A Torre Suda Tira aria di rilancio

di -
0 432

Racale. Rinnovare parti della città e di sistemi urbani per migliorare le condizioni urbanistiche, abitative, socio-economiche, ambientali e culturali degli insediamenti umani. È questo il fine di una legge regionale che permette di riqualificare intere parti di un territorio. Avverrà così anche per quello di Racale lungo la fascia costiera a sud di Gallipoli. Tipico avamposto costiero, la Marina di Torre Suda rappresenta uno dei tanti aggregati urbani a prevalente vocazione residenziale e turistica. L’intera area si configura come un ampio spazio aperto (per una superficie di 45mila mq) dal carattere estremamente eterogeneo.

Obiettivo generale dell’intervento a Torre Suda, nel largo Torre, è la rigenerazione ambientale del sito, con particolare riferimento agli aspetti critici presenti. «L’approccio utilizzato – spiega uno dei progettisti, Daniele Errico – scaturisce da una sequenza che può essere sintetizzata nell’analisi delle principali condizioni ambientali, nella valutazione diagnostica delle alterazioni o criticità e nella definizione dei criteri terapeutici da utilizzare ai fini della rigenerazione urbana e ambientale. Il progetto ha individuato i seguenti livelli tematici di intervento: il rimodellamento del margine tra urbano e natura; la Torre costiera come elemento di riconoscibilità e riferimento territoriale; la qualità ecologica del sito attraverso la rivitalizzazione delle aree demaniali; la ridefinizione funzionale e morfologica degli spazi aperti».

Il sindaco Massimo Basurto e l’assessore al Turismo Vito Mastrobisi sottolineano che «il progetto presentato per 750mila euro ha un approccio che, tenendo conto del contesto in cui si va ad intervenire, incide sulla struttura e sulla funzione degli spazi per ampliarne la fruizione. In particolare verrà valorizzata la torre costiera e saranno riqualificati gli spazi aperti con creazione di sistemi di collegamento tra spazi verdi, spazi ombreggiati, piazze». Insomma Torre Suda respira aria di rilancio.

Commenta la notizia!