“Aspettando te”, a Tuglie il racconto di una vita che ricomincia da un dono

Vent’anni fa una giovane donna tugliese salvò la vita ad un uomo donandogli il midollo osseo

1641

Tuglie – Sono trascorsi poco più di vent’anni da quando una giovane donna tugliese, da sempre attiva nel sociale, salvò la vita ad un uomo donandogli il midollo osseo. Quella storia e quei ricordi rivivranno sabato 10 novembre, nell’aula consiliare del Municipio, quando Agata Florio (foto) presenterà il libro “Aspettando te – Rimettersi in gioco”, ovvero il racconto di una vita che ricomincia da un dono. L’appuntamento è per le ore 18 quando con l’autrice catanese, da anni a Grosseto dov’è pure consigliere di Avis Toscana, ci sarà il protagonista del romanzo, ovvero Raffaele Giuliano, ed il presidente della locale sezione della Fidas, Valter Giorgino.

La dedica Dedicato a te, angelo generoso, per la felicità di festeggiare, da venti anni, due compleanni: il giorno della mia nascita e il giorno della mia rinascita”: questa è la frase che, nel romanzo, rivolge alla sua donatrice il protagonista, paziente trapiantato noto anche per il suo impegno in Aned sport, l’associazione che promuove lo sport quale mezzo di riscatto dalla malattia e di testimonianza della voglia di vita e salute di dializzati e trapiantati. Giuliano, campione mondiale di tennis da tavolo e già coordinatore nazionale di Aned sport, scopre la sua terribile malattia l’8 aprile del 1998, “lo stesso giorno in cui, per la prima volta, avevo visto le immagini di mio figlio, nella pancia di sua madre. Ma la gioia è tornata, quando ho ricevuto il dono. Mio figlio è nato e oggi sono qui a raccontarlo”.

Parte del ricavato della vendita dei libri sarà devoluto a favore dell’Associazione donatori midollo osseo e di Aned Sport che, insieme al Comune di Tuglie, collaborano alla realizzazione della serata, promossa dall’associazione donatori di sangue (la Fidas che il 25 novembre festeggerà il quindicesimo anno del gemellaggio con i donatori di Villaverla).

Pubblicità

 

Pubblicità