Le notte brava di ragazzini viziati

Le foto non rendono giustizia al reale danno che è stato causato alle auto. Sono visibili, comunque, vetri frantumati e macchie d'olio sulla tappezzeria

Taurisano.  Vandali in azione nel centro storico di Taurisano. Dopo le scritte con bombolette spray apparse sui muri del palazzo municipale che si affacciano su piazzetta Anfiteatro, la notte del 1° maggio la triste sorte è toccata a cinque auto e ad un Ape parcheggiati in piazza Castello.

Ignoti – si pensa a un gruppo di ragazzini – hanno causato danni per migliaia di euro. Dopo aver smontato una delle portiere dell’Ape, dall’interno del mezzo hanno rubato un contenitore di olio per freni e alcune candele. Con queste ultime hanno rotto i vetri di alcune delle auto, versando l’olio sui sedili e sulla carrozzeria. Su un’altra vettura, poi, hanno inciso una parola offensiva.

Sugli episodi stanno indagando gli agenti del locale Commissariato di Polizia, coordinati dal vicequestore Salvatore Federico. L’episodio ha riportato alla ribalta le richieste di maggiore sicurezza e la necessità di videocamere di sorveglianza nel centro del paese.

Il consigliere comunale Salvatore Rocca ha chiesto al sindaco la convocazione di un incontro, oltre a sanzioni severe per chi vende alcolici ai minori di 16 anni. «L’obiettivo – spiega – è giungere alla firma di un “Patto per Taurisano sicura” tra prefetto, sindaco e forze dell’ordine, che  dia una risposta e che contenga  gli aspetti della prevenzione, del contrasto alla criminalità e dell’educazione alla legalità per migliorare la qualità della vita   in un arco temporale il più possibile breve».           

PT

Commenta la notizia!