Alliste: cassonetti troppo vicini, è lite

Piazza San Quintino ad Alliste

Piazza San Quintino ad Alliste

ALLISTE. I cassonetti dell’immondizia di solito non sono un bel vedere, anche se sono colorati con tinte vivaci e qualche volta nemmeno un bel “sentire” perché, soprattutto quando fa caldo, possono sprigionare odori non proprio piacevoli all’olfatto. Sarà stato il caldo, il cattivo odore o chi sa che cosa, una sera di fine agosto di quattro anni fa furono proprio i cassonetti dell’immondizia e la loro posizione, ad essere la causa o il pretesto per una lite sfociata in una querela e successivamente in una condanna.

I protagonisti della lite: un proprietario di una concessionaria infastidito dalla presenza dei cassonetti davanti all’ingresso della sua attività e un ristoratore che, aiutato dal figlio, stava sistemando un’insegna. All’inizio da parte del primo la richiesta di spostare i contenitori proprio perché emanavano cattivo odore, poi la lite con versamento per strada di uno dei bidoni e con il lancio di un contenitore verso il secondo che probabilmente non se ne sarà stato fermo a ricevere i colpi senza battere ciglio.  Fatto sta che il ristoratore fu colpito al fianco e dovette ricorrere alle cure del Pronto soccorso. In seguito alla “bidonata” partì la querela contro il proprietario della concessionaria che nei giorni scorsi è stato condannato  a due mesi e venti giorni di reclusione  con l’accusa mi minacce e lesioni lievi. La reazione dell’altro litigante non è stata presa in considerazione perché non oggetto di querela.

Commenta la notizia!