Albano Carrisi e Marino Bartoletti a Nardò per il Salento book festival

Nardò – Nuovi incontri “eccellenti” nell’ambito del Salento book festival, la rassegna culturale itinerante (con eventi anche a Gallipoli e Corigliano d’Otranto) ideata da Gianpiero Pisanello con la direzione artistica quest’anno affidata a Luca Bianchini.  Dopo Gino Castaldo e Chiara Galiazzo (a Galatina) e Serena Dandini (a Galatone), lunedì 25 giugno la rassegna itinerante vedrà ospite di piazza Salandra, alle 21.30 a Nardò, il giornalista Marino Bartoletti con il suo “Bar Toletti, così ho sfidato Facebook” (Minerva). Un almanacco di riflessioni e ricordi che dalla sua seguitissima pagina Facebook riportano a storie vissute personalmente dal noto volto televisivo. L’incontro sarà preceduto, alle 18.30, dal laboratorio creativo per ragazzi “L’invenzione che ho inventato” con Alice Montagnini e Rebecca Serchi ed alle 20 con “La lettura accessibile a tutti, il modello InBook”, confronto moderato da Azzurra De Razza insieme a Luisa Carretti e Patrizia Frassanito (“Storie cucite”), Elvira Zaccagnino (Edizioni La Meridiana), Luca Errani e Gianna Rosato (biblioteca comunale di Cavallino). Entrambi gli appuntamenti sono curati dalla nuova casa editrice “Storie cucite” in collaborazione con “Edizioni la Meridiana”.

Albano Carrisi al Castello Acquaviva Martedì 26 giugno è il gran giorno di Albano Carrisi che sempre a Nardò, alle 20.30 al Castello Acquaviva di piazza Cesare Battisti, presenta il libro “Madre mia. L’origine del mi mondo” (Baldini & Castoldi), con il quale il cantante di Cellino San Marco svela, attraverso gli occhi della madre 95enne, i retroscena di quattro generazioni della sua famiglia. «Sono sempre stato affascinato dalla vita di mia madre. La sua esistenza sembra una di quelle storie che si narravano una volta davanti al tepore del camino acceso in inverno oppure di fronte al mare, a quell’andirivieni di onde vecchie quanto il mondo», afferma Albano nell’incipit del suo libro, “una storia d’amore, dedizione, sofferenze e grandi gioie che si intreccia con quella degli ultimi novant’anni del nostro Paese”. In caso di pioggia, gli appuntamenti si sposteranno nella Sala Roma di piazza Pio XI.

Commenta la notizia!