Nuova Giunta a Gallipoli: i ringraziamenti di Titti Cataldi, le critiche di De Tommasi

Assunta Titti Cataldi

Gallipoli – “In questi giorni il Sindaco Minerva ha inteso dare nuovo impulso all’Amministrazione comunale, procedendo ad un completo rinnovo dell’Esecutivo e dando vita ad una Giunta tecnico-politica. Preliminarmente, come capogruppo della “Puglia in Più” a Palazzo Balsamo, rivolgo un saluto all’assessore uscente Dario Vincenti, con un ringraziamento sincero  per il lavoro svolto in relazione alle delicate deleghe ricoperte”: inizia così una nota, la prima da esponenti della maggioranza così come scaturita dopo la nomina dei nuovi cinque assessori. la firma Assunta Titti Cataldi, una politica veterana della quale si parlato spesso in questi giorni di gestazione dell’Esecutivo del Minerva 2.

Ringraziamenti e impegni da “Puglia in più” “Personalmente, pur lusingata dalla proposta del Sindaco, che intendo ringraziare pubblicamente, di rivestire in prima persona l’incarico di Assessore – scrive la dottoressa Cataldi – ho preferito proseguire la mia attività in Consiglio comunale ed in Provincia. Il gruppo politico da me rappresentato crede, anche nelle sue componenti nazionali e regionali, che le scelte del Sindaco possano realmente assicurare una crescita dell’attività amministrativa per questa seconda parte di mandato elettorale. La mia indicazione, accolta positivamente da Minerva, è ricaduta su una giovane professionista, l’avv. Antonella Russo, insieme alla quale sono certa riusciremo a portare avanti nuove idee ed a realizzare progetti importanti per la nostra amata città. Siamo consapevoli che non sarà facile, ma siamo altrettanto sicure che lavorando in simbiosi, con trasparenza, tenacia e serietà, la sottoscritta in Consiglio ed Antonella in Giunta, otterremo importanti risultati, sia in generale sia nelle specifiche deleghe che il Sindaco vorrà assegnarci; deleghe che sicuramente saranno importanti e che il nostro Gruppo porterà avanti con il massimo spirito di collaborazione con l’intera Assise comunale, restando sempre aperte al dialogo con l’intera cittadinanza su ogni problematica che ci sarà sottoposta e che cercheremo di risolvere tenendo sempre a cuore il bene delle persone”.

De Tommasi (Gallipoli Futura): “Il primo problema è l’urbanistica”. “Mi ero ripromesso di non commentare neanche i primi vagiti della nuova Giunta e così farò, ma non posso non fare alcune considerazioni, avendo letto la dichiarazione del Sindaco e le notizie riportate dai giornali”: a prendere la parola è il presidente di Gallipoli Futura, l’associazione politico-culturale che in Consiglio ha due esponenti, Flavio Fasano (con De Tommasi nella foto) e Giuseppe Cataldi. “Non possiamo non riconoscere che i problemi a Gallipoli sono tantissimi e tutti molto complessi”, afferma De Tommasi , per i quale però uno è decisamente sopra tutti gli altri. “Penso, e tutti concorderanno, che la vera  prima emergenza a Gallipoli – prosegue il presidente – sia la mancanza  di programmazione nel campo  urbanistico: che città vogliamo, quale sviluppo vogliamo. C’è la necessità di disegnarne il percorso delle sviluppo compatibile ed ambientale. È indubbio che l’ammodernamento della Città avrà riflessi sulla economia delle famiglie e sulla competitività del nostro paese”. Dando per noto “che vi è una gravissima carenza ed emergenza, non esclusiva, ma prevalente nel campo ambientale, urbanistico e dello sviluppo  dei servizi pubblici e delle opere pubbliche”, De Tommasi critica di conseguenza le ultime scelte: “Ora alla luce di tutto quello che è successo non posso non rilevare che il disegno di una giunta acefala , ove occorreva anche  pensare e riflettere sulle competenze e deleghe da dare all’atto della nomina e non durante, parte male. La strategia del sindaco non è stata quella giusta. Spero di sbagliarmi e spero che il segnale evidenziato non voglia significare che le scelte urbanistiche si faranno fuori,  in  quota  a qualcuno o restino in capo al Sindaco”.

 

Commenta la notizia!