Assegnati i premi “Terra del sole Award” a personalità salentine di spicco

Da sinistra Fernando Cartenì, Teresa Ravenna e Bruno Conte

Da sinistra Fernando Cartenì, Teresa Ravenna e Bruno Conte

GALLIPOLI. Si è tenuta sabato 7 giugno presso la rotonda del “Lido San Giovanni – Francesco Ravenna”  la manifestazione “Terra del sole Award”, l’evento che precede il  “Premio Barocco”, la kermesse gallipolina di Fernando Cartenì all’insegna della cultura e dello spettacolo, giunta ormai alla 45esima edizione, che si terrà il prossimo 19 giugno presso il Teatro Italia. La passione, l’amore, l’entusiasmo e il cuore messi nel proprio lavoro sono stati quest’anno alla base della segnalazione di personaggi illustri in vari ambiti artistici e professionali.

Questi i premiati: l’avvocato Pietro Quinto, premiato sul palco dalla dottoressa De Giorgi; la giornalista del “Nuovo Quotidiano di Puglia” Antonella Margarito (dall’architetto Vincenzo Mariello); il Maestro direttore della banda musicale della Guardia di finanza, Leonardo Laserra Ingrosso (dalla vicesindaco Antonella Greco); il dottore Antonio Luperto per la promozione e direzione del “Centro pubblico di procreazione assistita” presso l’ospedale di Nardò (dal direttore sanitario dell’ospedale di Gallipoli Bruno Falzea); il giornalista della “Gazzetta del Mezzogiorno” Giuseppe Albahari (dal dott. Toscano; il Magnifico rettore dell’Università del Salento (dal sindaco di Gallipoli Francesco Errico); il giornalista Antonio Della Rocca, voce di Gallipoli per il “Corriere della sera” (da Nicola Ripa); il maestro pasticciere creatore del “pasticciotto Obama” Angelo Bisconti (dal presidente della Pro loco Renato Imbriani).

E ancora  il giudice Antonio Bono, lo scrittore Francesco Carofiglio e la padrona di casa Teresa Ravenna premiati dal patron Cartenì.
La serata, presentata dal giornalista Bruno Conte, è stata allietata dalla lettura da parte di Loredana Benvenga di brani tratti da “Mercuzio non deve morire” di Antonio Luperto e “La casa nel bosco” di Francesco Carofiglio  e dalla musica del maestro Enrico Tricarico e Mimì Petrucelli.

Commenta la notizia!