E’ un Melissano d’alta quota

di -
0 734

L’intera “rosa” del Melissano, impegnato nel campionato di Seconda Categoria

Melissano. Si preannuncia lotta sino all’ultimo respiro nel girone D del campionato di 2ª categoria di calcio, in cui milita l’Asd Melissano allenata da mister Salvatore Pirretti.

Sono sostanzialmente tre le squadre che si stanno alternando in vetta alla classifica. Il Melissano è partito forte sin da subito, calando un poker di vittorie consecutive contro Capo di Leuca, Cursi, Sogliano e Ugento. Ma non mancano le avversarie agguerrite, come il Marittima, la Stella del Colle ed il Minervino che stanno dando parecchio filo da torcere.

Il duello più appassionante di questa prima parte del torneo è stato proprio quello tra Melissano e Minervino, battuto 2-1 a domicilio lo scorso 23 ottobre.

Una vittoria pesantissima per la compagine presieduta da Donato Caggiula, contro una diretta avversaria per la promozione in 1ª categoria. A sigillare il successo, le reti di Nassisi e dell’oriundo attaccante El Mouden. Poi, dopo il successo con il Jurdinianum, qualcosa si è inceppato.

Dopo sette risultati utili consecutivi, il Melissano è caduto – e pesantemente – ad Andrano, sprecando il vantaggio accumulato con la vittoria nello scontro diretto di due settimane prima. Stesso copione nella gara casalinga del 13 novembre contro il Corigliano.  Nonostante una supremazia territoriale che si è manifestata anche in inferiorità numerica, per un’espulsione del bomber El Mouden, la compagine di mister Pirretti non è riuscita a sbloccare il risultato e si è dovuta accontentare di un solo punto.

Il rallentamento del Melissano è stato subito sfruttato dalle inseguitrici. Il Marittima è balzato in vetta, mentre la Stella del Colle ha agganciato il Melissano alla piazza d’onore.

Molto diranno i prossimi tre turni di campionato.

Dopo la trasferta di Matino (20 novembre), il Melissano avrà due turni casalinghi consecutivi contro Cutrofiano (il 27) e – soprattutto – Marittima (4 dicembre). Serve un filotto per ripartire. È quello che si augurano i sempre più numerosi tifosi azzurri.                                 

MM

Commenta la notizia!