A Sannicola chiude l’ultimo negozio d’alimentari di vicinato: Gennaro, il titolare, va in pensione e incoraggia i giovani

Sannicola – Gennaro Giustizieri va in pensione e a Sannicola chiude l’ultimo negozio di generi alimentari di vicinato. Dopo 35 anni di attività il titolare ha abbassato la saracinesca dell’esercizio commerciale di via Roma, nei pressi di piazza della Repubblica.  «È giunto il tempo, dopo tanti anni di lavoro, che mi goda la mia pensione e i nipotini, ma mi dispiace – commenta il proprietario – per i clienti e i vicini con cui abbiamo costruito legami di amicizia e con i quali ci sentiamo una famiglia». Giustizieri rilevò l’attività che per due generazioni era stata degli Stamerra, padre e figlio, e che risale a inizi ‘900.

La “battaglia” con la grande distribuzione L’alimentari chiude, “ma non perchè abbiano vinto le catene di supermercati, che dagli anni ’90 hanno messo in difficoltà il piccolo commercio” ci tiene a sottolineare Gennaro. «In tutti questi anni ho combattuto e ho resistito: sono rimasto l’ultimo, ma esco di scena imbattuto. Ai giovani voglio dire che non bisogna scoraggiarsi di fronte ai “grossi”, che non è vero che bisogna per forza abbassare la testa e, al massimo, fare il commesso o il salumiere per loro. Con questo lavoro ho portato avanti la mia famiglia, ho fatto studiare i miei figli, ma soprattutto non ho mai avuto nessuno a comandarmi. Certo ci sono anche i lati negativi: se hai il raffreddore non ti puoi mettere in malattia, ci sono tanti controlli e gestire fornitori e tasse non è facile, ma non è neanche impossibile. Ti raccontano che il piccolo commercio è destinato a morire di fronte ai colossi commerciali, ma non è così, se sei combattivo ce la puoi fare, se ti va di lavorare il guadagno c’è, non diventi ricco, ma vivi dignitosamente e onestamente».

I ricordi dei vicini Anche gli abitanti del quartiere sono amareggiati: «Sono dispiaciutissima, ne faccio una malattia, con Ninetta c’è un’amicizia e non solo un rapporto come cliente» aggiunge Rossana Manco, cliente, amica e vicina di casa. «Ricordo la data di compleanno di tutti i vicini e dei loro figli e loro sanno quella dei miei: in tanti anni i rapporti si stringono così – afferma la moglie del titolare Ninetta Di Paolo – tante volte Gennaro ha preso la macchina ed è andato a Nardò o a Lecce per trovare i prodotti particolari e accontentare i clienti». Oggi i locali restano vuoti, chissà che qualcuno non voglia rilevare l’attività e continuare la battaglia di Gennaro.

 

Commenta la notizia!