Acquarica del Capo: sfilate, gruppi mascherati, carri e teatro in vernacolo

carnevale acquarica 2014 (2)ACQUARICA DEL CAPO. Anche quest’anno, nonostante la crisi, maschere, sfilate e danze allieteranno il Carnevale acquaricese. La Pro loco di Acquarica con il patrocinio del Comune e la collaborazione delle associazioni locali organizza la seconda edizione del Carnevale “Uccio Ricchiuto” in due imperdibili appuntamenti, per il 15 e il 17 febbraio.
Domenica 15 febbraio, alle ore 14 dal passaggio a livello (nei pressi della rotatoria per Taurisano), i protagonisti principali saranno i bambini, con i gruppi mascherati proposti dalle associazioni, tra le quali “Bimbi in festa”, “Dream Dance” Acquarica ecc, e il carro ideato da Luana Cantoro. Una  particolare attenzione  in questa edizione è data al  tema del riciclo, alla donazione del sangue con il gruppo mascherato della Fidas, accanto ai quali non mancherà il carro umoristico de  ”I soliti”, mentre  l’associazione la Quadriglia riporterà antiche atmosfere tra danze e costumi della tradizione popolare.

Martedi 17 febbraio, invece, alle ore 14 la sfilata partirà dal piazzale della Stazione di servizio Total Erg con arrivo in Piazza dell’Amicizia: nell’occasione si esibiranno i diversi gruppi e la festa culminerà con la premiazione dei gruppi e dei carri più belli da parte di una giuria esterna. Il Carnevale acquaricese si arricchisce di un altro imperdibile evento nelle serate del 15 e del 17 febbraio alle ore 18: presso l’oratorio parrocchiale “Don Tito” andrà in scena la divertente commedia in vernacolo salentino “La Benettanima”, in tre atti con un cast di attori eccezionali e la regia di Paolo Calò. Il divertimento continuerà sabato 14 febbraio alle ore 22 con l’iniziativa  “Carnival party” nella suggestiva atmosfera del Castello medievale: l’evento,  organizzato dall’associazione “Dopolavoro,” prevede ingresso gratuito e in maschera. Domenica 22 febbraio alle ore 16, conclusione del carnevale con  la “Pentolaccia” organizzata dall’Azione cattolica presso l’oratorio parrocchiale.

Commenta la notizia!