Nel Salento i dolci più buoni

di -
1 1085

Antonio Campeggio al lavoro

Parabita. Due torte (su tre) e 86 punti affianco al nome di Antonio Campeggio. E’ quasi il massimo il punteggio che la rivista “Il Gambero Rosso” ha assegnato al pasticciere parabitano titolare dell’ “Arte Bianca”, segnalato nella “Guida della Pasticceria” appena pubblicata il migliore di Puglia e tra i dieci più bravi d’Italia.

Il riconoscimento per il 41enne Antonio Campeggio, giunge dopo oltre venti anni di sacrifici e di costante aggiornamento professionale, di amore per il proprio mestiere che ha fatto di Antonio Campeggio un maestro della pasticceria, tra l’altro, unico salentino ad essere stato ammesso, dal 2007, nella ristretta lista degli associati all’Accademia dei Maestri pasticcieri italiani che rappresenta la “sintesi della professionalità” nell’arte dolciaria.

«Questo riconoscimento mi riempie di grande gioia – esordisce Antonio Campeggio –. Naturalmente sono felice per la segnalazione e la considerazione alla mia professionalità da parte del “Gambero Rosso” e della “Guida della Pasticceria”. Per questo ci tengo particolarmente a ringraziare quanti ci hanno votato e sostenuto».

Sul suo sito internet, che prende il nome della pasticceria aperta nel1992, www.artebianca.le.it Campeggio racconta la sua grande passione per l’arte pasticcera, il talento e la caparbietà che lo hanno portato a grandi successi. Ma sul sito, visto che anche l’occhio vuole la sua parte, specie quando si parla di dolci, c’è una sezione dove sono pubblicate le foto delle sue creazioni.

«Il riconoscimento all’Arte Bianca ed alla Puglia – aggiunge Antonio Campeggio – rende felice non solo il sottoscritto, ma anche il mio gruppo di lavoro, sempre professionale e preparato, e che proprio da tali situazioni assume nuove motivazioni a continuare a lavorare con impegno». il segreto del successo è uno solo: «La nostra ricetta è sempre stata la semplicità – conclude il pasticcere parabitano –. Lavoriamo con ingredienti naturali e con il desiderio di rendere felici i nostri clienti».

Antonio Campeggio da venti anni “sperimenta e crea” nel suo laboratorio artigianale di pasticciere come se ogni giorno fosse il primo, con una dedizione ed una passione davvero uniche. «Quella dell’Arte Bianca”, – spiega Campeggio – è la storia di un progetto, di un mio sogno mosso dall’amore per l’arte dolciaria che non mi stancherò mai di alimentare».

Commenta la notizia!