Accuse sbagliate e mozione e il caso finisce in Tribunale

Emanuele PiccinnoGALLIPOLI. Avrà un nuovo capitolo anche nelle aule giudiziarie lo scontro politico degenerato nelle ultime settimane tra il gruppo di opposizione di Gallipoli Futura e l’assessore al Turismo e Commercio di Palazzo Balsamo, Emanuele Piccinno (foto). Dopo la mozione di sfiducia prima presentata e poi ritirata in extremis dal capogruppo Giuseppe Cataldi e il comunicato, poi rettificato con un ulteriore nota congiunta di Gallipoli Futura (nella parte che attribuiva erroneamente il reato di associazione di stampo mafioso al componente della giunta Minerva), l’assessore comunale Piccinno ha presentato una denuncia-querela in Procura sulla vicenda e contro il consigliere Giuseppe Cataldi e il presidente dell’associazione Luigi De Tommasi.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!

Commenta la notizia!