Al “Calvino” di Alliste s’impara ad usare bene la Rete

by -
0 1057

viviano causo robotica quest'anno

ALLISTE. Internet, gioie e dolori. Soprattutto tra le mani dei ragazzini, il web può rappresentare uno strumento d’impoverimento più che di arricchimento, se non se ne fa un uso consapevole. Ecco che verso un utilizzo responsabile dei media si dirigono gli sforzi dell’organizzazione “Save the children” e del ministero dell’Istruzione: dopo aver selezionato le scuole più “digitalizzate” in Italia, tra cui l’istituto “Calvino”, ora è pronto a partire un percorso educativo che coinvolge gli studenti, ma anche genitori e insegnanti.

Si sono già svolti i primi incontri di formazione in cui, alla presenza di tutti i soggetti interessati, sono state illustrate le modalità delle attività  in partenza: da una parte c’è il gruppo insegnante che sperimenta le nuove tecnologie nella didattica; dall’altro, secondo la metodologia della “peer education” (educazione tra pari), quattro studenti di prima e seconda media diventano tutor e guidano i compagni verso un uso positivo e sicuro di internet.

C’è da dire che il “Calvino”, diretto dalla professoressa Filomena Giannelli  non è nuovo nell’utilizzo dei nuovi media a scopo creativo: sta andando avanti il corso di robotica educativa  nell’ambito di “Classe 2.0” con l’obiettivo di portare le nuove tecnologie nella didattica. Confermato, alla guida dei piccoli informatici, l’ing. Viviano Causo di Racale.

"Si può dare di più" è il tormentone della sua vita. Se solo Morandi, Tozzi e Ruggeri potessero tornare indietro nel tempo, ne verrebbe fuori un bel quartetto! Autocritica, perfezionista, scrupolosa, incontentabile, e chi più ne ha (di sinonimi) più ne metta. Tra un "mea culpa" e l'altro, si è laureata in Lettere a Lecce, nel 2008, e dal 2011 collabora con Piazzasalento.

Commenta la notizia!