Anche a Seclì niente Ecotassa

by -
0 676

antonio casarano sindacoSECLì. Seclì migliora la raccolta differenziata del 5% ed evita il pagamento dell’Ecotassa. Alta la soddisfazione del neosindaco Antonio Casarano per l’importante obiettivo raggiunto. «Per questi risultati devo ringraziare i miei collaboratori ma soprattutto i cittadini, senza la cui attiva collaborazione i nostri sforzi sarebbero stati vani». Si vedono, quindi, i frutti dell’eliminazione dei cassonetti della spazzatura e del prodotto dei minicompostatori consegnati al Comune.

Nel mese di giugno il prodotto dei rifiuti indifferenziati si è ridotto di circa dieci tonnellate, permettendo di raggiungere una percentuale di differenziata del 16,68 %. Il risultato è stato reso possibile anche dall’utilizzo di  circa 70  “compostiere di comunità” consegnate ai cittadini per l’autosmaltimento della frazione umida. L’Amministrazione sta predisponendo ulteriori misure per raggiungere il 40% previsto dalla legge regionale entro il 30 settembre.

Sarà aumentata la raccolta degli ingombranti, dei rifiuti degli sfalci di potatura e della raccolta del materiale legnoso con apposite convenzioni (alcune già stipulate) con ditte specializzate del territorio. Da segnalare che il 30 giugno è stata approvata la delibera in seno all’Aro 6 (comuni di Seclì, Neviano, Aradeo, Sannicola, Tuglie, Galatone, Nardò) che stabilisce il bando di gara entro tre mesi per la raccolta e il trasporto dei rifiuti.

Commenta la notizia!