma nei mesi di luglio e agosto – perché troppo caldi e affollati – e riprende nei mesi di settembre e ottobre, mesi meno affollati e meno afosi. I turisti che preferiscono questo tipo di vacanza si spostano per il Salento in bicicletta, armati solo d uno zainetto, una cartina geografica e una macchina fotografica. Questi soggiorni organizzati dai tour operators, durano circa una settimana, indimenticabile per lo stretto contatto con la natura ed è la preferita dei turisti per lo più stranieri, in aumento di anno in anno; sono tutti sopra i 50 anni, provengono soprattutto da Svizzera, Norvegia e Paesi bassi, Regno Unito e Francia; arrivano a Bari, da lì a Lecce e quindi iniziano a visitare il Salento solo con le due ruote. Gallipoli, Santa Maria di Leuca, Otranto, Lecce le tappe più visitate in assoluto. La vacanza media di questo tipo di turista consiste in lunghe pedalate e brevi fermate nelle spiagge libere la mattina, mentre pomeriggio e sera sono dedicati alle passeggiate a piedi per i centri storici e per i ristoranti a caccia di piatti tipici. “Stiamo tornando ora da Santa Maria di Leuca – affermano i coniugi Gautschi di Zurigo – ora andremo a visitare la spiaggetta della Purità, di cui ci hanno parlato tanto.  In questi giorni visiteremo chiese e centro storico e vogliamo andare a cena nei ristoranti per assaggiare i piatti locali a base di pesce”.

Anche un gruppo di turisti di Manchester, appena arrivati in città, non vedono l’ora di conoscere questi posti che hanno tanto sentito nominare; vogliono visitare assolutamente anche Matera e Ostuni prima della partenza, come anche un piccolo gruppo proveniente da San Francisco. Infine, una coppia della Norvegia ormai in partenza si dimostra soddisfatta dei luoghi visitati e della temperatura mite pur essendo autunno inoltrato, che permette ancora i bagni in mare, a differenza del loro Paese dove sembra già inverno. “Gallipoli e il Salento in generale, soprattutto lungo le coste, hanno delle condizioni strutturali che facilitano i turisti a visitare il territorio e conoscere le sue peculiarità – afferma Vito Ria, atleta, ciclista, insegnante di educazione fisica e direttore dell’hotel “33 Baroni”, una delle strutture cittadine che ospitano questi “turisti lenti” in questa stagione – mi riferisco al fatto che le coste sono piuttosto pianeggianti ed offrono continuamente scenari cangianti dall’alba al tramonto. La mia proposta per la città è di puntare proprio su questo slow tourism, sia per la qualità sia per i periodi che vengono richiesti che escludono luglio agosto, evitando così il ritmo commerciale dei mesi estivi. Il turismo lento per il nostro Salento è quello che va per la maggiore, perché i ritmi lenti permettono di metabolizzare meglio le risorse del territorio, senza contare che quel ritmo genera una condizione fisica di benessere e di ottimismo. A Gallipoli ad esempio – continua Ria – basterebbero poche accortezze per ospitare e richiamare ancora di più questo tipo di turismo, come una pista ciclabile, maggiore segnaletica, alcuni portabici per il parcheggio delle biciclette ecc. Con poche attenzioni la città potrebbe venire anche incontro alle esigenze di questo tipo di turismo”.

Gallipoli – La sezione “Fidapa” di Gallipoli inaugura il nuovo anno sociale con un incontro dedicato al tema della creatività femminile, argomento nazionale scelto dalla Federazione per il nuovo biennio 2017/2019. “Il genio, il talento, la professionalità” è dunque il nome dell’incontro che si terrà sabato 28 ottobre alle ore 17.30, presso la Biblioteca “S. Angelo” di Gallipoli, incontro che mira a puntare i riflettori sul ruolo decisivo delle competenze femminili all’interno della società. Dopo il discorso introduttivo della presidente Anita Marzano, per la terza volta alla guida della sezione gallipolina, e i saluti istituzionali di rito di Fiammetta Perrone, segretaria nazionale Fidapa-Bpw  Italy; Rosa Vulpio, presidente del distretto Sud-Est Fidapa-Bpw Italy; il sindaco di Gallipoli Stefano Minerva, il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone e Filomena D’Antini, consigliera di parità della Provincia di Lecce, si entrerà nel vivo del dibattito con gli interventi della dottoressa Titti Tornesello di Alezio, oncologa pediatrica presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce e “Premio nazionale eccellenze Fidapa-Bpw Italy 2017 – Sezione Professioni”; la professoressa Rossana Congedo, docente presso il Liceo scientifico “Quinto Ennio” di Gallipoli con gli studenti Gabriele Mariello, Alessandro Bruno e Roberto Leone, vincitori del primo premio delle “Genius Olympiad Oswego” a New York per aver progettato un nuovo conservante alimentare dalla bava di lumaca; la professoressa  Maria Consiglia Mercuri, docente presso l’istituto  “A. Vespucci” di Gallipoli con le studentesse Desirè Giannelli e Federica Magnolo, vincitrici del primo e secondo posto al premio letterario nazionale Fidapa 2017 “Mercede Mundula” Cagliari; ed infine, la professoressa Luigia Sergi, docente di “Discipline progettuali arti del tessuto” presso l’Istituto “E. Giannelli” di Parabita-Gallipoli con le studentesse Elisa Manigrasso, Daniela Perrone e Lucia De Florio, ospiti d’onore della inaugurazione a Taranto dell’anno scolastico 2017 alla presenza del Presidente della Repubblica e del Ministro della Pubblica Istruzione. Nel corso della cerimonia verranno assegnate delle targhe come premio di riconoscimento agli alunni delle scuole intervenute per i brillanti risultati raggiunti.  Sfileranno gli abiti-scultura dipinti a mano ideati e progettati dalla professoressa Sergi e realizzati dalle studentesse dell’Istituto “E. Giannelli” ed esporrà le sue opere con tema principale il mare e il blu, l’artista Patrizia Chiriacò.

 

GALLIPOLI – Prende il via sabato 21 ottobre a Gallipoli la sesta edizione della “Settimana della cultura del mare”, la tradizionale manifestazione ricca di appuntamenti organizzata dall’associazione “Puglia&mare” con il sostegno di Regione e Comune. Dalle ore 9,30 gli allievi degli istituti comprensivi cittadini sono protagonisti con i laboratori didattici sul mare curati dall’associazione Emys. Alle ore 20, invece, nell’aula magna del comprensivo Polo 2 di piazza Carducci, viene inaugurata la mostra internazionale di libri d’artista “Madremare” a cura di Maddalena Castegnaro ed Enrico Rapinese dell’associazione “Presidi del libro – Archivio del libro d’artista Verbamanent” di Sannicola. Durante la serata, con la curatrice interverranno la dirigente scolastica Lucilla Vaglio, il vicesindaco Cosimo Alemanno e la presidente di “Puglia&mare” Alessandra Bray. A conclusione, degustazione marinara e calice d’autore a cura di Caroli Hotels.

«La mostra è stata ideata con l’obiettivo di restituire al mare la sua bellezza e la sua sacralità, messi a rischio dai comportamenti umani; e gli artisti, con la varietà delle forme, dei materiali e dei linguaggi, provano a svelarne le verità», fanno sapere i promotori. La mostra potrà essere visitata tutti i giorni fino a venerdì 27 ottobre, dalle ore 17 alle 20, grazie anche alla collaborazione degli allievi dell’istituto “Amerigo Vespucci” diretto dalla professoressa Paola Apollonio,
Domenica 22 ottobre invece, l’appuntamento è alle 16,30 con “Nel blu dipinto di blu”, la visita guidata per le vie del centro storico di Gallipoli a cura dell’associazione culturale “Amart” presieduta da Eugenio Chetta. La partenza è prevista dal Museo civico di via Antonietta De Pace e la partecipazione è gratuita, come tutte le altre iniziative in cartellone.

GALLIPOLI. Continuano gli appuntamenti firmati Caroli Hotels: ancora per oggi è possibile vistare il simposio d’arte contemporanea “Dipingiamo il Salento e il suo mare”, un progetto ideato dall’associazione “Arteuropa” in collaborazione con Caroli che per l’occasione ha festeggiato i 50 anni di attività e che ha ospitato dal 18 fino al 21 ottobre presso il Bellavista Club di Gallipoli le opere, realizzate sul posto, di circa 30 artisti da tutta Italia. Hanno partecipato al simposio i maestri Valentina Angeli di Terni, Enzo Angiuoni di Avellino, Luigi Casale di Brescia, Antonio Di Rosa di Napoli, Anna Magistro di Messina, Enrico Meo di Reggio Calabria, Concetta Palmitesta di Chieti, Daniele Scontrino di Chieti, Luciana Mascia di Napoli, Carlo Cottone di Napoli, Franco Lista di Napoli, Elena Saponaro di Napoli, Nicola Guarino di Teora ( Av ) , Rosalia Ferrero di Taranto, Maria Teresa Di Nardo di Taranto, Marcello Specchio di Pescara, Franco Del Vecchio di Lecce, Enza Solazzo di Lecce, Emilia Balestrieri, Rosa Spina di Catanzaro, Franco Secone di Pescara, Dorotea Li Causi di Catanzaro, Bianca Sole di Bari, Alfredo Briganti di Bari, Michele Loconsole di Bari, Paolo Berti di Viterbo.

Si terrà invece lunedì 23 e martedì 24 ottobre, sempre al Club Bellavista, l’importante concorso annuale Maitre dell’Anno 2017 “Trofeo Luisa Speri”. Saranno presenti in questa edizione Valerio Beltrami, presidente nazionale dell’associazione Amira, ed il cancelliere dei Grandi maestri della ristorazione, Claudio Recchia insieme a tutta la giunta nazionale al completo. Durante la serata finale del 24 ottobre poi, festa per gli occhi e per il palato: i maitre si esibiranno infatti nella preparazione al flambè di una inedita ricetta del Gambero Rosso di Gallipoli. I prossimi appuntamenti targati Caroli saranno poi dal 1 al 5 novembre con il “Trofeo Caroli under 13”.

GALLIPOLI. Con il musical “Forza venite gente”, il gruppo gallipolino de “I ragazzi del centro storico” presenterà la vita di San Francesco d’Assisi sul palco del teatro Italia giovedì 19 ottobre alle ore 20,30.  Il musical, con la regia di Gabriella e Lidia Liaci e Tony Cortese, avrà una nuova veste scenografica curata da Mino Trianni e vedrà la partecipazione straordinaria del “Gruppo sbandieratori e musici del “Rione San Basilio” di Oria e della scuola di ballo “Disc’n roll dos” di Gallipoli, con i maestri Daniel e Sara Cataldi. “I ragazzi del centro storico”, accomunati dalla voglia di trasmettere i valori francescani attraverso la musica e la danza, catapulteranno così gli spettatori nel 1200, raccontando la vita del santo d’Assisi che risollevò le sorti della Chiesa. Info al 39 340 9451202 -347 5587006 -349 5743456

GALLIPOLI. Tutto pronto per la sesta edizione della “Settimana della cultura del mare”, che si terrà a Gallipoli da sabato 21ottobre sino a venerdì 27 ottobre, organizzata dell’associazione “Puglia&mare”, promossa dalla Regione e sostenuta dal Comune. Sette giorni ricchi iniziative intorno, sopra e sotto sua maestà il Mare, con cui la città ha un rapporto antico, intimo e intenso. “Questa settimana è fondamentale per promuovere un modo di vivere il mare anche nella quotidianità – afferma il sindaco Stefano Minerva – e serve a portare avanti anche tutte quelle iniziative su cui vogliamo investire, come la promozione della cultura, l’investimento sulle intelligenze del territorio e l’arte; oltre a rendere protagoniste ovviamente tutte quelle persone che hanno deciso di trascorrere la propria vita in simbiosi con il mare”. Uno dei momenti più importanti di questa edizione,  la mostra internazionale “Madremare”  di libri d’artista in tema, curata da Maddalena Castegnaro ed Enrico Rapinese dell’associazione “Presidi del libro – archivio del libro d’artista Verbamanent” di Sannicola, allestita presso l’aula magna dell’istituto comprensivo Polo 2 in piazza Carducci e visitabile tutti i giorni della Settimana dalle 17 alle 20, con inaugurazione sabato 21 ottobre alle ore 20. In programma laboratori didattici per gli istituti comprensivi cittadini curati dall’associazione Emys, con visite gratuite per minori accompagnati da adulti del “Centro di cultura del mare Marea” nel Chiostro di San Domenico dalle 17 alle 19. Ancora visite guidate con “Nel blu dipinto di blu”, a cura di un’altra associazione cittadina Amart nel centro storico (22 ottobre ore 16,30 con partenza dalla Biblioteca). Note di  “La musica del mare” presso la Sala Coppola a cura del Maestro Enrico Tricarico e del musicologo Giuseppe Lattante (23 ottobre alle 19); spazio anche ad altre forme di arte presso la sala Coppola, come il reading “Madremare” di musica e poesia a cura del “Presidio del libro” e con le letture di Zeromeccanico Teatro (24 ottobre alle 19).  Proiezioni di filmati previste presso la Galleria dei due mari (25 ottobre alle 19); presentazione presso la Biblioteca comunale del progetto del “Parco letterario – l’isola lampante” a cura di Elio Pindinelli (26 ottobre ore 19).

Venerdì 27 ottobre presso la “Galleria dei due mari” corso di formazione professionale per giornalisti intitolato a Domenico Faivre (1933-1997) sul tema: “Comunicare il mare: i grandi eventi all’aperto e la nuova normativa antiterrorismo” con la partecipazione del Questore di Lecce Leopoldo Laricchia, il direttore di Piazzasalento Fernando D’Aprile e dei giornalisti della “Gazzetta del Mezzogiorno Pietro Lisi e Massimo Urbano. La sesta edizione della “Settimana della cultura del mare” si concluderà nella stessa giornata alle 19.30 presso il teatro “Tito Schipa” con “Onde mediterranee”, novità assoluta di questa edizione, serata evento per la consegna dei premi “Vela latina”; riconoscimenti al prefetto Claudio Palomba e al viceprefetto Guido Aprea “per il lavoro svolto in provincia di Lecce per lo sviluppo turistico”. “La grande novità è che la prossima edizione si terrà a maggio, non più in autunno – afferma Giuseppe Albahari, direttore dell’iniziativa e di “Puglia&mare”-  sarà all’aperto e punteremo ancora di più a fare rete con altri soggetti, come ad esempio “Slow food” che punta ad una pesca sostenibile, ed i ristoratori per evitare che parte del pescato vada buttato. Vogliamo collaborare anche con l’associazione “Jonian Dolphin conservation”, che si occupa di preservare la vita dei delfini del Gonfo di Taranto”. Parte intanto per l’edizione 2018 “Icaro”, il concorso nazionale di filmati a tema marinaro realizzati con l’utilizzo di droni . Il regolamento si trova su www.pugliaemare.com.

GALLIPOLI. Partito il bando pubblico per la selezione di dieci persone per il “Corso base di cucina per soggetti svantaggiati”, indetto dalla Commissione pari opportunità del Comune di Gallipoli, a seguito della delibera di Giunta comunale n. 376 del 12 ottobre scorso. L’iniziativa, interamente finanziata dalla Commissione pari opportunità del Comune di Gallipoli, è destinata a disoccupati, residenti a Gallipoli,  di età compresa tra i 30 e i 50 anni, che si trovano in una situazione di disagio economico e sociale. Obiettivo del corso è fornire ai partecipanti la conoscenza degli elementi base e delle tecniche di cucina, per rilasciare poi un attestato di partecipazione di fine corso da spendere per la ricerca di future opportunità lavorative nell’ambito dei servizi di ristorazione. Il corso si svolgerà tra novembre e dicembre per una durata totale di otto lezioni, con incontri che si terranno due volte a settimana nelle ore pomeridiane ( dalle 15.30 alle 19 e probabilmente nelle giornate di mercoledì e venerdì) presso la “Casa della Carità San Francesco d’Assisi”, Via Muzio Carlo 8. Il modulo di domanda è reperibile sul sito del Comune di Gallipoli e si potrà partecipare entro 15 giorni dalla data di pubblicazione. Per info 320/6291141 oppure inviare una e-mail all’indirizzo mail: cpo.comunedigallipoli@gmail.com

GALLIPOLI. E’ ricchissimo il calendario autunnale targato “Caroli Hotels”, con appuntamenti per tutti i gusti che movimenteranno per mare e per terra – è proprio il caso di dire – la città e che indicano concretamente cosa potrebbe essere la destagionalizzazione dei turisti. Prosegue fino a domenica 15 ottobre la terza edizione del Gozzo International Festival, evento culturale iniziato giovedì 12 e dedicato a questo tipo di imbarcazione, ai pescatori, agli artigiani ed ai maestri d’ascia creatori della Vela latina in Salento. Prossimi appuntamenti sabato 14 ottobre alle 11 presso la Banchina del Canneto con le veleggiate; alle 18.30 presso il Teatro Garibaldi invece, pièce teatrale di Luigi (Mba Pì) Tricarico e Lucio Chetta seguita dalla premiazione degli equipaggi; in serata infine appuntamento alle 21 con degustazioni di pesce a cura dello chef  Onofrio Terrafino presso il Bellavista club. L’evento si concluderà domenica 15 ottobre a Tricase con la visita all’Associazione Magna Grecia. Sempre domenica 15 si svolgerà un altro programma del gruppo Caroli: la 24esima edizione del “Meeting dei Due Mari”, manifestazione per auto d’epoca organizzata dal Salento Club Auto storiche in collaborazione con Caroli Hotels con oltre 40 auto che sfileranno tra la costa jonica e la costa adriatica. Consumato un evento, eccone subito un altro. Sport acquatici dal 17 al 21 ottobre con il “Trofeo Caroli Hotels – Campionato europeo di windsurf Formula”, l’ultima tappa assegnata  alla “città bella” dalla Federazione italiana vela in accordo con l’International Windsurf Association e con l’organizzazione del Club Velico Ecoresort Le Sirenè presieduto da Gabriele Lazzari. La città si trasformerà poi nella capitale del biliardo dal 21 al 29 ottobre; l’ecoresort “ Le sirenè” ospiterà infatti prove del 19° Campionato italiano professionisti 2017-2018 – Trofeo Caroli Hotels”, con oltre 600 giocatori, 12 biliardi oltre al biliardo televisivo dedicato alle riprese Rai (dieci ore di diretta previste sabato 28 e domenica 29 ottobre). Si cambia pagina ed ecco il Maitre dell’anno il 23 e il 24 ottobre al Bellavista Club, con l’importante concorso annuale “Trofeo Luisa Speri”, la presenza tra gli altri del presidente nazionale dell’associazione Amira, Valerio Beltrami e del Cancelliere dei grandi maestri della ristorazione, Claudio Recchia. Durante la serata finale, festa particolare con la preparazione di una ricetta inedita al flambè del gambero rosso di Gallipoli. Ma dopo ottobre, il gruppo Caroli non si riposerà: già fissate iniziative di calcio con gli Under 13 di tutta Italia ed anche dall’Estero sui campi di Castrignano del Capo, Gallipoli, Parabita. E poi appuntamenti anche a gennaio, febbraio, marzo, già definiti.

“L’idea è quella di operare per 365 giorni all’anno – afferma Attilio Caroli Caputo, il direttore del gruppo alberghiero – infatti ogni settimana da gennaio a dicembre organizziamo o collaboriamo con diversi eventi che toccano vari settori. E’ già pronto tra l’altro il nostro nuovo calendario eventi per il 2018, “Svieni a Gallipoli”, presentato recentemente a Rimini dal team di Caroli Hotels; inoltre Onofrio Terrafino, il nostro chef e delegato della Regione Puglia per Eurotoques, si occuperà a novembre di far conoscere il nostro calendario in Italia e all’estero. Diciamo che i nostri eventi hanno una partecipazione ben nutrita; ad esempio il torneo di biliardo porterà a Gallipoli oltre 650 presenze in questo mese; mentre per quanto le soddisfazioni, ad esempio con il Gozzo international festival , quest’anno siamo riusciti ad avere la candidatura di Gallipoli al campionato italiano della vela latina. Ottimi risultati anche per la città dunque, grazie anche alla sinergia venutasi a creare con i vari operatori culturali locali”.

Matteo Perrone

NARDÒ. C’è anche un giovanissimo salentino tra gli attori che hanno preso parte alla fiction dedicata a Renata Fonte, la politica italiana assessora alla cultura ed alla pubblica istruzione di Nardò assassinata nel 1984 per le sue battaglie politiche e in difesa dell’ambiente. Si tratta di Matteo Perrone, 22 anni e vive a Giorgilorio (Surbo). Ha iniziato a recitare per caso solo due anni fa prendendo parte a diversi film fino ad approdare alla fiction targata Mediaset e girata interamente nel Salento. La sua prima esperienza è arrivata per caso, con il film “Mia figlia si sposa” con Nina Moric, Maurizio Mattioli, Uccio De Santis con la regia di Blasco Giurato, che l’ha fatto appassionare alla recitazione e l’ha spinto ad iscriversi all’Accademia di recitazione in contemporanea con gli studi universitari di Biologia.  Poi sono arrivati per il giovane attore diversi ingaggi: da “La cena di Natale”, con Riccardo Scamarcio ed Eva Riccobono, girato a Polignano a mare, fino alla decima edizione della fiction Rai  “Un medico in famiglia”, dove interpretava il ruolo dell’amico dei figli del protagonista, Giulio Scarpati; e poi ancora nel film “Vita spericolata” di Lorenzo Richelmy,  dove ha interpretato un poliziotto e che uscirà il prossimo anno al cinema.  Fino ad approdare infine alla fiction dedicata a Renata Fonte, girata ad inizio anno a Nardò con la regia di Fabio Mollo e con protagonista Cristiana Capotondi. “La fiction interpreta la vita reale di Renata Fonte, donna, moglie e madre – afferma Perrone – e viene dimostrato il suo impegno politico, da giovane assessore alla cultura ed alla pubblica istruzione. Nardò durante le riprese sembrava essere tornata indietro nel tempo, con le macchine d’epoca e gli scenari anni ’80 e con la figura della protagonista continuamente in lotta contro la mafia; la stessa mafia che cerca in tutti i modi metterle contro i cittadini per poter agire indisturbata. Ed io infatti interpreto il ruolo di un ragazzo in difficoltà, che non riesce a mantenere la sua famiglia e va a protestare sotto il comune. E’ stata un’esperienza faticosa perché abbiamo girato dalla mattina alla sera, ma bellissima”, conclude Perrone. La fiction dedicata a “Renata Fonte” andrà in onda a breve su Mediaset.

Salva

Gallipoli – Con ottobre si avvicina a grandi passi “Halloween” ed i “Ragazzi di Via Malinconico” stanno già preparando uno spettacolo che anche quest’anno festeggerà degnamente la notte delle streghe e degli spiriti maligni. Torna così l’horror show “Into the wood” per la sua terza edizione: una passeggiata sinistra in un ambiente sempre diverso, che negli scorsi anni si è svolta in un bosco di notte e in una villa abbandonata. Quest’anno il tema sarà invece una notte in un manicomio e la location scelta sarà svelata soltanto la mattina del 31 ottobre. “Lo show inizierà alle 22 e andrà avanti tutta la notte – spiega il presidente dei “Malinconici”, Alberto Greco – e dato l’argomento, lo spettacolo è sconsigliato a chi è facilmente suggestionabile ed impressionabile, tenendo conto delle repentine e inaspettate apparizioni al limite del pudore e della decenza durante il percorso, che è comunque monitorato dal personale di sicurezza autorizzato. Uno spettacolo tra l’altro completamente al buio, non adatto dunque a tutti, e a cui la compagnia consiglia di accedere solo con la luce notturna del proprio cellulare”.

Brividi in vista dunque tra qualche settimana, mentre la compagnia nel frattempo si prepara a portare in scena il 10 ottobre lo spettacolo “20 e non sentirli” e ad organizzare a dicembre un mese di magia con “Wonder Christmas Land”, il villaggio di Babbo Natale che tornerà anche quest’anno. E’ in partenza infine dal mese di ottobre e fine a maggio 2018 anche “Sensibile”, il seminario artistico de “I ragazzi di Via Malinconico” che propone nozioni di storia del teatro, training fisico e sensoriale, azione teatrale e danza, dizione, improvvisazione, psicotecnica, canto, scenografia e trucco teatrale e che si concluderà con uno spettacolo di fine corso. Info 329 6373342.

GALLIPOLI. Per mantenere vive la cultura e le tradizioni gallipoline, insieme alla manualità e all’arte dei maestri di ceramica, si terranno a partire da questo mese due corsi all’interno del Chiostro di San Domenico: il primo sarà un corso di arte presepiale, l’altro un corso di tornio ceramica, organizzati dall’associazione “Fideliter Excubat” all’interno del progetto “Makers Young”. Il corso di arte presepiale partirà il prossimo 17 ottobre, subito dopo la festa di Santa Teresa, che a Gallipoli segna appunto l’inizio delle festività natalizie, con appuntamenti il martedì e il giovedì dalle 17,30 alle 19,30, per un totale di 20 ore e per un costo di 30 euro per adulti e di 20 euro per studenti e ragazzi sotto i 18 anni. Il percorso di formazione sarà tenuto dai maestri Roberto Pero e Gabriele Cortese.

Il corso di tornio ceramica sarà invece tenuto dal maestro Romualdo Falcone di Ruffano e partirà il 30 ottobre per poi proseguire ogni lunedì dalle 18  alle 20, con costo di 40 euro per adulti e di 30 euro per studenti e ragazzi under 18.

Tutti i corsi sono tenuti all’interno del laboratorio artistico digitale del “Laboratorio urbano Liberalarte” di Gallipoli. Per iscriversi 327 1526875 – 340 402 3903.

GALLIPOLI. La vita di San Francesco d’Assisi verrà rappresentata sul palco del teatro Italia giovedì 19 ottobre alle ore 20,30. “Forza venite gente” è il nome del musical che verrà riproposto da “I ragazzi del centro storico”, un gruppo di giovani gallipolini accomunati dalla voglia di trasmettere i valori francescani attraverso la musica e la danza. Il musical avrà una nuova veste scenografica curata da Mino Trianni e vedrà inoltre la partecipazione straordinaria del “Gruppo sbandieratori e musici del“Rione San Basilio” di Oria e della scuola di ballo “Disc’n roll dos” di Gallipoli, con i maestri Daniel e Sara Cataldi. “Forza venite gente”, con la regia di Gabriella e Lidia Liaci e Tony Cortese, catapulterà gli spettatori nel 1200, raccontando appunto la vita di San Francesco d’Assisi, il santo che risollevò le sorti della Chiesa. Fu messo in scena la prima volta da Michele Paulicelli nel lontano 1981 a Viterbo, mentre l’edizione più famosa è quella rappresentata nel 1991 sul sagrato della Basilica Superiore di S. Francesco d’Assisi. I testi, in prosa e in versi, sono di Mario Castellacci, Piero Castellacci e Piero Palumbo. Per informazioni 340 9451202 e 347 5587006.

 

Attilio Caputo (Caroli)

Gallipoli – Sarà il “Gozzo International Festival” a movimentare le acque e la città di Gallipoli nelle giornate dal 12 al 15 ottobre. Torna infatti per il terzo anno consecutivo l’importante evento culturale dedicato al Gozzo, ai pescatori, agli artigiani ed ai maestri d’ascia e che celebrerà la Vela latina in Salento. Il Gozzo International Festival farà ripercorrere agli ospiti le vie dell’olio lampante, con visite guidate e rievocazioni storiche, dalla Banchina del Canneto al frantoio di Palazzo Granafei. Anche quest’anno saranno coinvolte le imbarcazioni tradizionali che frequentano le principali regate del Mediterraneo provenienti da Liguria, Toscana, Sicilia, Campania e Sardegna; ci sarà poi un ricco programma che si articolerà tra “La Galleria dei due mari” del Castello angioino, la “Banchina delle Scale Nove” e la “Banchina del Canneto”, che diverranno teatro di dimostrazioni d’arte marinaresca, attività culturali, eventi enogastronomici ed esposizioni di gozzi a vela latina. Tra i temi proposti, ci saranno “Vita di bordo”, con in primo piano i gozzi a vela latina; “Vita del porto”, con rappresentazioni teatrali, mostre, collezioni ed esibizioni dedicate alle attività di pesca e delle lavorazioni artigianali; e infine la “Cambusa del marinaio”, con degustazioni a base di pesce.

L’inaugurazione del Gozzo International Festival” si terrà giovedì 12 ottobre alle ore 19.00 presso la Galleria dei due Mari con la presentazione del “Cantiere del Mastro d’Ascia” che ospiterà attrezzi e collezioni del Maestro Antonio Magno e del Maestro Antonio Pianoforte.

Il Gozzo International Festival è realizzato in collaborazione con il Comune di Gallipoli, Capitaneria di porto e Guardia costiera, Federazione italiana vela, Assonautica di Lecce, Distretto nautica Puglia, Confindustria Brindisi, Snim il Salone nautico pugliese, Protezione civile, Anmi Nazionale; con l’organizzazione dei circoli partner Club velico ecoresort Le Sirenè, Magna Grecia mare, Circuito delle sirene e Vela latina Trapani, Lega navale italiana sez. di Gallipoli, Sezione sport nautici dell’Istituto “Amerigo Vespucci”, Il Lanternino club nautico Gallipoli, Associazione “Scalenove”; gli sponsor “La Dispensa di Caroli”, “In Mare” e “Caroli Hotels”. “Il Festival – afferma Gabriele Lazzari, presidente del Club velico ecoresort Le Sirenè – incorpora la cultura e l’enogastronomia del territorio, l’abilità dei maestri d’ascia e la tradizione. Sono stati inoltre invitati tutti gli istituti nautici italiani pe far toccare con mano agli studenti come avviene la costruzione navale e ovviamente parteciperà anche l’Istituto Nautico “Vespucci” di Gallipoli , che ringrazio”.

GALLIPOLI. Si terrà giovedì 28 settembre a partire dalle ore 20,30, presso la sala convegni del “Bellavista club”, la presentazione del cortometraggio di Girasud Film “Nessuna risposta”, il film di Francesco Corchia con Gustavo D’Aversa, Patrizia Miggiano e la partecipazione di Fernando Blasi (Nandu Popu dei Sud Sound System).  “Nessuna risposta” è il sesto lavoro di Girasud film; dopo aver superato nei mesi scorsi una selezione al “Caribbean Film Festival & Market” è stato poi proiettato a Miami, in Florida e adesso parteciperà a diversi festival. Soggetto e sceneggiatura di Andrea Carozza, audio di Gabriele Sebaste, direttore della fotografia Ilaria Sabato, segretario di edizione Davide Pagliara, al Make up Miriam Imbrogno e con le musiche di Antonio Marulli e operatore gimbal Paolo Giuri.  A seguire, verrà proiettato il documentario “Hiwashita”, dedicato alla palestra gallipolina dei maestri Luigi e Antonio Roccadoro diventata un’eccellenza sportiva in tutta Italia, con la regia di Francesco Corchia e Andrea Cavalera.

foto Giuseppe Capraro

Gallipoli – E’ pronto per partecipare a numerosi festival in Italia e all’estero il terzo cortometraggio del regista gallipolino Salvatore Negro dal titolo “Nere”, ambientato a Gallipoli e girato in questi mesi. Il lavoro è liberamente tratto da una lettera pubblicata nell’agosto del 2015 dal direttore Fernando D’Aprile su “Piazzasalento”, che ha sostenuto il progetto, dal titolo “Quel Ferragosto del ’42 che non dimenticherò mai. Per giustizia, non deve scomparire con me”, scritta da una donna ormai ottantenne che racconta un episodio drammatico di violenza avvenuto quando aveva 8 anni. “E’ stato molto difficile realizzarlo – afferma Negro – non tanto per le riprese, ma per la tematiche trattate. Questa volta ho sentito un coinvolgimento emotivo diverso e non parlo solo per me, ma anche per gli attori che vi hanno preso parte”. Il cortometraggio inizia con una scena ambientata ai nostri giorni; flash back e riferimenti storici riportano il racconto all’estate del 1942.

“Il mio personaggio, Rosetta – continua Negro – è una donna che vive ai margini della società, con un vissuto difficile che la rende una donna chiusa in se stessa e con un terribile segreto nel cuore. E’ stato particolarmente intenso il momento dell’incontro della protagonista con Anna, la figlia di uno dei suoi aguzzini e sua coetanea ma dal destino completamente opposto.  Non ho voluto dare né un finale positivo né negativo, ma ho solo voluto raccontare la storia o di un’infanzia negata. Una tematica tra l’altro ancora attuale, visto che ancora oggi l’infanzia viene negata a molti bambini perché abusati”. Le musiche sono state curate da Mimì Petrucelli con protagoniste Paola Tricarico, Carmenada Macchitella ed Olly Arcarese.

 

 

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...