Gallipoli – Un altro riconoscimento – tra i tanti ricevuti finora – al patron storico del “Premio Barocco”, Fernando Cartenì. Al creatore e curatore del premio, per “l’impegno profuso per valorizzare il territorio” e alla vigilia della 50ma edizione (l’anno prossimo), verrà consegnata la la “Vigna d’Argento” durante il Galà “Città della Musica” che si terrà il 23 giugno prossimo, in piazza San Nicola a Squinzano. A ricevere il premio oltre a Cartenì, saliranno sul palco, tra gli altri, anche Pippo Baudo ed il regista Edoardo Winspeare. “Per il marchio Premio Barocco che ha creato e che oggi rappresenta un territorio”: questa, in sintesi, la motivazione con cui viene riconosciuta la dedizione di Fernando Cartenì, la cura e l’infinita profusione di energie per far crescere Gallipoli e il Salento. (nella foto con Sofia Loren)

“I riconoscimenti che vengono  dal tuo territorio -commenta emozionato patron Cartenì- hanno un valore inestimabile. Sono la prova di una sensibilità grande, una sorta di pacca sulla spalla che fornisce ancora più carburante al tuo serbatoio di vita e ti spinge a ingranare le marce e andare avanti”. Il “Barocco” ha portato a Gallipoli ben tre premi Nobel (Fo, Montalcini, Rubbia), oltre ad un folto stuolo di personaggio e protagonsiti della vita italiana. Da qui la risonanza per la città ed un intero circondario. A Cartenì sono giunti riconoscimenti ufficiali dalle Città di Fiuggi, Anagni, Campo saletina, la Caravella d’argento della Regione Puglia; premi dal Consiglio dei ministri (premier Berlusconi) e dalla Camera dei deputati (presidente Casini) e, l’anno scorso, il Sigillo dell’Università del Salento.

Nel prossimo futuro, come ulteriore novità del dinamico staff del “Barocco”, c’è un’anteprima del premio a Palazzo Marino, sede del Comune di Milano, a cura dell’associazione dei pugliesi a Milano. La kermesse dovrebbe tenersi prima della festa di Sant’Ambogio.

Pubblicità

Commenta la notizia!