Alliste – Sarà l’arte, nelle sue varie forme, a farla da padrona domenica 16 settembre nel centro di Alliste. Esposizioni, eventi teatrali e musicali, laboratori e altro ancora, dalle 19, per la prima edizione di Strauli, il festival delle arti organizzato dall’associazione DoubleMind Eventi con l’associazione Viavai e in collaborazione con il Comune di Alliste e la Consulta Giovani Alliste – Felline. L’idea è anche quella di accomunare le espressioni creavite all’arte culinaria: per questo ogni evento è affiancato al cibo all’arte della cucina salentina. Si parte da un aperitivo letterario durante il quale verrà presentato il libro “Dolore Minimo” di Giovanna Cristina Vivinetto sulla complessa condizione transessuale pronunciata con grande potenza poetica, volta a infrangere il muro del silenzioso tabù culturale. La sera si conclude con gli Avvocati Divorzisti, band salentina, in un singolare viaggio “dal meglio al peggio” della musica italiana, il tutto contornato dal buon bere. Non mancheranno le incursioni di danza contemporanea e hip hop, così come interventi a sorpresa di artisti di strada. Punti strategici per il Teatro, che verrà ospitato nel borgo con il famoso “Barbonaggio teatrale” di Nasca Teatri di Terra di Ippolito Chiarello.

Il festival è una manifestazione no-profit e autogestita nata con l’intento di dar voce e visibilità agli artisti, locali e non, professionisti e amatoriali, per stimolare culturalmente l’entroterra salentino. Il logo scelto per rappresentare il Festival è un occhio maldestro, contornato da ghirigori che stanno a determinare le curiose visioni delle diverse arti, mentre il colore scelto per rappresentare la prima edizione è il blu, “il colore del cielo, del mare, dell’infinito spazio” e pure quello delle ali dei Cherubini (come l’angelo che salvò i primi abitanti di Alliste).

Pubblicità

Commenta la notizia!