Albergo diffuso, Matino corre

by -
0 946

Matino. Recupero del centro storico, incremento dell’economia locale, crescita e destagionalizzazione del turismo. Tutto ciò attraverso la realizzazione di un albergo diffuso.

Secondo l’assessore Toma, le caratteristiche abitazioni del borgo antico, per la loro bellezza, potrebbero dare valore aggiunto al progetto

Si è parlato soprattutto di questo nell’ultimo incontro tenuto tra l’Amministrazione comunale di Matino, rappresentata dall’assessore ai Servizi sociali Johnny Toma e i rappresentanti del Gal (Gruppo di azione locale) delle Serre Salentine, che si sono confrontati con i dubbi e gli interrogativi dei cittadini presenti.

Si tratta, in sintesi, di realizzare un vero e proprio albergo all’interno delle caratteristiche abitazioni del centro storico, attraverso il restauro degli edifici privati con il finanziamento a fondo perduto del 50 per cento. La novità sta nel fatto che le stanze di questo albergo sarebbero in edifici diversi (anche se poco distanti l’uno dall’altro) con la reception e alcuni spazi comuni in un unico edificio, magari un palazzo storico.

Il cento storico di Matino

«Matino possiede un bellissimo centro storico – ha affermato l’assessore Toma – e da questo punto di vista potrebbe già essere avvantaggiata nella buona riuscita del progetto». Finanziatore è il Gal, società composta da 164 soci pubblici e privati a cui partecipano anche 14 comuni del Salento. I fondi a disposizione sono 1 milione e 900mila euro, ma bisogna partecipare a un bando aperto che prevede, come prima scadenza, quella del 1 agosto.

Già un anno fa il sindaco di Matino, Giorgio Primiceri, sottolineò l’importanza di aderire all’idea proposta dal Gal e lo stesso concetto è stato espresso, anche questa volta, dal senatore Rosario Giorgio Costa: «La globalizzazione ci ha messo nelle condizioni di non puntare più esclusivamente sulle attività manifatturiere – sostiene il senatore – ha creato nuovi mercati, ora la nuova frontiera è il turismo, ma è necessario lavorare già da ora, perché anche Matino sia preparata».

Secondo Salvatore D’Argento, presidente del Gal “Serre Salentine”, quello relativo all’albergo diffuso è un investimento concreto che renderà i suoi frutti nel lungo periodo. «Incentivando il turismo, infatti, si punta alla crescita anche delle attività economiche già presenti sul territorio».

Masino Marsano, esperto programmazione leader, ha poi illustrato alcuni cambiamenti tecnici che in questo periodo sono stati apportati al progetto e ha risposto ad alcune domande. L’intervento di un cittadino ha messo in evidenza la necessità di accostare all’impegno dei singoli per la realizzazione dell’albergo diffuso, anche un’azione comunale finalizzata, molto semplicemente, al mantenimento del decoro e della pulizia del centro storico.

La risposta è giunta dall’Assessore Toma. «L’attenzione c’è sempre stata, ovviamente qualora ci fosse un’incremento di domande e quindi il desiderio da parte dei cittadini di investire nel centro storico, anche l’intervento da parte del Comune sarà più importante».

Maria A.Quintana

Commenta la notizia!