Anno nuovo e scuole risistemate

di -
0 662

La scuola “Montessori”

Matino. Zaino in spalla e grembiulino all’occorrenza, bambini e ragazzi, sono tornati a riempire i corridoi e le aule delle scuole, che per l’occasione si sono date un tono. Durante l’estate, infatti, a portoni chiusi, in molti edifici scolastici di Matino sono stati effettuati lavori di recupero, ristrutturazione e adeguamento.

Lavori a cui si è dato inizio già da un po’ di tempo, come spiega Fabrizio Coluccia, assessore alla Pubblica istruzione e manutenzione scolastica: «Negli ultimi due anni forte è stata l’ attenzione dell’amministrazione comunale verso il mondo della scuola, nel pieno convincimento che è prioritario investire in questa palestra di vita. Abbiamo posto in essere rilevanti interventi di manutenzione degli edifici scolastici, già per lungo tempo trascurati». Un progetto finalizzato non solo a ripristinare il disagio momentaneo, ma a intervenire in maniera efficace, dove necessario.

È stato proprio l’assessore Coluccia a delineare un preciso quadro della stato degli edifici scolastici di Matino, a partire dalla scuola secondaria di primo grado Dante Alighieri, ristrutturata anche con fondi comunali e in attesa di un ulteriore finanziamento per il completamento. Più imponente l’intervento effettuato sul plesso Raffaele Gentile, dotato di un impianto di riscaldamento metanizzato, inoltre è stato necessario sostituire il lastrico solare, causa d’infiltrazioni e procedere alla tinteggiatura di alcune aule.

Lo stesso edificio è stato provvisto di un nuovo refettorio, per accogliere i bambini  di prima elementare che quest’anno, per la prima volta nella scuola di Matino, saranno interessati dal tempo pieno, e ancora in corso sono i lavori per la realizzazione di una nuova aula, necessaria ad accogliere i bambini della scuola dell’infanzia, in sovrannumero rispetto agli anni precedenti.

Continua l’assessore: «E’ evidente la ristrutturazione dell’edificio Montessori per la realizzazione della sezione Primavera, con interventi di manutenzione e realizzazione dell’impianto di riscaldamento metanizzato».

Sotto i ferri è finito anche la scuola elementare Nazario Sauro, dove si sono ristrutturati i bagni al primo piano e si è data la tinteggiatura delle aule poste al piano terra. Durante le prossime festività natalizie si completerà il secondo piano.

«Nel corso dell’estate – informa Coluccia – avendo rilevato con l’ausilio dell’Università del Salento presenze di radon sopra soglia, abbiamo repentinamente bonificato l’edificio San Giovanni Bosco,  mediante l’intervento di una ditta specializzata».

Anche qui sostituzione dell’impianto di riscaldamento e relativa climatizzazione. Tanto è stato già fatto quindi, ma conclude Coluccia: «Stiamo continuando ad orientare risorse ed a reperire ulteriori finanziamenti per la sostituzione degli arredi, banchi e sedie, in tutte le scuole e per il completamento dei lavori».                                       

MAQ

Commenta la notizia!