Nardò – Murales, disegni e scritte sui muri: la Giunta comunale indica luoghi cittadini da destinare alla creatività. L’elenco, che comprende cinque aree urbane, è previsto dal regolamento approvato dal Consiglio comunale a ottobre scorso. Il regolamento disciplina le attività di graffitismo e in generale di street: disegni, murales e scritte potranno essere realizzati tramite pittura, spray, sticker e poster su spazi di proprietà del Comune o, in futuro, su aree messe a disposizione da privati o altri soggetti pubblici. Per cominciare, gli spazi adesso individuati sono: la recinzione della scuola di via Bellini (incrocio con via Betti), il muro esterno di via Santa Maria del Ponte e via Rubichi all’altezza dello stadio Giovanni Paolo II, la recinzione del campetto di via Deledda in zona Penta, la recinzione degli uffici comunali di via XX Settembre e via Falcone (ex tribunale) e i muri esterni della scuola di via Bologna (che comprendono anche via Foggia e via Tasso). Il passo successivo è ora quello di individuare gli artisti. L’obiettivo, fa sapere Palazzo Personè, è di riconoscere un fenomeno molto diffuso, “legalizzarlo” e incentivarlo, nelle misure previste, anche per migliorare le periferie e gli spazi urbani.

«Con l’individuazione di questi spazi – dichiara l’assessore all’Urbanistica e alla Cultura Ettore Tollemeto – contiamo, da un lato, di ridare colore e vita a luoghi grigi o dimenticati della città e dall’altro di offrire a street artists e writers la possibilità di esprimersi in maniera “lecita”. Non escludo – promette l’assessore – che l’elenco di spazi utili possa allungarsi. Da parte mia faccio un invito agli artisti a prendere visione degli spazi e presentare idee e proposte». «Molti artisti – afferma il capogruppo in Consiglio di Andare Oltre, Gianluca Fedele – chiedono di poter utilizzare spazi per esprimersi e “liberare” la propria creatività che, è bene ricordarlo, ha cambiato la faccia di molte città in Italia e nel mondo”. Il censimento degli spazi era stato effettuato tempo fa da alcuni componenti di AO. (nella foto via Foggia, Tollemeto e Fedele)

 

Pubblicità

Commenta la notizia!