Gallipoli, verso un accordo navette e strutture ricettive: previsto un ultimo incontro in Comune

Mirco Casarano (a destra)

Gallipoli – Navette e abusivismo, atto secondo: nuova riunione oggi in Comune, come previsto, per cercare di mettere a punto un nuovo quadro in cui esercitare il servizio di noleggio con conducente (Ncc), limitando i disagi – soprattutto economici – che i conducenti hanno messo in evidenza con la manifestazione del 4 luglio scorso: automezzi radunati nel piazzale del cimitero e poi sfilati lungo corso Roma prima di raggiungere il Comune in via Pavia. Anche oggi a ricevere una folta delegazione di Ncc e di operatori turistici coinvolti, c’era il Sindaco Stefano Minerva.

Dell’incontro interlocutorio, chiusosi con l’appuntamento ad un’altra ultima riunione e durato oltre due ore, non ci sono note ufficiali da parte degli amministratori gallipolini. Piuttosto soddisfatto è invece il portavoce dei noleggiatori, Mirco Casarano, uno degli animatori della vertenza: “Si sta andando verso qualcosa di più organizzato di quanto è stato fino ad oggi, dai prezzi stabiliti per l’alta e la bassa stagione e differenziate a seconda dellem ete (Baia verde o Pizzo, per esempio), alle fasce orarie, alle plance con l’elenco delle navette”, racconta Casarano. Non senza qualche problema anche tra gli stessi Ncc. “Comunque siamo vicini al traguardo. A gennaio prossimo ci rivedremo per stabilire la stagione successiva”, aggiunge Casarano. Sembrerebbe risolto anche l’aspetto di “navette” attivate da lidi, b&b, alberghi e case vacanza; no ad automezzi non adeguati e senza copertura assicurativa: nelle strutture ricettive si sarà l’elenco con relativi numeri telefonici per chiamare le navette autorizzate e in regola.

Si dovrebbe cominciare riconoscendo delle priorità per gli operatori che si trovano in alcune particolari condizioni, tipo unico lavoro, un solo automezzo e simili. Da ottobre la situazione dovrebbe poi cambiare con un allargamento a tutti. Passaggi difficili, evidentemente, soprattutto se si viene da una situazione piuttosto “libera”; ma ora che il settore è cresciuto probabilmente s’impone un cambio di passo più adeguato ai tempi. Nel pacchetto in via di definizione potrebbero rientrare anche i collegamenti – con navette – dai parcheggi di via Lecce e dintorni a centro città. Quel servizio era previsto già l’anno scorso ma in effetti non è mai veramente partito.

 

Commenta la notizia!