A Nardò teatro tra le corti antiche “Guardiani del tempo”; nel cast cinque bambini

Nardò – Teatro fra le corti del centro storico: saranno infatti le antiche dimore neretine a ospitare, sabato 14 e domenica 15 luglio, “I guardiani del tempo – l’arte di raccontare”. Nel corso delle due serate dalle 20.30 alle 23.30 brevi rappresentazioni teatrali animeranno la città vecchia con racconti personali di vita vissuta e di piccoli e grandi eventi che hanno segnato la storia della città. La direzione artistica è affidata a Silvia Civilla (foto), direttrice del Teatro comunale di Nardò, assistita da Pietro Pizzuti e Agostino Aresu.

Cinque le corti private che faranno da palcoscenico al racconto: Palazzo Zuccaro (foto), Palazzo Vescovile, Palazzo Onorato, Palazzo Michele Personè e Palazzo Sambiasi (ex Monastero, tra la Cattedrale e l’ufficio postale di corso Garibaldi). Le voci recitanti saranno quelle di Valeria Castrignanò, Lilia De Giorgi, Bianca Delle Donne, Salvatore Manieri, Antonietta Martignano, Silvana Muci e Giuseppe Piccioli Resta, affiancate dagli attori professionisti Agostino Aresu, Raffaele Braia, Angela Iurilli, Antonella Ruggiero e Valerio Tambone.

Previsto anche il coinvolgimento dei più piccoli: cinque bambini prenderanno parte alle rappresentazioni nei cortili portando in scena giovani frammenti di vita familiare. Tutto questo mentre in strada, lungo il tragitto delle corti, a scandire idealmente il viaggio sarà una mostra degli alberi genealogici realizzati dai 25 bambini del laboratorio teatrale estivo appena concluso.

Le antiche dimore tornano così protagoniste degli eventi nel centro storico neretino a un mese da “Corti Aperte”, manifestazione di successo tenutasi il 10 giugno scorso che ha portato a Nardò migliaia di visitatori.

Commenta la notizia!