Home Authors Posts by Anna De Matteis

Anna De Matteis

517 POSTS 0 COMMENTS

Lecce – Si è parlato di prevenzione, ambiente e molto altro durante il 12esimo corso di aggiornamento su “Esposizione ambientale e salute pubblica” tenutosi presso il centro Ecotekne dell’Università del Salento sabato scorso a Lecce13 ottobre, organizzato dalla sezione provinciale della Lilt che ha sede a Casarano ed è presieduta da Marianna Burlando.

Il Centro Ilma “Dobbiamo puntare sulla prevenzione- ha affermato la Burlando – e partendo dal dato che ad oggi il 95% delle risorse è destinato alle cure delle malattie, noi dobbiamo invece cercare di capire quali siano le cause che conducono a queste malattie. Ecco il perché del centro Ilma, che è in fase di costruzione (sulla Provinciale Alezio-Gallipoli, ndr), ma la ricerca indipendente è già iniziata”. Dopo i saluti istituzionali ha poi preso la parola il dott. Carmine Cerullo, oncologo presso l’ospedale Ferrari di Casarano, che ha parlato del progetto Geneo, il primo studio di Oncologia ambientale in Italia rivolto alla aree verdi ideato dalla Lilt in collaborazione con l’Università del Salento, l’Asl e la Provincia di Lecce.

Lo studio ha trattato i sistemi di valutazione delle correlazioni tra Genotossicità dei suoli e le neoplasie in aree in cui la salute ambientale è a rischio. “Nonostante i progressi delle terapie, a noi oncologi i conti non tornano, perché la mortalità per tumori dal 1980 ad oggi continua a crescere qui nel Salento, raggiungendo la media nazionale per incidenza di nuovi casi. Solo per fare un paragone, ad oggi abbiamo 373mila nuovi casi all’anno di malati; quindi, più di 1000 persone al giorno in Italia scoprono di avere un tumore, mentre nel 1980 i casi all’anno di nuovi malati erano 12mila, con una media di 300 malati al giorno. Quindi – ha proseguito l’oncologo – ad oggi ci si ammala di più, nonostante i tassi di guarigione siano al 50% rispetto al 20% del 1980. Bisogna però tenere presente che se le guarigioni sono aumentate, sono aumentati però anche i nuovi malati”.

Da questa esigenza di confrontare il rapporto tra ambiente e salute è nato il progetto Geneo: i recenti risultati dello studio hanno rilevato soprattutto il livello di arsenico, noto cancerogeno, molto elevato in quasi tutti i terreni dei 32 Comuni della provincia di Lecce esaminati, soprattutto tra Maglie e Galatina; per questo, a breve partirà una nuova fase di ricerca in altri 20 Comuni della Provincia di Lecce. Il convegno è stato coordinato da Tiziana Colluto con gli interventi di Tiziana Grassi dell’Università del Salento, di Roberto Fanelli, dell’istituto “Mario Negri” di Milano, e del dottor Giuseppe Serravezza, oncologo e direttore scientifico della Lilt di Lecce.

In chiusura è stato poi assegnato al professor Silvio Garattini, presidente dell’istituto “Mario Negri” di Milano, il sigillo d’argento dell’Università del Salento insieme ad un pubblico riconoscimento da parte del Comune di Lecce.

Il messaggio di Serravezza “Il messaggio che volevamo dare è di una necessità di sviluppare lo studio delle cause ambientali – ha concluso Serravezza – cioè l’unico strumento attraverso cui si può abbattere l’incidenza di quella malattia che è diventata oggi una vera emergenza. Noi continuiamo a sviluppare la ricerca nell’ambito del nascente centro Ilma e siamo fieri anche della collaborazione dell’Istituto Mario Negri di Milano che rappresenta nel mondo l’emblema della ricerca scientifica libera e indipendente. Ecco, noi abbiamo un grande sogno: quello di poter rappresentare presto anche noi una sorta di “Mario Negri Sud”, all’insegna dell’autonomia e dell’indipendenza della ricerca. Ma tutto questo sarà possibile solo se i salentini continueranno a darci una mano e fiducia”.

Gallipoli – Un concerto di musica sacra si terrà sabato 13 ottobre alle 20 presso la Chiesa di San Gerardo Maiella, nell’ambito dei festeggiamenti in onore del santo. Dopo la celebrazione eucaristica presieduta da don Francesco Tarantino, si esibirà infatti l’orchestra di fiati “Santa Cecilia – Città di Gallipoli” (diretta dal maestro Alessandro Manzolelli), con la partecipazione del soprano Antonella Alemanno.

La festa in onore di San Gerardo Maiella proseguirà fino al 16 ottobre. Tra gli appuntamenti in programma, nella mattinata di domenica 14, al termine della messa, lo stesso complesso bandistico di Santa Cecilia suonerà sul sagrato della chiesa e per le vie della parrocchia. Sempre domenica, durante la messa delle ore 19 ci sarà la benedizione delle mamme in attesa (in occasione della Giornata della battesimale e della vita); mentre alle 20,15, nel salone parrocchiale si terrà la commedia in dialetto “Lu cane ‘namuratu”, portata in scena dal gruppo teatrale di San Gerardo. Lunedì 15, subito dopo la messa delle ore 19, ci sarà invece la commemorazione del transito di San Gerardo, seguita dalla degustazione di pittule e altri cibi tradizionali. La festa di San Gerardo si concluderà martedì 16 ottobre, con le messe delle ore 8,30 e 19: al termine della funzione serale, la processione si snoderà per le vie della parrocchia e vedrà la partecipazione dei ragazzi del catechismo e delle associazioni parrocchiali.

Gallipoli – Una grande gara di solidarietà è prevista domenica 14 ottobre per il primo Trofeo Fidas: l’appuntamento è dalle 8,15 alle 11,30 presso il Centro trasfusionale, al sesto piano della Torre B dell’ospedale Sacro Cuore.

L’evento è organizzato dalla Fidas sezione di Gallipoli (presieduta da Marilù Bembi, in foto), in collaborazione con i club del Gallipoli, della Juve, dell’Inter e del Milan. “Abbiamo invitato tutti i club sportivi a reclutare quanti più donatori possibile – afferma la Bembi. Il club che porterà più soci o simpatizzanti vincerà, e fra i suoi donatori verrà sorteggiato un abbonamento per seguire le partite della stessa squadra”.

Ma le iniziative Fidas non finiscono qui: “Oltre a organizzare incontri pubblici con medici e professionisti del settore, stiamo cercando di formare un gruppo di giovani da portare il prossimo anno a un meeting firmato Fidas che si terrà a marzo – continua la presidente Bembi – per fare formazione e aiutare a capire cosa c’è realmente dietro una sacca di sangue e a cosa serve. Abbiamo inoltre avviato la collaborazione con gli istituti superiori cittadini: il Vespucci e il liceo Quinto Ennio hanno già dato la disponibilità”. Nelle giornate del 22, 23 e 24 ottobre, infatti, un’autoemoteca proveniente da Lecce arriverà al Vespucci e sosterà presso l’atrio della scuola, a disposizione di chi volesse donare il sangue.

Sensibilizzare scuole e famiglie. “Stiamo cercando di recuperare – conclude la Bembi – perché la carenza estiva di sangue si è fatta sentire in tutta Italia e ha colpito anche Gallipoli. Noi, inoltre, abbiamo avuto il problema del trasferimento del centro trasfusionale, e questo è stato un ulteriore disagio per i donatori. Comunque ora ci stiamo risollevando, a settembre abbiamo avuto 42 donazioni con una media di 2 nuovi soci per donazione. Infine, stiamo affiancando i ragazzi in un progetto nazionale rivolto alle scuole elementari e medie, che prevede selezioni provinciali e nazionali, con premi finali agli istituti vincitori. Questo per cercare di coinvolgere tutte le scuole della città e per sensibilizzare i ragazzi e le loro famiglie alla cultura del dono”.

 

Gallipoli – Si concluderà con un capolavoro della musica sacra il calendario degli eventi estivi “Hello from Gallipoli”, stilato dal Comune insieme a enti e associazioni locali: l’ultimo appuntamento è per sabato 13 ottobre alle ore 19,30 presso la Cattedrale di Sant’Agata con la “Petite Messe Solennelle” di Gioacchino Rossini per soli, coro, due pianoforti e harmonium. L’ingresso è libero.

“La petite Messe Solennelle” è una delle principali opere di Rossini, insieme allo “Stabat Mater”. Fu composta nel 1863 ed eseguita per la prima volta in forma privata presso la cappella di famiglia della contessa Louise Pillet-Will, dedicataria della composizione che fu accolta con entusiasmo dal pubblico. In una prima stesura l’opera fu scritta per soli, coro, due pianoforti e un harmonium, poi fu orchestrata dallo stesso Rossini nel 1867.

Il Sindaco Minerva: “Gallipoli in un circuito culturale e musicale di qualità” – Il concerto è inserito anche nella programmazione del Tito Schipa Music Festival 2018 ed è organizzato dal Comune, dal Miur- Afam, dal Conservatorio di musica “Tito Schipa” di Lecce e dalla Regione Puglia. “Qualche mese fa abbiamo avuto l’onore di entrare a far parte di questa prestigiosa rete – afferma il Sindaco Stefano Minerva (in foto) – e di inserire la nostra città in un circuito culturale e musicale di qualità, che interessa l’intero territorio ionico-salentino-pugliese. Gallipoli con la sua ‘Petite Messe Solennelle’ propone un evento importante in un luogo sacro molto amato dai gallipolini e dai visitatori. Chiudiamo quindi il nostro calendario con un appuntamento di cui siamo particolarmente orgogliosi”.

 

Gallipoli – Domenica 7 ottobre dalle ore 8 alle ore 11,30 presso il centro trasfusionale dell’Ospedale Sacro Cuore di Gallipoli, al sesto piano della Torre B (il centro trasfusionale al secondo piano è interessato da lavori), si terrà una donazione del sangue organizzata dalla locale Avis (l’associazione dei donatori volontari di sangue) presieduta da Francesco Ripa.

“Quest’estate – afferma il presidente Ripa- abbiamo risposto agli appelli degli ospedali della provincia ed oltre per cercare di aiutare nelle diverse emergenze, (come nel caso della ragazza di 18 anni di Brindisi per la quale si cercava sangue 0 negativo), interpellando tutti i possibili donatori. Per cercare di sopperire ad altre esigenze, abbiamo organizzato ora la donazione del 7 ottobre, ed invito tutti i nostri volontari, ma anche i nuovi potenziali donatori e donatrici, a raggiungerci perché il dono del sangue è vita, quindi il più bel regalo che si possa fare”.

Il presidente Ripa ricorda che è stata organizzata  una donazione presso l’ospedale Santa Caterina Novella di Galatina lo scorso 30 settembre per il gruppo di motociclisti “Messapi Salento Crew”. “Speriamo di continuare la collaborazione e trovare sempre più persone solidali e sensibili a queste tematiche – conclude il presidente dell’Avis – e speriamo inoltre di cominciare presto la collaborazione con le scuole e di trovare nuovi donatori tra gli studenti maggiorenni delle quarte e quinte classi. Noi intanto continueremo ad essere presenti sul territorio e a darci da fare quanto più possibile per migliorare e far crescere la cultura della donazione del sangue”.

Gallipoli – Si avvia alla conclusione la “Settimana della cultura del mare”, l’evento dedicato al mare e giunto alla settima edizione. Sono diversi gli appuntamenti “in blu” per il fine settimana di chiusura. Intanto ecco un primo bilancio: “Questa edizione ci ha regalato grande soddisfazione- afferma la presidente Alessandra Bray che presiede l’associazione Puglia&Mare, organizzatrice dell’evento – perché ogni sera abbiamo incontrato persone appassionate che hanno apprezzato i tanti volti de mare. Abbiamo visto sguardi attenti e incuriositi, emozionati ed empatici, come ad esempio durante la serata di giovedì 4 ottobre dal titolo  “L’immenso mare delle donne”, in cui le donne hanno raccontato le loro storie con il mare di gioia o di tragedia, di amore o di passione. Speriamo di condividere altre emozioni nei prossimi appuntamenti”.

Il programma prevede la mattina di sabato 6 ottobre, presso il Liceo Quinto Ennio e l’Istituto Amerigo Vespucci, si terrà la proiezione del documentario “Anche i pesci piangono”, prodotto dall’associazione Adriatic Recovery Project, con un incontro con Vittoria Gnetti, componente del progetto. Alle ore 16 nel centro storico invece, si terrà “Nel blu dipinto di blu”: una visita guidata a cura dell’associazione culturale Amart con ritrovo presso il Museo civico in via De Pace. Alle ore 19,30, presso il salone polifunzionale di San Lazzaro, si terrà la “Serata blu di sensibilizzazione ai temi ambientali e di musica popolare”,  con la proiezione del documentario “Anche i pesci piangono” commentato da Vittoria Gnetti. Seguirà poi la presentazione delle ricerche su Monfalcone e Laigueglia (città gemellate con Gallipoli), realizzate dagli allievi degli istituti comprensivi cittadini del Polo 2, diretto da Lucilla Vaglio, e del Polo 3 diretto da Martinella Biondo. Concluderà la serata l’esibizione di canti popolari marinari a cura del coro della Pro loco.

Domenica 7 ottobre invece, si inizierà alle 10 con la “Regata velica delle Tonnare di Gallipoli”, nell’ambito della prima tappa del Campionato invernale Città di Gallipoli organizzato dalla locale Lega navale insieme al Circolo della vela, l’Istituto Amerigo Vespucci, il club velico Ecoresort Le Sirenè e con Assonautica provinciale. Al termine si terrà la premiazione presso il Castello di Gallipoli. La “Settimana della cultura del mare 2018” si concluderà poi nella stessa giornata di domenica alle ore 19 e 30 presso il Chiostro di San Domenico con la serata di “Visioni Blu: il mare nella letteratura salentina del Novecento”, introdotta dal Sindaco Stefano Minerva con lo scrittore Antonio Errico. Seguirà un concerto poetico in collaborazione con “Il Presidio del libro- Archivio del libro d’artista Verbamanent” di Sannicola, dove Maddalena Castegnaro introdurrà la performance di Matteo Greco con voce e musica del maestro Daniele Vitali. A seguire, “Blu Street food- show Cooking”, con la partecipazione di My cool kitchen di Alessandra Ferramosca e degustazioni del gambero di Gallipoli, in collaborazione con Vista mare e Cooperativa armatori jonica.

Laboratorio e mostra Come si ricorderà, tutti gli appuntamenti della “Settimana della Cultura del Mare” sono gratuiti e per tutta la settimana sono previste visite gratuite al Museo del mare e visite gratuite, per i minori accompagnati dagli adulti, del Centro di cultura del mare Marea nel Chiostro di San Domenico dalle ore 17 alle 19. L’evento ha ottenuto il patrocinio della Regione Puglia con Pugliapromozione che ha concesso il riconoscimento di #Weareinpuglia e della Provincia di Lecce. Continua infine il laboratorio didattico sul mare, con proiezioni multimediali per gli allievi delle classi prime medie degli istituti comprensivi di Gallipoli, Otranto, Tricase e Porto Cesareo, curato dall’associazione Emys. Continua poi la mostra di fotografie subacquee “Dentro il blu”, della campionessa italiana Virginia Salzedo (artista di origini salentine che vive a Trento), presso il Liceo Quinto Ennio, visitabile anche questo weekend  dalle ore 19 alle 22.

 

Gallipoli – “Vogliamo creare un ponte tra la letteratura e l’architettura, un legame solido e stabile che colleghi le arti performative alla magnificenza della nostra terra e per farlo abbiamo bisogno di stringere un’intesa con gli istituti scolastici”: questo il motivo, spiegato dalle parole del presidente di Poiefolà, Roberto Treglia, per cui si terrà a Gallipoli nelle giornate di sabato 6 e domenica 7 ottobre, un “Educational Tour” rivolto ai docenti degli istituti di istruzione secondaria superiore di tutta Italia, per la presentazione del progetto “Il tempio delle fole 2019”, rassegna di dramma antico firmata dalla cooperativa Poieofola’ – Costruzioni Teatrali, che nella primavera del prossimo anno porterà in scena le tragedie di Euripide presso il Castello Baronale di Collepasso.

La compagnia, nata dai “Ragazzi di via Malinconico” di Gallipoli, è composta, oltre che dal presidente e project manager Treglia, dal product manager  Alberto Greco, dall’ art director Riccardo Abbate e dall’ executive producer Luana Greco, tutti gallipolini. “Siamo coscienti – continua Treglia – che la scuola sia il veicolo più efficace per avvicinarci alla sensibilità dei giovani fruitori; crediamo infatti nella cultura e abbiamo fiducia nelle istituzioni e nei docenti, che filtrano il teatro e la poesia con genuinità e che, come noi, hanno una scintilla di passione e devozione negli occhi che accende l’entusiasmo nei ragazzi”.

Collaborazione di Comune e gruppo Caroli Hotels L’educational tour è in collaborazione con il Comune di Gallipoli, l’associazione Amart e Caroli Hotels e durante le due giornate verrà offerto un saggio non solo della rassegna teatrale di dramma antico della compagnia, ma anche del connesso pacchetto turistico per viaggi di istruzione con destinazione Salento e di approfondimento dei temi della civiltà greco-messapica. La proposta è stata studiata per i giovani studenti delle “superiori” e realizzata in collaborazione con l’associazione Amart di Gallipoli, che gestisce alcuni tra i principali luoghi di cultura cittadini offrendo tra l’altro visite guidate, laboratori tematici e attività didattiche con scuole di ogni ordine e grado. I pacchetti culturali sono realizzati anche grazie alla collaborazione con operatori turistici come il gruppo Caroli Hotels.

L’Educational Tour si aprirà alle ore 10 di sabato 6 ottobre con l’incontro introduttivo ospitato nella Galleria dei Due Mari, dove Roberto Treglia e Alberto Greco approfondiranno la presentazione del progetto, degli itinerari culturali e delle opere in rassegna discutendo sulla chiave di lettura e sulle scelte registiche della produzione. Vi prenderanno parte anche Antonella Russo e Gino Mastria, assessori al Turismo e allo spettacolo rispettivamente dei Comuni di Gallipoli e Collepasso; Antonio Del Vino, dello staff del presidente della Provincia di Lecce; Eugenio Chetta, presidente Amart Gallipoli.

Durante le due giornate sono previsti approfondimenti di alcuni dei luoghi di maggior pregio e significato storico di Gallipoli tra cui la monumentale Basilica Cattedrale di Sant’Agata e il Museo civico fondato dal medico e letterato Emanuele Barba. Saranno due in particolare, invece, i momenti di teatro: il 6 ottobre alle ore 19.30 sempre nella Galleria dei Due Mari, con un estratto di “Edipo Re” a cura di Poieofolà; e la mattina successiva, domenica 7 ottobre alle ore 10.30, con “Il museo si svela”, spettacolo interattivo ospitato nelle sale del Museo Civico, un viaggio visionario e sensibile tra le pagine del Romanticismo Italiano in onore al fondatore Eugenio Barba. Per partecipare all’Educational Tour 329 6373342 (ingresso riservato).

 

Gallipoli – Continuano gli appuntamenti della “Settimana della cultura del mare”, l’evento dedicato al mare e giunto alla settima edizione, organizzato dall’associazione Puglia & Mare (presidente Alessandra Bray) insieme al Comune di Gallipoli e con la direzione artistica di Giuseppe Albahari. Nella mattinata di oggi gli studenti delle Superiori cittadine hanno partecipato presso il Teatro Italia alla proiezione cinematografica dal titolo “Mare Nostro”, con la partecipazione del regista Andrea Gadaleta Caldarola e del giornalista e scrittore Nicolò Carnimeo.

“L’immenso mare delle donne” è invece il titolo dell’incontro serale, organizzato in collaborazione con la locale sezione della Fidapa Bpw Italy presieduta da Anita Marzano. La conversazione sul mare è in programma alle ore 19,30 presso la Biblioteca comunale di via Sant’Angelo e ci saranno gli interventi dell’assessore Antonella Russo, della giornalista e scrittrice Maria De Giovanni, della dirigente scolastica del “Vespucci”  Paola Apollonio, della scrittrice Maria Gabriella de Judicibus, di Loredana Abbate (vedova del mare), della poetessa Maria Consiglia Mercuri, di Titty Pagliarini (presidente dell’associazione culturale La Fenice), di Giuseppina Antonaci (presidente dell’Istituto tecnico superiore per l’industria dell’ospitalità e del turismo allargato di Lecce), di Imma Petìo (Centro studi relazioni adriatico-mediterranee di Lecce) e della campionessa di vela Federica Rima. Faranno da cornice all’incontro le opere ispirate al mare della pittrice Patrizia Chiriacò, mentre gli intermezzi musicali

Antonella Russo

saranno a cura della pianista Gabriela Greco.

Venerdì 5 ottobre invece a partire dalle ore 9,30 nel centro storico, ci sarà la giornata del Parco letterario “Isola lampante”, con la presentazione della Mappa letteraria della città vecchia e con le visite guidate, con partenza dal Frantoio ipogeo in via Antonietta De pace, in collaborazione con l’associazione Gallipoli Nostra e con gli allievi del liceo Quinto Ennio. Alle 20,30 invece, presso il Teatro Tito Schipa, Barbara Politi e Giuseppe Albahari presenteranno la serata dal titolo “Blu mediterraneo”: serata di “Suoni del mare” con l’ensamble musicale del Maestro Enrico Tricarico e la partecipazione del compositore e musicista albanese Aulon Naci. Durante la serata, allietata dalle esibizioni della Betty Boop Dance Academy di Eleonora Benvenga, ci sarà la consegna dei premi “Vela Latina” alle personalità che si sono distinte per il loro impegno rivolto al mare e verrà proiettato il video realizzato con il drone vincitore del concorso Icaro.

Per tutta la settimana si svolgerà il laboratorio didattico sul mare, con proiezioni multimediali per gli allievi delle classi prime medie degli istituti comprensivi di Gallipoli, Otranto, Tricase e Porto Cesareo, curato dall’associazione Emys. Continua poi la mostra di fotografie subacquee “Dentro il blu”, della campionessa italiana Virginia Salzedo (artista di origini salentine che vive a Trento), presso il  Liceo Quinto Ennio, visitabile dalle ore 19 alle 21 (sabato e domenica dalle ore 19 alle 22).

Tutti gli appuntamenti della “Settimana della Cultura del Mare” sono gratuiti e per tutta la settimana sono previste visite gratuite al Museo del mare e visite gratuite per i minori accompagnati dagli adulti, del Centro di cultura del mare Marea nel Chiostro di San Domenico dalle 17 alle 19. L’evento ha ottenuto il patrocinio della Regione Puglia con Pugliapromozione che ha concesso il riconoscimento di #Weareinpuglia e della Provincia di Lecce.

 

Gallipoli –  E’ stata la gallipolina Alice Calasso ad aggiudicarsi il premio per la ricerca sul tuffatore Alessandro De Rose (unico italiano del circuito Red Bull di tuffi da grandi altezze), svolta dagli allievi dell’Istituto “Amerigo Vespucci” di Gallipoli. La studentessa, che ha vinto un buono da 120 euro da spendere in prodotti musicali, frequenta il corso di studi commerciali ad indirizzo sportivo, ed è stata premiata durante la serata inaugurale della “Settimana della cultura del mare” di ieri presso il Chiostro di San Domenico, in presenza dell’atleta, a cui è stato assegnato il premio “Vela latina”, e degli altri ospiti della serata. Dopo i saluti di Alessandra Bray, presidente dell’associazione Puglia & Mare che ha organizzato l’evento in collaborazione con il Comune di Gallipoli e con la direzione artistica di Giuseppe Albahari, ha preso la parola il vicesindaco Giuseppe Venneri e si è dato il via alla prima serata della manifestazione “Mare d’inchiostro”, il Festival regionale della letteratura organizzato dall’associazione “Vedetta sul Mediterraneo” di Giovinazzo con gli interventi dello scrittore e giornalista Nicolò Carnimeo, dello scrittore Fabio Pozzo, del musicista Fabio Zuffanti e del cantautore Fabio Cinti (autori, questi ultimi, della rivisitazione delle musiche dell’album “La voce del padrone” di Franco Battiato).

Mostra di foto subacquee La “Settimana della cultura del mare” continuerà questa sera alle 19,30 presso il Liceo Quinto Ennio con l’inaugurazione di una mostra di fotografie subacquee dal titolo “Dentro il blu” di Virginia Salzedo, che ha appena vinto il titolo assoluto nel campionato italiano di foto subacquea a Monte Argentario. Interverranno il Sindaco Stefano Minerva ed il presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone. La mostra potrà essere visitata tutti i giorni, fino al 7 ottobre, dalle ore 19 alle 21 (sabato e domenica fino alle ore 22). Sempre questa sera, prevista la presentazione del volume “La malinconia del raggiungimento” che raccoglie l’opera poetica di Luigi Sansò (1891-1963) che fu docente del Ginnasio cittadino. Ci saranno gli interventi del dirigente scolastico, lo scrittore Antonio Errico, e dei presidenti delle associazioni che hanno sostenuto la pubblicazione: Elio Pindinelli di Gallipoli Nostra, Anita Marzano della Fidapa, Lucia Fiammata della Pro loco, Luca Russo del Rotary Club e Giovanni De Marini del Lions Club. Seguirà poi una relazione del professore Carlo Alberto Augieri, docente di Critica letteraria ed Ermeneutica del testo dell’Università del Salento.

Domani mattina invece, mercoledì 3 ottobre alle ore 9 presso la Sala Convegni della Galleria dei Due Mari, si terrà il corso di aggiornamento professionale per giornalisti intitolato “Raccontare il mare: Minore a bordo”, riconosciuto dall’Ordine (4 crediti formativi). I relatori saranno Maria Cristina Rizzo (Procuratore della Repubblica per i Minori di Lecce), e i giornalisti Federica Sabato e Giovanni Delle Donne. Il corso, promosso dalla rivista Puglia & Mare, è intitolato al compianto giornalista Domenico Faivre.

 

Sempre domani, mercoledì 3 ottobre alle 18,30 presso il Chiostro di San Domenico, si terrà la “Serata Blue Lab” : un laboratorio di idee organizzato in collaborazione con Arti Puglia (Agenzia regionale per la tecnologia e l’innovazione). L’obiettivo è quello di illustrare alle imprese di acquacoltura e di pesca le opportunità offerte dal Progetto Blue Bost, raccogliere segnalazioni di problematiche e fabbisogni aziendali, indicare soluzioni e proposte di interventi innovativi. Parteciperanno Nicolò Carnimeo dell’Università degli studi “Aldo Moro” di Bari, Carlo Gadaleta Caldarola, project manager di Arti Puglia e Manuela Masciopinto, avvisatore Marittimo/Cresta. L’evento ha ottenuto il patrocinio della Regione Puglia con Pugliapromozione che ha concesso il riconoscimento di #Weareinpuglia e della Provincia di Lecce.

Tutti gli appuntamenti della “Settimana della Cultura del Mare” sono gratuiti e per tutta la settimana sono previste visite gratuite al Museo del mare e visite gratuite per i minori accompagnati dagli adulti, del Centro di cultura del mare Marea nel Chiostro di San Domenico dalle 17 alle 19. “Crescono i partner e cresce anche la responsabilità che abbiamo verso il bene comune, il mare- afferma la presidente Bray- da vivere e rispettare, ponendo sempre l’accento sull’attenzione allo sfruttamento delle sue risorse”.

 

 

Gallipoli – Si concluderanno questa settimana gli appuntamenti del Festival “Terra tra due mari”, giunto alla sua quinta edizione. L’evento è organizzato da associazione Il Musicante, Pro loco e Comune.

Nato nel 2014 con una serie di concerti itineranti fra Otranto, Castro, Leuca e Gallipoli, il Festival ha la direzione artistica del maestro gallipolino Enrico Tricarico (in foto) e quest’anno ha proposto 10 appuntamenti. La data del prossimo evento in calendario è martedì 2 ottobre alle ore 19 in occasione dei solenni festeggiamenti in onore di San Francesco d’Assisi: presso la chiesa intitolata al santo, si terrà il concerto “Sacro Barocco” con il soprano Simona Gubello e Luigi Mazzotta all’organo. L’organo in questione è il prezioso Simone e Pietro Chircher del 1726, il più antico custodito nelle chiese gallipoline. I due musicisti eseguiranno musiche di Frescobaldi, Vivaldi, Leo, Galuppi, Bach.

“Del mare… la musica” sarà invece l’ultimo appuntamento dell’edizione 2018 del Festival, che si terrà venerdì 5 ottobre alle ore 20,30 presso il Teatro Schipa (ingresso libero). L’evento è inserito all’interno della “Settimana della cultura del mare” ed è promosso dall’associazione Puglia & mare. Il concerto sarà tenuto dall’ensemble Terra del Sole (pianoforte, fisarmonica, quartetto d’archi e percussioni). In programma musiche del compositore emergente albanese Aulon Naci, molto seguito in Europa per la sua musica minimalista e dai forti richiami alla natura: a lui sarà assegnato un premio durante la serata. Concluderà il concerto l’esecuzione dell’Inno per il mare di Enrico Tricarico.

“Sempre più numeroso il pubblico che ha seguito quest’edizione del Festival ‘Terra tra due mari’ – afferma il maestro Tricarico – a conferma di una tradizione e di un rapporto ormai consolidato. Questo è stato l’unico festival che ha dato spazio alla musica ‘colta’ nell’estate gallipolina e la numerosa affluenza è la garanzia che questi eventi sono molto attesi. Per noi organizzatori –conclude – è stato sicuramente prestigioso collaborare con grandi artisti e condividerne col pubblico i messaggi della grande arte”. La sesta edizione del festival è già in cantiere.  

Gallipoli – Ripartiranno lunedì 1 ottobre i laboratori teatrali “Mòvimento” a cura di Zeromeccanico Teatro, con percorsi dedicati a tutte le fasce d’età. Voglia di mettersi in gioco, sperimentare e divertirsi gli unici requisiti richiesti.

La forza esplosiva del “gioco del teatro” – Giunti alla sesta edizione, i laboratori saranno guidati dagli attori professionisti Ottavia Perrone e Francesco Cortese. Ciascun laboratorio prevede otto mesi di formazione e ricerca (da ottobre 2018 a maggio 2019), con un appuntamento settimanale che si svolgerà nella sede della compagnia e culminerà negli spettacoli di fine corso. “Il gioco del teatro per i bambini e i ragazzi ha una funzione pedagogica esplosiva – affermano gli organizzatori. – Durante la prima fase di lavoro i partecipanti acquisiranno gli strumenti e le tecniche necessarie per avviare una ricerca individuale e collettiva al tempo stesso. Attraverso la conoscenza del proprio corpo e delle sue reazioni, si passerà poi alla scoperta dell’altro e del mondo circostante, si abbandoneranno i freni dell’io personale e si accenderanno le luci sull’io attore in quanto individuo che agisce e re-agisce in base alle relazioni con lo spazio e le emozioni”. Particolare attenzione sarà dedicata alla narrazione, alla drammaturgia corporea e alla scrittura scenica, offrendo a ragazzi e adulti l’occasione di approfondire filoni drammatici specifici, che diventeranno la fonte cui attingere per la costruzione degli spettacoli finali, contaminando teatro, musica, danza e arte contemporanea.

Zeromeccanico aprirà le porte della propria sede con lezioni di prova gratuite secondo il seguente calendario: lunedì 1 ottobre, dopo l’incontro delle ore 18 per i ragazzi dai 14 ai 18 anni, alle 20,30 la lezione sarà dedicata agli adulti; ancora, mercoledì 3 ottobre dalle 18 appuntamento per i bambini dai 5 ai 10 anni; e giovedì 4 (sempre alle ore 18) lezione per ragazzi dagli 11 ai 13 anni. I laboratori si terranno presso Spazio Zero (in via Petrarca). Info ai numeri 348.3819266 – 340.0801820 o via mail a zeromeccanico@libero.it.

Gallipoli – Una settimana dedicata a una grande risorsa per tutti: il mare. Ritorna infatti lunedì 1 ottobre e durerà fino a domenica 7 la “Settimana della cultura del mare”, evento che mira a valorizzare arti, saperi e tradizioni marinaresche.

Giuseppe Albahari

La manifestazione giunge alla sua settima edizione ed è organizzata dall’associazione Puglia&Mare per il Comune di Gallipoli, con la direzione artistica di Giuseppe Albahari. Al centro workshop, convegni, mostre, visite guidate e degustazioni di prodotti del mare. Per tutta la settimana si terrà il laboratorio didattico sul mare, con proiezioni multimediali per gli allievi delle classi prime medie degli istituti comprensivi di Gallipoli, Otranto, Tricase e Porto Cesareo, curato dall’associazione Emys.

Il programma completoLunedì 1 ottobre, alle ore 19,30 presso il Chiostro di San Domenico, si terrà il festival regionale della letteratura “Mare D’inchiostro”, a cura dell’associazione Vedetta sul Mediterraneo di Giovinazzo: partecipano gli scrittori Nicolò Carnimeo, Fabio Pozzo (che dialogherà con Alex Bellini) e Fabio Zuffanti (che dialogherà con Fabio Cinti). Seguirà la premiazione delle ricerche di uno studente dell’Istituto Vespucci su Alex Bellini, e di uno studente del liceo Quinto Ennio su Franco Battiato. Inoltre, ci sarà la consegna del “Premio vela latina” ad Alex Bellini. Martedì 2, alle ore 19,30 presso il liceo “Quinto Ennio”, verrà inaugurata la mostra di fotografie subacquee “Dentro il blu” di Virginia Salzedo, con l’intervento del presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone. A seguire, la presentazione del volume “La malinconia del raggiungimento” di Luigi Sansò, realizzato in collaborazione con le associazioni Gallipoli Nostra, Fidapa, Pro Loco, Rotary e Lions, e con i saluti del dirigente scolastico Antonio Errico; infine, terrà una relazione il professore Carlo Alberto Augieri, docente di Critica letteraria ed Ermeneutica del testo all’Università del Salento.

Mercoledì 3 ottobre, alle ore 9 presso la Galleria dei due mari, ci sarà poi un corso di aggiornamento professionale per giornalisti sul tema “Raccontare il mare: minore a bordo”, valevole l’attribuzione di crediti formativi per gli iscritti all’Ordine dei giornalisti. Relatori del corso saranno Maria Cristina Rizzo (procuratore della Repubblica per i minori di Lecce), Vincenzo Magistà (giornalista, direttore del Tg Norba) e Federica Sabato (giornalista pubblicista). Alle ore 18,30, invece, al Chiostro di San Domenico “Serata blue lab”, in collaborazione con Arti Puglia ed esperti del settore per illustrare alle imprese di acquacoltura e pesca le opportunità offerte dal progetto Blue Bost.

Giovedì 4 ottobre ci si sposta al Teatro Italia, che alle 9,30 ospita la proiezione del film “Mare nostro”, riservata agli studenti: per l’occasione saranno presenti il regista Andrea Gadaleta Caldarola e il giornalista Nicolò Carnimeo. Alle 19,30 si prosegue alla biblioteca comunale con la presentazione del nuovo numero del trimestrale “Puglia & mare”, che propone un focus sulla Blu Economy con gli interventi di Alfredo Prete e di Alessandra Bray. Seguirà la conversazione sul tema “L’immenso mare delle donne”, in collaborazione con Fidapa (Federazione italiana donne arti professioni e affari): intervengono Antonella Russo, Maria De Giovanni, Anita Marzano, Paola Apollonio, Gabriella de Judicibus, Loredana Abbate, Maria Consiglia Mercuri, Titty Pagliarini. Chiude la giornata la mostra della pittrice Patrizia Chiriacò.

Itinerari letterariVenerdì 5 ottobre alle ore 9,30, nel centro storico tutto pronto per la giornata del “Parco letterario cittadino Isola Lampante”: in programma la presentazione della “Mappa letteraria” della città vecchia e visite guidate in collaborazione con l’associazione Gallipoli Nostra e gli studenti del liceo “Quinto Ennio” (partenza dal frantoio ipogeo in via Antonietta De Pace). Serata “Blu Mediterrraneo” al Teatro Tito Schipa (dalle 20,30) per l’evento “Suoni del mare”: si esibisce l’ensemble diretto dal maestro Enrico Tricarico, con la partecipazione del compositore e musicista albanese Aulon Naçi. A seguire, lo spettacolo di danza a cura della Betty Boop Dance Academy diretta da Eleonora Benvenga; proiezione del video vincitore del concorso “Icaro” (cui partecipano filmati girati con droni) e consegna dei premi “Vela Latina” a personalità che si sono distinte per il loro impegno a favore del mare.

Sabato 6 ottobre, presso il liceo Quinto Ennio e l’istituto nautico Vespucci, ci sarà la proiezione del documentario “Anche i pesci piangono” di Adriatic Recovery Project, commentato da Vittoria Gnetti. Alle 16,30 invece, visita guidata di Amart dal titolo “Nel blu dipinto di blu”. “Serata blu” e musica dal mare a partire dalle 19,30, con la presentazione delle ricerche su Laigueglia e Monfalcone e i canti popolari marinari a cura del coro della Pro loco.

Antonio Errico

La “Settimana della cultura del mare” si chiude domenica 7 ottobre – Nella giornata conclusiva, alle ore 10 (dal lungomare) si parte con la regata velica delle tonnare di Gallipoli, in collaborazione con il Circolo della vela. Alle 19,30 al Chiostro di San Domenico sarà poi il momento delle “Visioni Blu”, per scoprire il mare così come viene raccontato nella letteratura salentina del Novecento: protagonista lo scrittore e giornalista Antonio Errico. Seguirà un concerto poetico, in collaborazione con il Presidio del Libro-Archivio del libro d’artista “Verbamanent”, di Sannicola: Maddalena Castegnaro introdurrà la performance di Matteo Greco, con voce e musica del maestro Daniele Vitali. Concluderà l’evento la degustazione del Gambero rosso di Gallipoli, in collaborazione con Vista Mare e Cooperativa Armatori Jonica.

Dopo la “Settimana della cultura del mare”, altro appuntamento blu: dal 10 al 14 ottobre Gallipoli ospita il campionato italiano di vela latina “Gozzo International Festival”.

Gallipoli – È cominciata la bonifica della litoranea sud, la fascia di dune con pineta che va dal campo sportivo fino a Baia verde: l’iniziativa è a cura di Legambiente Gallipoli (presieduta da Maurizio Manna).

I ragazzi dei lavori socialmente utili fra gli operatori. “Stiamo bonificando un’area che è stata male adibita – spiega Manna – e che d’estate è utilizzata come accampamento abusivo di venditori extracomunitari e senzatetto. È arrivato il momento di dare una mano a ripulirla. Noi di Legambiente Gallipoli, in accordo con il Comune, abbiamo deciso di impiegare i ragazzi dei lavori socialmente utili non solo nelle pulizie del Parco naturale regionale isola di Sant’Andrea e litorale di Punta pizzo, ma anche nella bonifica di questa fascia, che pur essendo esterna rientra comunque nei vincoli del Parco”.

Maurizio Manna

Il lavoro, iniziato in questi giorni, sarà intenso e durerà alcune settimane, visto che l’area è molto vasta (circa 5 ettari) e negli anni lì si sono accumulati rifiuti di tutti i tipi: dalle tende al materiale di lavoro degli ambulanti, da abiti smessi a un’infinità di bottiglie di plastica. “È la prima volta che ci occupiamo di questa zona, in precedenza ripulita nelle aree più visibili dalla ditta della nettezza urbana – continua Manna. – Crediamo che quella zona abbia un grande valore ambientale e una volta bonificata auspichiamo maggiori controlli, pulizia e misure di sicurezza, in modo che non sia più terra di nessuno”.

L’invito ai cittadini: “Venite a darci una mano”. L’iniziativa rientra nella campagna nazionale di Legambiente dal titolo “Puliamo il mondo”. Manna conclude con un invito: “Visto che quell’area non è privata ma comunale, lanciamo l’idea di un parco verde cittadino sia per i gallipolini che per i turisti. Noi di Legambiente Gallipoli siamo lì già dalla mattina presto nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì: se qualcuno volesse venire a darci una mano è il benvenuto”.

Gallipoli – Mentre si avvia a conclusione il calendario “Hello from Gallipoli” con gli appuntamenti che hanno accompagnato la stagione estiva, dal Comune si sta già pensando al cartellone degli eventi natalizi. È infatti di queste ore un avviso pubblico per reperire idee e iniziative da inserire nel calendario natalizio 2018, che coprirà il periodo dal 6 dicembre al 6 gennaio.

Per il secondo anno consecutivo, dunque, l’Amministrazione comunale è aperta a collaborazioni con privati e associazioni per organizzare spettacoli dal vivo, cori gospel, mercatini tipici natalizi, piste di ghiaccio, sfilate a tema, esibizioni di artisti di strada e attività culturali, con particolare riferimento alle iniziative rivolte a bambini e giovani. Principali location degli eventi natalizi saranno piazza Tellini, piazza Aldo Moro e le stradine del centro storico.

Puntiamo su qualcosa di attrattivo sia per i cittadini che per i turisti, con uno spazio importante riservato ai più piccoli – afferma Antonella Russo (in foto), assessore a Turismo e Spettacolo. – L’obiettivo è incrementare le presenze in città anche durante il periodo natalizio. Ora mi aspetto la risposta da parte dei commercianti e delle associazioni cittadine, per capire insieme cosa fare. Credo che soltanto con la collaborazione di tutti si possano ottenere grandi risultati e far crescere Gallipoli”.

Le domande dovranno pervenire entro venerdì 12 ottobre, indirizzate al Comune (Servizio Politiche Culturali e Turismo) e consegnate al protocollo dell’Ente (presso la palazzina municipale di via Pavia) o inviate tramite pec all’indirizzo turismo.comunegallipoli@pec.rupar.puglia.it. Per informazioni si può contattare la referente Adele De Marini, al numero 0833.275538 o via mail a turismo@comune.gallipoli.le.it. Il Comune concorderà con i privati i servizi da mettere a disposizione, mentre i proponenti dovranno indicare le esigenze tecniche e logistiche utili alla realizzazione dell’evento, dimostrando di avere i certificati previsti dalle normative vigenti in materia di sicurezza per impianti e attrezzature.

Gallipoli  Dal Brasile a Gallipoli, per conoscere le bellezze del Salento: mercoledì 26 settembre è arrivato in città un gruppo di tour operator brasiliani, guidati nella scoperta della ricchezza culturale, storica, artistica e architettonica del territorio gallipolino.

A fare gli onori di casa è stata l’associazione Amart (presieduta da Eugenio Chetta), che ha coinvolto gli ospiti in una visita guidata: il tour è durato tutta la giornata ed è stato reso ancor più particolare dall’atmosfera carica di tradizione e religione in occasione della festa dei Santi Medici. Nel corso della passeggiata, i tour operator brasiliani hanno degustato bontà culinarie ed enogastronomiche salentine, come i tipici pasticciotti e i vini di una nota cantina locale.

Presente alla visita guidata anche l’assessore al Turismo e ai Beni monumentali Antonella Russo, che ha sottolineato come gli ospiti siano rimasti affascinati dalle bellezze di Gallipoli, durante il tour fra chiese e luoghi d’arte. “Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito a rendere particolare questa visita dei tour operator brasiliani a Gallipoli – afferma Russo – mostrando non solo le bellezze storiche e culturali ma anche il calore e l’ospitalità della nostra gente. Un bel biglietto da visita che, ne sono certa, non potrà che creare opportunità per la città, implementando il ventaglio dell’offerta turistica”.

La tappa a Gallipoli fa parte di progetto più ampio, che ha come scopo quello di diffondere le bellezze della Puglia nel mondo: l’iniziativa è curata dell’associazione “Alter Salento” di Gilberto Di Molfetta, insieme a un gruppo di Comuni tra i quali figurano – oltre a Gallipoli – anche Ostuni, Alberobello, Castro e le marine di Pescoluse e Torre Lapillo.

Gallipoli – Verrà presentato sabato 22 settembre, alle ore 18 presso “La Casa degli artisti” (in via Lepanto 1), il primo libro della gallipolina Caterina De Vita (in foto), dal titolo “Il cielo in me”. Prenderanno parte alla serata anche Lola Giuranna, presidente dell’associazione culturale e teatrale “La Barcaccia” di Gallipoli, che ha organizzato l’evento; il regista e autore teatrale Luigi Bottazzo; lo scrittore Cosimo Renna e il poeta Luigi Liaci. Gli intermezzi musicali sono affidati alla Ever green band. Ingresso gratuito, con rinfresco finale.

Il libro. “Il cielo in me – afferma l’autrice – è un libro che racconta le mie esperienze di vita. Ho colorato le sensazioni e ho portato a spasso le emozioni che condivido con chiunque voglia guardare la vita con gli occhi dell’osservatore. Con il giusto distacco per un naturale discernimento, non trascurando la parte più intima, quella dell’anima”. Il libro ha la prefazione della professoressa Maria Cristina Maritati.

L’autrice. Caterina De Vita è nata a Gallipoli e vive a Chiesanuova. Dopo il trasferimento in Veneto, è tornata nel Salento nel 2013 e ha esordito come scrittrice nel 2017 con un brano di apertura dello spettacolo “La luce della dignità”, presentato al teatro Tito Schipa. Nel giugno scorso le è stato conferito il premio per la creatività nella V edizione di “I have a Grimm”, organizzato dall’associazione culturale Metoxè di Sannicola.

 

 

Gallipoli  Si avvia a conclusione il Festival “Terra tra due Mari”, organizzato dall’associazione culturale Il Musicante e giunto alla quinta edizione: dopo la pausa di agosto, il calendario prosegue con gli ultimi tre appuntamenti domenica 16 settembre, e poi martedì 2 e venerdì 5 ottobre. 

Alessandro Licchetta

Con la direzione artistica del maestro gallipolino Enrico Tricarico, il festival è promosso da Pro loco e Comune: obiettivo dell’evento è coniugare promozione del territorio, arte e cultura. 

Pianoforte al castello – Domenica 16 settembre, alle ore 20,30 presso la Galleria dei due mari (all’interno del castello), si terrà il recital pianistico di Alessandro Licchetta: vincitore di numerosi premi nazionali e internazionali, il giovane musicista salentino eseguirà musiche di Beethoven, Chopin e Rachmaninov.

Musica classica e barocca – Martedì 2 ottobre, alle ore 19, si prosegue con il concerto “Sacro Barocco”, in occasione dei solenni festeggiamenti in onore di San Francesco d’Assisi: nella chiesa intitolata al Santo, si esibiranno il soprano Simona Gubello e Luigi Mazzotta all’organo. L’organo in questione è il prezioso Simone e Pietro Chircher del 1726, il più antico custodito nelle chiese gallipoline. Verranno eseguite durante la serata musiche di Frescobaldi, Vivaldi, Leo, Galuppi e Bach.

Simona Gubello e Luigi Mazzotta

Chiusura il 5 ottobre al Teatro Schipa – “Del mare… la musica” chiuderà questa quinta edizione del festival “Terra tra due Mari”: l’appuntamento è per venerdì 5 ottobre alle ore 20,30 presso il Teatro Schipa (ingresso libero). L’evento è inserito nel programma della “Settimana della cultura del mare”, promossa dall’associazione Puglia & mare con l’obiettivo di esaltare storia, cultura e civiltà marinaresche. Nel corso della serata saranno premiate personalità che si sono contraddistinte per il loro impegno a favore del mare e si terrà il concerto dell’Ensemble Terra del Sole (pianoforte, fisarmonica, quartetto d’archi e percussioni). Verranno eseguite musiche del compositore albanese emergente Aulon Naci, che sarà premiato durante la serata. Concluderà il concerto l’esecuzione dell’Inno per il mare di Enrico Tricarico, direttore artistico del Festival.

Gallipoli-Tricase – Sbarca per la prima volta nel Salento “Itaca – Migranti e viaggiatori”, il festival del turismo responsabile nato a Bologna dieci anni fa e premiato dall‘Organizzazione mondiale del turismo dell’Onu per l‘eccellenza e l’innovazione: saranno 58 gli eventi dislocati per tutta la provincia di Lecce da venerdì 14 a domenica 16 settembre.

La mission – Il Festival coniuga produzione culturale, creatività, sviluppo sostenibile, turismo responsabile e interculturalità attraverso una produzione culturale dal basso, che nasce dalla capacità di mettere in rete la creatività di chi vive e rende vivo il territorio, riuscendo a coinvolgere in un’esperienza multisensoriale sia i residenti che i visitatori. Attraverso eventi quali mostre, convegni e concorsi, visite guidate e itinerari in bicicletta, degustazioni a km 0 e spettacoli, il festival mira dunque a promuovere una nuova idea di turismo sostenibile, portando istituzioni, operatori economici, turisti e intere comunità a sperimentare modelli alternativi di sostenibilità.

Il programma: avvio a Lecce, laboratori multisensoriali a Gallipoli – Il Festival si inaugura venerdì 14 settembre alle ore 9.30, a Lecce, presso l’Università del Salento (Studium 5, Viale San Nicola): qui si terrà il convegno “In viaggio verso Itaca”, introdotto dal prof. Fabio Pollice (direttore del Dipartimento di Storia, società e studi sull’uomo e della Scuola di Placetelling della stessa Università). A coordinare la tavola rotonda sarà invece Marta Vignola, ricercatrice di Unisalento e referente di Itaca Salento. Tanti gli appuntamenti che toccheranno diversi centri salentini, a cominciare da Gallipoli, con i laboratori multisensoriali e una mostra d’arte “materica” presso il centro di cultura del mare Marea, nel chiostro di San Domenico (qui tutti i dettagli). Al Salento Bike Cafè di Lido Conchiglie, invece, sabato 15 si partirà per un’escursione in tandem e bicicletta bendati, per scoprire il territorio attivando tutti i sensi meno la vista (info al 346.0862717).

Casa Comi

Gli eventi a Tricase – Al Celacanto, ex casa cantoniera a Marina Serra, oggi riqualificata e trasformata in sede operativa dell’associazione “Coppula Tisa”, nelle giornate di sabato 15 e domenica 16 settembre sarà allestito uno spazio colazione in pineta con prodotti da agricoltura naturale (ore 8,30 – 10,30. Costo 5 euro a persona). Dalle 11 alle 15,30, invece, ciclososta con degustazione di prodotti tipici (euro 12 a persona). In mattinata si può anche usufruire del servizio di babysitting (dalle 9 alle 13) e per tutte e tre le giornate di Itaca (14, 15, 16 settembre) si può pernottare nella struttura con un contributo di 18 euro per notte a persona. Per chi vuole esplorare il mare in compagnia dei pescatori di Tricase Porto, venerdì e sabato si può partire per una giornata fra attività di pesca a traina sostenibile e pulizia del pescato a bordo, con degustazione del pescato a seguire (partenza ore 16 dal porto di Tricase. Per domenica, invece, la partenza è alle 6 del mattino. Costo totale del pacchetto 25 euro).
A Lucugnano sono poi in programma visite guidate alla casa museo del poeta Girolamo Comi (venerdì ore 18,30-20; sabato e domenica 10,30-12 e 18,30-20). Non mancheranno escursioni e visite guidate, con partenza dalla Chiesa dei Diavoli e arrivo alla Torre del Sasso (sabato 15, costo 10 euro) o nel territorio intorno a Marina Serra (sempre sabato 15, partecipazione con offerta libera). E per chi vuole passeggiare e dare un contributo alla pulizia del territorio domenica 16 c’è la passeggiata ecologica con il gruppo di Clean Up Tricase (aperitivo finale con prodotti tipici. Partecipazione 7 euro), o l’escursione con raccolta di rifiuti dal Biotopo alla Chiesa dei Diavoli. Ancora, sabato e domenica a Tricase ci sono anche le uscite in barca e i laboratori sui nodi e la cucina marinara organizzati al Porto Museo (apertura dalle ore 16 alle 20). Per tutti gli eventi, info e prenotazioni al numero della Pro Loco Tricase: 392.4511787.

Il santuario di Leuca

Appuntamenti anche a Leuca, Tiggiano e Castiglione – Gli eventi di Itaca si allargano sul territorio coinvolgendo anche Santa Maria di Leuca, dove sabato 15 si parte dal santuario De Finibus Terrae per un tour  piedi nelle terre estreme raccontate dall’arte, con aperitivo e spettacolo finale a La Station, presso la stazione di Gagliano-Leuca (costo 5 euro. Info e prenotazioni al 366.3199532). A Specchia c’è invece il trekking con yoga (domenica 16, partenza ore 8,30. Info al 392.4511787). Nella stessa giornata (dalle ore 16), a Tiggiano si parte dalla sede della Cooperativa Terrarossa per visitare la mostra della civiltà contadina, degustare il miele e fare trekking nel paesaggio circostante (info al 392.4511787). Infine, a Castiglione d’Otranto domenica pomeriggio (dalle 18 alle 20) si passeggia in compagnia degli anziani del posto, a passo di asinello, fra i tratturi che portano al mulino di comunità (info e prenotazioni sulla pagina facebook “Casa delle AgriCulture – Tullia e Gino – Castiglione D’Otranto”).

Organizzatori e partner del progetto – Il Festival Itaca è promosso e organizzato dall’Associazione Yoda, Cospe e Nexus Emilia Romagna, in collaborazione e con il sostegno di numerosi partner, anche istituzionali. Fra questi ultimi figurano l’Università del Salento, il Dipartimento di Storia, società e studi sull’uomo, il Programma europeo Interreg Italia-Albania-Montenegro “Adnich (Adriatic network for the intangible cultural heritage), la Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per le Province di Brindisi, Lecce e Taranto, i Comuni di Lecce, Guagnano e Tricase, e il Sac – Porta d’Oriente.

Gallipoli – Sono salve la prima e la terza classe dell’istituto scolastico ‘Santa Chiara’ del centro storico di Gallipoli: l’unica scuola della “città vecchia” resterà perciò aperta per l’anno scolastico 2018-19, dopo mesi di difficoltà in cui il destino del plesso scolastico appariva segnato. La questione – che negli ultimi anni era emersa puntuale col rischio chiusura – era affiorata anche lo scorso maggio quando, dopo una riunione straordinaria tenuta dalla dirigente del Polo 2, Lucilla Vaglio di Nardò, i genitori erano stati informati del fatto che a causa dell’esiguo numero di iscritti (solo nove), la prima classe non si sarebbe potuta formare ed i bambini della quarta dovevano essere trasferiti presso altri plessi scolastici, con i conseguenti disagi per genitori ed alunni.

La questione era stata affrontata subito dal Sindaco Stefano Minerva, dall’allora assessore Silvia Coronese, dal consigliere Mino Nazaro e dalla consigliera comunale e provinciale Assunta Cataldi fino alla soluzione del problema. “Grande vittoria, straordinario risultato – afferma il primo cittadino – sin da subito abbiamo preso a cuore la questione. Non sono mancate le difficoltà, sembrava una lotta persa in partenza ma con caparbietà e collaborazione abbiamo raggiunto l’obiettivo. Grazie a Silvia Coronese che, in quanto assessore nei mesi scorsi, ha dato avvio a questo lavoro; grazie alla consigliera Titti Cataldi per aver seguito con cura la vicenda e per aver instaurato un dialogo diretto con il dirigente dell’Usp (Ufficio scolastico provinciale). Un forte e sentito ringraziamento va all’assessore regionale al Diritto allo studio e all’Iistruzione Sebastiano Leo, al dirigente dell’Usp Vincenzo Melilli, alla preside Vaglio e a tutte le mamme e alle famiglie che hanno portato avanti con caparbietà questa battaglia”.

Anche per la consigliera Assunta Cataldi parla di una “sinergia di forze politiche capace di garantire il massimo risultato: “Ho raggiunto un duplice risultato – afferma la Cataldi- il primo, politico, grazie all’assessore Leo perché sono riuscita a confermare le aule nel centro storico; il secondo, da cittadina, riguarda il supporto alle mamme della zona.  In questo modo, la città vecchia può continuare ad essere un centro pulsante di attività e si contrasta anche lo spopolamento”.

 

Gallipoli – Presso il centro di cultura del mare Marea, l’innovativo museo del mare (all’interno del Chiostro di San Domenico) che utilizza tecnologie e strumenti multimediali e interattivi di ultima generazione, continuano le attività a cura dell’associazione Emys (presieduta da Renato Pacella).

Dal 14 al 16 settembre il centro Marea ospita “Itaca Salento”, festival del turismo responsabile realizzato in collaborazione con l’Università di Lecce e la Regione Puglia: oltre che a Gallipoli, l’evento prevede tappe in tutta Italia e nel Salento partirà da Lecce, toccando poi TricaseLeuca Maglie. Durante le giornate gallipoline del festival il centro Marea sarà aperto in via straordinaria per visite sensoriali (ad accesso gratuito per i disabili). In particolare, da venerdì 14 a domenica 16 nella sala didattica si terrà un laboratorio sensoriale degustativo, dedicato al tatto, all’olfatto e al gusto per toccare, assaggiare e odorare – rigorosamente bendati – spezie, alghe e prodotti della terra e del mare. I laboratori sono rivolti sia ad adulti che a bambini e saranno effettuati con 2 turni (massimo 10 partecipanti per turno: bambini dalle 17,30 alle 18,00; adulti dalle 18,30 alle 20,00). Prenotazione obbligatoria al 347.7039082, quota di partecipazione compresa nel biglietto d’ingresso al museo.

Le opere e i laboratori della pittrice Francesca Sirianni – Nella sala convegni e mostre sarà inoltre possibile visitare “Theorein il silenzio dell’invisibile”, la mostra di opere pittoriche “materiche”, sul tema del mare realizzate dalla pittrice Francesca Sirianni. La stessa artista terrà un laboratorio sensoriale sulle sue opere, con una visita da bendati e successivamente da non bendati (possibili, su prenotazione, visite speciali per non vedenti). Sempre a cura di Sirianni, venerdì 14 settembre si terrà il corso multisensoriale pittorico “Arte e meditazione: diamo colore allo stress”, per apprendere tecniche di rilassamento attraverso l’espressione cromatica; sabato 15 c’è il percorso tattile e sensoriale dal titolo “L’arte si osserva ad occhi chiusi”; e ancora, sabato e domenica un corso intensivo di pittura ad olio dedicato all’uso e allo studio del colore, della prospettiva e del chiaroscuro. Prenotazione obbligatoria al 347.7039082.

 

 

Gallipoli – Sabato 15 settembre arriva per la prima volta in città “Salento in Sintesi”, il festival dell’aforisma promosso da Mad.me production e Mellor’s visual agency, in collaborazione con Aipla Torino (Associazione italiana per l’aforisma, che da anni organizza il premio internazionale “Torino in Sintesi”), e con il patrocinio del Comune di Gallipoli, di Confindustria Lecce e della Provincia di Lecce.

“L’evento vuol essere l’occasione per portare sul territorio personalità di rilievo – affermano gli organizzatori – e contribuire alla nascita di nuovi fermenti culturali, catalizzatori di interessi trasversali che coinvolgano università, scuole, associazioni, favorendo così la cultura dell’aforisma in terra salentina”.

Questo il programma della giornata, con autorevoli ospiti da tutta Italia: il festival inizierà alle ore 10,30 presso la biblioteca comunale (nel centro storico, in via Sant’Angelo), con i saluti del Sindaco Stefano Minerva; alle 11 si terrà invece il seminario a cura di Titti Mercuri e Walter Ego dal titolo “Aforismetti: aforismi a fumetti”. In serata, a partire dalle ore 19 presso il Chiostro di San Domenico, Antonio Castronuovo dialogherà con Paolo Bianchi, autore del libro “Lampi”, e con Titti Mercuri, autrice del volume “La vita insegna e io prendo disappunti”. Seguirà, alle 20, “Aforisticamente: viaggio nel mondo degli aforismi”, con Fabrizio Caramagna e Maria Claudia Minerva, giornalista del “Nuovo Quotidiano di Puglia”. Alle 20,45, infine, spazio allo spettacolo teatrale di Poiefolà “Aforismi in scena”. Gli intermezzi musicali della serata saranno a cura di Valentina Grande del “Latin Jazz Trio”.

Gallipoli –  Tutto pronto presso l’Ecoresort “Le Sirenè” per ospitare la simulazione di salvataggio con le unità cinofile della Scisar, la scuola cinofila italiana di soccorso acquatico e ricerca aderente all’Aics (Associazione italiana cultura sport). Nella giornata di sabato 8 settembre, dalle 10 del mattino fino alle 12,30 circa, nell’ambito delle attività istituzionali per la diffusione della cultura cinofila e della sicurezza balneare e in collaborazione con Caroli Hotel che ha voluto fortemente questa iniziativa, la Scisar terrà un’esercitazione di salvataggio in mare con impiego delle unità cinofile operative. La scuola è infatti dedita alla preparazione delle unità cinofile da salvataggio in ambiente acquatico, che oltre al pattugliamento di spiagge pubbliche e private, operano a bordo delle motovedette Sar della Guardia Costiera nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro”, per la salvaguardia delle vite umane in acqua.

Nozioni base sulla sicurezza balneare – Questa simulazione consentirà agli ospiti della struttura, ai bagnanti e a tutti i cittadini e turisti che vorranno partecipare, di assistere alle operazioni effettuate dai cani da salvataggio e dai loro conduttori e soccorritori: una buona occasione per divulgare nozioni base sulla sicurezza balneare, sulle manovre salvavita di primo soccorso e di disostruzione delle vie aeree in caso di incidenti, sia su adulti sia su bambini. Ѐ prevista inoltre nella stessa mattinata anche la partecipazione dei volontari della Croce Rossa Italiana, spesso collaboratori della stessa scuola cinofila.

Gallipoli – Sono tornate dall’Europa Alessia Giorgino, 39enne di Casarano e Letizia Campeggio, 50enne brindisina, insieme alla loro cagnetta Harley di 2 anni, protagoniste dell’avventura “I viaggi di Harley” iniziata il 23 giugno scorso.

 

Consegnato il gagliardetto di Copenaghen al Comune di Gallipoli. Insieme alla cagnetta Harley, le ragazze hanno viaggiato in sidecar da Gallipoli a Copenaghen per 40 giorni, con l’obiettivo di sensibilizzare contro l’abbandono degli animali e dimostrare che viaggiare insieme ai propri amici a quattro zampe non solo è possibile ma anche divertente. Al termine di quest’avventura, sabato 1 settembre è stato consegnato al Comune di Gallipoli il gagliardetto di Copenaghen, alla presenza del vicesindaco Giuseppe Venneri e della consigliera Caterina Fiore. Subito dopo, le ragazze hanno fatto un bilancio di quest’insolita avventura: “È andata benissimo – hanno affermato Alessia e Letizia – e la nostra cagnetta Harley è stata bravissima, oltre ogni aspettativa. Non ha sofferto lo spostamento in moto, anzi, per lei è stato tutta una continua scoperta, e adesso è meno timida e molto più socievole”.

 

Accoglienza verso gli animali: primo posto per la Germania, ultimo per la Danimarca. “La Germania è in assoluto il Paese più pet friendly – continuano le protagoniste – tanto che nei ristoranti abbiamo anche trovato menù per cani con la scelta dei croccantini. Al secondo posto, sicuramente la Repubblica Ceca. La Danimarca, invece, si è dimostrata all’ultimo posto per l’accoglienza degli animali, soprattutto per quanto riguarda alberghi e ristoranti. Addirittura, in un ristorante, non ci hanno fatto sedere a mangiare con la nostra Harley, nemmeno all’aperto e nemmeno nel tavolo più lontano, riservato invece ai fumatori”.

 

I viaggi di Harley continuano. “Il prossimo fine settimana partiamo per la Calabria – concludono – e a fine mese andremo a Roma al moto raduno internazionale, poi vedremo. L’importante è aver dimostrato che viaggiare insieme si può: il nostro obiettivo è stato raggiunto”.

 

“Ho trovato Harley molto più tranquilla di quando l’ho conosciuta – afferma la consigliera Caterina Fiore – e le ragazze sono state brave a trasmetterle sicurezza e amore (la cagnolina, ricordiamo, è stata adottata dal canile di Gallipoli nel gennaio 2017). Spero che tante persone abbiano seguito questa vicenda e abbiano potuto constatare che non è un problema adottare un amico a 4 zampe e viaggiare insieme, anche per lunghi viaggi”.

 

Le protagoniste di quest’avventura hanno dimostrato una grandissima sensibilità – conclude il vicesindaco Giuseppe Venneri – e io credo che noi abbiamo tanto da imparare dai cani, per l’affetto e la gratitudine che ci dimostrano sempre. Purtroppo assistiamo durante l’estate all’abbandono degli animali ed è qualcosa di veramente deplorevole. Queste ragazze, invece, hanno dimostrato che si può fare tutto tranquillamente anche avendo un cane”.  

Gallipoli – È stata una gallipolina ad aggiudicarsi il titolo di “Star of the night 2018”, il concorso di bellezza e talenti giunto all’ottava edizione e tenutosi a Santa Maria di Leuca giovedì 23 agosto, organizzato da “Ditutto” e sponsorizzato dall’azienda di abbigliamento Maximus: lei è la 18 enne Chiara Padovano (in foto), studentessa al quinto anno del Liceo coreutico “Giannelli” di Parabita e modella da quattro anni. A premiarla durante la serata è stata Jennifer Ibrahimi, vincitrice della scorsa edizione del concorso.
Chiara sarà la testimonial della collezione autunno inverno 2018/2019 dell’azienda salentina Maximus e poserà per il servizio fotografico organizzato da Ditutto e diretto dal fotografo Gigi Samueli. “Per me questa è stata un’esperienza fantastica – afferma entusiasta la ragazza. – Non mi aspettavo di vincere ‘Star of the night 2018’ poiché, a parer mio, anche le altre ragazze avrebbero meritato la stessa emozione. Sono davvero elettrizzata perché avrò la possibilità di presentare la nuova collezione di Maximus. In futuro spero di crescere, maturare ed esser pronta ad accettare le nuove proposte lavorative che si presenteranno”.

Gallipoli – Da Gallipoli a Parigi con un unico obiettivo: vincere il concorso internazionale di acconciatura maschile “Omc Hairworld”, organizzato dalla società Omc, una delle più grandi organizzazioni mondiale di parrucchieri professionisti, che vedrà la partecipazione di concorrenti provenienti da oltre 50 Stati. Una concorrenza agguerrita si contenderà infatti la coppa di migliore professionista dei capelli del mondo nelle finali del 7, 8, 9 e 10 settembre che si svolgeranno a Parigi, con 17 italiani partecipanti. Tra questi, anche il gallipolino Fabrizio Schirosi, partecipante per la categoria “Barber” con un taglio old school (vecchia scuola) che sarà effettuato su un modello. (nelle foto Schirosi a sinistra; nella foto sopra Schirosi con Manni e i Santacroce).

Titolare del salone Schirò Parrucchieri, Fabrizio Schirosi è l’unico gallipolino a partecipare al concorso. Con lui, ma in categorie diverse, parteciperanno anche gli altri salentini Loredana Manni, Mary Sindaco, Valerio e Andrea Santacroce, allenati per la gara da Massimo De Marco (tutti di Taviano e tutti iscritti alla nazionale italiana di parrucchieri Uaami, Unione artistica acconciatori misti italiani) e da Guglielmo Mangili, Michele Di Bisceglie, Fabio Russo, Enzo La Gatta. 

Fabrizio, 44 anni, nato e vissuto a Gallipoli, fa il parrucchiere da quando era giovanissimo: la madre infatti lo aveva mandato in un salone dopo il ciclo scolastico perché voleva che imparasse questo mestiere. Crescendo, l’arte dei capelli è poi diventata una sua passione, tanto da spingerlo a prendere lezione di acconciature, oltre a seguire corsi e frequentare scuole specifiche del settore.

“Ho frequentato un corso di taglio e acconciature qualche tempo fa e lì ho conosciuto persone da Roma e da Milano, mi hanno parlato di questo concorso internazionale: mi ha entusiasmato così tanto che ho voluto provare. Dopo una preselezione e aver superato altri provini, mi sono trovato poi tra i finalisti. La mia prova consisterà nel fare un taglio e acconciatura in 25 minuti al modello. Ciò che mi aspetto è di fare una bella esperienza, vivere una nuova avventura; anche perché – conclude Fabrizio- queste sono occasioni uniche che capitano una sola volta nella vita”.

 

 

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...