Aradeo, dal 2010 ridotta di oltre 150mila euro la spesa per le rette dei minori

Municipio Aradeo 5ARADEO. Ottime notizie per le casse comunali, notoriamente sempre a corto di fondi per i molteplici bisogni del paese, giungono dalla voce relativa ai fondi necessari per i ragazzi affidati a strutture formative. L’impegno di spesa per il pagamento delle rette dei minori inseriti in Comunità è passato da 183.102 euro del 2010 (quando occorreva far fronte alle spese per nove minori), ad appena 29.200 per il 2014, con un solo minore presente in strutture fino allo scorso novembre. Il lavoro congiuto condotto dall’assessorato diretto dal  consigliere con delega Giuseppe Mangia e dall’assistente sociale Danilo Martiriggiano ha come obiettivo comune quello di mantenere in famiglia, superando quella generale situazione di disagio che era di pregiudizio per  il loro sano sviluppo, quei  bambini e ragazzi, che vivono in contesti difficili, dove le figure parentali hanno estreme difficoltà  a soddisfare i bisogni evolutivi dei figli ad ogni livello, sia fisico  che cognitivo, affettivo e psicologico.

Il lavoro dell’assistente sociale ha messo le famiglie interessate nelle giuste condizioni per sviluppare “un corretto processo di crescita dei minori, senza il bisogno di un loro allontanamento  in comunità educative”. Al fianco dell’esperto,  psicologi, educatori domiciliari e persone appartenenti alla comunità. Le numerose discussioni, promosse dal Gruppo di lavoro per l’approfondimento delle criticità delle singole situazioni familiari, hanno permesso alla fine di trovare per ogni famiglia la giusta soluzione. Da segnalare, sempre a favore dei giovanissimi, il servizio educativo per il tempo libero presso Palazzo Grassi, promosso dall’Ambito sociale territoriale di Galatina, di cui Aradeo fa parte. Il Centro, gestito dall’“Istituto Immacolata Asp” di Galatina, assicura, dallo scorso primo settembre, la presenza di quattro animatrici per un gruppo di 20 minori di scuola elementare e media. Programmate attività socio-educative e ludico-creative. Soprattutto, in questo periodo, i ragazzi  sono assistiti nello svolgimento dei compiti scolastici, con l’obiettivo di far raggiungere loro una maggiore autonomia nello studio.

Commenta la notizia!