Casarano – La correlazione fra ambiente e salute è al centro del corso di aggiornamento rivolto a dirigenti, docenti, rappresentanti delle istituzioni, associazioni e cittadini, organizzato dalla sezione provinciale della Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori): l’appuntamento è per sabato 13 ottobre a partire dalle ore 9 a Lecce, presso l’Università del Salento (Ecotekne, aula Y1 dell’edificio Angelo Rizzo). Nel corso dell’evento verranno assegnati al professor Silvio Garattini (presidente dell’istituto “M. Negri” di Milano) il sigillo d’argento dell’Università del Salento e un pubblico riconoscimento da parte del Comune di Lecce.

L’importanza della prevenzione – Con sede a Casarano, la sezione provinciale della Lilt è presieduta da Marianna Burlando (in foto con Giuseppe Serravezza) e si occupa di informare e sensibilizzare sui temi della salute. Con questo corso di aggiornamento – il dodicesimo organizzato negli anni – si punta l’attenzione sul rapporto fra inquinamento ambientale e malattie, giocando la carta della prevenzione. È quanto viene sottolineato anche nel secondo rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, che indica in 13 milioni i decessi per cause ambientali nel mondo e chiede di destinare una parte della spesa sanitaria non solo alla cura ma anche alla prevenzione delle malattie.

Pubblicità

Ambiente e salute è stato inoltre il binomio al centro del progetto Geneo, nato dalla collaborazione fra Lilt, Asl Lecce, Provincia e Università del Salento, con il dottor Giuseppe Serravezza (di Casarano) come responsabile scientifico. Da poco concluso, il progetto ha rappresentato il primo studio di oncologia ambientale in Italia rivolto alla cosiddette aree verdi, cioè quelle aree non interessate da emergenze ambientali dovute ad esempio alla presenza di discariche. Geneo ha analizzato il suolo di 32 Comuni salentini con il più alto tasso di malattie oncologiche, cercando di capire qual è la correlazione fra le caratteristiche del suolo e la salute di chi ci abita.

Il programma del corso – L’appuntamento di sabato 13 si aprirà con i saluti del rettore dell’Università del Salento Vincenzo Zara, del presidente nazionale della Lilt Francesco Schittulli, dell’assessore regionale Sebastiano Leo, del Sindaco di Lecce Carlo Salvemini, del presidente della Provincia Antonio Gabellone e del direttore generale della Asl Lecce Ottavio Narracci. A seguire, Marianna Burlando introdurrà i lavori, che cominceranno con la lettura magistrale di Silvio Garattini. La tavola rotonda – coordinata da Tiziana Colluto – vedrà poi gli interventi di Antonella De Donno e Tiziana Grassi (dall’Università del Salento), di Roberto Fanelli (dall’istituto “M. Negri”), e degli oncologi della Lilt Lecce Carmine Cerullo e Giuseppe Serravezza.

Pubblicità

Commenta la notizia!