«Merito a tutti i lavoratori del paese»

by -
0 902

La premiazione degli artigiani

Ugento. Un falegname, un ciabattino e un pittore edile: sono i tre artigiani premiati durante i festeggiamenti in onore di san Giuseppe lavoratore che si sono svolti il 1° maggio scorso a Ugento. La festa, organizzata secondo la tradizione dalla parrocchia «Sacro Cuore di Gesù», come ogni anno si è conclusa con il riconoscimento che la locale sezione della Confartigianato conferisce ad alcuni artigiani anziani del paese che si sono distinti nella loro professione.

Quest’anno a salire sul palco sono stati il falegname Antonio Peren, il ciabattino Quintino Perruccio e il pittore edile Antonio Nutricati. «Il premio che ogni anno consegniamo è un modo per gratificare il lavoro di queste persone – afferma con soddisfazione il presidente locale di Confartigianato Biagio Marchese – perché gli artigiani anziani hanno dimostrato attaccamento al lavoro, onestà e professionalità e, allo stesso tempo, hanno saputo trasmettere le loro competenze alle generazioni che sono venute dopo di loro. Bisogna poi ricordare che a Ugento l’artigianato ha sempre avuto un ruolo di primo piano nella vita economica cittadina. Con questa manifestazione, però, vogliamo rendere merito a tutti i lavoratori del nostro paese, e non solo agli artigiani».

I tre “maestri» hanno ricevuto in premio altrettanti quadri in rame, splendide opere di un loro “collega”, l’anziano artigiano Giovanni Musca di Casarano.

Alla premiazione erano presenti il sindaco Massimo Lecci, il presidente provinciale di Confartigianato Corrado Brigante, il già citato presidente locale Marchese, il suo vice Francesco Amante e il componente dell’associazione Cosimo Pierri.

La festicciola in onore del santo è stata organizzata da un comitato molto attivo, formato dal parroco don Antonio Turi, dal coordinatore Biagio Marchese e da Pasquale Congedi, Luigi Cino, Paolo Basile, Gerardo Urso e Claudio Pierri.

                                        PT

Commenta la notizia!